Open “Tulips” al Tc Ippodromo: si qualificano Brunetti, Zanuccoli, Nanni e Galassi

Avanza la prima edizione del torneo nazionale Open maschile organizzato dal Tennis Club Ippodromo di Cesena, l’Open “Tulips” dotato di 1000 euro di montepremi. Si avvia alla conclusione il tabellone di terza categoria, dove il primo a qualificarsi è stato il 3.2 Emanuele Giangiordano (Ct Easy Tennis), a seguire hanno ottenuto il pass anche Andrea Zanuccoli (Pol.2000 Cervia), Marco Nanni (Ravenna Sport Center) e Davide Brunetti, allievo della Galimberti Tennis Academy.

Risultati turno di qualificazione: Alessandro Califano (3.3)-Tommaso Filippi (3.1, n.2) 6-3, 6-3, Andrea Zanuccoli (3.3)-Federico Costanzi (3.1, n.4) 7-5, 6-0, Marco Nanni (3.1, n.5)-Michael Francia (3.4) 6-1, 6-1, Davide Brunetti (3.1)-Jacopo Martinelli (3.1, n.6) 6-0, 5-7, 11-9. Si qualifica anche Alessandro Galassi (3.1, n.3).

Il giudice di gara è Loredana Amadori, direttore di gara Michele Zignani.

BRISIGHELLA. Avanza il torneo nazionale di quarta categoria, maschile e femminile, organizzato dal Tre Colli Tennis Club di Brisighella.

1° turno: Marco Fabbri (4.6)-Valerio Saccomandi (Nc) 2-6, 6-2, 10-8. 2° turno: Stefano Tedioli (Nc)-Andrea Ghetti (4.6) 3-6, 6-2, 10-5, Enrico Mazzoni (4.6)-Alessandro Monari (Nc) 6-0, 6-1, Fabrizio Drei (Nc)-Andrea Baruzzi (4.6) 6-3, 6-0, Marco Ghezzi (4.6)-Carlo Turchi (Nc) 6-1, 7-5, Mirko Alpi (4.4)-Filippo Fabbri (4.4) 6-0, 6-0, Francesco Ragazzini (4.5)-Enrico Lucido Orlati (Nc) 7-5, 3-6, 10-6, Christian Gasperini (4.5)-Luca Cerutti (4.5) 4-6, 6-2, 10-6, Pier Paolo Torricelli (4.5)-Andrea Bellini (4.5) 6-0, 6-3, Simone Tozzi (Nc)-Gian Nicola Calzetti (4.6) 6-2, 6-2.

Nel femminile guidano le fila le 4.1 Maria Luce Ossani e Paola Mordini.
1° turno: Agnese Tassinari (4.5)-Angela Muccinelli (4.4) 6-4, 7-6 (5).

Il giudice arbitro è Gian Carlo Campoli, direttrice di gara Daniela Bosso.

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti