Cerca
Close this search box.

La carica dei 139 nella tappa del Tc Viserba dell’Emilia Romagna Junior Tour, tutti i risultati

Da oggi va in scena sui campi del Tennis Club Viserba un grande appuntamento giovanile, una tappa del circuito Emilia Romagna Junior Tour Under 10-12-14, maschile e femminile. Nel complesso sono 139 i giocatori al via nei sei tabelloni in programma, di questo 25 solo a livello di Under 10. Nell’Under 12 femminile n.1 Ioana Bala, n.2 Virginia Arduini, n.3 Petra Salvi, n.4 Anita Amadio. Nell’Under 12 maschile si parte con il primo tabellone nel quale le teste di serie sono andate nell’ordine a Leo Mazzarini, Francesco Zanzini, Alessandro Marcolini, Riccardo Piraccini e Giacomo Balzani. Nel tabellone finale teste di serie nell’ordine a Filippo Terenzi, Riccardo Briganti, Mattia Vincenzi e Noè Baldini.

Primo tabellone, 1° turno: Diego Barchi-Francesco Falzoni 6-2, 6-1. 2° turno: Nicolò Orazi-Raffaele Palma 5-7, 7-6, 10-6, Cesare Manieri-Lorenzo Bonantini 6-1, 6-0, Erik Zani-Leone Lazzara 6-4, 6-4.

Nell’Under 14 maschile (43 iscritti) primo tabellone con queste teste di serie, nell’ordine Leonardo Tana, Nicolò Brugioni, Achille Mari, Elia Sabatini, Massimo Marcolini, Alex Andrea Ravara, Tommaso Mandelli e Gabriele Quaresima.

2° turno: Adam Aluigi El Attar-Federico Sanchi 6-1, 6-1.

I big del tabellone principale sono sicuramente il 3.2 Pietro Tombari, Lorenzo Vito Farinato, Mattia Pettenati ed i 3.4 Ian Catallo, Michele Tonti, Jacopo Andruccioli e Federico Attanasio. Nel torneo Under 14 femminile primo tabellone con queste teste di serie: n.1 Sveva Penna, Viola Cuppini, Ginevra Baldazzi e Vittoria Muratori. Nel tabellone principale n.1 Gioia Angeli, n.2 Lisa Pierini, n.3 Bianca Solazzi, n.4 Lucrezia Cavalieri.

Il giudice di gara è Antonio Giorgetti, direttore di gara Marco Mazza.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti