Noah Perfetti, tante gioie e pochi “Dulur”: è suo l’Open del Russi Sporting Club

Parla faentino il torneo Open del Russi Sporting Club. Dopo il successo di Alessia Ercolino, portacolori del Tc Faenza, arriva quello di un altro giocatore manfredo, Noah Perfetti, che difende i colori del Tc Sporting Club Montecatini, nel classico Open “Fira di Set Dulur di Russi”.

Protagonisti del match-clou sono stati Uladzislau Zhuk (Tc Porto Torres) e Noah Perfetti. Ha vinto secondo pronostico il faentino che ha dominato il primo set, nel quale è salito subito sul 5-1 con due break, prima di chiudere all’8° game. Nel secondo più equilibrio, spezzato a favore di Perfetti sul 6-5 a suo favore al servizio Zhuk: 6-3, 7-5 lo score di una bella partita.

Al termine le premiazioni effettuate dal presidente del Russi Sporting Club, Marco Foschini, dal rappresentate dello sponsor, la Clinica Veterinaria Russi, Matteo Galliani, dall’assessore allo sport del Comune di Russi, Mirco Frega, e dal giudice arbitro Paride Gordini.

Zhuk, che si allena nella Scuola Federale Sammarinese, aveva battuto in semifinale per 6-3 6-3 il 2.6 Leonardo Fabbri, mentre Noah Perfetti ha superato (6-1 e ritiro) il 3.1 ravennate Marco Nanni.

Maschile quarti: Marco Nanni (3.1)-Mattia Bandini (2.7) 6-7, 6-3, 6-4, Uladzislau Zhuk (2.4, n.2)-Tommaso Spina (3.1) 6-0, 6-0, Leonardo Fabbri (2.6)-Edoardo Lanza Cariccio (2.6) 6-3, 6-3.

Il giudice di gara come detto è stato Paride Gordini, direttore di gara Andrea Melandri.

assessore Mirco Frega, Noah Perfetti e Marco Foschini
Da sinistra l’assessore Mirco Frega, Noah Perfetti e Marco Foschini
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti