Live Music Festival: Tullio De Piscopo special guest il 3 agosto

Tullio De Piscopo, uno dei più grandi batteristi e percussionisti a livello internazionale

Un grande della musica italiana (e non solo, visto che è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo) come ospite d’eccezione per celebrare in modo adeguato il decimo compleanno di un appuntamento che si è ormai ritagliato un suo importante spazio nel panorama degli eventi estivi. Sarà infatti Tullio De Piscopo lo ‘special guest’ del Live Music Festival a Villa Verucchio: l’edizione 2018 è in programma nella serata di venerdì 3 agosto, quando si riaccenderanno le luci sul grande palco di Piazza Europa.

Ancora una volta una ricca scaletta vedrà esibirsi artisti e talenti affermati ed emergenti (la conduzione quest’anno è affidata ad Elisabetta Gallina) regalando al pubblico, come già in passato, una vera e propria degustazione di suoni, il tutto rigorosamente live. Un viaggio musicale che partirà alle ore 21.30 per una serata ricca di emozioni e che toccherà le note dei più svariati stili: dal pop al jazz, dalla musica classica al rock. Un tripudio di luci e colori grazie ai numerosi artisti che saliranno sul palco del Live Music Festival: alcuni nomi noti come Cristina Di Pietro, stella di “The Voice of Italy”, che si esibirà come solista nella prima parte, così come Fatima Diallo, Giulio Garghentini e Stefania Martin, anche corista insieme a Valentina Cortesi e Serena Zaniboni. Ad accompagnarli il chitarrista Giulio Guerrini, Roberto Rizzi e Rodolfo Valdifiori al basso, Simone Migani e Max Rocchetta al piano – tastiere, con Michele Iaia e Paolo Clementi alla batteria. 

Protagonista della seconda parte dello show sarà invece Tullio De Piscopo, 72 anni compiuti il 24 febbraio, oltre cinquanta di carriera, senza dubbio uno dei più grandi percussionisti italiani, nell’occasione affiancato nella sua performance dalla Dino Gnassi Corporation.

De Piscopo è un personaggio trasversalmente unico della musica italiana. I suoi duetti con Billy Cobham, le collaborazioni con Quincy Jones, Astor Piazzolla, Chet Baker e i suoi celebri gruppi con Larry Nocella, Massimo Urbani e Sal Nistico, tra gli altri, lo lanciano di diritto nel Gotha della storia del jazz. Il grande successo commerciale lo ha raggiunto con hit come “Stop Bajon”, “Andamento lento”, “E allora e allora”, ma l’artista napoletano – grande amico di Pino Daniele – stringe le bacchette tra le mani, l’imprevedibilità è d’obbligo. Con lui sul palco, dunque, Dino Gnassi (trombone) e i musicisti della sua ormai affiatata band: Stefano Serafini (tromba), Alessandro Fariselli (sassofoni), Massimo Ferri (batteria), Stefano Casali (basso), Max Rocchetta (piano – tastiere) e Riccardo Bertozzini (chitarra).

Lo show è organizzato dalla Drums School sotto l’esperienza del suo storico insegnante, organizzatore e direttore artistico, Paolo Clementi, ingresso 10 euro (ridotto 7 euro), con patrocino del Comune di Verucchio.

Info: Paolo 347 2104100; Roberto 328 4111169.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti