Federico Gaio

Challenger Todi: Federico Gaio si ferma nei quarti con tanti rimpianti

Si interrompe nei quarti di finale, con tanti rimpianti, il cammino di Federico Gaio agli Internazionali Città di Todi, torneo challenger Atp (montepremi 88.520 euro) che segna la ripartenza del circuito maschile dopo quasi sei mesi di stop. 
Il 28enne tennista faentino, numero 130 del ranking mondiale e terza testa di serie, dopo le affermazioni nei derby tricolore con Matteo Viola, numero 222 Atp (3-6 6-3 7-5), e Alessandro Giannessi, numero 160 Atp (6-4 6-2), ha ceduto con il punteggio di 7-5 4-6 6-4, dopo due ore e 42 minuti di lotta, al francese Antoine Hoang, numero 136 della classifica mondiale e sesta testa di serie.
L’allievo di coach Daniele Silvestre, in tribuna con accanto anche il preparatore atletico Umberto Ferrara, può infatti recriminare sul primo set in cui è stato avanti 4-2, mancando anche la chance del doppio break, per poi essere ripreso sul 4-4 dal francese, bravo a chiudere la frazione al dodicesimo game, evitando anche il tie-break. Nella seconda partita Gaio ha reagito, togliendo il servizio all’avversario e conservando il prezioso vantaggio così da portare la sfida al terzo, nel quale il romagnolo ha brekkato nel quinto gioco, facendosi però riprendere anche in questo caso (4-4). E nel decimo game dal 30-0 Federico (altalenante alla battuta: 7 ace a fronte di 4 doppi falli) ha perso quattro punti di fila, concedendo in particolare il match point con un grave errore di diritto a campo pressoché spalancato dopo una prima di servizio centrale su cui Hoang aveva risposto a fatica. Il francese stacca dunque il pass per le semifinali dove contenderà l’accesso al match clou allo spagnolo Bernabè Zapata Miralles.

Le attenzioni del faentino si spostano ora sugli Us Open, essendo entrato nel tabellone principale qualche giorno fa. Gaio e il suo team partiranno dunque per New York e cercheranno di preparare nel miglior modo possibile lo Slam sul cemento di Flushing Meadows, secondo Major che il romagnolo giocherà nel main draw.

Federico Gaio, Umberto Ferrara e Daniele Silvestre con Gabriele Guerrini (Match Point Milano Marittima)

Nel torneo di doppio stop nei quarti per la coppia di portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda formata da Francesco Forti e Alessio De Bernardis, in gara con una wild card concessa dagli organizzatori: dopo il successo in rimonta per 2-6 7-5 10/8 sugli argentini Facundo Bagnis e Renzo Olivo, il 21enne di Cesenatico e il giovane umbro hanno ceduto con il punteggio di 6-2 4-6 10/4 ai francesi Elliot Benchetrit e Hugo Gaston.

Francesco Forti
Francesco Forti in azione (foto Valter Cocchi)
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti