Michele Cappelletti in allenamento alle Canarie

Beach Tennis: Michele Cappelletti in campo alle Canarie, Tommaso Giovannini premiato dal Comune di Lugo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Il regalo di Natale più gradito e sicuramente atteso da Michele Cappelletti, ovvero ritornare a competere in un torneo ITF di beach tennis. Il 28enne atleta cesenate, attualmente numero 2 del ranking mondiale, è infatti uno dei principali protagonisti del “Gran Canaria Final 2020”, evento internazionale in programma dal 27 al 31 dicembre su otto campi installati sulla spiaggia di Las Canteras, a Las Palmas de Gran Canaria.

Con un torneo da 10.000 dollari (BT100) e un altro da 4.000 dollari (BT 50), oltre alle gare a coppie miste e delle categorie under 18, under 14 e over 40, quello organizzato nell’isola spagnola sotto severe misure di sicurezza sanitaria è l’evento di categoria più alto al mondo in questa disciplina sportiva da quando l’OMS ha dichiarato la pandemia da Covid-19, con conseguente rinvio o cancellazione di ben 97 prove del circuito mondiale di beach tennis dal 15 marzo, come ricorda il sito web dell’ITF (International Tennis Federation). Alle Canarie si danno appuntamento 150 giocatori di beach tennis di 15 nazionalità diverse, tra cui i numero 2, 3 e 4 della classifica mondiale maschile, i 7 migliori giocatori e le 4 migliori giocatrici spagnoli, oltre ai migliori esponenti maschile e/o femminile di Paesi come Portogallo, Russia, Germania o Serbia.

È stato un anno veramente tremendo, ma anche quest’anno il beach tennis mi ha dato la possibilità di vivere un Natale alternativo, e a chi come me piace vivere sempre nuove e differenti esperienze, questo è il massimo della vita!!!“, il post pubblicato sui social che lascia trasparire tutta la gioia dell’atleta cesenate per questo agognato ritorno.
Cappelletti in questa occasione ricopre il ruolo di prima testa di serie in coppia con il padrone di casa Antomi Ramos, numero 4 del ranking mondiale e vincitore del torneo BT50 sull’isola caraibica di San Bartolomé a febbraio prima dello stop causa coronavirus, proprio come il russo Nikita Burmakin, numero 3 ITF che ha confermato in extremis la sua partecipazione al torneo BT100, trionfatore quest’anno nel torneo BT400 di Santos (Brasile) a febbraio, in coppia con l’altro romagnolo Alessandro Calbucci, attuale numero 1 del mondo, da tempo trapiantato nel Paese sudamericano dove il beach tennis va per la maggiore.
Il binomio Cappelletti/Ramos avrà come principali rivali nella caccia al trofeo le coppie formate dal lettone Maksimilians Niklas Andersond e dallo spagnolo Gerard Rodríguez (numero 10 del mondo), gli italiani Doriano Beccaccioli e Mattia Spoto (entrambi nella top 20 internazionale) e il tandem formato dai numeri 1 tedesco e portoghese (Manuel Ringlstetter e Henrique Freitas).

Tommaso Giovannini e Michele Cappelletti
Tommaso Giovannini e Michele Cappelletti, una coppia di top player tutta romagnola

TOMMASO GIOVANNINI PROTAGONISTA DELLA ‘GIORNATA DELLO SPORT’ A LUGO – Intanto Tommaso Giovannini, l’altra punta di diamante romagnola del beach tennis internazionale, è stato premiato dal Comune di Lugo in occasione della Giornata dello Sport, tradizionale appuntamento del giorno di Santo Stefano dedicato alle società e agli sportivi lughesi che si sono distinti nel corso dell’anno che va a concludersi, in questa occasione svoltosi a distanza, in streaming.
E’ stato un 2020 veramente molto difficile – ha ammesso il campione di beach collegato on line – che a livello personale era iniziato bene per me, con il torneo internazionale in Brasile, poi da marzo è arrivato il lockdown e il lunghissimo stop all’attività agonistica. Abbiamo ripreso dopo diversi mesi con qualche campionato nazionale e un paio di tornei in Italia, ma a porte chiuse, senza pubblico, e quindi con emozioni ben diverse. Durante l’estate ci siamo allenati al mare, insieme a Michele Cappelletti e al nostro tecnico Alessandro Buggelli, poi prima delle Feste nel campo coperto a Cesena, però non vediamo l’ora di tornare a competere sulla spiaggia e a viaggiare. Stiamo aspettando che l’ITF ricominci a programmare qualche torneo internazionale e speriamo che ciò accada prima possibile“.

GIORNATA DELLO SPORT LUGO – LA DIRETTA FB 

 

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti