Cerca
Close this search box.
Il rovescio di Federico Gaio

Challenger Ortisei: Federico Gaio deve inchinarsi a Jannik Sinner

Jannik Sinner sbarra la strada a Federico Gaio nei quarti di finale dello “Sparkasse Challenger Val Gardena Südtirol”, challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sui campi in sintetico indoor del Tennis Center di Ortisei
Il 27enne giocatore di Faenza, numero 152 della classifica mondiale e ottava testa di serie, entrato in scena direttamente al secondo turno superando per 76(4) 57 63 il croato Viktor Galovic (n.254 Atp), per poi negli ottavi superare con un periodico 64 il serbo Danilo Petrovic, numero 172 Atp e 11esima testa di serie, ha dovuto inchinarsi al fresco campione delle Next Gen ATP Finals, numero 96 del ranking e secondo favorito del tabellone: 64 64 il punteggio, in poco meno di un’ora e un quarto di gioco, per il 18enne di Sesto Pusteria, che ha così centrato la quinta semifinale a livello challenger nel 2019 (nona assoluta). Per Gaio era l’ultimo torneo del 2019, stagione in cui ha brillato a livello challenger (titolo a Manerbio e finale a Parma, solo per citare i risultati principali).

Federico Gaio
Federico Gaio saluta: il suo 2019 si è chiuso ad Ortisei (foto Alex Runggaldier)

GAIO TRADITO DAL SERVIZIO NEI MOMENTI CHIAVE – E’ stato proprio Sinner a dover fronteggiare per primo una palla break nel terzo game dopo aver commesso due doppi falli (uno sulla prima chance per il 2-1), ma il diritto messo in rete dal romagnolo a campo semi-aperto lo ha un po’ graziato. E nel gioco successivo, invece, il campione Next Gen ha piazzato il break, convertendo la terza opportunità dopo che il 27enne di Faenza aveva cancellato le prime due con altrettanti vincenti (servizio e poi diritto). Sul 4-2 in suo favore, però, Jannik è incappato in tre errori consecutivi, cedendo il primo turno di battuta nella sua settimana ad Ortisei. Nonostante alcune efficaci risposte dell’allievo di Riccardo Piatti, Gaio ha completato il riaggancio annullando anche una pericolosa palla-break con una prima di servizio potente. Però sul 4-5 il romagnolo ha smarrito la prima di servizio, perdendo a zero la battuta con due doppi falli (il secondo sullo 0-40). Andamento regolare nella seconda frazione fino al 4-4, quando Sinner è stato lucido nel cancellare due temibili palle break di fila, prima di issarsi sul 5-4, e nel gioco successivo chiudere la pratica al primo match point (concesso con il settimo doppio fallo, a fronte di 14 ace), capitalizzato dal beniamino del pubblico con un passante lungo linea in corsa di diritto. Si tratta del 26° successo in 33 partite nel circuito Challenger per Sinner.

Al secondo turno si erano invece fermati sia Enrico Dalla Valle che Francesco Forti. Il 21enne ravennate (n. 430 Atp), in gara con una wild card, dopo aver messo in carniere uno scalpo eccellente come il bosniaco Mirza Basic (attualmente n.300 della classifica mondiale, ma lo scorso anno arrivato al 74° posto come best ranking), ha trovato semaforo rosso di fronte al francese Antoine Hoang (n.124 Atp), sesta testa di serie: 67(4) 63 63 il punteggio con cui ha ceduto Dalla Valle, reduce dal tour de force milanese (qualificazioni Next Gen italiane e poi Red Bull Finals).

Il 20enne di Cesenatico (n. 478 Atp)passato attraverso le qualificazioni, dopo il debutto positivo nel main draw con l’affermazione per 63 64 sul ceco Vaclav Safranek (n. 340 Atp), è stato sconfitto 62 63 dall’austriaco Sebastian Ofner (n.173 Atp), decimo favorito del seeding. 

Ortisei Challenger: Enrico Dalla Valle
Enrico Dalla Valle (foto Roland Strimmer)

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti