La premiazione del torneo Open del Tc Riccione con i giudici

Open Tc Riccione “Piero Serafini”: Andrea Picchione batte al super tie-break del 3° set Marco De Rossi e vince il torneo

Andrea Picchione vince il torneo nazionale Open del Tennis Club Riccione, il 4° Torneo di Natale Memorial “Piero Serafini”, dotato di 2000 euro di montepremi.
In finale il 2.1 allievo della Galimberti Tennis Academy, testa di serie n.2, ha battuto 6-4 4-6 10-7 il 2.4 sammarinese Marco De Rossi, n.8 del seeding riccionese. Finalissima di alto livello tecnico più simile ad un torneo Itf che ad un Open. Avvio di match senza una direzione, quattro break nei primi quattro game, poi il giocatore abruzzese ormai cattolichino d’adozione prende in mano il comando del gioco, sale 4-2 con il primo break confermato dal servizio e conclude al decimo gioco.

Rossella Pecci premia il vincitore Andrea Picchione

Sembrava la prima parte di un incontro nelle mani dell’allievo di Giorgio Galimberti, presente a bordo campo, ma la reazione di De Rossi, che negli ultimi mesi ha fatto segnare un importante salto tecnico, si è fatta sentire: secondo set senza break, il titano che si allena al Tc Viserba gioca sempre più solido, Picchione si concede qualche errore non forzato e sul 5-4 De Rossi è proprio Picchione con un doppio fallo a permettere al suo avversario di conquistare la frazione d gioco.

Nel super tie-break del terzo set il livello sale ancora, De Rossi piazza due smorzate mortifere, ma Picchione, n.630 del ranking mondiale Atp, non concede niente con il servizio e chiude sul 10-7.

La finale è stata arbitrata dal giudice di sedia Andrea Bellelli. Al termine le premiazioni effettuate dalla consigliera Rossella Pecci, alla presenza del maestro Fabrizio Serafini, figlio del grande maestro Piero Serafini, alla cui memoria era dedicato il torneo, e del vicepresidente Sandro Marconi.

Il giudice di gara è stato Simone Lusini, direttore di gara Moreno Pecci.

Il sammarinese Marco De Rossi premiato da Rossella Pecci
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti