Lucia Bronzetti al servizio

Billie Jean King Cup: per Lucia Bronzetti prima chiamata in Nazionale

Un altro sogno che diventa realtà per Lucia Bronzetti. Dopo l’indimenticabile prima volta nel tabellone principale di uno Slam, agli Australian Open, dove partita dalle qualificazioni ha affrontato al secondo turno sulla Rod Laver Arena la n.1 del mondo Ashleigh Barty, la 23enne di Villa Verucchio è infatti stata convocata per la prima volta in carriera in Nazionale: la romagnola, attualmente numero 101 del ranking WTA, fa parte infatti del quintetto azzurro scelto dalla capitana Tathiana Garbin per affrontare la Francia ad Alghero (cemento outdoor) venerdì 15 e sabato 16 aprile nei preliminari della Billie Jean King Cup (l’ex Fed Cup).

Le altre giocatrici che difenderanno il tricolore sono Camila Giorgi (n.30 WTA), Jasmine Paolini (n.46 WTA), Martina Trevisan (n.86 WTA) ed Elisabetta Cocciaretto (n.242 WTA).
Il capitano della Francia Julien Benneteau ha invece scelto per la sfida: Alizé Cornet (n.34 WTA), Caroline Garcia (n.66 WTA), Clara Burel (n.81 WTA) e Kristina Mladenovic (n.99 WTA).

“Ho valutato questo aspetto attentamente, assieme alle ragazze e ai loro team, e abbiamo concordato di giocare sul cemento all’aperto perché può valorizzare le qualità delle nostre giocatrici – spiega Tathiana Garbin, capitana delle azzurre, spiegando le motivazioni della scelta della superficie – Pensiamo che questa superficie, non troppo veloce, possa esaltare le nostre caratteristiche. Giocare davanti al nostro pubblico sarà importante, sarà una spinta in più. Non accadeva da molto tempo e ci stiamo preparando al meglio guardando anche ai minimi dettagli per poter arrivare al top. Sono orgogliosa del percorso che hanno fatto, passando dalle difficili qualificazioni in Estonia fino al successo in Romania. La nostra squadra, pur essendo composta da ragazze giovani, sta maturando e prendendo sempre più consapevolezza”.

Quindi la capitana si sofferma sulle convocazioni: “Paolini di recente ha battuto la n.3 del mondo Sabalenka giocando una gran partita a Indian Wells ed ha raggiunto il suo best ranking. Jasmine sul veloce ha acquisito grande sicurezza, non a caso lo scorso anno ha vinto il suo primo titolo WTA in Slovenia proprio su questa superficie. Giorgi rientra la prossima settimana a Miami: per Trevisan è stato complicato affrontare l’anno successivo ai quarti di finale del 2020 al Roland Garros, un grandissimo risultato che l’ha probabilmente caricata di aspettative e che è riuscita a fronteggiare con sempre maggior maturità. Cocciaretto, dopo i problemi avuti al ginocchio nel 2021, sta utilizzando il ranking protetto per giocare i tornei. Infine, c’è la new entry Bronzetti che è a un passo dalle top 100 e questa convocazione se l’è meritata e conquistata coi risultati: Lucia è stata molto coraggiosa nella programmazione insieme al suo coach Francesco Piccari, ha optato per tornei di più alto livello e ha fatto il salto di qualità. Sono sicura che le nostre ragazze affronteranno questa sfida con caparbietà e voglia di conquistare un posto per le Finals. Si batteranno con determinazione ed onereranno la maglia della nazionale”.

Infine una considerazione sulla Francia: “E’ una squadra collaudata. Cornet gioca da tantissimi anni ad alto livello, Garcia è molto pericolosa al servizio e nella soluzione uno-due e Mladenovic gioca molto bene anche in doppio”.

Lucia Bronzetti in allenamento con coach Francesco Piccari
Lucia Bronzetti in allenamento con coach Francesco Piccari (foto Nizegorodcew)

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti