Francesco Gregori con il tecnico Andrea Bertolino in Slovenia

Tiro con l’Arco: a Riccione la seconda tappa del Trofeo Renato Doni sabato 8 e domenica 9

Sabato 8 e domenica 9 giugno Riccione ospita la seconda tappa del Trofeo Renato Doni di tiro con l’arco, competizione giovanile per squadre regionali dedicata alle classi Ragazzi, Allievi e Junior, impegnati nell’unica divisione arco olimpico.

Dopo la prova di apertura disputata a San Bartolomeo al Mare, in Liguria, nel primo fine settimana di maggio, scenderanno in campo al Centro Sportivo Comunale “Italo Nicoletti” – Stadio del Baseball circa 140 giovani arcieri in rappresentanza di otto regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Calabria e Marche seguendo l’ordine di classifica della prima tappa. Rappresentative che daranno spazio a tutti i loro talenti emergenti, sia come banco di prova per la Coppa delle Regioni di fine giugno a Cagliari – terzo e ultimo appuntamento del Trofeo Doni –  sia come vetrina per il lavoro incessante che i comitati portano avanti da anni sui settori giovanili. Il programma prevede per sabato 8 alle ore 13 l’inizio delle qualifiche, poi domenica 9 dal mattino scontri individuali e Mixed Team.

NEL TEAM EMILIA ROMAGNA 5 RAGAZZI DELL’ARCO CLUB RICCIONE – Tra gli attesi protagonisti anche il “padrone di casa” Francesco Gregori, in questo caso non nella selezione regionale perché inserito nei gruppi nazionali (categoria Allievi), e altri cinque Ragazzi di Riccione che vestiranno la maglia Arancione inseriti nella squadra dell’Emilia Romagna: sono Lorenzo Valente, Giulia Ionascu, Lorenzo De Petra, Simone Bruscolini e Riccardo Vata.

Giulia Ionascu, promessa dell’Arco Club Riccione

Giulia Ionascu si è messa in evidenza nelle gare svolte e per questo motivo è stata convocata in rappresentativa regionale – spiega Andrea Bertolino, dirigente e tecnico dell’Arco Club Riccione – ed è una delle più promettenti giovani arciere della nostra società. Inoltre un’altra decina di piccoli atleti parteciperanno a questa prova con i colori dell’Arco Club Riccione”.

FRANCESCO GREGORI CON LA NAZIONALE ITALIANA GIOVANILE – Per quanto riguarda Gregori, si è recentemente messo in luce in due competizioni internazionali outdoor. Alla “Veronica’s Cup”, gara open a Kamnik, in Slovenia, sulla distanza dei 70 metri (superiore a quella della sua categoria di appartenenza) il giovane romagnolo è giunto 1° in categoria Junior con 650 punti in qualifica (ottimo risultato) e primo anche dopo gli scontri diretti, superando arcieri di età maggiore provenienti da diversi Paesi, non solo europei.

Francesco Gregori con la medaglia conquistata a Kamnik, in Slovenia

Quindi a Catez (Slovenia), nella prima tappa della European Youth Cup dove è stato convocato dalla Nazionale Italiana Giovanile, ha terminato 10° nelle qualifiche, con un punteggio un po’ al di sotto del suo standard, non riuscendo a rientrare nei primi tre azzurrini che avrebbero composto la squadra per i confronti diretti (alla fine il team tricolore ha conquistato il successo), però il giovane portacolori dell’Arco Club Riccione si è rifatto negli scontri individuali chiudendo in quinta posizione nella classifica finale, il migliore degli azzurri.

Gregori, lo scorso anno argento ai Campionati Italiani Targa in categoria Allievi, sempre con la maglia della Nazionale Giovanile prenderà parte alla seconda tappa della European Youth Cup dal 14 al 21 luglio a Bucarest (Romania) e poi ai Campionati Mondiali Targa Giovanili, in calendario a Madrid dal 19 al 25 agosto.

TROFEO PINOCCHIO: FINALI NAZIONALI PER ROSSI, ROSA E VATA – Le buone notizie per l’Arco Club Riccione non sono finite qui visto che tre suoi giovani atleti – categoria Ragazzi seconda media – hanno ottenuto il pass per la finale nazionale del Trofeo Pinocchio, che si svolgerà a Venaria Reale (TO) il 6 e 7 luglio prossimi. Tra i dodici arcieri che rappresenteranno l’Emilia Romagna ci saranno dunque Isotta Rossi, che si è qualificata con un ottimo punteggio nella fase invernale ottenendo il 1° posto di categoria nella gara disputata a Castelfranco Emilia il 2 febbraio, Giada Rosa, a sua volta prima di categoria nella fase estiva svolta a Zola Predosa il 1° maggio, e Riccardo Vata, che sempre a Zola ha colto la piazza d’onore che gli ha permesso di entrare nella rosa regionale per le finali torinesi.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti