Lucia Bronzetti ITF Grado

Che treno Lucia Bronzetti: quarti anche al WTA di Palermo!

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Lucia Bronzetti concede il bis e, una settimana dopo i quarti di finale nel WTA 250 di Losanna – i primi nel circuito maggiore – si guadagna un posto tra le migliori otto anche nel 32esimo “Palermo Ladies Open”, torneo WTA 250 con 235.238 dollari di montepremi in corso sui campi in terra rossa del Country Time Club. La 22enne di Villa Verucchio (n.190 WTA, best ranking), in gara con una wild card, dopo aver eliminato martedì all’esordio la bulgara Viktoria Tomova (n.117 WTA), quinta favorita del torneo, si è ripetuta al secondo turno superando per 63 61, in due ore di gioco, la statunitense Grace Min, n.166 del ranking.

Nel primo testa a testa tra le due giocatrici la romagnola è partita subito decisa, strappando il servizio all’avversaria nel secondo game, ma immediato è stato il contro-break propiziato da due errori di diritto di Bronzetti, seguito dal riaggancio (2-2). Nel sesto gioco ha annullato palla-break la 27enne di Atlanta, che con alcune smorzate per sottrarsi dal ritmo sostenuto da fondo della riminese ha raccolto un buon numero di punti. Analoga impresa non è riuscita però a Min nell’ottavo game, quando ha fronteggiato tre chance consecutive di break ma la quarta è stata quella che ha fruttato il 5-3 all’italiana. Precisa poi con la battuta e brava nell’incamerare la prima frazione con due rovesci lungolinea vincenti.
Subito in avvio di secondo set, al termine di un gioco interminabile (22 punti e 13 minuti), Lucia alla quarta opportunità ha piazzato un prezioso break, confermato per il 2-0 dopo un altro game combattutissimo, con sei occasioni di contro-break sventate. E ancora più lungo è il terzo gioco (32 punti giocati), nel quale la Bronzetti ha ottenuto un secondo break riuscendo a convertire la sesta chance (nelle prime tre aveva sbagliato altrettante risposte di rovescio). L’americana, vincitrice degli US Open junior 2011 (singolo e doppio con ‘Genie’ Bouchard), ha provato a rimanere attaccata alla partita recuperando uno dei due break, però la 22enne di Villa Verucchio con un passante ha riallungato sul 4-1 infiammando il pubblico. Nonostante due doppi di fila la giocatrice che si allena nel Piccari & Knapp Team ad Anzio è salita 5-1 e, grazie ad una accelerazione di rovescio non contenuta dall’avversaria, ha sfruttato il secondo match point (sul primo risposta in rete) potendo liberare il suo “sì” accompagnato da un bel sorriso.

Mi sento super felice, non riesco a descrivere ciò che provo in questo momento – le parole a caldo, a fine match di Lucia – ma sono veramente felice. La Ruse nei quarti? Non ho mai giocato contro di lei. E’ molto forte e gioca molto bene, ma io come sempre entrerò in campo per dare il massimo”. Lucia venerdì, per tentare di raggiungere la sua prima semifinale a livello WTA, troverà infatti dall’altra parte della rete la rumena Elena Gabriela Ruse (n.137 del ranking), proveniente dalle qualificazioni, che ha avuto via libera senza scendere in campo per il ritiro dell’elvetica Jil Teichmann (n.55 del ranking mondiale), terza testa di serie e vincitrice dell’edizione 2019 del “Palermo Ladies Open”, messa fuori causa da un infortunio alla coscia sinistra. Non ci sono precedenti fra la riminese e la 23enne di Bucarest.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti