Cerca
Close this search box.
Dante Terzi e Alessandro Casanova

Sforza inarrestabile nel 3ª del Ct Cerri, nel giovanile brillano Sabbioni e Casanova

Al Circolo Tennis Cerri di Cattolica vanno in scena i match del tabellone finale nel torneo nazionale di 3ª categoria maschile. In bella evidenza sui campi di casa Gianluca Sforza, autore dell’ennessimo “positivo”, e Juri Gabellini.

1° turno tabellone finale: Juri Gabellini (3.5)-Fabio Travaglini (4.1) 7-6, 6-0.
2° turno: Fabio Bucciarelli (4.1)-Enrico Gaddoni (3.3) 6-2, 6-2, Alessandro Sepede (3.4)-Fabio Manno (3.5) 6-2, 4-3 e ritiro, Thomas Gabellini (3.5)-Mario Prandi (3.4) 6-2, 5-7, 10-5, Marco Manzaroli (3.4)-Massimiliano Sabatini (4.1) 6-4, 7-5, Gianluca Sforza (4.3)-Andrea Zanuccoli (3.3) 1-6, 6-4, 10-6.

Gianluca Sforza
Gianluca Sforza

Avanza anche il torneo Under 10. Nel maschile semifinali per Alessandro Casanova (Ct Casalboni) ed Elia Sabatini (Ct Cerri), nel femminile finale per Diletta Sabbioni (Ct Cicconetti).
Maschile, quarti: Alessandro Casanova-Dante Terzi 2-6, 6-0, 10-4.
Femminile, semifinali: Diletta Sabbioni-Virginia Arduini 6-1, 6-2.

Virginia Arduini e Diletta Sabbioni

Gatteo a Mare. Partito il 1° trofeo femminile “Città di Gatteo”, torneo nazionale di 3° (limitato al 4° gruppo) organizzato dal Circolo Valle del Rubicone. Sono 32 le giocatrici al via, quelle con miglior classifica sono le 3.4 Manila Dall’Agata, Federica Matteucci, Elisa Maiani, Ludovica Tosi, Giulia Passeri ed Allegra Bandini. A seguire le 3.5 Federica Tossani, Sergia Guidi, Irene Carpani, Alessia Lenzi ed Aurora Lombardi. Si parte dal primo tabellone che vede nel ruolo di teste di serie nell’ordine le 4.1 Jessica Barbieri, Monica Sincini, Camilla Moroni, Clotilde Cobianchi, Viola Ceccaroni ed Ilaria Carletti. Giudice di gara Deborah Zardini, direttore di gara Andrea Fabbri.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti