Torneo Villa Mussolini, in bella evidenza Meco, Droghini, Giannini, Bontà e Pianini

E’ partito il torneo nazionale di 3° (limitato al 3° gruppo) organizzato dal Circolo Villa Mussolini di Riccione. In bella evidenza Daniele Droghini, Roberto Meco, Pierluigi Giannini, Francesco Bontà e Filippo Pianini.

1° turno: Christian Nicolini (4.2)-Giammarco Vidali (4.2) 6-3, 6-1, Luca Pagnini (4.2)-Antonio Marmolaro (4.2) 6-2, 7-6, Paolo Baldelli (4.3)-Andrea Lombardini (4.3) 6-4, 6-3, Adriano Amadio (4.2)-Davide Pierini (4.2) 6-1, 6-1, Francesco Visino (4.3)-Simone Cicognani (4.3) 1-6, 6-2, 12-10, Pietro Sodani (4.3)-Jorg Pfister (4.2) 6-0, 3-6, 10-6, Cristian Achilli (4.2)-Loris Volpinari (4.2) 6-7, 6-3, 10-7, Gianluca Marchi (4.2)-Nicolò Giacobbi (4.2) 7-5, 6-3, Nicolò Lunedei (4.3)-Fosco Bartolucci (4.3) 6-0, 6-4, Gabriele Angelucci (4.3)-Francesco Mazza (4.3) 6-3, 6-4, Roberto Meco (4.2)-Simone Badei (4.2) 7-5, 6-1, Daniele Droghini (4.2)-Claudio Sanchioni (4.2) 6-2, 6-3, Pierluigi Giannini (4.3)-Francesco Deghenghi (4.3) 5-7, 7-5, 11-9, Francesco Bontà (4.2)-Elia Michelangelo Cicognani (4.2) 6-4, 6-2, Filippo Pianini (4.3)-Michele Massari (4.3) 6-4, 6-4.

Il giudice arbitro è Paolo Calbi, il direttore di gara Francesco Scarponi.

SARSINA. Avanza il torneo nazionale di 3° (limitato al 4° gruppo) maschile organizzato della Polisportiva Il Circolo di Sarsina. Sono 30 i giocatori al via nel torneo valligiano, le teste di serie sono state assegnate nell’ordine ai 3.4 Pier Luigi Bertozzi e Marco Giovagnoli ed ai 3.5 Luca Ruggeri e Loris Pasini. Già al 4° turno Enrico Cangini, sindaco di Sarsina e portacolori del Club organizzatore, Stefano Versari (Tc Mercatese) e Tommy Filippa. 2° turno: Mariusz Borowski (4.4)-Enrico Ravegnini (4.5) 6-2, 6-1, Giacomo Tagarelli (4.6)-Nicolò Prati (Nc) 6-2, 6-3. 3° turno: Enrico Cangini (4.5)-Alessandro Venturini (4.3) 6-4, 6-3, Stefano Versari (4.3)-Marco Portolani (4.4) 4-6, 6-0, 10-4, Tommy Filippa (4.3)-Gianluca Iorio (4.5) 6-2, 6-1.

La giudice arbitro della manifestazione è Loredana Amadori, direttore di gara Massimiliano Comandini.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti