La squadra di A1 del Circolo Tennis Massa Lombarda

Serie A1: Massa Lombarda chiude a Genova la prima fase a gironi

Si chiude con la trasferta al Tennis Club Genova 1893 la fase a gironi di serie A1 maschile per il Circolo Tennis Massa Lombarda. Domenica 18 novembre è infatti in programma la sesta e ultima giornata, che definirà la classifica del girone 2, dove con il successo ottenuto proprio alla Oremplast Tennis Arena la Canottieri Aniene Roma campione in carica si è assicurata la qualificazione ai playoff scudetto (semifinali andata e ritorno il 25 novembre e 2 dicembre, poi finale in sede unica l’8 e 9 dicembre al Palatagliate di Lucca), in quanto prima classificata. Il regolamento prevede che la seconda si garantisca direttamente la permanenza in categoria, mentre terze e quarte di ogni raggruppamento saranno chiamate ai play-out per la salvezza (anche in questo caso 25 novembre e 2 dicembre). 

Zhizhen Zhang (Circolo Tennis Massa Lombarda)

Una prospettiva, quella degli spareggi, sempre più probabile per la squadra capitanata da Michele Montalbini, che al momento chiude il girone con 4 punti – frutto del successo d’esordio sul Tennis Club Crema e del pareggio poi nella trasferta lombarda -, due in meno della formazione ligure avversaria domenica, con Crema invece a quota 7. Il Tennis Club Genova 1893, che all’ultima di andata si è imposto per 5-1 in Romagna approfittando di una serie di assenze nel team massese, confronto che ha spostato gli equilibri nella graduatoria, può scegliere in una rosa di stranieri (da regolamento può esserne schierato uno a incontro) comprendente Marton Fucsovics (1.4), Norbert Gombos (1.6), Adrian Menendez Maceiras (1.7),  Stephane Robert (2.1), Ruben Ramirez Hidalgo (2.1) e Matwe Middelkoop (2.3), da affiancare ad Edoardo Eremin (2.1), Francesco Picco (2.3), Paolo Dagnino (2.4) e Alessandro Motti (2.5).

Fulvio Campomori (al centro), presidente Ct Massa Lombarda con il sindaco Daniele Bassi e il presidente FIT Emilia Romagna Gilberto Fantini

“Sapevamo che quest’anno avremmo dovuto lottare sino alla fine per tagliare il traguardo salvezza – ribadisce il presidente Fulvio Campomori – dal momento che la priorità, anche sul versante delle risorse, è stata il completamento della nuova struttura, fondamentale per l’attività del nostro circolo, in primis rivolta ai giovani. Nelle due precedenti avventure in A1 siamo riusciti a chiudere al secondo posto la fase a gironi evitando pericolose code, risultato che quasi sicuramente non potremo ripetere quest’anno. Però anche nei match persi fin qui abbiamo dimostrato che come complesso di squadra ci sono tutte le possibilità per raggiungere l’obiettivo passando dai play-out e quindi meritarci la permanenza nell’elite del tennis italiano attraverso gli spareggi”.

Massa Lombarda: la A1 con Travaglia, Gaio e… gli occhi a mandorla

 

5/5

More to explorer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Net-Gen

“Le infinite radici della bellezza del tennis sono autocompetitive. Si compete con i propri limiti per trascendere l’io in immaginazione ed esecuzione.”

Contatti