Accademia Walkabout 1.0 di Riccione

Nasce Walkabout 1.0, la prima accademia dedicata al beach tennis

Il Pura Vida di Riccione lancia la prima accademia in Italia tutta dedicata al beach tennis. La società guidata dal presidente Max Sforza punta tutto, ancora una volta, sulla qualità e sul lavoro professionale e martedì sera al Ristorante Alta Marea di Riccione ha presentato a giocatori e genitori il progetto Walkabout Academy 1.0, una vera e propria Accademia di beach tennis ricca di idee e proposte innovative.

Il presidente Max Sforza da un po’ lavorava su questo progetto, che ora viene alla luce, anche se in una prima fase quasi sperimentale. “E’ un passo avanti importante – ha sottolineato il tecnico davanti ai giocatori – non tanto per vincere, e noi scendiamo in campo sempre per vincere, quanto per far crescere i ragazzi in un ambiente sano, farli star bene, farli crescere nel modo giusto”.

Giorgia Caancellieri e il tecnico Max Sforza
Max Sforza qui con Giorgia Caancellieri

Non a caso con Sforza erano presenti anche la preparatrice atletica Emanuela Donati ed il mental coach Elena Giampaoli, oltre a Gianluca Sforza che avrà un ruolo importante nell’organizzazione e come sparring. Non solo, il team comprende anche la nutrizionista Silvia Belli ed il fisioterapista Matteo Pagliarani. “Il progetto si chiama Walkabout perché ha un denominatore comune sulla ricerca e sulla libertà – ha spiegato Manuela Donati – Noi intendiamo creare un atleta completo sotto l’aspetto tecnico-tattico, mentale, fisico, quindi lavoreremo sotto il profilo nutrizionale, allargheremo le attività al nuoto e possibilmente al judo, perché funzionali al beach tennis ed alla ginnastica posturale”.

Max Sforza ha ribadito ancora una volta che il progetto dell’Accademia serve per allargare i confini di questo sport: “Punteremo sui tornei Itf, sono molto importanti, quasi più di quelli Fit e poi mi piacerebbe che ci fosse un confronto continuo con gli altri atleti, soprattutto stranieri. Per questo saranno importanti i tornei all’estero che andremo a fare”.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti