Cerca
Close this search box.

Super Next Gen al Tc Riccione, i primi risultati

Partito un grande appuntamento con il tennis giovanile, il torneo nazionale di macroarea Super Next Gen, riservato ai migliori Under 16 e 18 dell’area Nord-Est, che va in scena al Tennis Club Riccione fino al 16 giugno. Si tratta di una delle più importanti rassegne nazionali di categoria, con 144 giocatori al via. Oltre a Riccione si gioca, nella stessa settimana, al Tennis Como, al Tennis Livorno, al Tennis Njlaya ed all’Accademia Tennis Napoli. Nel maschile i big sono i 2.7 Matteo Negrini, Matteo Pasotto, Edoardo Dolcetta Capuzzo ed i 2.8 Federico Paci e Dario Zamagna. Si parte con la sezione intermedia nella quale le teste di serie sono andate nell’ordine ad Andrea Cogo, Francesco Montenet, Davide Nobile, Federico Baldinini, Giacomo Taddia, Marco Sommacal, Lucio Edoardo Vallè, Pietro Bertasi, Andrea Bacchini, Leonardo Granzotto, Giovanni Michele Giacopuzzi, Stefano Zanet, Leonardo Tombolini, Francesco Zaffanella e Lorenzo Engelbrecht.

Risultati 2° turno: Lorenzo Violante-Alessandro Prioli 7-5, 6-0, Alessandro Ciacci-Leone Maria De Sisto 6-2, 6-1, Ernesto Stentella Liberati-Federico Boresta 6-1, 6-1.

3° turno: Edoardo Belletti-Federico Guerra 6-2, 6-0, Federico Melli-Paolo Duranti 6-2, 6-3.

Nel femminile le giocatrici da battere sono le 2.6 Aurora Piccinini e la riminese Diana Rolli, a seguire le 2.7 Francesca Sparnacci, Sandy Mamini, Rebecca Galazzi, Camilla Montenet, Chiara Bartoli. Demi Reggianini, Ambra Tommasi e Sveva Azzurra Pansica. Si parte anche qui con il tabellone intermedio nel quale le teste di serie sono andate nell’ordine a Valentina Buoncuore, Maria Bianca Bovara, Aurora Lombardi ed Alice Rossi.

1° turno: Deva Forcellini-Maria Giulia Tavaroli 6-2, 6-0.

Il giudice di gara è Simone Lusini, direttore del torneo Antonino Lo Paro.

Immagini collegate:

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti