Maria Sole Ugolini e Veronica Vandi

Padel Tour, Maria Sole Ugolini: “La maturità, poi punto al Master e alla promozione in classifica”

Sperava in cuor suo di cogliere un risultato che le consentisse di rimanere da sola in vetta alla classifica femminile del ‘Padel Tour 2022’, e c’è arrivata vicino se è vero che Maria Sole Ugolini e Francesca Lepri hanno ceduto di misura in semifinale (75 46 63) a Chiara Sasdelli e Alessia Madia, prima testa di serie del torneo andato in scena a metà maggio sui campi del Sun Padel Rimini.

E’ stato un match che si è deciso su poche palle, nel primo set non siamo riuscite a mantenere un break di vantaggio – spiega la giovane atleta del Padel Club Riccione senza nascondere un po’ di rammarico – mentre nel terzo poi abbiamo ceduto un turno di servizio all’inizio della frazione, senza riuscire più a recuperare, nonostante alcune chance. Abbiamo pagato qualche alto e basso di troppo, probabilmente dovuto al fatto di non aver disputato insieme tante partite, ma onore alle nostre avversarie, che nei momenti decisivi hanno mostrato lucidità e precisione. Speriamo di rifarci, comunque, nelle prossime tappe, a cominciare da quella al Country Racket World Bologna a metà giugno, anche perché le borse da padel di Loft1 in palio per le vincitrici erano un premio assai intrigante…”.

Mondiali junior padel: caterina calderoni e Maria Sole Ugolini
Maria Sole Ugolini qui ai Mondiali junior 2019 con Caterina Calderoni e il tecnico Sara D’Ambrogio

La 19enne della Perla Verde, che ha avuto la soddisfazione di rappresentare l’Italia ai Mondiali juniores 2019, a Castellon (Spagna), selezionata dalla capitana Sara D’Ambrogio, ha messo tra le priorità di questa sua stagione proprio il circuito di tornei Open organizzato dal Comitato FIT Emilia Romagna insieme a Match Point e Net-Gen.
Sto frequentando l’ultimo anno dell’istituto alberghiero e quindi mi attende l’esame di maturità, per cui in questo momento il padel è soprattutto un modo per rilassarmi dagli impegni scolastici e scaricare qualche tensione. E avere a disposizione una serie di tornei nell’ambito della nostra regione è una preziosa opportunità, senza doversi spostare di tanti chilometri per poter disputare competizioni. Sono un’agonista per carattere ed è chiaro che quando si entra in campo, con la pala in mano, si gioca per vincere, per cui centrare la qualificazione al Master del Padel Tour Emilia Romagna è una delle mie ambizioni”, spiega Maria Sole, che con 150 punti in classifica (ha conquistato la seconda tappa del tour, al Wonderbay San Marino) attualmente condivide la seconda poltrona con Chiara Sasdelli, appena a 10 lunghezze di distanza da Matilde Danieli, vincitrice della prova sul lungomare di Rimini al fianco di Laura Bianchini.

PADEL TOUR: LA CLASSIFICA FEMMINILE

Maria Sole Ugolini e Veronica Vandi con Silvia Trassinelli ed Erika Morello, a destra il giudice di gara Stefano Pazzini
Maria Sole Ugolini e Veronica Vandi prima della finale al Wonderbay San Marino,
con Silvia Trassinelli ed Erika Morello, a destra il giudice di gara Stefano Pazzini

Ho iniziato a sinistra in campo, però da qualche tempo insieme al mio allenatore Tony Mami abbiamo deciso per lo spostamento a destra, anche perché faccio coppia spesso con Veronica Vandi, abituata ad occupare quella posizione. Siamo un gruppo di otto ragazze che condividiamo gli allenamenti al circolo a Riccione, disputando anche i campionati a squadre. Obiettivi? Tenuto conto anche della maturità, vorrei riuscire a mettere insieme i punti per essere promossa a 2.1 a fine anno, non sono tante ad arrivarci così giovani. Il livello di questo sport nel nostro Paese si sta alzando velocemente e in ambito femminile stiamo raccogliendo diverse soddisfazioni, anche in ambito internazionale. Chissà, un sogno per il futuro sarebbe proprio quello di vivere di padel, da professionista. E’ un qualcosa ancora da là da venire, però un pensierino ce lo faccio…”.

Intanto Ugolini assapora l’aria del tour internazionale visto che in questi giorni prende parte al tabellone di qualificazione del torneo a partecipazione straniera con montepremi di 10.000 € al Foro Italico di Roma – in contemporanea con l’Italy Premier Padel maschile – avendo guadagnato proprio con la compagna di club Veronica Vandi il pass nelle prequalificazioni disputate al Wonderbay San Marino.
La cosa che più mi piace del padel è proprio l’avere un’altra persona accanto, con cui dialogare e condividere le situazioni di gioco, ma soprattutto divertirsi in campo. La sintonia e l’alchimia fra componenti della coppia sono fondamentali e in tal senso, per affinare sempre più l’affiatamento, gioca un ruolo fondamentale il potersi allenare insieme con continuità – conclude Maria Sole –, un aspetto che fa davvero la differenza”.

Veronica Valgimigli e Romana Fede con Veronica Vandi e Maria Sole Ugolini al Wonderbay San Marino
Prequalificazioni torneo Foro Italico: da sinistra Veronica Valgimigli e Romana Fede
con Veronica Vandi e Maria Sole Ugolini al Wonderbay San Marino
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti