L'ingresso del Circolo Tennis Cesena

Trofeo “Elettromeccanica Angelini” al Ct Cesena: Tommaso Servadei è il primo finalista

Tommaso Servadei è il primo finalista nel torneo nazionale di 3° maschile organizzato dal Circolo Tennis Cesena, il trofeo “Elettromeccanica Angelini Srl”. In semifinale il 3.2 portacolori del Tc Faenza, testa di serie n.6, ha battuto 6-3, 4-6, 10-8 il 3.1 Simone Piraccini, testa di serie n.2. L’altra semifinale vede di fronte Gianmarco Lasagni (Ct Cesena) e Dumitru Fosnea (Ct Appennino Reggiano).

4° turno tabellone finale: Michael Francia (3.4)-Mattia Foschi (3.3) 6-2, 6-2, Federico Valentini (3.3)-Lorenzo Bucaletti (3.2, n.5) 6-2, 0-6, 10-3, Dumitru Fosnea (3.2, n.4)-Andrea Arrigoni (3.3) 6-1, 6-1, Tommaso Servadei (3.2, n.6)-Mattia Degli Esposti (3.5) 5-7, 6-4, 10-6, Andrea Gozzoli (3.4)-Francesco Bellarmino (3.2, n.3) 6-7 (5), 6-3, 10-8. Quarti anche per Alessandro Bocchini (4.1). Quarti: Fosnea-Valentini 6-1, 6-0, Servadei-Gozzoli 6-3, 5-7, 10-3, Simone Piraccini (3.1, n.2)-Alessandro Bocchini (4.1) 6-2, 6-3. Semifinali anche per Gianmarco Lasagni (3.1, n.1), per il forfait del suo avversario.

Il giudice di gara è Loredana Amadori, direttore di gara Emanuele Capponcelli.

BELLARIA. Avanza il torneo nazionale di 3° (limitato al 4° gruppo) maschile “Le Ali della Vittoria” organizzato dal Circolo Maretennis di Bellaria. Il primo a superare il turno d’esordio nel main-draw è stato Pietro Rinaldini (Ct Rimini). Si parte con il tabellone di 4°, turno di qualificazione: Andrea Borghetti (4.1, n.1)-Emanuele Giorgetti (4.4) 6-2, 6-4, Andrea Saponi (4.1, n.4)-Marco Moretti (4.3) 6-4, 6-2, Francesco Bontà (4.2)-Raffaele Zoffoli (4.1, n.6) 2-6, 6-4, 10-2, Matteo Casadei (4.2)-Alessandro Melega (4.1, n.7) 6-4, 6-4, Denis Bersani (4.4)-Carlo Castelvetro (4.1, n.2) 6-2, 6-4, Valentino Salami (4.1, n.8)-Alberto Zattini (4.2) 6-3, 6-4, Giacomo Pari (4.1, n.5)-Andrea Lombardini (4.3) 6-0, 6-1. 1° turno tabellone finale: Pietro Rinaldini (3.5)-Jacopo Montoneri (4.1) 3-6, 6-2, 10-5.

Il giudice di gara è Maria Cristina Maso, direttore di gara Gioel Eramo.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti