Cerca
Close this search box.

Master giovanili a Torino: esordio doc per Cadar, Teodorani, Galimberti, Tombari, Tarlazzi, Lanzoni e Pretolani

Avanzano i Master dei circuiti giovanili Fitp: lo Junior Next Gen, riservato alle categorie Under 10, Under 12, Under 14 maschile e femminile, e il Road to Torino, riservato alle categorie Under 11 e Under 13 maschile e femminile. Entrambi sono in svolgimento a Torino durante le Nitto ATP Finals, l’evento con i migliori otto giocatori e le migliori otto coppie di doppio della stagione, in programma al Pala AlpiTour dal 12 al 19 novembre. In gara 154 ragazzi per il Junior Next Gen e 105 per il Road To Torino.

Nel tabellone Under 10 femminile del Master Junior Next Gen la romagnola Sofia Foggia è stata sconfitta in finale da Carlotta Arginelli per 6-3, 4-6, 10-4. Nel maschile al via Robert Sebastian Cadar, che all’esordio ha battuto Lorenzo Fanfani per 7-5, 4-6, 10-4, ed Alessandro Teodorani (Ct Massa Lombarda), ok al debutto per 6-1, 6-0 su Samuel Tigani, e Pietro Galimberti (Galimberti Tennis Academy) che al 1° turno si è imposto per 6-1, 4-6, 10-8 su Giovanni Fazio.

Nell’Under 12 tripletta romagnola nel 1° turno: Pietro Tombari (Tc Riccione) ha eliminato Filippo Capitanelli per 7-6 (3), 6-2, Diego Tarlazzi (Tc Faenza) ha sconfitto 6-2, 6-3 Mattia Viaggi, mentre nell’Under 12 femminile Emma Lanzoni (Tc Faenza) si è imposta per 6-4, 7-6 (5) su Emma Corena. A Torino sono presenti i maestri del Tennis Club Faenza, Marco Poggi e Mattia Bandini.

Nell’Under 14 femminile si ferma nei quarti la ravennate Gaia Donati, allieva della scuola agonistica del Ct Zavaglia, che negli ottavi ha battuto 6-2, 6-2 Matilde Garbarini Lampiano, testa di serie n.8, prima di cedere 6-3, 7-5 alla n.1 Serena Agostini.

Passiamo al Road to Torino. Nell’Under 13 maschile al via Riccardo Pretolani che all’esordio ha travolto 6-0, 6-0 Diego Zinga, nell’Under 13 femminile Camilla Fabbri (n.1).

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti