Giulia Gasparri e Ninny Valentini

Europei beach tennis: a Gasparri-Valentini il derby romagnolo con Cimatti-Nobile per l’oro

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

L’Italia del beach tennis si conferma una potenza a livello assoluto: ai Campionati Europei di Sofia – presenti 15 Paesi -, conquista l’oro nel doppio maschile l’oro e l’argento in quello femminile (con derby tricolore in finale) e il bronzo nel misto (anche in questo caso con testa a testa fra azzurri). Un bottino prestigioso, che vale il trofeo per nazioni, e parla ancora una volta in larga parte romagnolo, in questo caso soprattutto al femminile.

Nel torneo in rosa infatti è stato un autentico dominio romagnolo sui campi del Sofia Beach Resort, con un poker di atlete di casa nostra a contendersi il titolo continentale (senza dimenticare che l team tricolore è capitanato da Simona Bonadonna) rispettando fino in fondo il ruolo di coppie favorite. Giulia Gasparri e Ninny Valentini, n.1 del tabellone, hanno messo in fila al secondo turno le cipriote Horiceanu-Xenophontos (60 60), nei quarti le tedesche Biglmaier-Pelster, quinta testa di serie (61 63), e in semifinale le russe Churakova-Nikoian, n.3 del tabellone (62 76). In contemporanea nella metà inferiore del draw Nicole Nobile e Sofia Cimatti, seconda forza del torneo, hanno sconfitto all’esordio, nel secondo turno, le bulgare Karakusheva-Toneva (61 60), nei quarti le sammarinesi Marika Colonna-Alice Grandi per 61 76(6) e in semifinale il binomio francese Garnier-Jamais per 76(4) 64.

Dunque la finale ha visto ancora una volta le campionesse in carica lottare per l’oro, ma stavolta su due lati opposti della rete. E il testa a testa tutto italiano è stato appannaggio di Gasparri-Valentini, che si sono imposte per 62 62: la beacher di Mordano si aggiudica così la medaglia d’oro per la terza volta in quattro edizioni, Cimatti aggiunge un secondo argento alle sue due precedenti medaglie d’oro, mentre è stato un debutto perfetto per Valentini, capace di laurearsi campionessa alla sua prima apparizione alla rassegna continentale.

Nazionale italiana beach tennis Europei di Sofia
La Nazionale italiana di beach tennis a Sofia

In campo maschile a salire per la prima volta sul tetto d’Europa sono nel torneo maschile Doriano Beccaccioli e Mattia Spoto, quarta testa di serie. Dopo il 61 61 ai francesi Guegano-Wolff al secondo turno, i due azzurri nei quarti si sono imposti per 63 26 10-4 sui russi Gurev-Syrov, n.6 del seeding, in semifinale hanno lasciato appena quattro game (61 63) agli spagnoli Ramos Viera-Rodriguez Querol, primi favoriti del tabellone, per completare la loro cavalcata trionfale regolando 75 64 in finale, con un break per set, i francesi Nicolas Gianotti e Theo Irigaray, terza forza del torneo, che nei quarti avevano imposto l’alt agli altri azzurri Diego Bollettinari-Marco Faccini, quinta testa di serie. Un risultato che ha messo fine alle speranze di Irigaray di diventare il primo giocatore non italiano a vincere l’evento due volte.

Nel doppio misto a mettersi al collo la medaglia di bronzo sono Giulia Gasparri-Marco Faccini, n.3 del tabellone – fermati in semifinale per 76(3) 75 dai russi Churakova-Burmakin, prima testa di serie – lasciando appena un game (61 60) a Ninny Valentini-Diego Bollettinari, n.4 del seeding, a loro volta piegati con identico punteggio dagli spagnoli Fernandez Palos-Ramos Viera, secondi favoriti. E proprio la finale di questa competizione si è rivelata la partita del giorno, con i due iberici a reagire alle difficoltà iniziali finendo per prevalere sulla coppia russa per 36 63 10-4. Una vittoria che segna la prima medaglia d’oro ai Campionati Europei per la Spagna, assicurandole un secondo posto nel Trofeo delle Nazioni dietro l’Italia e davanti alla Russia.

Insomma, i due anni di stop forzato non hanno fatto perdere brillantezza ai beacher del Belpaese, tradizionalmente ai vertici della scena internazionale, e questo non fa che accrescere le aspettative in vista dei Mondiali, in programma da lunedì a Terracina.

La rassegna continentale nella capitale bulgara si era aperta nel migliore dei modi per l’Italia visto che la settimana scorsa gli azzurrini, guidati dal ct Michele Folegatti, hanno dettato legge a livello Under 18. Damiano Rosichini e Filippo Boscolo si sono laureati campioni d’Europa superando in finale, in un equilibratissimo derby tricolore, per 26 76(6) 10-2 Luca Andreolini-Nicolo Gasparri.

Nel misto il titolo è stato conquistato da Giulia Renzi e Damiano Rosichini imponendosi 63 64 sui russi Kudinova-Pavlov, che in semifinale hanno piegato di misura per 76(4) 36 10-6 Matilde Massai-Luca Andreolini, poi piazzatisi al quarto posto, mentre nella gara femminile si sono messe al collo la medaglia d’argento Giulia Renzi e Irene Mariotti, cedendo 63 64 alle russe Kosenkova-Semenova che nei quarti avevano già stoppato le altre azzurrine Elena Francesconi e Matilde Massai.

Europei di Sofia: Spagna, Italia e Russia sul podio del Trofeo delle Nazioni
Europei di Sofia: Spagna, Italia e Russia sul podio del Trofeo delle Nazioni
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti