Cerca
Close this search box.

Francesco Giorgetti: muro, bici, ma anche cucina della nonna in vista della A2 con il Tennis Viserba

Francesco Giorgetti fermato dal Coronavirus sul più bello di una stagione che prometteva molto. Chiaramente il 2.3 di Savignano portacolori del Tennis Viserba ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco, si è fermato come tutti, ma il suo appuntamento con il circuito è solo rimandato. Intanto si tiene in forma a casa, dove può contare su vasti spazi e soprattutto sul fondamentale “muro” che una volta c’era in tutti i circoli, poi eliminato a favore di altre strutture più moderne. Ma alzi la mano chi non ha cominciato con il muro?

Ora è uno strumento utilissimo per simulare il tennis vero, come conferma lo stesso Giorgetti: “Sì, gioco al muro, ma per tenermi in forma faccio anche tante altre cose, giro in bici attorno a casa, il mio vicino mi ha prestato una bicicletta da corsa molto bella e performante, che usavano i professionisti. Poi seguo il programma atletico che tutti i giorni ci gira il nostro preparatore al Tennis Viserba, Mirko Pasini. Non solo, aiuto mia nonna a fare da mangiare, chiaramente tutte cose romagnole”.

Francesco Giorgetti al muro

Dunque un Giorgetti super impegnato per tenersi in forma dopo un avvio di stagione molto positivo: “Non sono andato benissimo all’inizio, poi avevo ingranato nei tornei del circuito BNL, stavo giocando molto bene, sia a Firenze che ad Orvieto avevo espresso un ottimo tennis, in quest’ultimo torneo ero avanti 5-2 nel 3° con un match-point negli ottavi contro Giovanni Calvano. Del resto ero reduce da un buon lavoro quest’inverno, ero riuscito ad equilibrare lezioni ed allenamenti, facendo tutte e due, come istruttore di primo grado infatti do una mano al Ct Cicconetti e al Tennis Viserba”.

Adesso, con tante incognite sul futuro, si guarda avanti. “Quest’anno volevo fare qualche torneo Itf Men’s Future da 15.000 dollari in Italia e gli Open, in Romagna ma anche in altre zone, prima del grande appuntamento di ottobre, la serie A2 con il Tennis Viserba. La mia speranza è che durante l’estate si ricominci a fare qualcosa, per lo meno allenarsi – l’auspicio conclusivo di Giorgetti – poi vedremo come evolvono le cose”.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti