FIP Rise Riccione: Conti-Bartolini e Capitani-Duran

FIP Rise Padel Club Riccione: sono quarti di nobiltà

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Subito spettacolo, sfide avvincenti e anche qualche sorpresa. Non ha perso tempo per entrare nel vivo, a colpi di bandeja, vibora e globo, il trofeo Plastile, torneo FIP Rise (maschile e femminile), tappa del Cupra FIP Tour 2021 con montepremi complessivo di 5100 euro in svolgimento sui campi del Padel Club Riccione fino a domenica 30 maggio.

L’esordio è stato infatti fatale nel tabellone maschile alla coppia formata da Mattia Guerra e dall’italo-argentino Juan Manuel Restivo (n.74 WPT), a inizio maggio vincitore del torneo Rise di Catania, accreditata della seconda testa di serie, ma sgambettata dai due spagnoli Xavi Rodriguez e Sergi Guimet Bigas.
Avanzano invece alcuni dei protagonisti più attesi, a cominciare dagli spagnoli Teo Zapata Pizarro (n.77 World Padel Tour), che ricopre anche un ruolo di collaboratore tecnico del circolo romagnolo, e Ignacio González Gadea, attualmente numero 48 del ranking WPT, primi favoriti del torneo, approdati di slancio nei quarti di finale (in programma sabato dalle ore 9.30, poi nel pomeriggio dalle 15 le semifinali) con due affermazioni in due set.

Teo Zapata
Lo spagnolo Teo Zapata

Si sono guadagnati un posto tra i migliori otto del torneo anche lo spagnolo Raul Marcos Duran (n.80 WPT, vincitore a Catania) e l’esperto Marcelo Capitani, dominatore della passata stagione in Italia e responsabile tecnico delle nazionali azzurre giovanili, binomio numero 3 del seeding, sbarrando la strada negli ottavi ai “padroni di casa” Pietro Conti e Matteo Bartolini, bravi comunque a superare il primo turno e a non sfigurare contro uno dei binomi che ambisce ad arrivare in fondo. 

FIP Rise Riccione: Alessi-Dina e Fabbri-Ugolini
FIP Rise Riccione: Alessi-Dina e Fabbri-Ugolini

Niente da fare invece per il giovane Edoardo Berardi (all’esordio internazionale) e il padre Gianluca Berardi, che fra un mese esatto difenderanno i colori sammarinesi a Marbella, sui campi del Padel Club Riccione rispettivamente al fianco di Edoardo Sardella e del ravennate Alan Maldini. Centrano l’ingresso ai quarti anche Nicolò Cotto e Dario German Tamame (n.85 WPT), quarta testa di serie, su Simone Cremona (l’altro campione italiano in carica e trionfatore del circuito Slam 2020, recente semifinalista a Catania) e Dario Cassetta, numero 8 del torneo, e gli emergenti Lorenzo Di Giovanni e Riccardo Sinicropi (in aprile vincitori del FIP Promotion al Ruffini Torino).

Nel doppio femminile entreranno in scena direttamente nei quarti la pluriscudettata Chiara Pappacena (n.68 WPT) e l’argentina Celeste Paz (n.39 WPT), prima testa di serie, come pure le spagnole Laura Albertì Castell e Patricia Martinez Fortun (n.60 WPT), numero 2 del seeding, che trovano dall’altra parte della rete il duo pugliese Sara D’Ambrogio (tarantina di nascita ma ormai romagnola d’adozione) e Claudia Noemi Cascella.

FIP Rise Riccione: Falleni-Baldi e D'Ambrogio-Cascella
FIP Rise Riccione: Falleni-Baldi e D’Ambrogio-Cascella
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti