Beach Tennis: Giorgia Cancellieri e Linda Silvestri preparano gli Assoluti vincendo a Forlimpopoli

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Una brillante preparazione in vista degli imminenti campionati italiani assoluti, condita da tanti successi, per i portacolori della Pura Vida Academy di Riccione nel torneo nazionale Fit andato in scena sabato e domenica scorsi al “Campo Centrale” di Forlimpopoli.

Nel weekend si è giocato infatti il torneo Open e limitato di terza categoria nella città artusiana in preparazione all’appuntamento del prossimo fine settimana quando andranno in scena i campionati italiani assoluti Open sui campi del Circolo Raketown di Forlì. Prove generali dunque per le coppie che tra sabato e domenica si daranno battaglia per conquistare il tricolore indoor.
Nella giornata di sabato dedicata alla terza categoria bella vittoria per Linda Silvestri in coppia con Giada Valmori.

Linda Silvestri e Giada Valmori

Ancora primo posto per Linda e Manuel Mele nel misto di terza categoria.

Linda Silvestri e Manuel Mele

Buona la gara di Leonardo Pivi e Giacomo Pollino (Under 14) che si affacciano alle competizioni di categoria contro atleti già esperti, per loro primo turno del tabellone.

Domenica è andato in scena l’Open. Percorso netto e primo posto nel femminile per Giorgia Cancellieri in coppia con Camilla Spadoni, che nella fase finale del tabellone battono nei quarti le compagne di squadra Ilaria Grandi e Giulia Renzi, in semifinale un’altra compagna di squadra, Valentina Pecci in coppia con Gaia Albini, e in finale Bussolari-Salvotti.

Nel doppio misto buon terzo posto per Giulia Renzi in coppia con Thomas Casoli.

Nell’open maschile l’unica coppia schierata dal team, quella formata da Alberto Gorini e Mattia Tommasoli,ha raggiunto gli ottavi di finale giocando ad un buon livello.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti