La premiazione di Giovanni Zeni e Manuel Zorzetto a Budrio

Tennis in carrozzina: Zorzetto e Zeni dettano legge nella tappa del circuito nazionale a Budrio

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
E’ ripartita l’attività anche del settore tennis in carrozzina dopo lo stop forzato per l’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. I campi del Tennis Club Budrio hanno ospitato nell’ultimo fine settimana di luglio un torneo nazionale maschile di singolare e doppio (montepremi 1000 euro) valido per il circuito FIT Lab 3.1.
Nel tabellone individuale ha messo tutti in fila il veneto Manuel Zorzetto, che nei quarti ha sconfitto per 75 63 Marco Pincella (CT la Marchesa), poi in semifinale ha superato 60 63 il padrone di casa Pietro d’Imperio, completando il suo percorso netto con l’affermazione per 63 62 su Giovanni Enrico Zeni, approdato alla finale grazie ai successi per 62 61 su Paolo Tontodonati (Ct Albinea) nei quarti e per 63 75 in semifinale su Lazaro Edgar Scalvini.
Manuel Zorzetto e Pietro D'Imperio
La semifinale fra Manuel Zorzetto e il padrone di casa Pietro D’Imperio

Nel doppio la vittoria è andata alla coppia Zeni-Zorzetto, che dopo il doppio “bagel” rifilato in semifinale a Pressendo-Tontodonati si sono imposti in finale per 64 63 su Scalvini-Vasta, nel turno precedente vincitori su Zanchetta-Mircea.

Ora alle porte c’è l’appuntamento clou dell’estate, anche per i tennisti in carrozzina della nostra regione, ovvero i Campionati Italiani Assoluti, la cui 30esima edizione si svolgerà dal 27 al 30 agosto ad Alessandria, sui campi del Centro Sportivo Orti.
 
Giovanni Zeni e Manuel Zorzetto prima della finale a Budrio
Giovanni Zeni e Manuel Zorzetto prima della finale a Budrio
In settembre verrà organizzata poi una giornata promozionale per lo sport per disabili ad Anzola Emilia, mentre il 18 ottobre a Massa Lombarda, in un impianto di prim’ordine e adatto ad eventi di wheelchair come la Oremplast Tennis Arena si disputerà un torneo promozionale a squadre.
Per altre eventuali iniziative che si aggiungeranno vi terremo aggiornati.
 
5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti