Mario Vilella Martinez e Federico Gaio a Todi

Todi Challenger: per Gaio finale amara

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Niente ciliegina sulla torta per Federico Gaio, che mastica amaro nella finale degli “Internazionali di Tennis Città di Todi – Sidernestor Tennis Cup”, Challenger ATP (montepremi 44.820 euro) organizzato da MEF Tennis Events concluso domenica sera sui campi in terra battuta del Tennis Club Todi 1971.
Il 29enne faentino (n.151 ATP), primo favorito del seeding, ha ceduto per 76(3) 16 63, dopo una battaglia di quasi due ore, allo spagnolo Mario Vilella Martinez (n.178 ATP), seconda testa di serie del torneo.

Prestazione massiccia quella del 26enne di Elche, che in precedenza aveva sbarrato la strada al secondo turno a Francesco Forti (n.368 ATP), in tabellone con una wild card, e nei quarti a Giulio Zeppieri (n.316 ATP). L’iberico dopo aver perso nettamente il secondo parziale si è subito rimesso in carreggiata con un break in avvio di set decisivo. Per lo spagnolo è il secondo trofeo challenger conquistato in carriera su tre finali disputate: in precedenza aveva perso quella di Samarcanda nel 2018 (contro Luca Vanni) ed aveva vinto quella di Praga nel 2019. Sfuma invece per il romagnolo il quinto trofeo challenger (l’ultimo lo ha alzato nel gennaio 2020 a Bangkok).

Non nasconde un pizzico di amarezza il giocatore allenato da Fabio Colangelo a fine match: “Sono contento della mia settimana perché ho espresso un buon tennis e faccio i complimenti a Mario per il risultato ottenuto. Adesso voglio confermarmi nei prossimi mesi della stagione, posso fare ancora meglio e l’anno prossimo tornerò qui e proverò a vincere il titolo che oggi mi è sfuggito”.

Proprio Francesco Forti, 21enne di Cesenatico, e Giulio Zeppieri hanno alzato il trofeo del doppio: dopo le affermazioni su Francesco Claverie e Alejandro Mendoza (Bolivia) per 76(5) 64, su Marco Bortolotti e il colombiano Cristian Rodriguez (numero 3 del seeding) per 63 64, e in semifinale per 62 76(6) sull’olandese Mark Vervoort e il boliviano Federico Zeballos, coppia prima favorita del torneo, i due portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda in finale hanno liquidato per 6-3 6-2 l’argentino Facundo Diaz Acosta e il peruviano Alexander Merino, conquistando il loro primo titolo in categoria.

Giulio Zeppieri e Francesco Forti a Todi
La soddisfazione di Giulio Zeppieri e Francesco Forti, compagni di squadra in serie A1 nel Ct Massa Lombarda (foto Marta Magni/MEF)
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti