Articoli

Luciano Darderi

Comincia con una sconfitta la quinta avventura consecutiva in serie A1 maschile del Circolo Tennis Massa Lombarda, che nella prima giornata del girone 2 ha ceduto per 4-2 nella trasferta al Tennis Club Parioli Roma.

Sui campi di uno dei circoli in assoluto più antichi d’Italia (fondato nel 1906) la giovanissima formazione capitanata da Michele Montalbini, nell’occasione senza poter contare sull’apporto dei suoi stranieri (lo slovacco Alex Molcan e lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez) e soprattutto sull’infortunato Julian Ocleppo (problema al polso sinistro), si è trovata subito a dover inseguire i capitolini, visto che lo junior azzurro Flavio Cobolli ha superato in due set Samuele Ramazzotti. Stessa sorte per Francesco Forti, ragazzo di Cesenatico che fa base al Centro Federale di Tirrenia (spegnerà 21 candeline il 26 luglio, numero 446 del ranking Atp), sconfitto in due set dall’esperto Matteo Fago (2.1) nel confronto fra i numeri uno delle due formazioni, così come Lorenzo Rottoli si è arreso a Francesco Bessire. L’unico punto in singolare per il team romagnolo porta la firma dell’under 18 Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione, che ha confermato quanto di positivo mostrato ai recenti Campionati Italiani Assoluti a Todi e al successivo torneo di Perugia lasciando tre game ad Andrea Bessire. Lo stesso Darderi, in coppia con Forti, consentiva al Ct Massa Lombarda di accorciare le distanze, ma nell’ultimo doppio che poteva valere il pareggio il duo Ramazzotti/Rottoli dopo aver fatto suo il primo set cedeva al match tie-break a Cobolli-Fago, determinanti per l’affermazione della compagine romana. 

Domenica 12 luglio, l’unico impegno casalingo nel girone per il team targato Oremplast – la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – che dopo le due sfide dell’autunno scorso ritrova da avversario il Park Tennis Club Genova, vincitore dello scudetto 2016. Una delle corazzate del campionato,  con una rosa di primissimo ordine: lo spagnolo Pablo Andujar, numero 54 della classifica mondiale, Gianluca Mager, in questa stagione capace di raggiungere la finale nel torneo ATP 500 di Rio de Janeiro balzando al numero 70 Atp, con tanto di esordio in Davis a Cagliari contro la Corea del Sud, Alessandro Giannessi (1.13), il talento emergente Lorenzo Musetti, 18enne di Carrara trionfatore agli Australian Open junior 2019, l’altro davisman azzurro Simone Bolelli, oltre a vari seconda categoria, tra cui Luigi Sorrentino (2.2), Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto (2.3).

Serie A1: la squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda

La squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda che nel 2019 ha conquistato la salvezza in Serie A1 maschile (foto Valter Cocchi)

La squadra romagnola chiuderà il girone domenica 19 luglio con la trasferta siciliana al Circolo Tennis e Vela Messina, grande rivelazione dell’ultimo campionato sino a sfiorare il titolo, cedendo al doppio di spareggio al Selva Alta Vigevano: accanto alla punta di diamante Salvatore Caruso (n.100 Atp) figurano in organico lo spagnolo Bernabè Zapata Miralles, l’olandese Botic van de Zandschulp e l’argentino Marco Trungelliti, poi l’esperto Gianluca Naso (2.2), i giovani fratelli Fausto e Giorgio Tabacco (2.3 e 2.4), Domenico Cutuli (2.3) e Gabriele Bombara (2.4).

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo acceda ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 luglio e 2 agosto, poi finale in sede e data da definire), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte disputano i play-out per la salvezza (anche in questo caso 26 luglio e 2 agosto). 

TENNIS CLUB PARIOLI ROMA – CTD MASSA LOMBARDA 4-2
Matteo Fago (P) b. Francesco Forti (M) 62 63, Flavio Cobolli (P) b. Samuele Ramazzotti (M) 63 62, Luciano Taddeo Darderi (M) b. Andrea Bessire (P) 61 62, Francesco Bessire (P) b. Lorenzo Rottoli (M) 62 62; doppi: Francesco Forti/ Luciano Taddeo Darderi (M) b. Andrea Bessire/Francesco Bessire (P) 62 62, Flavio Cobolli/Matteo Fago (P) b. Samuele Ramazzotti/Lorenzo Rottoli (M) 36 64 10/0.

GIRONE 2
Prima giornata: Tennis Club Parioli Roma – Circolo Tennis Massa Lombarda 4-2, Park Tennis Club Genova – Circolo Tennis Vela Messina 5-1

Classifica: Park Tennis Club Genova e Tennis Club Parioli Roma 3 punti; Circolo Tennis Massa Lombarda e Circolo Tennis Vela Messina 0.

Seconda giornata (domenica 12 luglio): Circolo Tennis Massa Lombarda – Park Tennis Club Genova, Circolo Tennis Vela Messina – Tennis Club Parioli Roma.

E’ un ricordo ancora freschissimo il secondo posto nel girone del novembre scorso, quando l’accesso alle semifinali di Serie A1 maschile è sfumato per un solo incontro per lo Sporting Club Sassuolo, capace di chiudere la stagione con uno storico quinto posto in Italia. Un risultato che testimonia come negli ultimi due anni la squadra emiliana si sia consolidata intorno ai suoi giocatori come una grande famiglia. Ma è già tempo di tornare in campo, perché dopo lo stop per l’emergenza coronavirus la Federazione Italiana Tennis ha deciso di anticipare i campionati nazionali da ottobre a luglio, con la variazione del format a cui doversi adeguare.
Lo Sporting dunque da domenica 5 luglio sarà in campo con ben tre formazioni nei campionati a squadre nazionali: la Serie A1 maschile, la Serie A2 femminile e la Serie B maschile. Un grande spettacolo di sport per i soci e gli appassionati, che potranno godere come minimo di tre domeniche (più eventuali code per gli spareggi) ricche di match sui campi in terra rossa di Via Vandelli.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle (foto FIT/Giampiero Sposito)

Il cambio di data costringe a lasciare l’amato sintetico indoor per la terra, non la superficie preferita della formazione di Sassuolo, decisa comunque a dar filo da torcere i avversari. Una squadra – si potrebbe dire – in salsa ravennate, visto che accanto a Stefano Napolitano (ranking ATP numero 259 e classifica italiana 1.18) sono stati confermati Enrico Dalla Valle (420 ATP e 2.1) e Michele Vianello (2.3), oltre agli emiliani Giulio Mazzoli (2.5) e Simone Cerfogli (2.8), e nella rosa capitanata da Simone Gentili sono stati inseriti come ‘vivai” due under 15 quali il mancino Federico Bondioli (pure lui di Ravenna, ora in pianta stabile a Bordighera nel team di Riccardo Piatti) e il riminese Mattia Ricci, che già da due anni militano nelle fila di Sassuolo. A questi si aggiungono i rinforzi stranieri (per regolamento se ne può schierare uno a giornata): il francese Pierre-Hugues Herbert, che vanta la 71esima posizione della classifica mondiale in singolare, vincitore in doppio di tutti gli Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open) e proprio nel 2019 vincitore delle Nitto ATP Finals di Londra; lo spagnolo Roberto Carballes Baena (99 ATP), lo sloveno Blaz Rola, n. 141 ATP, e il tedesco Daniel Masur (250 ATP). 
Il girone di solo andata inizia il 5 luglio dal CT Maglie, per proseguire la domenica successiva in casa contro i detentori dello scudetto 2019, il Selva Alta Vigevano, e il 19 luglio a Siracusa, in casa del Tc Match Ball. Una volta completato il girone, si procederà al tabellone dei play-off o play-out: l’obiettivo della salvezza
è il principale traguardo per il team targato Sporting. Gli incontri prevedono quattro singolari e due doppi che si disputano a partire dalle ore 15.00, nei campi in terra rossa all’aperto per le partite casalinghe.

Michele Vianello

Michele Vianello, giovane ravennate che difende i colori dello Sportin Club Sassuolo (foto Valter Cocchi)

La stessa domenica (5 luglio) prende il via il campionato nazionale di Serie A2 femminile e la squadra capitanata dal tecnico Massimo Nicolini riparte in casa contro il TC Beinasco di Torino, forse la formazione più forte e agguerrita del girone. Nel team di Sassuolo una nuova giocatrice, Stefania Chieppa, ex giocatrice professionista che ha raggiunto la 359esima posizione nel ranking WTA (classifica italiana attuale 2.3) e che ha il compito di trascinare le compagne con la sua esperienza giocando sempre il primo singolo. Oltre a lei, la serba Tamara Curovic, 25 anni, ed è riconfermata Giulia Guidetti, classifica 2.4, già da un paio d’anni nelle fila di Sassuolo. A completare la formazione le giovani atlete del vivaio: Alice Gubertini (2.5), Alice Monducci Delucca e Martina Zara (2.6), Giulia Dal Pozzo (2.7), italo-sammarinese che si allena alla Pro Tennis School di Rivazzurra, Giorgia Guidotti (2.8).

Giulia Dal Pozzo

Giulia Dal Pozzo

Le ragazze, dopo i mesi forzati di stop, hanno ripreso a giocare sui campi di Via Vandelli, sperando di recuperare la stagione estiva. Il loro girone di sola andata prosegue domenica 12 luglio fuori casa contro il Circolo Tennis Eur di Roma e, in alternanza con i maschi, in casa con il CT Ceriano il 19 luglio. Come sempre, la giornata prevede la disputa di tre singolari a partire dalle ore 15 sui campi in terra rossa e a seguire il doppio. Sarà un duro percorso che terrà impegnate la giocatrici per quasi due mesi, ma la grinta e la passione non mancano : le prime classificate si sfideranno per la promozione in Serie A1 e quello già da anni è l’obiettivo ambizioso che si è dato lo Sporting Club Sassuolo.
Stesse domeniche e stessi campi anche per la formazione di Serie B maschile, che per il primo anno esordisce in un campionato nazionale, mantenendo fede ai valori che il capitano Alessio Bazzani, maestro nazionale, da sempre ha trasmesso ai suoi ragazzi: crescere i giovani vivai dello Sporting Club Sassuolo per fare esperienza e arrivare un giorno a disputare la serie A. In formazione, oltre ai veterani Filippo Bettini (originario di Imola) e Mattia Magri (2.5), le promesse di “domani”: Luca Tincani (2.7), Francesco Coriani e il ravennate Gianmaria Migliardi (2.8), Gabriele Chiletti e Luca Ascari (3.2). Il girone di solo andata si disputa tra circoli limitrofi e a Sassuolo andranno ospiti CT Albinea e CT Reggio Emilia, mentre domenica 12 luglio la B sarà in trasferta al Tennis Modena. Insomma, tre derby tutti da vivere intensamente.

Federico Bondioli

Federico Bondioli è tesserato per lo Sporting Club Sassuolo

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Il Park Tennis Club Genova degli azzurri di Coppa Davis Gianluca Mager e Simone Bolelli (per citare solo due nomi), i vice campioni d’Italia del Tennis e Vela Messina e un club storico come il Parioli Roma. Ecco le avversarie del Circolo Tennis Massa Lombarda nel girone 2 del campionato di serie A1 maschile. La Federazione ha infatti ufficializzato la composizione dei quattro gironi in cui sono suddivise le 16 compagini partecipanti e il calendario della prima fase del massimo campionato, che prenderà il via domenica 5 luglio, anticipato di oltre tre mesi rispetto alle date previste inizialmente e con format modificato (sola andata) a causa dell’emergenza coronavirus.

Ancora una volta, dunque, deve fare i conti con un gruppo assai impegnativo la formazione romagnola, alla quinta partecipazione consecutiva in questa competizione di vertice, dopo essersi garantita nei primi due anni la permanenza in categoria direttamente senza dover passare dagli spareggi, play-out a cui ha fatto invece ricorso nel 2018 e nella passata edizione. L’avventura del team capitanato da Michele Montalbini scatterà in trasferta, domenica 5 luglio (in questo caso fissato alle ore 10 l’inizio degli incontri, 4 singoli e 2 doppi), sui campi del Tennis Club Parioli Roma, in assoluto uno dei circoli più antichi d’Italia (fondato nel 1906). Il circolo capitolino, vincitore del Trofeo Fit negli ultimi nove anni consecutivi, ha iscritto come stranieri il russo Roman Safiullin (1.19), il serbo Miljan Zekic (2.1) e il croato Ante Pavic, ad affiancare Matteo Fago (2.1), lo junior azzurro Flavio Cobolli (2.2), i fratelli Francesco e Andrea Bessire (entrambi 2.4), oltre ad altri ‘vivaio’ come Gianni Biagianti (2.5), Teo Masera (2.6), Gianmarco Gandolfi, Lorenzo Bielli, Gabriele Vulpitta e Andrea Piergentili (tutti 2.7).

Sette giorni dopo, domenica 12 luglio, l’unico impegno casalingo nel girone per il team targato Oremplast – la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – che ritrova da avversario il Park Tennis Club Genova, dopo le due sfide dell’autunno scorso, vincitore dello scudetto 2016 e che non fa mistero delle proprie ambizioni con una rosa di primissimo ordine: lo spagnolo Pablo Andujar, numero 54 della classifica mondiale, Gianluca Mager, in questa stagione capace di raggiungere la finale nel torneo ATP 500 di Rio de Janeiro balzando al numero 70 Atp, con tanto di esordio in Davis a Cagliari contro la Corea del Sud, Alessandro Giannessi (1.13), il talento emergente Lorenzo Musetti, 18enne di Carrara trionfatore agli Australian Open junior 2019, l’altro davisman azzurro Simone Bolelli, oltre a vari seconda categoria, tra cui Luigi Sorrentino (2.2), Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto (2.3).

La squadra romagnola chiuderà il girone domenica 19 luglio con la trasferta siciliana al Circolo Tennis e Vela Messina, grande rivelazione dell’ultimo campionato sino a sfiorare il titolo, cedendo al doppio di spareggio al Selva Alta Vigevano: accanto alla punta di diamante Salvatore Caruso (n.100 Atp) figurano in organico lo spagnolo Bernabè Zapata Miralles, l’olandese Botic van de Zandschulp e l’argentino Marco Trungelliti, poi l’esperto Gianluca Naso (2.2), i giovani fratelli Fausto e Giorgio Tabacco (2.3 e 2.4), Domenico Cutuli (2.3) e Gabriele Bombara (2.4).

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo acceda ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 luglio e 2 agosto, poi finale in sede e data da definire), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte disputano i play-out per la salvezza (anche in questo caso 26 luglio e 2 agosto). 

Francesco Forti

Francesco Forti (foto FIT/Giampiero Sposito)

Il Circolo Tennis Massa Lombarda avrà una formazione ancora più all’insegna della linea verde rispetto al passato, quando già i giovani trovavano ampio spazio. Al gruppo tutto tricolore capace nell’autunno scorso di conquistare una salvezza da applausi si aggiungono infatti Francesco Forti, ragazzo di Cesenatico che fa base al Centro Federale di Tirrenia (spegnerà 21 candeline il 26 luglio, numero 446 del ranking Atp), e l’under 18 Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione, che a inizio anno ha centrato tre successi di fila nel circuito ITF Junior Tour (nei Grade 1 di Cuenca,in  Ecuador, Asunciòn in Paraguay e sulla terra brasiliana di Porto Alegre) così da entrare tra i Top 20 del ranking di categoria, proprio in questi giorni protagonista ai Campionati Italiani Assoluti a Todi.

Nel rinnovare la propria sfida ai grossi calibri del tennis nazionale il capitano Michele Montalbini potrà contare ancora sui ‘vivaio’ Julian Ocleppo (classe 1997, numero 310 del ranking Atp), Samuele Ramazzotti (2.1, classe 1999), lo junior azzurro Lorenzo Rottoli (2.3, classe 2002), Alessio De Bernardis (2.4, nato nel 2000) e i 16enni Marco Cinotti (2.5) e Jacopo Bilardo (2.6), sui quali il Circolo Tennis Massa Lombarda punta molto anche per il campionato under 16 a squadre, e su Riccardo Perin (classe 2000, 2.4), tornato in campo dopo la convalescenza post incidente stradale dello scorso campionato. Iscritti anche un paio di stranieri: il 22enne slovacco Alex Molcan, numero 292 della classifica mondiale, e lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez, 24enne di Madrid attualmente numero 362 del ranking Atp.
Completano l’elenco degli atleti inseriti in rosa (16 in totale) il 2.5 Ronny Capra, Pier Paolo Campoli (2.7), Luca De Giovanni (3.2), Francesco Fabbri (3.3, classe 2003) e Nicola Gualanduzzi, che fungerà anche da vice capitano.

L’obiettivo per noi rimane quello degli anni passati, vale a dire mantenere un posto nella massima serie – spiega il presidente Fulvio Campomori – Il girone è di quelli che si definiscono di ferro, anche se tutti sono impegnativi per una piccola realtà di provincia come la nostra chiamata a misurarsi con delle corazzate in un campionato di vertice come questo. Abbiamo un gruppo di ragazzi davvero giovane, probabilmente come età media la più bassa dell’intero campionato, che ha ampi margini di miglioramento. Siamo pienamente consapevoli che sarà durissima raggiungere la salvezza, ma confidiamo sull’affiatamento e la compattezza fra di loro per mettere a segno un’altra impresa”.

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Oreste Pagani (Oremplast), Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda, il capitano Michele Montalbini e il sindaco Daniele Bassi

 

 

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Un pari esterno che lascia qualche rimpianto al Circolo Tennis Massa Lombarda e rimanda i giochi al match di ritorno, in programma fra sette giorni all’Oremplast Tennis Arena. Si è chiusa sul 3-3, infatti, l’andata del play-out per la permanenza in serie A1 maschile sui campi dell’ATA Battisti Trento, che domenica 1 dicembre si presenterà in Romagna nel secondo atto del testa a testa per conservare un posto nel massimo campionato (16 le squadre che lo disputano) per il 2020.

Samuele Ramazzotti

Samuele Ramazzotti (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

I punti per la formazione capitanata da Michele Montalbini, terza classificata nel girone 3, costretta a rinunciare al convalescente Riccardo Perin (nell’incidente autostradale durante il viaggio verso Bari ha riportato l’incrinatura di una vertebra), sul sintetico del capoluogo trentino portano la firma nei singolari di Samuele Ramazzotti, autore di una brillante prestazione tanto da lasciare cinque game al pari classifica Marco Brugnerotto, e del sempre più positivo under 18 Lorenzo Rottoli, vincitore in due set su Mattia Bernardi. I padroni di casa, che hanno chiuso in quarta posizione il girone 2, hanno pareggiato i conti grazie alle affermazioni del 2.1 Laurynas Grigelis (lituano da anni trapiantato in Italia) su Julian Ocleppo (nel primo set è andato a servire sul 5-3 arrivando davvero vicino a far sua la frazione) e di Davide Ferrarolli, in rimonta in tre set su Alessio De Bernardis. Nei doppi Ramazzotti e Rottoli hanno coronato la loro domenica perfetta imponendosi in due set su Bernardi/Ferrarolli, mentre la coppia Ocleppo/De Bernardis ha ceduto di misura, al tie-break che sostituisce il terzo set, al duo più forte dell’ATA Battisti, composto da Grigelis e Brugnerotto, per il definitivo 3-3 che rimanda tutto alla decisiva sfida dell’Oremplast Tennis Arena.

Serie A1 maschile: Lorenzo Rottoli (foto Valter Cocchi)

Serie A1 maschile: Lorenzo Rottoli (foto Valter Cocchi)

Un pareggio in trasferta è un risultato positivo, anche se a onor del vero ci va un po’ stretto in questo caso – il commento di Fulvio Campomori, presidente del Circolo Tennis Massa Lombarda – e rimane un pizzico di rammarico visto che De Bernardis ha perso in tre set, dopo aver fatto suo il primo, che Ocleppo è stato avanti di un break nel primo, servendo per il set, e che la coppia Ocleppo-De Bernardis ha ceduto davvero di misura al doppio trentino. Proprio questa considerazione deve darci ulteriore convinzione in vista del confronto di ritorno, quando ci auguriamo di poter contare anche sul sostegno di tanti appassionati per tentare di centrare quella che sarebbe un’autentica impresa sportiva. I ragazzi hanno dimostrato una gran voglia di lasciarsi alle spalle quel che di negativo è accaduto e intendono far parlare il campo, come ha dimostrato Ramazzotti che nel momento del bisogno si è messo a disposizione della squadra, fornendo un apporto fondamentale. Sappiamo che non sarà per nulla semplice conservare un posto in A1, ma questo gruppo lotterà con tutte le sue forze per riuscirci”.

ATA BATTISTI TRENTINO – CIRCOLO TENNIS MASSA LOMBARDA 3-3
Laurynas Grigelis (T) b. Julian Ocleppo (M) 76(3) 63, Samuele Ramazzotti (M) b. Marco Brugnerotto (T) 63 62
Lorenzo Rottoli (M) b. Mattia Bernardi (T) 62 64, Davide Ferrarolli (T) b. Alessio De Bernardis (M) 46 62 62; doppi: Samuele Ramazzotti/Lorenzo Rottoli (M) b. Mattia Bernardi/Davide Ferrarolli (T) 63 64, Laurynas Grigelis/Marco Brugnerotto (T) b. Julian Ocleppo/Alessio De Bernardis (M) 62 46 10-5

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Oreste Pagani (Oremplast), Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda, il capitano Michele Montalbini e il sindaco Daniele Bassi

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

E’ l’ATA Battisti Trento l’avversario del Circolo Tennis Massa Lombarda nel play-out per la permanenza nel campionato di serie A1 maschile. E’ questo l’esito del sorteggio effettuato negli uffici della Federazione Italiana Tennis per definire griglie e tabelloni con gli accoppiamenti della seconda fase della competizione.

A onor del vero, sono stati due i sorteggi che hanno visto coinvolta in particolare la formazione romagnola: il primo infatti si è reso necessario per assegnare la terza e quarta posizione nel girone 3 fra CT Massa Lombarda e Angiulli Bari, finiti perfettamente a pari merito come punti e come numero di incontri vinti al termine della fase all’italiana (alle spalle di Park Genova e New Tennis Torre del Greco) dopo che il confronto di ritorno in terra pugliese, domenica scorsa, non si è praticamente disputato a causa dell’incidente stradale che ha coinvolto il team capitanato da Michele Montalbini durante il viaggio verso Bari. La ‘dea bendata’ ha scelto come terzo classificato proprio il club romagnolo, successivamente abbinato alla squadra trentina, che ha chiuso in quarta posizione il girone 2, con 3 punti all’attivo.

Circolo Tennis Massa Lombarda: presentazione squadra A1 maschile

Oreste Pagani (Oremplast), Fulvio Campomori, presidente CT Massa Lombarda, il capitano Michele Montalbini e il sindaco Daniele Bassi

Il match di andata dello spareggio salvezza è in programma domenica 24 novembre a Trento (sintetico indoor la superficie dei campi), con sfida di ritorno sette giorni più tardi (domenica 1 dicembre) alla Oremplast Tennis Arena di Massa Lombarda. La vincente del doppio confronto si assicurerà un posto tra le 16 compagini che disputeranno la serie A1 maschile anche nel 2020.

L’ATA Battisti Trento può schierare nel play-out i 2.1 Laurynas Grigelis (lituano da anni trapiantato in Italia) e Riccardo Bellotti, il 2.2 Marco Brugnerotto e i “vivaio” Mattia Bernardi (2.4), Davide Ferrarolli (2.6) ed Edoardo Cestarollo (2.8).

Come prima cosa desideriamo augurare pronta guarigione a Riccardo Perin, che nell’incidente di sabato ha riportato l’incrinatura di una vertebra – dichiara Fulvio Campomori, presidente del Circolo Tennis Massa Lombarda – e dovrà portare un collare rigido per un mese. E’ chiaro che quanto accaduto ci penalizzerà anche nello spareggio, però i giovani componenti della nostra squadra hanno una gran voglia di lasciarsi alle spalle questo spiacevole episodio facendo parlare il campo. Non sarà per nulla semplice conservare un posto in A1, ci auguriamo che nel doppio confronto i nostri ragazzi possano contare anche sul sostegno di tanti appassionati per tentare di centrare quella che sarebbe un’autentica impresa sportiva”.

Formazione del Circolo Tennis Massa Lombarda (giocatori schierabili nel play-out): Samuele Ramazzotti (2.2), Julian Ocleppo (2.3), Lorenzo Rottoli (2.4), Alessio De Bernardis (2.4), Riccardo Perin (2.4), Jacopo Bilardo (2.7), Marco Cinotti (2.7).

Ha chiuso con una sconfitta la fase a gironi di serie A1 maschile il Circolo Tennis Massa Lombarda, ma una volta tanto il risultato sportivo dell’incontro con l’Angiulli Bari (fra l’altro entrambe le formazioni, terza e quarta nel girone 3, erano già certe di dover disputare i play-out salvezza) passa in secondo piano.

Nel pomeriggio di sabato, infatti, durante il viaggio per il capoluogo pugliese la squadra romagnola è infatti stata coinvolta in un grave incidente stradale: lo scoppio di un pneumatico posteriore del pullmino su cui viaggiava la formazione romagnola, condotto dal capitano Michele Montalbini, all’altezza di Termoli ha provocato la perdita di controllo del mezzo, uscito di strada, per fortuna senza coinvolgere altri mezzi. A bordo del veicolo, oltre al maestro Montalbini e al vice capitano Nicola Gualanduzzi, si trovavano i giovani giocatori Alessio De Bernardis, Lorenzo Rottoli, Riccardo Perin e Jacopo Bilardo. Nell’incidente, che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso, a riportare le conseguenze fisiche più serie è stato l’under 18 Perin, trattenuto in osservazione per una notte in ospedale con una vertebra incrinata (dovrà portare per un mese un collare protettivo), con tutti i componenti della squadra usciti con qualche ammaccatura e tanta paura da quanto accaduto. Se Montalbini è rimasto in ospedale accanto al Perin, Nicola Gualanduzzi e gli altri tre giovani atleti hanno comunque raggiunto in treno Bari a tarda sera e domenica mattina si sono presentati all’Angiulli almeno per evitare i 2 punti di penalità previsti dal regolamento in caso di assenza di una squadra. Una presenza proprio per onor di firma, visto che doloranti e sicuramente turbati per l’episodio non erano nelle condizioni di disputare un match di tennis: così dopo pochi game i tre portacolori del CT Massa Lombarda sono stati costretti al ritiro, decisione che ha quindi comportato anche l’automatica rinuncia ai doppi.

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda con capitano e presidente (foto Valter Cocchi)

Visto quello che è accaduto sabato dobbiamo solo tirare un sospiro di sollievo e ringraziare il cielo se l’incidente non ha avuto conseguenze più drammatiche per i nostri atleti e tecnici – commenta il presidente Fulvio Campomori, che all’ultimo momento ha rinunciato alla trasferta per via di altri impegniconsiderando che il pullmino è andato distrutto. Speriamo che il problema fisico di Perin possa risolversi come indicato dai medici con un periodo di riposo di un mese e che gli altri ragazzi possano riprendersi quanto prima dagli acciacchi e soprattutto dallo choc. E’ la cosa che mi sento di dire, lasciando in questo caso da parte considerazioni sportive. Certo, in un anno di per sé complicato questo imprevisto ci mette ancora più in difficoltà nel cercare di mantenere la categoria. Essendoci presentati a Bari con tre giocatori, da regolamento ci verrà tolto un punto, per cui siamo a pari merito proprio con i pugliesi come punti e numero di incontri vinti, quindi la successiva discriminante di cui tener conto per determinare la posizione in classifica dovrebbe essere le vittorie degli under. Attendiamo di vedere cosa decideranno gli organi federali, ai quali invieremo anche una memoria scritta per spiegare quel che è avvenuto, e poi il sorteggio martedì 19 per l’accoppiamento per lo spareggio”.

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre). 

ANGIULLI BARI – CTD MASSA LOMBARDA 6-0
Andrea Pellegrino (A) b. Lorenzo Rottoli (M) 3-0 ritiro, Duilio Beretta (A) b. Jacopo Bilardo (M) 3-0 ritiro, Attila Balazs (A) b. Alessio De Bernardis (M) 3-0 ritiro. Gli altri incontri non disputati per indisponibilità giocatori CT Massa Lombarda

Risultati sesta giornata girone 3: SG Angiulli Bari – Circolo Tennis Massa Lombarda 6-0, New Tennis Torre del Greco – Park Tennis Club Genova 5-1.

Classifica: Park Tennis Club Genova 15 punti; New Tennis Torre del Greco 13; Circolo Tennis Massa Lombarda (-1) e SG Angiulli Bari 3.

Enrico Dalla Valle

E’ un autunno intenso per Enrico Dalla Valle, con impegni su più fronti. Dieci giorni belli pieni a Milano, dove ha disputato prima le qualificazioni Next Gen Italia a Basiglio, cedendo in finale a Giulio Zeppieri dopo aver battuto Flavio Cobolli e Gian Marco Moroni, e poi le Red Bull Next Gen Finals, l’altro evento per giovani tennisti che si svolge in concomitanza con le Next Gen Atp Finals (con le stesse regole e format), nelle quali ha raggiunto la finale, chiudendo a punteggio pieno il girone A (successi sul danese Holger Rune, il rumeno Cesar Cretu e l’olandese Ryan Nijboer) e dominando in semifinale il belga Zizou Bergs,  per poi – nella vetrina dell’Allianz Cloud sabato 9 subito prima della sfida fra Sinner e De Minaur – cedere al 16enne danese Rune, numero uno del mondo under 18 e vincitore del Roland Garros junior, oltre che recente trionfatore alle ITF Junior Finals.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle in campo allo Sporting Milano 3 (foto FIT – Crimaudo)

Poche ore più tardi, domenica mattina, il 21enne di Ravenna, attualmente numero 430 del ranking mondiale, è sceso in campo con lo Sporting Club Sassuolo nel recupero della quarta giornata di serie A1 contro il Match Ball Siracusa: Dalla Valle e l’altro ravennate Michele Vianello sono stati determinanti nella vittoria per 4-2 della formazione emiliana. Enrico in singolare ha ceduto di misura, per 67(5) 76(5) 63 allo spagnolo Bernabe Zapata Miralles, ma in doppio con Pietro Rondoni ha sconfitto 62 64 Ettore Zito e Alessandro Ingarao, mentre ancor meglio ha fatto Vianello, a segno in singolare su Ingarao (63 63) e anche in doppio con Giulio Mazzoli, superando 63 62 Massara-Zapata Miralles.

Michele Vianello sui campi dello Sporting Club Sassuolo

Michele Vianello (Sporting Club Sassuolo)

Ora per Dalla Valle un altro impegno importante: il challenger di Ortisei, dove è in tabellone principale con una wild card (liberata dall’ingresso diretto di Zeppieri) ed esordirà martedì affrontando il bosniaco Mirza Basic, numero 301 Atp ma lo scorso anno arrivato come “best” al 74esimo posto nella classifica mondiale. Domenica, poi, la sesta e ultima giornata della fase a gironi del massimo campionato, quindi i probabili play-out salvezza nei quali Sassuolo targato Romagna cercherà di conservare un posto in serie A1. Ultimate queste fatiche, sarà tempo di off season, per preparare a dovere a Bordighera, con lo staff del team di Riccardo Piatti, la prossima stagione. Enrico ci crede, convinto di aver fatto la scelta giusta: chissà che la vicinanza con un certo Jannik non possa essere uno stimolo in più a farsi largo nel circuito che conta.

 

Serie A1 maschile: Lorenzo Rottoli (foto Valter Cocchi)

Un confronto che si è protratto per oltre undici ore, fra pioggia, interruzioni e riprese, attese e fatica. Non è bastato però al Circolo Tennis Massa Lombarda per tornare con un risultato positivo dalla trasferta sui campi del New Tennis Torre del Greco: la formazione campana si è imposta per 5-1 sulla giovanissima squadra capitanata da Michele Montalbini, ipotecando il secondo posto nel gruppo 3 e quindi la permanenza nel massimo campionato senza passare attraverso i play out.

La formula della competizione prevede infatti che la prima classificata di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre). 

Senza poter contare sul cinese Zhizhen Zhang, che con il successo nel challenger di Shenzhen è balzato al numero 141 Atp (2.1 classifica italiana), Julian Ocleppo, in semifinale in un torneo Future ITF a Sharm El Sheikh, e pure Samuele Ramazzotti (2.2), la formazione romagnola poco ha potuto contro un avversario che ha schierato un prima categoria come Raul Brancaccio e il croato Franko Skugor, che hanno lasciato tre game rispettivamente al 19enne Alessio De Bernardis e all’under 18 Riccardo Perin.

Riccardo Perin

Riccardo Perin (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Niente da fare anche per il baby Marco Cinotti (15 anni) contro Antonio Mastrelia, mentre il punto per il CT Massa Lombarda è stato ottenuto da Lorenzo Rottoli (classe 2002, classifica 2.4), capace di piazzare un altro bel “positivo” ai danni del 2.3 Giovanni Cozzolino. Ma nei doppi, a differenza di quanto accaduto all’andata, le coppie campane non hanno lasciato scampo al team targato Oremplast, cogliendo il successo pieno con un definitivo 5-1 (a riscattare il 3-3 dell’andata che tanto amaro in bocca aveva lasciato ai napoletani), quando erano passate da oltre un quarto d’ora le 21 (la sfida aveva avuto inizio alle 10). 

La sesta e ultima giornata della prima fase è in calendario domenica 17 novembre e vedrà il Circolo Tennis Massa Lombarda rendere visita all’Angiulli Bari, che domenica 10 recupera il confronto proprio con il New Tennis Torre del Greco valido per la quarta giornata (rinviato per l’impegno alle qualificazioni Next Gen Italia di Gian Marco Moroni). La squadra pugliese ha in rosa come stranieri l’ungherese Attila Balazs (1.16), il croato Nino Serdarusic (1.17) e lo spagnolo Oriol Roca Batalla (2.1), poi Andrea Pellegrino (2.1), Luca Narcisi (2.4), Andres Gabriel Ciurletti (2.4), Giovanni Narcisi (2.5), Duilio Beretta Avalos (2.5), Benito Massacri (2.4), Nicola Pipoli (2.6), Domenico D’Alena (2.6) e Gianfranco Addante (3.1).

Serie A1 maschile: CT Massa Lombarda-Angiulli Bari

Serie A1 maschile: CT Massa Lombarda-Angiulli Bari

NEW TENNIS TORRE DEL GRECO- CT MASSA LOMBARDA 5-1
Raul Brancaccio (T) b. Alessio De Bernardis (M) 61 62, Franko Skugor (T) b. Riccardo Perin (M) 61 62, Lorenzo Rottoli (M) b. Giovanni Cozzolino (T) 61 76(2), Antonio Mastrelia (T) b. Marco Cinotti (M) 64 62, Raul Brancaccio/Franko Skugor (T) b. Riccardo Perin/Alessio De Bernardis (M) 64 60, Filippo Palumbo/Antonio Mastrelia (T) b. Lorenzo Rottoli/Marco Cinotti (M) 62 60.

Quinta giornata (domenica 3 novembre)

New Tennis Torre del Greco – Circolo Tennis Massa Lombarda 5-1; Park Tennis Club Genova – SG Angiulli Bari 5-1.

Classifica: Park Tennis Club Genova 15 punti (qualificata alle semifinali); New Tennis Torre del Greco* 7; Circolo Tennis Massa Lombarda 4; SG Angiulli Bari* 0.    * = 1 partita in meno

Serie A1 maschile: Lorenzo Rottoli (foto Valter Cocchi)

Il cuore e la faccia tosta della giovanissima formazione del Circolo Tennis Massa Lombarda (il più “anziano” schierato era il 20enne Samuele Ramazzotti) non basta per fermare la corsa travolgente del Park Tennis Club Genova. Nella quarta giornata di serie A1 maschile si impone infatti per 5-1 sui campi della Oremplast Tennis Arena la corazzata ligure, presentatasi in Romagna con Gianluca Mager, numero 120 della classifica mondiale, e altri due prima categoria che frequentano con continuità il circuito Atp come Alessandro Giannessi e Andrea Arnaboldi, concedendosi il lusso di tenere in panchina un 2.1 come Andrea Basso, quest’anno in tabellone agli Internazionali d’Italia a Roma come vincitore delle pre-qualificazioni. Il Park Genova prosegue così la sua cavalcata a punteggio pieno nel girone 3, mettendo praticamente in cassaforte il pass per le semifinali (non lo rende matematico per ora solo il rinvio al 10 novembre di Angiulli Bari-New Tennis Torre del Greco per via dell’impegno di Gian Marco Moroni alle qualificazioni Next Gen).

Alessio De Bernardis

Alessio De Bernardis (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Senza poter contare sulle punte di diamante Zhizhen Zhang, numero 179 Atp (2.1 classifica italiana), e Julian Ocleppo, in semifinale in un torneo Future ITF a Sharm El Sheikh, era davvero una “mission impossibile” per il team guidato da Nicola Gualanduzzi e Ronnj Capra (in assenza del capitano Michele Montalbini) il confronto con uno dei circoli più antichi d’Italia (fondato nel 1929), vincitore dello scudetto nel 2016 e che non fa mistero delle ambizioni di riappuntarsi sul petto il tricolore: basti pensare che in organico figurano pure Fabio Fognini, l’altro davisman azzurro Simone Bolelli, Lorenzo Musetti, 17enne di Carrara che a inizio 2019 ha trionfato agli Australian Open junior, oltre allo spagnolo Pablo Andujar, arrivato negli ottavi di finale nei recenti US Open.

In effetti l’under 18 Riccardo Perin e il 19enne Alessio De Bernardis poco hanno potuto contro i mancini Giannessi e Arnaboldi, e Ramazzotti si è ritirato dopo quattro game contro Mager, mentre ha messo a segno un bel “positivo” l’azzurrino Lorenzo Rottoli (classe 2002, classifica 2.4) superando il 2.2 Luca Prevosto, così da cogliere il punto della bandiera per il Ct Massa Lombarda. Ma nei doppi la formazione ligure ha schierato tutti i suoi big, attenti a non concedersi distrazione alcuna, chiudendo la pratica.

Riccardo Perin

Riccardo Perin (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Sapevamo che era un incontro dal pronostico chiuso – sottolinea con soddisfazione il presidente Fulvio Campomori – e il campo lo ha dimostrato, confermando che il Park Genova ha tutte le carte in regola per arrivare in fondo e conquistare il titolo. Da parte nostra prendiamo però quel che di positivo c’è stato, in particolare, oltre alla presenza di un nutrito pubblico, con tanti appassionati da tutta la Romagna, la prestazione di Lorenzo Rottoli, che sta crescendo partita dopo partita. Non c’è neppure il tempo per metabolizzare questo risultato visto che domenica saremo impegnati in trasferta a Torre del Greco, team che sicuramente vorrà riscattare il 3-3 in casa nostra che ha lasciato molto amaro in bocca ai campani”.

Domenica 3 novembre, infatti, per la quinta giornata la squadra romagnola renderà visita al New Tennis Torre del Greco. La neopromossa formazione campana può attingere a un parco stranieri piuttosto ampio che comprende gli spagnoli Roberto Bautista Agut, Guillermo Garcia Lopez e Sergio Gutierrez Ferrol, l’austriaco Lucas Miedler e il croato Franko Skugor, e si è rafforzata con il romano Gian Marco Moroni ad affiancare Raul Brancaccio e gli altri seconda categoria Giovanni Cozzolino, Gennaro Orazio, Filippo Palumbo, Antonio Mastrelia e Raffaele Barba.

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda

Serie A1 maschile: la squadra del Massa Lombarda con capitano e presidente (foto Valter Cocchi)

Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre). 

CIRCOLO TENNIS MASSA LOMBARDA – PARK GENOVA 1-5
Gianluca Mager (P) b. Samuele Ramazzotti (M) 3-1 rit., Alessandro Giannessi (P) b. Riccardo Perin (M) 63 62, Andrea Arnaboldi (P) b. Alessio De Bernardis (M) 60 61, Lorenzo Rottoli (M) b. Luca Prevosto (P) 63 64; doppi: Alessandro Giannessi/ Gianluca Mager (P) b. Riccardo Perin/Lorenzo Rottoli (M) 64 60, Andrea Arnaboldi/Luca Prevosto (P) b. Alessio De Bernardis/Marco Cinotti (M) 61 60

Quarta giornata (venerdì 1 novembre)

Circolo Tennis Massa Lombarda – Park Tennis Club Genova 2-4
SG Angiulli Bari – New Tennis Torre del Greco rinviata a domenica 10 novembre


Classifica:
Park Tennis Club Genova 12 punti; Circolo Tennis Massa Lombarda 4; New Tennis Torre del Greco* 4; SG Angiulli Bari* 0.    * = 1 partita in meno

 

Sette giorni dopo il pareggio che sapeva di vittoria con il New Tennis Torre del Greco, è arrivato anche il primo successo per il Circolo Tennis Massa Lombarda nella serie A1 maschile 2019. Nella terza giornata della fase a gironi, la giovanissima squadra capitanata da Michele Montalbini e dal vice Nicola Gualanduzzi ha superato per 4-2 l’Angiulli Bari alla Oremplast Tennis Arena, salendo così a 4 punti nel gruppo 3 al giro di boa del massimo campionato, che affronta per il quarto anno consecutivo.

Lorenzo Rottoli

Lorenzo Rottoli (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Senza le punte di diamante Zhizhen Zhang, numero 179 Atp (2.1 classifica italiana), e Julian Ocleppo, impegnato in un torneo Future ITF a Sharm El Sheikh, ma con l’importante recupero di Samuele Ramazzotti, la formazione romagnola si è portata in vantaggio con l’azzurrino Lorenzo Rottoli (classe 2002), che ha regolato in due set Luca Narcisi. Dopo il momentaneo pareggio pugliese ad opera di Andrea Pellegrino, a segno nel match fra numeri uno dei due team con appunto Ramazzotti, determinanti per consentire al CT Massa Lombarda di chiudere i singolari avanti 3-1 sono state le affermazioni in tre set colte dall’under 18 Riccardo Perin su Benito Massacri e dal 19enne Alessio De Bernardis in rimonta su Domenico D’Alena.

Alessio De Bernardis

Alessio De Bernardis (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Il punto del successo è giunto dalla coppia Perin/Rottoli, mentre il duo De Bernardis/Cinotti ha ceduto a Pellegrino/Massacri.

CAMPOMORI: “GRANDE SPIRITO DI SQUADRA” – “I ragazzi hanno ottenuto davvero una bella vittoria – sottolinea con soddisfazione il presidente Fulvio Campomori – che ci consente al momento di essere addirittura secondi nel girone per via di una miglior differenza incontri vinti. La nostra forza è sempre stata il gruppo e lo dimostra una volta di più in questo caso l’esordio di Samuele Ramazzotti: anche se non al massimo della condizione, si è messo a disposizione della squadra sacrificandosi per così dire contro un giocatore di valore come Pellegrino e consentendo ai compagni di scalare una posizione nella formazione e poter quindi giocare match più alla portata, che poi li hanno visti protagonisti. Andiamo avanti domenica dopo domenica e vediamo cosa succederà.

Samuele Ramazzotti

Samuele Ramazzotti (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

Non ci facciamo illusioni dopo questo risultato, sarà dura mantenere la categoria, però di certo l’entusiasmo e le motivazioni dei ragazzi sono al massimo. Ora ci attendono due impegni ravvicinati in pochi giorni: venerdì in casa con la corazzata Park Genova e poi domenica in trasferta a Torre del Greco, che sicuramente vorrà riscattare il mezzo passo falso ottenuto sui nostri campi con quel 3-3 che ha lasciato ai campani molto amaro in bocca”.

ARRIVA LA CORAZZATA GENOVA – Venerdì 1 novembre, per la quarta giornata (prima del girone di ritorno), è dunque atteso alla Oremplast Tennis Arena il Park Tennis Club Genova, capolista a punteggio pieno. Si tratta di uno dei circoli più antichi d’Italia (fondato nel 1929), vincitore dello scudetto nel 2016 e che non fa mistero delle proprie ambizioni: oltre a Fabio Fognini e all’altro davisman azzurro Simone Bolelli, può infatti contare in organico sullo spagnolo Pablo Andujar, arrivato negli ottavi di finale nei recenti US Open, su altri due prima categoria quali Alessandro Giannessi e Andrea Arnaboldi, ma anche su 2.1 di qualità come Gianluca Mager (attualmente numero 120 Atp), Andrea Basso e Lorenzo Musetti, 17enne di Carrara che a inizio 2019 ha trionfato agli Australian Open junior, e sui 2.2 Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto.

Riccardo Perin

Riccardo Perin (Circolo Tennis Massa Lombarda – foto Valter Cocchi)

IL FORMAT DEL CAMPIONATO – Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre). 

CIRCOLO TENNIS MASSA LOMBARDA-ANGIULLI BARI 4-2
Andrea Pellegrino (A) b. Samuele Ramazzotti (M) 63 60, Lorenzo Rottoli (M) b. Luca Narcisi (A) 63 64, Riccardo Perin (M) b. Benito Massacri (A) 75 36 62, Alessio De Bernardis (M) b. Domenico D’Alena (A) 67(4) 64 60; doppi: Riccardo Perin/Lorenzo Rottoli (M) b. Luca Narcisi/Domenico D’Alena (A) 64 62, Andrea Pellegrino/Benito Massacri (A) b. Alessio De Bernardis/Marco Cinotti (M) 63 62

GIRONE 3: TERZA GIORNATA

Circolo Tennis Massa Lombarda – SG Angiulli Bari 4-2

Park Tennis Club Genova – New Tennis Torre del Greco 5-1

CLASSIFICA: Park Tennis Club Genova 9 punti; Circolo Tennis Massa Lombarda 4; New Tennis Torre del Greco 4; SG Angiulli Bari 0.