Come crescono gli allievi del Casale Tennis Club: ottimo esordio in Coppa delle Province per Greta Bighini e Davide Alaimo

Continuano ad arrivare ottime notizie per il settore giovanile del Casale Tennis Club. Dopo le convocazioni per gli allenamenti, è arrivata la chiamata ufficiale per la rappresentativa di Bologna impegnata nella Coppa delle Province per due promettenti allievi della scuola agonistica del Tc Casale, Greta Bighini e Davide Alaimo.

Ottimo esordio per loro e grande emozione per i tecnici che li hanno seguiti nella loro crescita, Yuri Mandia, Gianluca Bambi e Chiara Grementieri.

La formazione di Bologna nella Coppa delle Province

Intanto, sempre a livello giovanile, si registra una bella vittoria targata Casale nella tappa del Fit Junior Program categoria Super Green (anni 2008/09) in programma al Circolo Tennis Bologna. I ragazzi del Casale Tennis Club si sono classificati al 1º posto superando Crespellano, Castiglione della Pescaia e la squadra di casa. Kevin, Sofia, Pietro, Riky e Simone hanno lasciato per strada una sola partita sulle 8 disputate e si sono guadagnati così la qualificazione alla fase interprovinciale. Una grande soddisfazione per il capitano Gianluca Bambi che ha caricato, gestito e condotto i ragazzi alla vittoria. Per quanto riguarda la categoria Super Orange (anni 2012/13/14), proprio il Circolo di Casalfiumanese ospitava la tappa. Le contendenti erano la Bologna Tennis Academy, il Circolo Tennis Bologna, l’Emilia Tennis Academy. A spuntarla in una finale al cardiopalma è stata la Bologna Tennis Academy per 3-2 sul Ct Bologna.

I ragazzi di Casalfiumanese, capitanati dalla maestra Chiara Grementieri, hanno perso per 2-3 al doppio di spareggio l’accesso alla finalissima, ma Edoardo, Greta, Tommy e Alessandro hanno dato il massimo e sicuramente ci riproveranno.

La squadra del Casale Tennis Club nel Fit Junior Program
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti