Lucia Bronzetti WTA Portoroz

WTA Portorose: Bronzetti si divora la… Pera e vola nei quarti

Il 2021 da applausi di Lucia Bronzetti non è per nulla finito. La 22enne di Villa Verucchio ha centrato il terzo quarto di finale in stagione e in carriera (il primo sul cemento) nel circuito maggiore: dopo Losanna e Palermo la romagnola conquista un posto tra le migliori otto anche nel “Zavarovalnica Sava Portoroz”, torneo WTA 250 dotato di un montepremi di 235.238 dollari che si sta disputando sul cemento di Portorose, in Slovenia (l’appuntamento si era giocato per l’ultima volta nel 2010). E per lei altro best ranking in arrivo.

La 22enne riminese, n.167 WTA (“best”), promossa dalle qualificazioni, dopo aver eliminato all’esordio nel main draw la svedese Rebecca Peterson, n.80 WTA e settima testa di serie, ha superato in rimonta per 26 63 63, dopo oltre due ore e mezza di lotta, la statunitense Bernarda Pera, n.90 del ranking.

La 26enne mancina di origini croate (è nata a Zadar) si era aggiudicata in due set senza storia l’unico precedente con la romagnola, disputato negli ottavi dell’ITF di Padova nel 2017. L’inizio non è stato molto incoraggiante per Lucia: dopo aver fallito una palla-break nel game d’apertura è stata lei a cedere la battuta in quello successivo permettendo all’americana di salire 2-0. La romagnola ha ottenuto il contro-break a zero (2-1) ma poi Pera ha infilato tre giochi consecutivi allungando sul 5-1. Bronzetti ha recuperato uno dei due break ma non ha potuto impedire alla sua avversaria di chiudere 6-2 il primo set.

Bronzetti ha iniziato con un break il secondo parziale e poi, per la prima volta nel match, è riuscita a tenere un turno di servizio confermando il vantaggio (2-0). Con il nono doppio fallo la statunitense ha perso una seconda volta la battuta permettendo alla romagnola di salire 5-2. Nell’ottavo gioco Lucia ha fallito quattro set-point restituendo uno dei due break di vantaggio (5-3), ma in quello successivo ha chiuso 6-3 pareggiando il conto.

Nella frazione decisiva Bronzetti ha preso un break di vantaggio (2-0) ma l’americana se lo è ripreso subito (2-1). Lucia è salita ancora 3-1 ma Pera l’ha riagganciata sul 3 pari dopo che l’azzurra ha fallito due opportunità del 4-2. La romagnola, però, non si è disunita e, dopo aver annullato tre palle-break nel settimo game, ha vinto tutti gli ultimi tre giochi, archiviando la pratica per 6-3 con un ace (il sesto), al secondo match-point.

Venerdì nei quarti Bronzetti dovrà vedersela con la vincente della sfida tra la britannica Katie Boulter, 25enne di Leicester, n.171 WTA, promossa dalle qualificazioni, e la kazaka Yulia Putintseva, 26enne di origini russe (è nata a Mosca), n.44 del ranking e seconda favorita del seeding.
Grazie ai punti conquistati a Portorose Lucia è già sicura di ritoccare il best ranking: male che vada da lunedì sarà top 150 (virtualmente è n.148 WTA), un altro passo avanti verso il tennis che conta. 

Lucia Bronzetti WTA Portoroz
Un diritto di Lucia Bronzetti (foto FB WTA Portoroz)
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti