Sara D'Ambrogio

Serie A padel: il Misano Sporting Club debutta ospitando il Due Ponti Roma

Il conto alla rovescia è ormai agli sgoccioli. Sabato 2 marzo scatta infatti la quarta avventura consecutiva del Misano Sporting Club nella serie A di padel, campionato che annovera i migliori otto club italiani, divisi in due gironi.

Nella giornata di apertura del girone B la formazione della riviera romagnola – con il Cristoforo Colombo Genova l’unica compagine non della Capitale a disputare il massimo campionato – ospita, a partire dalle ore 10, sui campi di Misano, i campioni del Due Ponti Padel Roma.

Lo spagnolo Juan Lebron

Sarà una sfida di altissimo livello, visto che il Misano Sporting Club ha irrobustito il proprio organico con giocatori professionisti del calibro dello spagnolo Juan Lebron, componente della coppia numero 3 al mondo nel ranking di specialità, dell’argentino Federico Quiles, giocatore che disputa con continuità il World Padel Tour, la giovane promessa spagnola Vano Lorena, il nazionale azzurro Giorgio Negroni e il coach che seguirà il team nella stagione 2019, Mauri Munoz. 

La locandina della prima giornata di serie A a Misano
 
Confermati invece Massimo Tonti, Carlo Conti, Sara D’Ambrogio, Filippo Scala, William Forcellini, Teresa Navarro, e Federico (Cutu) Millan, oltre ad Andrea Godio e Davy Arcangeli.

La rosa del Due Ponti comprende Beatrice Campagna, LucaDiestro Mezzetti, Josè Antonio Garcia, Patricia Llaguno Zielinski, Lorenzo Verginelli, Alessio Luchetti, Simone Sambrini, Mathias Brovelli, Rodrigo Oscar Ovide, Silvia Ranocchi e Massimiliano Barni.

Le altre due formazioni inserite nel girone B sono il Circolo Canottieri Roma e la Canottieri Aniene, campione in carica e a caccia del quinto scudetto consecutivo.

L’ambizione con cui affrontiamo questo campionato di vertice è tanta, con la speranza, come già nel 2016, di accedere ai play-off e di tornare in maggio agli Internazionali di tennis al Foro Italico di Roma per giocarsela fino in fondo“, spiegano i responsabili della squadra misanese senza nascondersi più di tanto.
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti