Antoni Ramos e Michele Cappelletti premiati all'isola di Reunion

Beach Tennis, che doppio colpo Cappelletti: trionfo a Reunion e numero 1 del mondo

Cambiano le latitudini e gli scenari suggestivi, sulle spiagge, ma a dettare legge sulla scena internazionale del beach tennis sono sempre gli atleti e le atlete romagnole. Il lungo stop forzato a causa della pandemia e i conseguenti lockdown che hanno bloccato per tanto tempo l’attività non hanno fatto perdere smalto ai campioni di una disciplina sportiva che proprio in riva all’Adriatico è nata, capaci di continuare a recitare la parte del leone con la racchetta sulla sabbia.

L’ulteriore, eloquente, conferma è arrivata dall’isola di Reunion, dove è andato in scena l’”Open des Brisants”, quarta e ultima tappa delle Sand Series (dotata di 35mila euro di montepremi), il ciclo di eventi più importanti dell’ITF Beach Tennis World Tour 2021. Tutti i tre tabelloni (maschile, femminile e misto) hanno infatti visto trionfare almeno un romagnolo.
Particolarmente prestigioso e significativo il successo nel doppio maschile di Michele Cappelletti al fianco dello spagnolo Antomi Ramos perché grazie a questo risultato il 29enne cesenate si è ripreso lo status di numero uno della classifica mondiale (il ranking ITF lo ufficializzerà nel prossimo aggiornamento), con una sorta di passaggio di consegne dal concittadino Alessandro Calbucci, da qualche tempo ormai trapiantato in Brasile, dove questo sport sta diffondendosi a ritmi vertiginosi.

Michele Cappelletti schiaccia con Burmakin e Giovannini
Michele Cappelletti schiaccia nella finale contro Nikita Burmakin e Tommaso Giovannini a Reunion

Il duo italo-spagnolo, rispettando il ruolo di numero uno del seeding, ha messo in fila i binomi francesi Jeremy Chrysochoos-Jean-Cristophe Planche (60 60) e Paul Gotarda-Theo Lahondes (62 63), poi nei quarti ha sconfitto 60 75 Mattia Bazzi ed Edoardo Ponti, in semifinale ha superato per 64 76(4) il tandem italo-francese composto da Mattia Spoto e Nicolas Giannotti, quarta testa di serie e vincitori a metà ottobre del torneo Sand Series a Brasilia, per completare il suo percorso netto da applausi imponendosi per 76 (1) 64 in finale sul lughese Tommaso Giovannini e il russo Nikita Burmakin, campioni iridati a Terracina meno di due mesi fa, in una partita che ha avuto 1.500 spettatori sulle tribune e 4.000 in streaming online.

Cappelletti e Ramos (fanno coppia da fine 2020) avevano fatto centro anche nel torneo Sand Series di Las Palmas de Gran Canaria a fine settembre (anche in quel caso prevalendo in finale su Giovannini-Burmakin), così come in precedenza nel BT400 di Kazan, in Russia.

La grinta del cesenate Michele Cappelletti
La grinta del cesenate Michele Cappelletti

Ha parlato romagnolo anche il tabellone femminile, dove hanno messo la loro firma Sofia Cimatti e Nicole Nobile, terza forza del torneo. Le due azzurre, dopo aver eliminato per 62 64 in semifinale Flaminia Daina e la venezuelana Patricia Diaz, seconda testa di serie, nel match per il titolo l’hanno spuntata per 62 46 15-13 sulla tedesca Maraike Biglmaier e la spagnola Eva Fernandez Palos, n.4 del seeding, giunte all’atto conclusivo nella parte alta del draw dove si sono fermate a sorpresa nei quarti le campionesse del mondo in carica Giulia Gasparri e Ninny Valentini, principali favorite, sgambettate per 75 64 dalle francesi Marie-Eve Hoarau e Mathilde Hoarau, ottava testa di serie.

Gasparri, n.1 del ranking mondiale, si è parzialmente rifatta aggiudicandosi il doppio misto insieme allo spagnolo Antomi Ramos, grazie all’affermazione per 36 76 (4) 13-11 su Nicole Nobile e il francese Nicolas Gianotti.

Sofia Cimatti e sullo sfondo Nicole Nobile
Sofia Cimatti e sullo sfondo Nicole Nobile, coppia romagnola che ha primeggiato nella tappa Sand Series a Reunion
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti