A1 femminile: Faenza vince a Torino nell’andata dei playout e vede la salvezza

Missione compiuta. Trascinata da una splendida Andrea Gamiz, la squadra del Tennis Club Faenza espugna per 3-1 il campo della Stampa Sporting Torino nell’andata dei playout di Serie A1 femminile. Ora alle ragazze di capitan Mirko Sangiorgi per ottenere la salvezza basterà un pareggio per 2-2 nel ritorno, in programma domenica prossima, 2 dicembre, a Faenza.

Molto bella e combattuta la partita fra le numero 1, con la venezuelana Andrea Gamiz che è riuscita a spuntarla su Camilla Rosatello per 7-5 2-6 6-3 nella sua miglior prestazione in maglia biancazzurra. Nella sfida fra le numero 2 Camilla Scala ha dato filo da torcere alla greca DespinaPapamichail, che però ha avuto la meglio per 6-1 7-6 (5). A portare avanti nel punteggio il Tennis Club Faenza ci ha pensato Alice Balducci, rientrante da un infortunio. La 32enne biancazzurra, che nel ruolo di numero 3 quest’anno non ha avuto rivali (6 vittorie e nessuna sconfitta nei singoli), si è imposta 6-2 7-5 su Federica Joe Gardella. La squadra romagnola è poi riuscita a portarsi a casa il risultato pieno grazie al doppio, dove Andrea Gamiz e Camilla Scala si sono confermate coppia affiatata e difficilmente scardinabile, prevalendo su Camilla Rosatello e Federica Joe Gardella con il punteggio di 7-6 (2) 6-3. 

La squadra del Tennis Club Faenza con il capitano Mirko Sangiorgi

«Sono molto soddisfatto, perché comunque era un incontro difficile – il commento di Carlo Zoli, presidente del Tennis Club Faenza Le ragazze hanno affrontato questa trasferta con la giusta mentalità. In particolare Gamiz ha vinto un bellissimo match nel singolo e si è confermata ad alti livelli nel doppio. Per l’incontro di ritorno a Faenza sono fiducioso. Credo che il punto di Balducci nel singolo e quello del doppio possano essere di nuovo alla portata, senza comunque rinunciare agli altri due singoli più difficili. Ad ogni modo, bisognerà scendere in campo con lo spirito di oggi. La salvezza piena dobbiamo ancora guadagnarla».

Tennis Club Faenza: sfuma sul filo di lana la promozione in serie B

 

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti