Cerca
Close this search box.
Raffaella Reggi durante uno degli stage al Tennis Club Faenza

Stage con Raffaella Reggi a Faenza per 25 ragazzine dagli 8 ai 14 anni

Raffaella Reggi è tornata a casa, nel circolo in cui è cresciuta, il Club Atletico Faenza. L’ex campionessa – arrivata al 13° posto nella classifica mondiale – ha preso possesso venerdì 8 giugno del suo nuovo incarico di responsabile del settore agonistico femminile del Tennis Club Faenza, dirigendo assieme alla maestra Flora Perfetti uno stage che coinvolge 25 ragazze dagli 8 ai 14 anni. Sabato la seconda ed ultima giornata dello stage, con le più promettenti fra le tenniste in erba faentine. 

Raffaella Reggi si è messa subito al lavoro con la grinta che l’ha sempre contraddistinta, osservando le ragazze ed elargendo vari consigli (come si vede nella foto a destra). «Il mio primo obiettivo è imparare a conoscerle bene, per impostare un lavoro più approfondito nel prossimo autunno. Vorrei infatti fare un altro stage a settembre, prima dell’inizio della scuola – spiega Raffi con l’entusiasmo che la contraddistingue -. C’è molto da lavorare, ma sono pronta. Le ragazze sono un po’ indietro soprattutto dal punto di vista atletico. Dal punto di vista tecnico ascoltano ed apprendono velocemente, e ciò è già motivo di soddisfazione. Ma prima ancora di come migliorare l’impostazione del diritto o del rovescio, voglio insegnare l’atteggiamento e l’educazione che si devono tenere in campo». 

Nello staff, insieme a Raffaella Reggi e Flora Perfetti, ci sono anche il preparatore atletico Nicola Bosi, l’istruttore Mirko Sangiorgi ed i collaboratori Michael Palli, Alessandro Bussi ed Edoardo Pompei.

Le giovanissime partecipanti allo stage con Raffaella Reggie e lo staff del Tennis Club Faenza

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti