Cerca
Close this search box.

Trofeo “Fiordiprimi” a Massa Lombarda: vincono Pagnoni, Arada, Di Stefano e Ballotta

Gaia Arada (Club La Meridiana), Domenico Di Stefano (Max Tennis Time Bologna), Nicole Ballotta (Virtus Bologna) ed Edoardo Pagnoni (Tc Valmarecchia) sono i vincitori del trofeo “Fiordiprimi”, il torneo nazionale giovanile organizzato nell’ultimo weekend dal Circolo Tennis Massa Lombarda con la formula Rodeo. Un torneo di grande successo a livello numerico, ma in grado anche di proporre interessanti spunti tecnici.

Nell’Under 12 femminile successo di Gaia Arada che ha battuto in semifinale Marta Ginevra Gavioli (n.1) per 4-1, 4-2 ed in finale Ludovica Altini per 4-2, 4-1. Semifinale Altini-Miruna Neagu (n.2) 4-0, 1-4, 7-5.

La premiazione dell’Under 12 femminile

Nell’Under 12 maschile vittoria di Domenico Di Stefano (n.2) che ha messo in fila Lucio Argentieri in semifinale per 5-3, 4-1 ed in finale Lorenzo Ravaglia (n.1) con lo stesso punteggio.
In semifinale: Ravaglia-Leonardo Bartoletti (n.4) 4-2, 1-4, 10-8.

La premiazione di Di Stefano e Ravaglia

Nell’Under 14 femminile Nicole Ballotta, testa di serie n.1, ha vinto la categoria superando in finale per 4-0, 5-4 (4) Maria Luce Ossani. Semifinali per Gioia Bassi, battuta 4-1, 4-1 dalla vincitrice finale, e per Vittoria Muratori (n.3), sconfitta 4-2, 4-2 dalla Ossani.

La premiazione dell’Under 14 femminile

Nell’Under 14 maschile finalissima tra Edoardo Pagnoni (n.1) ed Andrea Cogo. Ha vinto Pagnoni il match-clou con un secco 4-0, 4-1.

Semifinali: Pagnoni-Matteo Sartori 4-0, 4-0, Cogo-Alessandro Cortesi 5-3, 3-5, 8-6.

Giudice arbitro della manifestazione è stato Roberto Montesi.

“E’ stata un faticata, ben 106 incontri in tre giorni. Grazie ad un staff collaudato è andata tutto bene senza troppi ritardi – dice il presidente Fulvio Campomori – ringrazio il giudice arbitro Roberto Montesi, il suo assistente Roberto Versari, Luca Caprioni e Nicola Gualanduzzi”.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti