Junior Wheelchair Tennis Trophy a Massa Lombarda

Una bella giornata di Sport con la S maiuscola, di quelle che non si dimenticano, il modo migliore insomma per lasciarsi alle spalle mesi difficili che hanno segnato il nostro Paese ma non solo. E’ quella che hanno vissuto i partecipanti (ma anche tutti i presenti) alla tappa dello Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving, ospitata sabato 4 luglio dal Circolo Tennis Massa Lombarda. Sono stati dunque i campi in sintetico dell’Oremplast Tennis Arena ad accogliere il secondo dei 4 stage/torneo del circuito nazionale riservato ai nati dal 2004 al 2011. L’iniziativa, che affianca quella che da anni è considerata la più grande manifestazione tennistica di promozione giovanile, il “Tennis Trophy FIT“, progetto nato in Italia nel 2006 da un’idea dell’ex tennista Rita Grande, è dunque ripartita dopo lo stop forzato per l’emergenza sanitaria determinata dal coronavirus.

Proprio a causa del lockdown gli organizzatori hanno dovuto rivedere il calendario iniziale della seconda edizione della manifestazione itinerante, patrocinata dal Comitato Italiano Paraolimpico e dalla Federazione Italiana Tennis: dopo il via a metà febbraio al Gruppo Sportivo Ricreativo Ferrero di Alba e l’approdo in Romagna, il tour riservato ai giovani tennisti in carrozzina proseguirà con gli appuntamenti in programma il 18 e 19 luglio a Napoli (Accademia del Tennis) e il 1° agosto a Cremona (Canottieri Baldesio), per culminare poi nel Master Finale a Roma il 25 e 26 agosto.

VIDEO JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

VIDEO 2 JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

VIDEO 3 JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

Nell’occasione erano presenti il sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, il vice sindaco Carolina Ghiselli (deleghe: politiche sociali, abitative, educative e pari opportunità) e l’assessore alle politiche culturali e giovanili Elisa Fiori, insieme con il “padrone di casa” Oreste Pagani, fondatore dell’azienda che dà il nome all’impianto, inaugurato nel novembre 2018 in occasione degli incontri casalinghi di serie A1, ancora una volta oggetto di complimenti da parte di tutti, a cominciare da Giancarlo Bonasia, referente nazionale FIT Wheelchair, Matteo Versari, tecnico fiduciario regionale Emilia Romagna per il wheelchair, e Vincenzo Morgante, a sua volta fiduciario regionale Friuli Venezia Giulia per il wheelchair, che ha accompagnato alcuni ragazzi.

I partecipanti under provenivano dalle provincie di Pordenone, Udine, Brescia e Pescara, ai quali si sono aggiunti alcuni adulti che praticano il tennis in carrozzina e cinque giovani allievi dell’agonistica locale a disposizione per palleggiare.

Siamo davvero orgogliosi per aver ospitato nella nostra città una giornata di sport come questa nel segno dell’inclusione – commenta con soddisfazione Fulvio Campomori, presidente del Circolo Tennis Massa Lombarda – dopo esserci messi alla prova nel novembre scorso, quando organizzammo sempre all’Oremplast Tennis Arena la prima delle tre tappe del circuito regionale ‘Wheelchair Tennis’. Ho percepito tanta emozione e partecipazione nel discorso di benvenuto del sindaco, parole che sono arrivate alle persone presenti, ai genitori e agli educatori, non a caso sottolineate da un caloroso applauso che il nostro primo cittadino ha girato ai ragazzi dicendo “questo applauso è per voi”. Da parte mia è doveroso un ringraziamento particolare a Massimo Albertazzi, che ha seguito di persona i vari aspetti logistico-organizzativi dell’evento, in costante contatto con l’organizzazione del circuito e in particolare Rita Grande, oltre che con gli altri maestri e fiduciari. Ha insomma dimostrato in maniera concreta il nuovo spirito che vorremmo si facesse largo all’interno del nostro consiglio direttivo, in fase di rinnovo, dove ogni membro in autonomia porti avanti le attività che gli vengono affidate”.

Il fatto che il circuito Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving sia riuscito a ripartire in tempi rapidi dopo la situazione problematica che abbiamo dovuto affrontare e la recente riapertura delle attività sportive è sicuramente importante – aggiunge proprio Massimo Albertazzi, vice presidente dell’Under Tennis Massa Lombarda e ci gratifica che lo abbia potuto fare proprio nel nostro circolo, con l’unica tappa prevista in Emilia Romagna. Abbiamo offerto ai ragazzi il pernottamento e il pranzo di sabato, proprio perché lo sport per tutti è sempre stata una delle direttrici nel portare avanti la nostra attività. Personalmente, e penso di interpretare anche il pensiero di tutte le persone coinvolte a vario titolo in questa iniziativa, è stata un’esperienza densa di valori positivi, che mi ha arricchito. E credo proprio che ci impegneremo per proseguire su questa direzione anche in futuro”.

Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving

Lo Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving, dopo quattro mesi di stop forzato, riparte proprio dal Circolo Tennis Massa Lombarda. Saranno infatti i campi in sintetico dell’Oremplast Tennis Arena ad accogliere sabato 4 luglio la seconda tappa del circuito nazionale riservato ai nati dal 2004 al 2011 e caratterizzato da 4 stage/torneo dopo che l’emergenza sanitaria causata dal coronavirus ha costretto gli organizzatori a rivedere il calendario iniziale.

La seconda edizione della manifestazione itinerante, patrocinata dal Comitato Italiano Paraolimpico e dalla Federazione Italiana Tennis (iscrizioni inviando una mail a tenniscarrozzina@federtennis.it ), partita a metà febbraio sui campi del Gruppo Sportivo Ricreativo Ferrero di Alba, proseguirà con gli appuntamenti in programma il 18 e 19 luglio a Napoli (Accademia del Tennis) e il 1° agosto a Cremona (Canottieri Baldesio), per culminare poi nel Master Finale a Roma il 25 e 26 agosto, al quale parteciperanno i vincitori e i finalisti delle tappe.

unior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving 2020'

La locandina aggiornata dello ‘Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving 2020’

Il Circolo Tennis Massa Lombarda si appresta dunque a vivere un’altra bella giornata di sport nel segno dell’inclusione, dopo quella del 10 novembre scorso, quando sempre l’Oremplast Tennis Arena, struttura coperta inaugurata nell’autunno 2018 in occasione degli incontri casalinghi di serie A1 del club romagnolo, ospitò la prima delle tre tappe del circuito regionale ‘Wheelchair Tennis’, iniziativa di tennis in carrozzina realizzata dal Comitato Emilia Romagna della FIT, con a sorpresa una madrina d’eccezione come Sara Errani.

E’ per noi motivo di orgoglio essere sede di una delle tappe di questo prestigioso circuito, l’unica in Emilia Romagna, avendo colto al volo insieme al presidente del circolo, Fulvio Campomori, l’opportunità che si è presentata nel momento in cui i promotori nazionali dell’iniziativa hanno dovuto ridisegnare il circuito – commenta con legittima soddisfazione Massimo Albertazzi, vice presidente dell’Under Tennis Massa Lombarda, associazione sportiva che come dice il nome segue direttamente l’attività giovanile – e hanno espresso entusiasmo per un impianto all’avanguardia come il nostro, idoneo ad accogliere eventi di rilievo. Abbiamo già adesioni di ragazzi dal Friuli e dall’Abruzzo, ai quali offriremo il pernottamento e poi il pranzo di sabato, a conclusione della parte sui campi che prende il via alle ore 9. Inoltre metteremo a disposizione cinque giovani giocatori del nostro circolo per palleggiare con i protagonisti dello Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving, convinti che in primo luogo per loro si tratti di un’esperienza ricca di valori positivi. Anche perché lo sport per tutti è sempre stata una delle direttrici che come dirigenti abbiamo perseguito nel portare avanti la nostra attività. E colgo l’occasione per invitare tutti, autorità e semplici appassionati, a vivere insieme a noi questo bel momento”.

Esterno dell'Oremplast Tennis Arena con famiglia Pagani

I membri della famiglia Pagani e gli amministratori comunali di Massa Lombarda inaugurano il totem di intitolazione della Oremplast Tennis Arena

Il settore Junior Wheelchair è in grande espansione e dopo il successo di partecipazione e interesse ottenuto nelle 4 tappe del 2019 il numero dei giocatori è triplicato rispetto all’anno precedente. A tal proposito nel 2020 la Federazione Italiana Tennis ha programmato una serie di iniziative e interventi, tra cui l’istituzione di una classifica italiana riservata ai giovani tennisti in carrozzina.
La Ferrero, attraverso il progetto di responsabilità sociale “Kinder Joy of Moving“, ha fortemente ispirato la nascita di questa iniziativa, che affianca quella che da anni è considerata la più grande manifestazione tennistica di promozione giovanile, il “Tennis Trophy FIT“, progetto nato in Italia nel 2006 da un’idea dell’ex tennista Rita Grande: non a caso, l’azienda piemontese per la seconda edizione ha voluto che partisse da Alba dando supporto organizzativo e mettendo a disposizione le strutture del Gruppo Ricreativo Sportivo Ferrero, emanazione della Fondazione Ferrero, coi suoi 5mila tesserati una delle realtà sportive aziendali più grandi in Italia. Kinder Joy of Moving è peraltro partner del Comitato Italiano Paralimpico in numerosi progetti di promozione sportiva scolastica.

Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving

Una fase dello ‘Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving’

 

Alessandra Mazzola (Tennis Viserba)

Romagnoli in massa al via nel classico torneo nazionale Open del Circolo Cittadino di Jesi (4.000 euro di montepremi), che scatta il 2 luglio. Quantità, ma anche qualità da parte dei nostri giocatori nel torneo marchigiano.

Nel femminile scenderanno infatti in campo Alessandra Mazzola (2.4) e Beatrice Letizia (2.7), entrambe portacolori del Tennis Viserba, la ravennate Emma Valletta (2.4) e Andrea Maria Artimedi, giovane promessa (2.4) della Galimberti Tennis Academy.

Federico Bertuccioli (San Marino Tennis Academy)

Federico Bertuccioli (Galimberti Tennis Academy)

Nel maschile iscritti, tra gli altri, Francesco Giorgetti (2.3), Manuel Mazza (2.3) ed Alessandro Canini (2.4) del Tennis Viserba, Luciano Taddeo Darderi (2.3 del Ct Massa Lombarda), il giovane forlivese Jacopo Bilardo (2.6), Jacopo Antonelli (3.1 del Tc Riccione), Federico Bertuccioli, 2.3, e Ivan La Cava, 2.5, entrambi allievi della Galimberti Tennis Academy, e ancora il 2.4 Alessio De Bernardis (Ct Massa Lombarda), il 2.5 Andrea Rondoni (Ct Cesena), il 2.5 Nicola Filippi (Forum Forlì) e il 2.7 Mattia Ricci, giovane allievo della Pro Tennis School di Rivazzurra.

Francesco Giorgetti

Francesco Giorgetti in allungo

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Il Park Tennis Club Genova degli azzurri di Coppa Davis Gianluca Mager e Simone Bolelli (per citare solo due nomi), i vice campioni d’Italia del Tennis e Vela Messina e un club storico come il Parioli Roma. Ecco le avversarie del Circolo Tennis Massa Lombarda nel girone 2 del campionato di serie A1 maschile. La Federazione ha infatti ufficializzato la composizione dei quattro gironi in cui sono suddivise le 16 compagini partecipanti e il calendario della prima fase del massimo campionato, che prenderà il via domenica 5 luglio, anticipato di oltre tre mesi rispetto alle date previste inizialmente e con format modificato (sola andata) a causa dell’emergenza coronavirus.

Ancora una volta, dunque, deve fare i conti con un gruppo assai impegnativo la formazione romagnola, alla quinta partecipazione consecutiva in questa competizione di vertice, dopo essersi garantita nei primi due anni la permanenza in categoria direttamente senza dover passare dagli spareggi, play-out a cui ha fatto invece ricorso nel 2018 e nella passata edizione. L’avventura del team capitanato da Michele Montalbini scatterà in trasferta, domenica 5 luglio (in questo caso fissato alle ore 10 l’inizio degli incontri, 4 singoli e 2 doppi), sui campi del Tennis Club Parioli Roma, in assoluto uno dei circoli più antichi d’Italia (fondato nel 1906). Il circolo capitolino, vincitore del Trofeo Fit negli ultimi nove anni consecutivi, ha iscritto come stranieri il russo Roman Safiullin (1.19), il serbo Miljan Zekic (2.1) e il croato Ante Pavic, ad affiancare Matteo Fago (2.1), lo junior azzurro Flavio Cobolli (2.2), i fratelli Francesco e Andrea Bessire (entrambi 2.4), oltre ad altri ‘vivaio’ come Gianni Biagianti (2.5), Teo Masera (2.6), Gianmarco Gandolfi, Lorenzo Bielli, Gabriele Vulpitta e Andrea Piergentili (tutti 2.7).

Sette giorni dopo, domenica 12 luglio, l’unico impegno casalingo nel girone per il team targato Oremplast – la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – che ritrova da avversario il Park Tennis Club Genova, dopo le due sfide dell’autunno scorso, vincitore dello scudetto 2016 e che non fa mistero delle proprie ambizioni con una rosa di primissimo ordine: lo spagnolo Pablo Andujar, numero 54 della classifica mondiale, Gianluca Mager, in questa stagione capace di raggiungere la finale nel torneo ATP 500 di Rio de Janeiro balzando al numero 70 Atp, con tanto di esordio in Davis a Cagliari contro la Corea del Sud, Alessandro Giannessi (1.13), il talento emergente Lorenzo Musetti, 18enne di Carrara trionfatore agli Australian Open junior 2019, l’altro davisman azzurro Simone Bolelli, oltre a vari seconda categoria, tra cui Luigi Sorrentino (2.2), Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto (2.3).

La squadra romagnola chiuderà il girone domenica 19 luglio con la trasferta siciliana al Circolo Tennis e Vela Messina, grande rivelazione dell’ultimo campionato sino a sfiorare il titolo, cedendo al doppio di spareggio al Selva Alta Vigevano: accanto alla punta di diamante Salvatore Caruso (n.100 Atp) figurano in organico lo spagnolo Bernabè Zapata Miralles, l’olandese Botic van de Zandschulp e l’argentino Marco Trungelliti, poi l’esperto Gianluca Naso (2.2), i giovani fratelli Fausto e Giorgio Tabacco (2.3 e 2.4), Domenico Cutuli (2.3) e Gabriele Bombara (2.4).

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo acceda ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 luglio e 2 agosto, poi finale in sede e data da definire), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte disputano i play-out per la salvezza (anche in questo caso 26 luglio e 2 agosto). 

Francesco Forti

Francesco Forti (foto FIT/Giampiero Sposito)

Il Circolo Tennis Massa Lombarda avrà una formazione ancora più all’insegna della linea verde rispetto al passato, quando già i giovani trovavano ampio spazio. Al gruppo tutto tricolore capace nell’autunno scorso di conquistare una salvezza da applausi si aggiungono infatti Francesco Forti, ragazzo di Cesenatico che fa base al Centro Federale di Tirrenia (spegnerà 21 candeline il 26 luglio, numero 446 del ranking Atp), e l’under 18 Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione, che a inizio anno ha centrato tre successi di fila nel circuito ITF Junior Tour (nei Grade 1 di Cuenca,in  Ecuador, Asunciòn in Paraguay e sulla terra brasiliana di Porto Alegre) così da entrare tra i Top 20 del ranking di categoria, proprio in questi giorni protagonista ai Campionati Italiani Assoluti a Todi.

Nel rinnovare la propria sfida ai grossi calibri del tennis nazionale il capitano Michele Montalbini potrà contare ancora sui ‘vivaio’ Julian Ocleppo (classe 1997, numero 310 del ranking Atp), Samuele Ramazzotti (2.1, classe 1999), lo junior azzurro Lorenzo Rottoli (2.3, classe 2002), Alessio De Bernardis (2.4, nato nel 2000) e i 16enni Marco Cinotti (2.5) e Jacopo Bilardo (2.6), sui quali il Circolo Tennis Massa Lombarda punta molto anche per il campionato under 16 a squadre, e su Riccardo Perin (classe 2000, 2.4), tornato in campo dopo la convalescenza post incidente stradale dello scorso campionato. Iscritti anche un paio di stranieri: il 22enne slovacco Alex Molcan, numero 292 della classifica mondiale, e lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez, 24enne di Madrid attualmente numero 362 del ranking Atp.
Completano l’elenco degli atleti inseriti in rosa (16 in totale) il 2.5 Ronny Capra, Pier Paolo Campoli (2.7), Luca De Giovanni (3.2), Francesco Fabbri (3.3, classe 2003) e Nicola Gualanduzzi, che fungerà anche da vice capitano.

L’obiettivo per noi rimane quello degli anni passati, vale a dire mantenere un posto nella massima serie – spiega il presidente Fulvio Campomori – Il girone è di quelli che si definiscono di ferro, anche se tutti sono impegnativi per una piccola realtà di provincia come la nostra chiamata a misurarsi con delle corazzate in un campionato di vertice come questo. Abbiamo un gruppo di ragazzi davvero giovane, probabilmente come età media la più bassa dell’intero campionato, che ha ampi margini di miglioramento. Siamo pienamente consapevoli che sarà durissima raggiungere la salvezza, ma confidiamo sull’affiatamento e la compattezza fra di loro per mettere a segno un’altra impresa”.

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Oreste Pagani (Oremplast), Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda, il capitano Michele Montalbini e il sindaco Daniele Bassi

 

 

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Sempre di più largo ai giovani. Ecco il leit motiv con cui il Circolo Tennis Massa Lombarda si appresta ad affrontare la quinta avventura consecutiva in serie A1 maschile, anticipata di oltre tre mesi rispetto alle date inizialmente indicate per via degli sconvolgimenti provocati nel mondo dello sport dall’emergenza coronavirus. Nonostante le indubbie difficoltà derivanti dal lungo periodo di lockdown, nei termini previsti dalla Federazione (il 22 giugno) infatti la dirigenza del club romagnolo ha provveduto a confermare la propria iscrizione al massimo campionato, al via domenica 5 luglio con la fase a gironi di sola andata (ancora da compilare dall’ufficio organizzativo FIT), con un organico ancora più all’insegna della linea verde rispetto al passato, quando già i giovani trovavano ampio spazio.
Dunque al gruppo tutto tricolore capace nell’autunno scorso di conquistare una salvezza da applausi si aggiungono due delle nuove leve più promettenti del panorama nazionale, oltre a un paio di tennisti stranieri di buona caratura e comunque non avanti con gli anni.

Nel rinnovare la propria sfida come Davide ai vari Golia dell’elite del tennis nazionale il capitano Michele Montalbini potrà contare ancora sui cosiddetti ‘vivaio’ Julian Ocleppo (classe 1997, numero 310 del ranking Atp), Samuele Ramazzotti (2.1, classe 1999), lo junior azzurro Lorenzo Rottoli (2.3, classe 2002), Alessio De Bernardis (2.4, nato nel 2000) e i 16enni Marco Cinotti (2.5) e Jacopo Bilardo (2.6), sui quali il Circolo Tennis Massa Lombarda punta molto anche per il campionato under 16 a squadre, e su Riccardo Perin (classe 2000, 2.4), tornato in campo dopo la convalescenza post incidente stradale durante lo scorso campionato.

Francesco Forti

Francesco Forti colpisce di diritto (foto FIT/Giampiero Sposito)

A questi si aggiungono innesti doc quali Francesco Forti, 20enne di Cesenatico (spegnerà 21 candeline il 26 luglio, numero 446 della classifica mondiale) che fa base al Centro Federale di Tirrenia, e l’under 18 Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione, che a inizio anno ha centrato tre successi di fila nel circuito ITF Junior Tour (nei Grade 1 di Cuenca,in  Ecuador, Asunciòn in Paraguay e sulla terra brasiliana di Porto Alegre) così da entrare tra i Top 20 del ranking di categoria, proprio in questi giorni protagonista ai Campionati Italiani Assoluti a Todi.

Tra le new entry del team targato Oremplast – la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – anche un paio di stranieri: il 22enne slovacco Alex Molcan, numero 292 della classifica mondiale, e lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez, 24enne di Madrid attualmente numero 362 del ranking Atp.
Non avendo più rapporti diretti con il cinese Zhizhen Zhang, tuttora tesserato con noi, grazie ai buoni uffici di Julian Ocleppo abbiamo raggiunto un accordo con questi due professionisti anche se dovremo valutare il loro impiego alla luce di quelle che sono le misure previste per contrastare il contagio da coronavirus spiega il presidente Fulvio CampomoriVa avanti il nostro progetto di fare affidamento sulla linea verde e l’obiettivo è ovviamente la permanenza in categoria, anche se siamo pienamente consapevoli che in un campionato di vertice come la A1 maschile sarà durissimo raggiungerlo. E’ un gruppo di ragazzi davvero giovane, probabilmente come età media la più bassa dell’intero campionato, che ha ancora margini di miglioramento. E’ bello vedere come siano uniti fra loro e restino in contatto tutto l’anno, grazie anche a Nicola Gualanduzzi, il vice capitano, che con l’ausilio dei social tiene un po’ le fila dei nostri giocatori. La passione e l’attaccamento che dimostrano nei confronti del CT Massa Lombarda è per noi dirigenti motivo di soddisfazione e ci ripaga dei sacrifici compiuti, diventando un ulteriore stimolo”.

Completano l’elenco degli atleti inseriti in rosa (16 in totale), oltre al già citato Nicola Gualanduzzi, il 2.5 Ronny Capra, Pier Paolo Campoli (2.7), Luca De Giovanni (3.2), Francesco Fabbri (3.3, classe 2003).

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Oreste Pagani (Oremplast), Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda, il capitano Michele Montalbini e il sindaco Daniele Bassi

Tennis Viserba festa promozione A2

Meno di un mese e scoccherà l’ora dei campionati nazionali a squadre di serie A1, A2 e B di tennis, per la prima volta anticipati al periodo estivo. Scatteranno infatti domenica 5 luglio le competizioni, con la fase a gironi con incontri di sola andata (12 e 19 luglio le altre due giornate), per proseguire poi con semifinali play-off e spareggi play-out il 26 luglio e 3 agosto, mentre nella bozza di regolamento inviata dall’ufficio organizzativo ai comitati regionali della FIT rimane da definire data e sede delle finali scudetto (molto probabilmente una scelta legata anche a quel che avverrà per il circuito professionistico internazionale e alle decisioni del governo italiano per quel che concerne eventi e manifestazioni sportive).

Il termine per i circoli per confermare o meno la loro iscrizione è il 22 giugno: tenendo conto dell’eccezionalità della situazione determinata dall’emergenza Coronavirus il documento prevede esplicitamente che chi dovesse rinunciare entro quella data verrebbe retrocesso di una categoria, mentre eventuali forfait nel corso del campionato comporterebbero la ripartenza dalla serie D.

Ad ufficializzare la notizia dell’anticipo in estate dei campionati nazionali a squadre, che solitamente si svolgono in autunno, da inizio ottobre a dicembre, dopo la decisione del Consiglio Federale, era stato il presidente Angelo Binaghi nel corso di un’intervista a SuperTennis, senza comunque entrare nei dettagli.

 
Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda col capitano Michele Montalbini e presidente Fulvio Campomori (foto V. Cocchi)

Ora non rimane che attendere un paio di settimane per vedere quali circoli saranno in grado di schierare le loro formazioni. Vale la pena ricordare che sulla base della graduatoria degli affiliati per il 2020, alla serie A1 maschile hanno diritto di partecipare – salvo conferma dell’iscrizione – per quel che riguarda l’Emilia Romagna Circolo Tennis Massa Lombarda e Sporting Club Sassuolo, con Tennis Club Viserba Rimini (promosso l’estate scorsa), Circolo Tennis Bologna e Circolo del Castellazzo Parma nella griglia della A2 maschile (vi fa parte anche la CoopesaroTennis), mentre in serie B figurano Circolo Tennis Reggio Emilia, Tennis Modena, Circolo Tennis Albinea e il team B dello Sporting Club Sassuolo (promosso lo scorso anno dalla C).

Sul fronte femminile dopo la rinuncia del Tennis Club Faenza (iscritto alla serie C) non ci sono squadre emiliano-romagnole in A1, mentre in serie A2 è presente il Circolo Tennis Bologna e in serie B figurano Circolo Tennis Marino Casalboni Santarcangelo, Sporting Club Sassuolo e Circolo del Castellazzo Parma (oltre alla CoopesaroTennis). 

Il conto alla rovescia per la lunga estate calda del tennis italiano è partito.

Le ragazze della squadra di serie B del Ct Casalboni con i tecnici

Le ragazze della squadra di serie B del Ct Casalboni con i tecnici

Serie A1: la squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda

Una lunga estate calda attende il tennis italiano. Il consiglio nazionale della Federazione Italiana Tennis ha infatti deciso di anticipare i campionati nazionali a squadre di serie A1, A2 e B nel periodo estivo (date probabili per l’inizio il 28 giugno o il 5 luglio, con scadenza per iscrizioni a metà giugno). La notizia circola già da un po’ nell’ambiente e ha trovato riscontro nelle parole del presidente Angelo Binaghi, nel corso di un’intervista a SuperTennis, senza per il momento ufficializzare date o ulteriori dettagli.

Qualcosa di più è emerso invece nelle parole del presidente del comitato regionale pugliese Fit, Francesco Mantegazza, intervistato da un sito di informazione locale: “Ai circoli verrà inviata una comunicazione ufficiale per procedere ad una nuova iscrizione. In base ai circoli che aderiranno verrà disegnato un calendario. L’intenzione è quella di far disputare i campionati in sole sei settimane per renderli più snelli per via del caldo afoso”.

Ma non è tutto. La federazione mira infatti allo svolgimento delle competizioni aperte al pubblico, come ha lasciato intendere lo stesso Binaghi. “Non c’è volontà da parte di nessuno di far svolgere manifestazioni tennistiche a porte chiuse – conferma Mantegazza -. L’obiettivo è quello di giocare a porte aperte, ma con ogni probabilità si potrà assistere alla gare in maniera contingentata”.
Solitamente i campionati nazionali a squadre si svolgono in autunno, da inizio ottobre a dicembre, ma a causa dell’emergenza sanitaria sono stati anticipati. “Vogliamo dare la possibilità ai giocatori di punta di riprendere la mano e il ritmo gara. Inoltre, negli anni scorsi i tennisti più forti del circuito non avevano l’occasione di gareggiare a questi campionati perché erano impegnati nei tornei Master tra ottobre e dicembre”, aggiunge Mantegazza.

La squadra del Tennis Viserba promossa in serie A2

La squadra del Tennis Viserba promossa in serie A2

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte della Federazione, da quel che trapela l’idea per il format è quella di gironi da 4 squadre con incontri di sola andata, puntando a completare il campionato in sei settimane. Resta da vedere quanti circoli saranno in grado di affrontare tale competizione visto che la quarantena obbligata per l’emergenza coronavirus ha causato gravi perdite per tutti dal punto di vista economico (a quanto pare gli affiliati che non si iscrivono verrebbero retrocessi di una categoria e non in serie D). “Siamo perfettamente consapevoli dei danni causati dal Covid-19, ma noi speriamo che tutti i circoli possano sostenere una nuova iscrizione. Comprendiamo queste problematiche perché purtroppo sono reali, ma mi permetto di suggerire ai circoli di iscriversi per dare spazio a tennisti più giovani e meno esperti. Sarebbe una grande occasione – conclude Mantegazza – per far crescere nuovi talenti nell’ambito di campionati molto importanti”.

Sulla base della graduatoria degli affiliati per il 2020, al massimo campionato maschile hanno diritto di partecipare – salvo conferma dell’iscrizione – per quel che riguarda l’Emilia Romagna Circolo Tennis Massa Lombarda e Sporting Club Sassuolo, con Tennis Club Viserba Rimini (promosso l’estate scorsa), Circolo Tennis Bologna e Circolo del Castellazzo Parma nella griglia della A2 maschile (vi fa parte anche la CoopesaroTennis), mentre in serie B figurano Circolo Tennis Reggio Emilia, Tennis Modena, Circolo Tennis Albinea e il team B dello Sporting Club Sassuolo (promosso lo scorso anno dalla C).

Sul fronte femminile dopo la rinuncia del Tennis Club Faenza (iscritto alla serie C) non ci sono squadre emiliano-romagnole in A1, mentre in serie A2 è presente il Circolo Tennis Bologna e in serie B figurano Circolo Tennis Marino Casalboni Santarcangelo, Sporting Club Sassuolo e Circolo del Castellazzo Parma (oltre alla CoopesaroTennis). 

Le ragazze della squadra di serie B del Ct Casalboni con i tecnici

Le ragazze della squadra di serie B del Ct Casalboni con i tecnici

‘Il divertimento lo decidi tu!!!’. Ecco il motto che caratterizza, sintetizzandone lo spirito, il centro estivo denominato “Sport Games”, organizzato negli spazi del Circolo Tennis Massa Lombarda dall’associazione Under Tennis, sodalizio che come dice il nome concentra la sua attività proprio sui giovani.

Un’iniziativa che – nel solco del successo ottenuto nelle precedenti edizioni – parte appena concluso l’anno scolastico, per l’esattezza lunedì 10 giugno, e si protrae per tre mesi (fino all’11 settembre), con appena quindici giorni di pausa a cavallo di Ferragosto, per complessivi dodici turni settimanali. 
Insomma, per bambini e ragazzi vacanze all’aria aperta, con attività sportiva, giochi e animazione (in tutte le sue forme, che possono essere svolte con qualsiasi condizione climatica grazie alle strutture coperte presenti nell’impianto) nel giardino e negli spazi del circolo tennis, seguiti da uno staff composto da istruttori qualificati sotto la responsabilità del maestro Andrea Bellosi. Il tutto – è bene ricordarlo – nel pieno rispetto dei protocolli sanitari previsti dal DPCM 17 maggio 20.
Così tutte le attrezzature del circolo in via Fornace di Sopra saranno messe a disposizione dei partecipanti al centro ricreativo estivo, che possono cimentarsi in tennis, beach tennis, beach volley, ping pong, calcetto, minibasket, padel, sia con tornei individuali che gare a squadre.

Sono previste quote settimanali (con facilitazioni per fratelli o per chi ha frequentato corsi di tennis invernali) o anche giornaliere.

Per informazioni e iscrizioni (termine venerdì 5 giugno) rivolgersi al Circolo Tennis Massa Lombarda (via Fornace di Sopra 1/A, tel. 0545 83599 o 348 3542929).

Gli agonisti del Circolo Tennis Massa Lombarda, di nuovo in campo, nel rispetto delle misure di sicurezza

E’ stata una giornata importante, quella di martedì 12 maggio, per il Circolo Tennis Massa Lombarda. A mezzogiorno ha infatti riaperto le sue porte e quindi anche i campi il club di via Fornace di Sopra, ritornando operativo dopo il lockdown dettato dall’emergenza coronavirus. Una ripartenza avvenuta qualche giorno dopo l’ordinanza della Regione Emilia Romagna proprio per garantire il pieno rispetto delle norme di sicurezza indicate dai protocolli e dai regolamenti igienico-sanitari come forma di prevenzione contro l’infezione da Covid-19. 

Circolo Tennis Massa Lombarda: i maestri Andrea Bellosi e Ronny Capra

I maestri Andrea Bellosi e Ronny Capra tornano all’attività sui campi del Circolo Tennis Massa Lombarda

E’ stato un periodo difficile ma oggi siamo tornati in campo. Pronti a giocare in massima sicurezza, senza dimenticarci che “ognuno protegge tutti, sempre e comunque”, il messaggio postato sulla pagina Facebook del CT Massa Lombarda, con le immagini dei maestri Andrea Bellosi e Ronnj Capra in campo, come pure di agonisti e altri soci che sono tornati, con soddisfazione, a praticare lo sport che amano.

Sempre con il sorriso“, come sottolinea a sua volta sui social il presidente Fulvio Campomori, aggiungendo anche tre braccia muscolose piegate in segno di forza.

Il sorriso dei soci del Circolo Tennis Massa Lombarda, di nuovo in campo

Il sorriso dei soci del Circolo Tennis Massa Lombarda, di nuovo in campo

Ecco il post con cui il Consiglio Direttivo ricorda tutte le modalità di accesso e fruizione al servizio:

 

Una ripartenza che coinvolge anche gli appassionati di padel (anche se per il momento si può giocare solo uno contro uno) e di beach tennis, discipline che è possibile praticare al Circolo Tennis Massa Lombarda, ormai da tempo diventato punto di riferimento per la Bassa Romagna.

Al Circolo Tennis Massa Lombarda si torna in campo anche nel padel, rispettando le misure anti-Covid 19

Al Circolo Tennis Massa Lombarda si torna in campo anche nel padel, rispettando le misure anti-Covid 19

Riapre le porte dopo il lockdown il Circolo Tennis Massa Lombarda, nel rispetto delle misure di sicurezza

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Il Trofeo Oremplast, torneo con formula Rodeo weekend concluso domenica 8 marzo, è stato uno degli ultimi appuntamenti agonistici disputati prima dello stop all’attività sportiva deciso per Decreto per contrastare il diffondersi del contagio da Coronavirus. Da allora anche il Circolo Tennis Massa Lombarda ha dovuto chiudere i suoi cancelli in attesa che venga superata l’emergenza sanitaria e si possa riprendere i contatti sociali e una vita quotidiana più normale.

CAMPOMORI: “LO STOP ALL’ATTIVITA’ CI HA FRENATO SUL PIÙ BELLO” – “L’attività del circolo è ferma come per tutte le altre società sportive e lo stop forzato ci ha costretto ad interrompere il torneo sociale che sarebbe dovuto terminare a Pasqua e una serie di iniziative amatoriali per i soci anche nel settore padel che erano previste per il mese di marzo – spiega il presidente Fulvio CampomoriPer quanto concerne gli allievi dell’agonistica il maestro Ronnj Capra si tiene in contatto con i ragazzi e invia loro dei video con esercizi di preparazione atletica. Avevamo approfittato dell’interruzione delle attività per alcuni interventi di restyling alle strutture, a cominciare dall’imbiancatura degli spogliatoi e altri lavoretti e dalla sanificazione degli ambienti ad opera di una ditta specializzata, ma l’ulteriore restrizione delle misure ha impedito che venissero completati. Appena sarà possibile li ultimeremo perché vogliamo farci trovare pronti, con il circolo tutto in ordine, in vista del momento in cui si potrà riaprire, anche e soprattutto per mandare un segnale ai nostri soci. Prima dello stop completo eravamo riusciti a togliere i palloni dai campi in modo da poter ripartire con l’attività all’aperto. Oltre all’incertezza legata al non sapere quando e come si ripartirà, credo che ci sia una grande incognita in prospettiva: sicuramente la gente sarà scossa dalla situazione che stiamo vivendo, con strascichi psicologici che si ripercuoteranno anche nel modo di approcciarsi al tennis e allo sport in generale”.

Trofeo Oremplast: la premiazione di Vianello e Brunetti a Massa Lombarda

I finalisti del Trofeo Oremplast 2019 premiati dal sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, Giancarlo Pagani (direttore commerciale Oremplast) e Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda (foto Valter Cocchi)

“AL LAVORO PER CENTRO ESTIVO, CAMPIONATI A SQUADRE E TORNEO OPEN” – Di sicuro il Covid-19 con tutto quel che ha comportato ha avuto effetti significativi sull’articolato quadro di iniziative messe in calendario dal sodalizio della Bassa Romagna. Ad esempio è stata rimandata a data da destinarsi anche l’assemblea sociale elettiva chiamata a rinnovare il consiglio direttivo. “E’ stato cancellato il torneo giovanile Rodeo in marzo, e credo che il classico Trofeo di Primavera under previsto per metà maggio sia in forte dubbio – ammette con realismo Campomori -. Ci piacerebbe poterlo confermare ma dipende dalle decisioni delle autorità e i tempi sono piuttosto ravvicinati e riprogrammarlo eventualmente in altra data è piuttosto complicato per noi. Abbiamo infatti iscritto numerose formazioni ai campionati a squadre, con un under 16 maschile sicuramente competitiva potendo schierare Jacopo Bilardo e Marco Cinotti, che lo scorso anno hanno entrambi esordito in A1. Da metà giugno, dopo la fine dell’anno scolastico, attiveremo il Centro Estivo che stiamo già pianificando anche se ci sarà da ragionare su come poter completare i corsi della Scuola Tennis interrotti a metà marzo a causa del coronavirus, per non compromettere poi la stagione 2020-21, anche perché l’anno in corso è l’ultimo per l’associazione Under Tennis. A fine agosto abbiamo in calendario il Trofeo Oremplast, tradizionale torneo Open che avevamo in animo di portare a 3000 euro di montepremi anche se a questo punto bisognerà verificare quale sarà l’impatto economico che determineranno i due-tre mesi di stop della produzione, detta in termini aziendali. Fra fine settembre e inizio ottobre sono in programma due tornei Rodeo, quindi ci sarà l’impegno per due mesi della serie A1 maschile, anticipata di una settimana se non ci saranno cambiamenti legati al calendario professionistico. In tal senso nella domenica di pausa del massimo campionato, al momento fissata per l’8 novembre, contiamo di ripetere poi l’esperienza provata lo scorso anno con notevole soddisfazione con un weekend dedicato al wheelchair in una cornice accogliente e funzionale come l’Oremplast Tennis Arena, impianto che in prospettiva futura desideriamo valorizzare in tutte le sue potenzialità come sedi di eventi”.

Tappa circuito wheelchair a Massa Lombarda

I vincitori della tappa wheelchair a Massa Lombarda nel novembre 2019 con gli organizzatori e il tecnico Matteo Versari

MOLCAN E VIVERO GONZALEZ I RINFORZI PER L’A1 DOPO FORTI” – Proprio in vista dell’ennesima avventura nel massimo campionato i dirigenti del “piccolo grande circolo”, che come Davide rinnoverà la sua sfida ai vari Golia dell’elite del tennis nazionale, hanno già inserito qualche tassello nel mosaico per l’edizione 2020: in primis il romagnolo Francesco Forti, 20enne di Cesenatico che fa base al Centro Federale di Tirrenia, ma anche un paio di stranieri. “Non avendo più rapporti con il cinese Zhizhen Zhang, grazie ai buoni uffici di Julian Ocleppo e del suo coach Alessandro Motti abbiamo raggiunto un accordo con lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez, 24enne di Madrid attualmente numero 362 del ranking Atp, capace di esprimersi bene anche sul veloce, e con il 22enne slovacco Alex Molcan, numero 292 della classifica mondiale. Il termine per i trasferimenti è fine giugno, per poi presentare a fine luglio la formazione definitiva, per cui vediamo se ci sarà la possibilità di tesserare eventualmente qualche altro giovane interessante, con l’obiettivo di assicurarci la permanenza in categoria senza soffrire come nel 2019. Va avanti infatti il nostro progetto di fare affidamento sulla linea verde e il capitano Michele Montalbini avrà dunque a disposizione i confermati Julian Ocleppo, Lorenzo Rottoli, Samuele Ramazzotti, Alessio De Bernardis e Riccardo Perin, che ha ripreso in mano la racchetta dopo la convalescenza post incidente stradale, oltre ai due sedicenni Jacopo Bilardo e Marco Cinotti. E’ un gruppo di ragazzi davvero giovane, probabilmente come età media la più bassa dell’intero campionato, che sta crescendo e ha ancora margini di miglioramento. E’ bello vedere come siano uniti fra di loro e continuino a restare in contatto per il resto dell’anno, grazie anche a Nicola Gualanduzzi, il vice capitano, che con l’ausilio dei social tiene un po’ le fila dei nostri giocatori. La passione e l’attaccamento nei confronti del CT Massa Lombarda che dimostrano i ragazzi è per noi dirigenti motivo di soddisfazione – conclude Campomori – e ripaga dei sacrifici compiuti, diventando un ulteriore stimolo”.

Serie A1: la squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda

La squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda che ha conquistato la salvezza in Serie A1 maschile (foto Valter Cocchi)