Cerca
Close this search box.

Tc Riccione on fire: nell’Open avanzano Butti, Bacchini e Casanova, domani esordio della C maschile a Cervia, le ragazze giocano a Faenza

Primi match sui campi del Tennis Club Riccione per una classicissima del tennis italiano, il torneo nazionale Open di Primavera dotato nel complesso di 4.000 euro di montepremi. Brillano sui campi di casa Luca Butti, Andrea Bacchini e Luca Marco Casanova.

2° turno: Matteo Culcasi (3.2)-Enea Carlotti (3.2) 6-1, 6-2, Gabriele Sgroi (3.2)-Alberto Maria Mami (3.2) 6-3, 4-6, 10-4, Matvii Lemishko (3.2)-Federico Strocchi (3.2) 6-3, 6-4, Luca Butti (3.2)-Emanuele Giangiordano (3.1) 6-4, 6-2, Andrea Bacchini (3.1)-Luca Di Florio (3.2) 6-2, 6-3, Edoardo Pagnoni (3.2)-Tommaso Servadei (3.1) 6-4, 6-2. 3° turno: Luca Padovani (3.1)-Daniele Longo (3.1) 6-1, 6-1, Luca Marco Casanova (2.8)-Riccardo Muratori (3.2) 6-1, 6-0.

Sorteggiati anche i tabelloni femminili dove si parte con le terza categoria: n.1 Sofia Regina (3.1), n.2 Emma Lanzoni (3.1), n.3 Patricia Brezoi Moldovan (3.1), n.4 Leticia Cesar Tobias Caldararo (3.1), n.5 Anita Sassoli (3.1). Nel tabellone finale teste di serie nell’ordine alle 2.5 Emma Ferrini, Anita Picchi ed alle 2.6 Diana Rolli e Marta Lombardini.

Intanto domani scendono in campo due formazioni del Tennis Club Riccione per la seconda giornata del campionato di serie C. Per la squadra maschile inserita nel 5° girone si tratta in realtà dell’esordio, visto che ha osservato nella prima giornata il turno di riposo. I riccionesi in campo domenica (dalle 9) sui campi del Circolo Tennis Cervia. Nel femminile le riccionesi, che nella prima giornata hanno impattato 2-2 in casa contro il Tc Ippodromo, fanno visita al Tennis Club Faenza.

Il giudice di gara è Simone Lusini, direttore di gara Moreno Pecci.

La formazione schierata del Tc Riccione in serie C

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti