La premiazione di "Showcase Riccione"

“Showcase Riccione”: Letizia Migani e Gabriele Datei conquistano il pass per volare in America

Nessuna sorpresa, sono Letizia Migani e Gabriele Datei a mettersi in tasca l’ambito voucher per una settimana di allenamento nell’estate 2021 in una delle più prestigiose accademie di tennis americane, premio in palio per i vincitori di “Showcase Riccione – Il tuo match ball per l’America”, primo e unico evento del genere in Emilia Romagna, organizzato dal Tennis Club Riccione in collaborazione con StAR (Student Athletes Recruitment).

Dopo due intense giornate di sfide, sabato 22 e domenica 23 agosto, sui campi della Perla Verde, location di grande appeal appena una settimana dopo Ferragosto, ha dunque rispettato il pronostico il torneo FIT under 18 maschile e femminile con formula Rodeo, primo appuntamento di un mini tour su e giù per la Penisola, con l’obiettivo di far conoscere le opportunità per entrare in un college statunitense grazie al proprio sport preferito. Per l’intera durata della manifestazione è stato infatti presente, a disposizione di ragazzi e famiglie, anche lo staff di StAR, che dal 2012 aiuta atleti italiani ad ottenere borse di studio sportive nelle università degli Stati Uniti. E così sarà anche nelle successive tappe in programma: Roma, Cuneo, Arezzo, Milano, Crema, Foligno, Brindisi, Avellino, Palermo, Genova e Vicenza le città che ospiteranno da qui a novembre i tornei under 18.

La premiazione di Letizia Migani, vincitrice del torneo femminile “Showcase Riccione”

Nella gara femminile la “padrona di casa” Letizia Migani (2.6, Tennis Club Riccione), ha rispettato il ruolo di principale favorita, superando in semifinale con un periodico 4-2 Shalom Salvi (2.7, Sporting Club Sassuolo) e poi imponendosi per 4-0 4-2 nel match clou su Alessia Piccoliori (2.7, Tennis Club Brentonico), terza forza del torneo, capace di prevalere per 4-2 2-4 7/4 sulla pari classifica Sofia Marchetti (Casalboni Santarcangelo), alla quale il giudice arbitro Antonio Giorgetti aveva assegnato la seconda testa di serie.

Analogamente nel tabellone maschile (27 iscritti) ha tenuto fede allo status di giocatore da battere Gabriele Datei (2.4, Tennis Club Crema), che ha sconfitto in semifinale per 4-3 4-1 Luca Bartoli (2.7, Tennis Club Viserba) e poi ha completato l’opera regolando per 4-1 4-2 Marco Cinotti (2.5, Circolo Tennis Massa Lombarda), numero 2 del seeding, a sua volta approdato alla finale piegando per 4-2 2-4 7/3 il 3.1 locale Nicolas Spimi (Tc Riccione).

Corrado Degli Incerti (StAR) illustra a giovani e famiglie le opportunità di studiare negli States grazie allo sport

INCONTRI INFORMATIVI PER FAMIGLIE E GIOVANI ATLETI – Proprio nell’ottica di divulgazione che caratterizza questo progetto si sono tenuti due incontri informativi aperti a tutti al Tennis Club Riccione, nel tardo pomeriggio di sabato e domenica all’ora di pranzo, per illustrare in maniera dettagliata ai giovani e ai genitori le caratteristiche del sistema college e quelle che sono le modalità per trasferirsi dall’Italia agli Stati Uniti d’America per coniugare sport ad alto livello e studio universitario senza dover andare incontro a dolorose rinunce. Corrado Degl’Incerti, uno dei fondatori di StAR, dopo aver spiegato come nasce l’idea di questa iniziativa (dettata anche dall’impossibilità dei coach dei college statunitensi di lasciare il loro Paese a causa della pandemia), ha fornito una serie di dati interessanti sul sistema universitario americano, che vede oltre mille college presenti nel tennis con le rispettive squadre e i i vari livelli, con anche i differenti costi (in media 35-40 mila dollari l’anno tutto compreso). Le borse di studio possono essere di quattro tipi: sportive, accademiche, internazionali e di aiuto economico in base al reddito familiare. Sempre in media, una borsa di studio copre il 70% del costo (considerando che si spazia da quelle totali a quelle che coprono solo una parte della spesa). Sollecitato dalle domande dei presenti, l’ex tennista reggiano, sulla base anche del proprio percorso personale (“Ho scelto di studiare oltre Oceano e, dopo 5 anni alla Virginia Tech come studente-atleta e una laurea in ingegneria aerospaziale, ho deciso di aiutare altri giovani a far diventare realtà il ‘sogno americano’ e a realizzarsi”), ha sottolineato come si tratti di “un’esperienza che cambierà completamente le prospettive di chi la compie, con la possibilità di costruirsi un futuro nella “terra delle opportunità”

IL BILANCIO DI MORENO PECCI –Non possiamo che essere soddisfatti di come è andato l’evento, sia dal punto di vista sportivo che dell’interesse per un tema sentito dalle famiglie come il binomio studio e sport di alto livello – il commento in sede di bilancio di Moreno Pecci, presidente del Tennis Club Riccione – Ci ha fatto davvero piacere la partecipazione di numerosi under 18 da altre province e pure da altre regioni, oltre ai ragazzi che frequentano la nostra accademia e i circoli della zona. Abbiamo creduto fin da subito in questa iniziativa, mettendo a disposizione la nostra struttura, fra l’altro in un fine settimana in cui era in calendario anche un importante torneo di padel griffato ‘SideSpin’, con la presenza di alcuni dei migliori specialisti e specialiste italiani. Un circolo cresce anche con questo genere di progetti. E ora la nostra intensa estate prosegue subito con altri due importanti impegni: il campionato di serie C maschile e il torneo Open femminile”.

Un momento dell’incontro informativo al Tennis Club Riccione sul binomio sport e studio nei college americani

 

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti