La squadra italiana che disputa la United Cup

United Cup: Lucia Bronzetti e l’Italia a segno anche contro la Norvegia

Secondo successo in altrettanti confronti e primo posto nel girone per l’Italia di Lucia Bronzetti in United Cup, il nuovo evento a squadre miste organizzato da ATP e WTA in partnership con Tennis Australia che inaugura il calendario 2023. Dopo l’affermazione d’esordio sul Brasile, la squadra azzurra, quinta testa di serie, sui campi del “Queensland Tennis Centre” di Brisbane ha sconfitto 5-0 la Norvegia aggiudicandosi il Gruppo E e qualificandosi per il playoff (avversaria mercoledì la vincente di Polonia e Svizzera, decisivo testa a testa nel Guppo B, l’altro in svolgimento nella stessa città) che vale l’accesso alle semifinali.

Dopo il 2-0 maturato nella prima giornata grazie alle vittorie di Martina Trevisan (n.27 WTA) per 75 36 64 su Malene Helgo (n.321 WTA) e di Lorenzo Musetti (n.23 ATP) per 76(7) 63 su Viktor Durasovic (n.343 ATP), a chiudere il discorso è stato Matteo Berrettini (n.16 ATP), imponendosi con un periodico 64, in poco meno di un’ora e mezza di partita, su Casper Ruud, n.3 del ranking mondiale. Il 26enne romano ha messo a segno 10 ace e ha vinto l’88% dei punti quando ha messo la prima di servizio.

Quindi Lucia Bronzetti (n.54 WTA) ha arrotondato il risultato regolando 62 75, in un’ora e 48 minuti, Ulrikke Eikeri (n.388 WTA). Per la 24enne di Villa Verucchio tutto facile fino al 62-4-2: poi la 20enne di Oslo ha rimontato guadagnandosi la possibilità di servire per il set sul 5-4 in proprio favore, ma la romagnola si è rimessa in carreggiata, ha strappato per due volte di fila la battuta all’avversaria chiudendo al dodicesimo game al primo match-point.

Lucia Bronzetti sorridente con Martina Trevisan
Lucia Bronzetti sorridente con Martina Trevisan (foto WTA/Jimmie48

In chiusura il doppio misto con Camilla Rosatello e Lorenzo Musetti che hanno firmato il “cappotto” superando 76(2) 62, in un’ora e 24 minuti, Ulrikke Eikeri e Victor Durasovic.

Come era già accaduto nel precedente incontro ho sentito un po’ di tensione quando dovevo chiudere il match – ha riconosciuto Lucia nell’intervista a fine partita – però alla fine sono riuscita a vincere e ne sono molto contenta. E’ bellissimo infatti far parte di questa squadra e difendere i colori dell’Italia insieme a compagni del calibro di Berrettini, Musetti e Trevisan. Siamo molto uniti, tutti amici fra noi, e sto imparando tanto dal condividere con loro questa esperienza“.

Come prevede il format, al termine degli incontri della fase a gironi le vincenti dei gruppi della stessa città si sfidano nello spareggio per andare in semifinale. Le vincitrici dei tre playoff e la migliore seconda dei gironi saranno poi di scena a Sydney per le semifinali e la finale dal 6 all’8 gennaio.
Il nuovo evento, che prende il posto in calendario della ATP Cup, offre un montepremi complessivo di 15 milioni di dollari e – per la prima volta per questo genere di competizioni – mette in palio fino a 500 punti validi per i ranking ATP e WTA.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti