Giorgia Benedettini

Osti, Sansoni e Benedettini avanti nell’Open femminile del Tc Riccione

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Si gioca il tabellone finale nel torneo nazionale Open femminile del Tennis Club Riccione, giunto alla quarta edizione. La numero 1 del seeding è la 2.4 Gioia Barbieri, seguita dalle pari classificate Emma Ferrini, Andrea Maria Artimedi e dalla 2.5 Sara Donnini.
Intanto è in pieno svolgimento sui campi della Perla Verde il tabellone di terza categoria.
Turno di qualificazione: Emilia Zampolini (3.1, n.1)-Alice Franca (3.3) 6-0, 6-4, Matilde Osti (4.1)-Agnese Arduini (3.2, n.4) 6-1, 6-2, Clara Sansoni (3.1, n.3)-Veronica Tosi (3.3) 6-2, 6-2. Si qualifica anche Giorgia Benedettini (3.3).

I ‘TERZA’ IN CAMPO AL MARETENNIS – Ai nastri di partenza il torneo nazionale di terza categoria maschile del Maretennis di Bellaria, il trofeo “Le Ali della Vittoria”. Sono 45 i giocatori al via, in cima al seeding una ventina di 3.4, tra questi il giocatore di casa Stefano Giorgetti. Si parte con il tabellone di quarta categoria, dove le teste di serie sono andate nell’ordine ai 4.1 Riccardo Delle Site, Giacomo Baffoni, Roberto Casadei, Marco Sambughi e Matteo Vaccari.

VALLE DEL RUBICONE – Scatta oggi il torneo di quarta categoria maschile organizzato dal Tennis Valle del Rubicone, il 1° trofeo “Città di Gatteo”. Sono 42 gli iscritti a questa nuova competizione, i big sono i 4.1 Massimo Benvenisti, Andrea Bernardi, il locale Carlo Bombardi, Francesco Bontà, Andrea Borghetti, Francesco Buono, Carlo Castelvetro, Matteo Comandini, Maurizio Fabbri, Andrea Rinaldi, Simone Rocchi e Matteo Vaccari. Prima sezione riservata agli Nc.

Clara Sansoni e Adriana Serra Zanetti
Clara Sansoni qui con Adriana Serra Zanetti (foto d’archivio)
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti