Mondiali Padel: debutto vincente per D’Ambrogio-Tommasi e per l’Italia in rosa

Parte con il piede giusto l’avventura di Sara D’Ambrogio ai Mondiali di padel, in svolgimento ad Asuncion, in Paraguay, fino a domenica 4 novembre. L’atleta di Grottaglie, trapiantata sulla Riviera Romagnola (vive a Cattolica e fa base sportivamente parlando a Misano), in coppia con Valentina Tommasi ha esordito in maniera positiva nel torneo a coppie Open, superando per 62 63 le olandesi Schuttellar e Smolder. 

D’Ambrogio/Tommasi con le due olandesi

Anche nella prova a squadre buona la prima per il team azzurro femminile, che nella prima giornata di gare ha battuto il Belgio grazie alle vittorie di Zacchini/La Monaca (64 63) e Pappacena/Sussarello (63 61). Giappone e Argentina sono le altre rappresentative inserite nel girone dell’Italia.

Sulla strada della nazionale maschile ci sono invece Portogallo, avversaria dell’esordio, poi Messico e Argentina.
La rassegna iridata si svolge ogni biennio e da 24 anni vede l’egemonia assoluta e indiscussa proprio di Argentina e Spagna: il titolo 2016 è stato spagnolo per le donne e argentino per gli uomini.

LE ATLETE CONVOCATE – Marcela Ferrari, selezionatrice della nazionale femminile, ha convocato le seguenti giocatrici: Martina Camorani, Sara D’Ambrogio, Alessia La Monaca, Carolina Orsi, Chiara Pappacena, Giulia Sussarello, Valentina Tommasi, Francesca Zacchini

GLI ATLETI CONVOCATI – Gustavo Spector, selezionatore della nazionale maschile, ha convocato i seguenti giocatori: Simone Cremona, Daniele Cattaneo, Andres Britos, Michele Bruno, Luca Mezzetti, Juan Restivo, Enrico Burzi, Matias Nicoletti.  

Le Nazionali azzurre alla partenza per il Paraguay 
La cerimonia di presentazione delle squadre ad Asuncion

 

Padel Nations Cup: l’Italia cede in finale alla Francia a Nijmegen

 

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti