Cerca
Close this search box.
Sofia Cadar (Circolo Tennis Massa Lombarda)

Prequalificazioni Bnl: a Bagno a Ripoli in grande evidenza Sofia Cadar e Raffaele Cecchini

In corso il torneo di prequalificazione Bnl di Pescara (23.000 euro di montepremi). Nel maschile il n.1 è il 2.1 Andrea Picchione, in tabellone anche Jacopo Bilardo (2.4) e Filippo Mazzola (2.4). Avanzano nel main-draw il forlivese Jacopo Bilardo e Filippo Mazzola, allievo della Galimberti Tennis Academy.

1° turno: Antonio Mazzeo (2.4)-Diego Bravetti (2.5) 6-4, 1-6, 6-4, Davide Guerra (2.4)-Jacopo Antonelli (2.6) 6-3, 6-0, Jacopo Bilardo (2.4)-Francis Yaniche Boagnon (2.5) 6-2, 6-4, Edoardo Maria De Filippo (2.4)-Fabio Leonardi (2.7) 6-4, 6-4, Filippo Mazzola (2.4)-Carlo Emanuele Marsilio (2.5) 6-2, 6-0. 2° turno: Bilardo-De Filippo 7-6 (2), 6-3, Mazzola-Mattia Nannelli (2.4) 6-4, 6-3.

Femminile, 2° turno del tabellone di selezione: Ambra Tommasi (2.7)-Ilaria Ughi (3.2) 6-0, 4-6, 7-5.

E da giovedì scorso si gioca la tappa maschile al Tennis Club Pordenone (18.000 euro di montepremi) dove, tra i big, ci sono anche Alessandro Pecci (2.1) ed Alberto Bronzetti (2.3), nel femminile Elisa Pari (2.7). Femminile, 2° turno: Penelope Ronchi (2.8)-Elisa Pari (2.7) 7-6 (5), 1-0 e ritiro.

Sempre in questi giorni va in scena la tappa di Bagno a Ripoli, al Match Ball Firenze Country Club, dotata di 23.000 euro di montepremi. Nel maschile in campo il 2.1 Manuel Mazza ed il 2.4 Filippo Mazzola, nel femminile da seguire la 2.4 Emma Ferrini. Nel femminile parte molto bene nella seconda sezione la 2.7 Sofia Cadar (Ct Massa). L’allieva della Ravenna Tennis Academy ha battuto all’esordio la pari classificata Lavinia Mancini per 6-2, 5-7, 7-5. Molto bene nel primo tabellone di 2° un altro allievo del team ravennate, il 3.1 Raffaele Cecchini, che ha battuto 6-4, 6-3 il 2.8 il 2.8 Francesco Nassi.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti