Un altro salto verso l’eccellenza, per provare a realizzare un sogno che accomuna giovani tennisti, dirigenti e tanti appassionati. E’ la nuova sfida lanciata dal Tennis Viserba, ma che si estende a varie realtà del territorio, dopo una stagione in cui le promesse del circolo riminese hanno vinto dieci tornei Open, hanno fatto i primi passi nel circuito internazionale Itf maschile e femminile e hanno conquistato la promozione in serie B maschile. 

I giovani talenti locali sono ad un passo dal professionismo e il club ha deciso di aiutarli ad affrontare nel miglior modo il circuito. Mercoledì 28 novembre, nella club house del circolo di via Marconi, è stato infatti presentato il progetto di supporto dei migliori giovani locali verso il tennis che conta. Obiettivo minimo: trovare 25.000 euro che serviranno per trasferte, allenatori, preparazione, spese varie. Un obiettivo ormai a portata di mano.

E’ stato il vicepresidente Roberto Rinaldi ad illustrare i dettagli di questa iniziativa. “E’ un progetto ambizioso, che prende le mosse da una fotografia della realtà. E la realtà ci dice che i nostri ragazzi sono migliorati a tal punto da vincere, quest’anno, dieci tornei Open nazionali oltre alla promozione in serie B maschile. Un evento per noi epocale – ha sottolineato Rinaldi – alcuni hanno già fatto tornei Itf, ormai sono ad un passo dal professionismo a tutti gli effetti. Il nostro sogno è che lo diventino a pieno titolo e che ci portino in serie A, questo grazie anche ai tecnici Marco Mazza e Luca Gasparini. Il progetto si basa sull’aiuto di soci, sponsor, amici ed aziende, abbiamo cercato di unire le forze per permettere a questi ragazzi di affrontare il circuito internazionale, ma il progetto va al di là dei vertici e coinvolge anche la base dei nostri agonisti, nel complesso cento ragazzi della scuola”.

Presenti in sala alcuni degli sponsor, in particolare Pari Cucine, Tecnocasa e Colombini Casa. “Un grazie va anche all’amministrazione comunale con la quale c’è una proficua collaborazione, a partire dal progetto 3,2,1 Sport e venerdì proprio l’assessore Brasini premierà in Comune la squadra che ha conquistato la serie B. Il nostro vuole essere un progetto che premia i ragazzi che si impegnano e che, coinvolgendo molte realtà del territorio, si avvicina a quello della Rinascita Basket Rimini”. 

Giocatori, tecnici e dirigenti del Tennis Viserba con l’assessore comunale Mattia Morolli

Alla conferenza ha partecipato anche l’assessore comunale alle attività educative, Mattia Morolli, in rappresentanza dell’assessore Brasini. Morolli è un viserbese doc e ha mostrato grande attenzione: “Questo è un luogo che propone sempre elementi di futuro, come in questo caso, non solo progettualità, ma anche agonismo ed educazione, tramite lo sport si lega appunto l’educazione ed il territorio. Viserba è il quartiere più grande di Rimini, dove abita un riminese su sette, e anche il più giovane come età dei residenti. Il tennis è uno sport prettamente individuale, per qualcuno forse solitario, proprio per questo però di chi compie grandi imprese. I miei complimenti vanno allora ai ragazzi che hanno scelto di compiere questo percorso, che li farà crescere sul piano sportivo e come persone”.

Un progetto che richiama in qualche modo, come detto, quello della Rinascita Basket Rimini, non a caso è intervenuto anche coach Massimo Bernardi, giocatore di tennis e socio del Tennis Viserba. “In questo circolo i tecnici si compenetrano con i ragazzi e Marco e Luca non hanno certo bisogno di consigli, sono troppo bravi e si completano a vicenda, uno a soffermarsi sugli aspetti tecnici e l’altro anche sulla parte mentale. Il tennis è una passione, uno sport che amo, sul campo mi sfogo, ma è anche uno sport di squadra come il basket. In entrambi è indispensabile creare un gruppo di lavoro che deve avere alla base il divertimento. Ho visto quest’anno una bella promozione in serie B e personalmente auspico una sinergia fra tennis e basket: vi aspetto al palazzetto per seguirci come Rbr, così come noi verremo a vedere la serie B”.

La parola quindi è passata ai tecnici. “E’ un progetto ambizioso ma reale, siamo arrivati ad un punto che il professionismo per i nostri ragazzi è alle porte – ha ribadito Marco Mazza – e infatti da dicembre giocheranno in Tunisia e Turchia alla ricerca di punti Atp e Wta. E’ un progetto che ha una solida base e davvero punta a coinvolgere tutti i nostri ragazzi perché anche i più piccoli avranno una motivazione in più per crescere”.

Gli ha fatto eco Luca Gasparini:In questi anni, proprio per una passione personale, mi sono occupato della parte mentale, con incontri con i ragazzi a cadenza settimanale. Abbiamo lavorato dando la priorità al gruppo, alla comunità che nella nostra visione è più importante della singola prestazione. Il primo obiettivo è stato sostenerli in maniera non performativa al 100%, ma come persone che stanno bene insieme”.

Erano presenti tra i giocatori, nell’occasione, Diego Zanni, Manuel Mazza, Alberto Bronzetti, Andrea Calogero, ma il progetto riguarda da vicino anche Federico Bronzetti, Alessandro Canini, Beatrice Letizia, Alessandra Mazzola e Chiara Rinaldi, solo per citare i componenti delle squadre di punta, e i tanti giovani che affollano i campi del Tennis Viserba, una delle realtà più dinamiche a livello romagnolo, che ora schiera anche su una squadra di serie C femminile molto competitiva, potendo contare su Alessandra Mazzola, Beatrice Letizia e Chiara Rinaldi. “Beatrice a gennaio si trasferirà in un College statunitense – ha detto Marco Mazza – e nel caso in cui in primavera non fosse disponibile per il campionato a squadre, verrà sicuramente rimpiazzata da una giocatrice di livello per tentare di conquistare la serie B anche con le ragazze”.

La massima serie è invece l’obiettivo nemmeno troppo velato del team maschile riminese. “La serie A non è così lontana, basti pensare che il Messina, che due anni fa ci ha battuto nella finale di serie C, ora gioca proprio nella massima serie. Nel 2019 potremo schierare una formazione arricchita da Andrea Calogero e forse da un giocatore che ora sta disputano in questi mesi la serie A – la conclusione di Roberto Rinaldi – e che da un po’ si sta allenando già con noi”. Il riferimento è a Cristian Carli, 22enne di Pietracuta (classifica 2.1) tesserato per il Tennis Club Palermo Due, che da qualche tempo è aggregato al gruppo viserbese e che potrebbe davvero diventare la ciliegina sulla torta.

 

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] La nuova sfida dei giovani del Tennis Viserba: circuito professionistico e serie A maschile Dicembre 16, 2018/0 Commenti/da admin […]

  2. […] La nuova sfida dei giovani del Tennis Viserba: circuito professionistico e serie A maschile Dic 10, 2018/0 Commenti/da Gianluca Strocchi […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *