Federico Bertuccioli

Federico Bertuccioli in evidenza nell’Open BNL di Rivoli Torinese

Federico Bertuccioli si sta facendo largo nel torneo Open BNL di prequalificazione agli Internazionali d’Italia in svolgimento al Green Park di Rivoli Torinese.

Negli incontri validi per qualificare gli ultimi giocatori alla sezione finale si sta mettendo in particolare evidenza proprio il 20enne allievo di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy: il pesarese, già a segno in due Open in Romagna (al Villa Carpena e al Buscherini Forlì) in questo avvio di stagione oltre alla semifinale a Cesena, si è sbarazzato di Tommaso Vescovi per 6-1 6-2 e poi ha approfittato del forfait di Tommaso Beghi (2.3) per approdare al turno successivo, quello di mercoledì, che vedrà scendere in campo i primi big del lotto. 
Bene anche Alessio Giannuzzi che con un doppio 6-4 ha eliminato Trepla, perentorio il doppio 6-0 con cui il monregalese Andrea Turco ha stoppato la corsa di Colacioppo. Nulla da fare per i casalesi Biondolillo e Reale, superati rispettivamente da Maurizio Speziali (6-4 6-3) e Fossati (3-6 6-3 6-2). Avanza anche il cuneese Gola, grazie al successo per 6-3 4-6 6-3 su Cammarata. Borroni invece ha fermato Giordano, dopo un primo set lottato, per 7-6 6-4.

Nella giornata di martedì sono 15 i singolari in programma, a partire dalle 10, oltre ad otto match di doppio. 

Intanto in questi giorni sugli stessi campi si sta allenando Lorenzo Sonego, appena tornato dalla trasferta sudamericana di quattro settimane agonistiche (tornei Atp di Cordoba, Buenos Aires, Rio de Janeiro e San Paolo), risalito oggi al numero 107 del ranking mondiale: “Una bella esperienza“, l’ha definita il giovane torinese, come suo solito di poche parole, non appena terminato l’allenamento mattutino e pronto a rituffarsi poi in quello pomeridiano insieme allo storico coach Gipo Arbino.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti