Coppa Belardinelli giovanile: Emilia Romagna in semifinale

L’Emilia Romagna, con in organico diverse promesse locali, sta recitando una parte da protagonista nella fase finale della XX edizione della “Coppa Mario Belardinelli”, competizione a squadre per rappresentative regionali riservata ai nati negli anni 2005 e 2006, in svolgimento sui campi del Centro Estivo FIT di Castel di Sangro.

La selezione capitanata dai tecnici Gianluca Borghi e Lorenzo Manfredi ha infatti raggiunto le semifinali, superando all’esordio il Friuli Venezia Giulia per 7-2 e poi nei quarti la Toscana per 4-3: i giovani emiliano-romagnoli (in rosa ci sono la sammarinese Giulia Dal Pozzo, il ravennate Federico Bondioli, il riminese Mattia Ricci, il forlivese Lorenzo Angelini e il faentino Lorenzo Beraldo) mercoledì 1 agosto si giocano un posto in finale con i pari età della Liguria, mentre nell’altra semifinale sono di fronte Lazio e Marche. 

Lorenzo Angelini (Tennis Villa Carpena)

RISULTATI

Emilia Romagna b. Friuli Venezia Giulia 7-0: Carlo Alberto Caniato b. Ruben Ballerini 63 63, Giulia Dal Pozzo b. Margherita Marcon 75 62, Federico Bondioli b. Alex Brusadin 46 64 61, Anita Picchi b. Eva Segato 63 64, Lorenzo Angelini b. Giacomo Taddia 61 63, Ludovica Azzolini/Giulia Dal Pozzo b. Alessia Dolce/Nicole Iosio 64 61, Carlo Alberto Caniato/Mattia Ricci b. G. Danil Ganusevich/Fabio Michielin 61 61.

Emilia Romagna b. Toscana 4-3: Carlo Alberto Caniato (ER) b. Alessio Pierotti 61 64, Anna Paradisi b. Ludovica Azzolini (ER) 61 62, Mattia Ricci (ER) b. Gianluca Carlini 64 62, Noemi Basiletti b. Sara Baccaglini (ER) 61 60, Lorenzo Ghilarducci b. Lorenzo Beraldo (ER) 63 61, Ludovica Azzolini/Giulia Dal Pozzo (ER) b. Anna Paradisi/Viola Turini 46 61 10-7, Federico Bondioli/Carlo Alberto Caniato (ER) b. Emanuele Fedeli/Gianluca Carlini 62 64.

BelardinelliTABELLONE31-7

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti