Final Four Serie A1: a Lucca via al conto alla rovescia

Il circolo tennis Lucca Vicopelago, in contemporanea alla sfida tra le biancorosse e il Tc Genova 1893 valevole per il quinto turno del girone 1 femminile, ha fatto da cornice alla presentazione della Final Four di Serie A1, evento che porterà, dal 7 al 9 dicembre, nella città dell’arborato il gotha della racchetta italiana. Saranno tre giorni nei quali Lucca sarà capitale del tennis, anche grazie alla copertura televisiva garantita da Super Tennis, canale della Fit presente sul 224 Sky e 64 del digitale terrestre. Tale manifestazione, targata Mef tennis events, è stata trasferita da Foligno a Lucca per mezzo del fondamentale apporto del circolo di Vicopelago, dell’amministrazione comunale e di Azimut, main sponsor che prosegue, così, nel solco di promozione di diverse discipline sportive, tra cui la pallavolo e il calcio.

Ci è sembrato naturale fornire il nostro appoggio a queste finali scudetto – ha dichiarato Fabrizio Valdrighi, client manager di Azimut – che saranno ospitate al Palatagliate. Da lucchese non può che farmi piacere assistere da vicino ad una tre giorni che porterà visibilità alla nostra città. Come Azimut, avendo una sede in centro città, privilegiamo un rapporto di collaborazione-sponsorizzazione con lo sport, una vera e propria palestra di vita. Il tennis, sinceramente, è una disciplina affascinante a cui assiste un pubblico educato e rispettoso, come piace alla nostra azienda”.  

La conferenza stampa di presentazione delle Final Four di serie A1 a Lucca

Questo è il primo capitolo del binomio Lucca-finali scudetto di A1 ma, stando a quanto affermato da Marcello Marchesini, amministratore di Mef tennis events, ci sono già le basi per replicare questo appuntamento anche per l’edizione 2019. “Abbiamo scelto Lucca come location perché ha il giusto mix tra cultura e sport – è la considerazione di Marchesini – Siamo contenti di aver intercettato il contagioso entusiasmo del ct Lucca Vicopelago, delle istituzioni e degli altri enti: mi auguro che pure il prossimo anno il Palatagliate possa ospitare di nuovo le finali tricolore”.

Il numero uno della Mef tennis events, società che ha organizzato diversi tornei del circuito Atp Challenger oltre che aver coadiuvato la Fit nella sfida di Fed Cup tra Italia e Spagna, ha auspicato che Lucca, in un futuro magari anche vicino, possa diventare sede di una competizione internazionale. “Questa città e questo circolo hanno tutti i requisiti necessari – ha concluso Marchesini – Sarebbe il giusto palcoscenico per un torneo che richiamerebbe tanti tennisti di assoluto livello”.

Oltre ai rappresentati della Fit Toscana, il presidente onorario Paolo Antognoli e il vice presidente Vezio Trifoni, e al delegato del Coni di Lucca Gianpaolo Bertoni, sono intervenuti Alessandro Terigi, consigliere del Ct Lucca Vicopelago, e Stefano Ragghianti assessore allo sport. Il primo ha spiegato come il lavoro e la crescita del circolo, uno dei migliori a livello regionale, si misura non soltanto attraverso il rendimento delle prime squadre ma specialmente sviluppando un florido settore giovanile. Ragghianti, invece, si è detto orgoglioso su come Lucca sia stata scelta per questo evento. “La nostra città sta diventando sempre più attrattiva per qualsiasi genere di iniziativa – ha riconosciuto Ragghianti – “Sarebbe bello poter creare un binomio tennis-turismo. Il ct Lucca Vicopelago svolge, oltre agli egregi risultati ottenuti, un ruolo di aggregazione sociale davvero notevole e prezioso per la nostra comunità.”

A margine della conferenza stampa, è stato illustrato il progetto, che sarà realizzato in collaborazione con il Gesam Gas Le Mura Lucca, “Stop bullyng” per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo una piaga dei giorni nostri. Prossimo appuntamento fissato per lunedì 4 dicembre, quando saranno presentati, presso la Sala degli Specchi, i quattro circoli che si giocheranno lo scudetto, alla presenza di Sergio Palmieri direttore della Final Four.

Tennis Club Faenza: sfuma sul filo di lana la promozione in serie B

 

5/5

More to explorer

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti