Cerca
Close this search box.

Beach Tennis: strepitoso Pura Vida centra la serie B a Faenza e sale nell’elite

Il Pura Vida, al termine di un cammino entusiasmante, fatto di continui progressi, scrive un pezzo di storia. In soli due anni si è passati infatti dal dar vita ad una struttura organizzata e professionale fino alla promozione sul campo in serie B nel beach tennis.

Dal 2019 quando il team Pura Vida di Max Sforza, dopo aver concluso alcune collaborazioni, si è fuso con l’esperienza e la passione di Emanuela Donati per ripartire creando la prima Accademia di beach tennis, si è passati da un primo blocco di 14 atleti che negli ultimi due anni sono aumentati portando a casa innumerevoli titoli e soddisfazioni.

Il team del Pura Vida promosso in serie B

Domenica a Faenza il sogno più ambito. Con solo 7 atleti schierati in campo i ragazzi del Pura Vida hanno conquistato la serie B vincendo praticamente tutti gli incontri. Imbattibili le donne che hanno conquistato 6 vittorie su 6, i maschi si sono ben difesi e nel misto hanno sempre fatto la differenza, vincendoli tutti nei testa a testa decisivi. Nonostante la promozione in serie B rimane un leggero dispiacere di non aver portato a casa lo scudetto per un solo punto perso nella finale con Roma: bellissima partita persa al terzo set dopo 2 ore di gioco.

“Volevamo ringraziare tutti gli atleti allenati e cresciuti nella nostra scuola ed Accademia. Hanno combattuto punto su punto ed insieme – dicono in coro Max Sforza ed Emanuela Donati – hanno conquistato questo traguardo. Grazie a Linda Silvestri, Valentina Pecci, Giorgia Cancellieri, Linda Fantini, Alessandro Signorini, Alberto Gorini, Mattia Tommasoli e Leonardo Pivi. Le lacrime di questo ambito traguardo sono il risultato di tanta passione e sacrificio da parte di tutto il Team Pura Vida, che come sempre senza una struttura e con le proprie risorse è riuscito attraverso le sue sole forze a difendersi contro tutto e tutti”.

Max Sforza con la squadra del Pura Vida promossa in B

Un’Accademia destinata a crescere ancora di più perché mette le sue radici anche a Bologna, Pesaro e Cattolica, ma a crescere sono soprattutto i numeri del settore giovanile e dei gruppi di avviamento, che oltre al beach tennis si svilupperanno e cresceranno attraverso la visione di Walkabout con un progetto a 360 gradi che comprenderà anche la psicomotricità, il nuoto, il padel, la preparazione fisica propedeutica e l’educazione nutrizionale per far sì che si possa, come sempre, crescere insieme.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti