Cerca
Close this search box.
Il Centrale del Centro Tennis Cassa di Risparmio a San Marino

La Coppa Davis a San Marino dal 15 al 21 luglio

La Coppa Davis tornerà a San Marino. La Federazione Sammarinese Tennis ha infatti comunicato di aver ricevuto da parte dell’International Tennis Federation, che ha valutato positivamente la proposta presentata dalla federazione guidata dal presidente Christian Forcellini con il sostegno del Governo e del Comitato Olimpico, l’incarico per organizzare sul Titano le gare della Davis Cup by BNP Parisbas Europe Group IV. 
Un grande onore per la Federazione Sammarinese Tennis e per il Governo poter riportare la Coppa Davis sul Titano per la quarta volta e tenere a battesimo il rinnovato format del torneo, che da quest’anno presenta numerose novità“, si legge in una nota.  

Christian Forcellini, presidente della Federazione Sammarinese Tennis

Dieci le squadre che, dal 15 al 21 luglio, saranno impegnate sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, divise in due gironi da 5. Oltre ai padroni di casa saranno al via le rappresentative nazionali di Liechtenstein, Irlanda, Cipro, Malta, Islanda, Andorra, Armenia, Albania e Kosovo.
Gli incontri, al via il lunedì, animeranno l’impianto sammarinese per sei giorni, con un indotto sicuramente positivo per tutta la Repubblica di San Marino. 
Si preannunciano mesi di duro lavoro per la FST, che oltre ad organizzare la Coppa Davis ha confermato il San Marino Junior Open, torneo ITF Under 18 in programma dal 22 al 27 luglio, e le due settimane della San Marino Junior Cup, evento del circuito Tennis Europe Under 12 cat. 1 (dal 26 agosto al 1 settembre)  e Under 14 e 16, in programma dal 5 all’11 agosto. 

A questo punto slitta molto probabilmente al prossimo anno l’idea di riportare in calendario il Challenger Atp.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti