Per Andrea Picchione e Federico Bertuccioli primo titolo ITF

E’ una fine d’agosto da applausi per gli allievi della San Marino Tennis Academy. In particolare è stata una settimana perfetta, di quelle da ricordare, per Federico Bertuccioli e Andrea Picchione, che si sono aggiudicati il titolo in doppio nel torneo Itf Men’s Future israeliano di Kiryat Shmona (15.000 dollari, cemento).

Andrea Picchione e Federico Bertuccioli vincitori a Kiyat Shmona

Andrea Picchione e Federico Bertuccioli allievi della San Marino Tennis Academy

Dopo i successi per 6-3 6-3 al primo turno sugli israeliani Elbaz-Zemel, per 7-5 6-2 nei quarti sugli altri padroni di casa Sarouk-Simon e per 6-4 6-4 in semifinale nel derby tricolore con Alessandro Bega e Francesco Vilardo, seconda testa di serie, i due giocatori seguiti da coach Giorgio Galimberti hanno completato il loro percorso netto imponendosi in finale, in rimonta, con il punteggio di 4-6 6-4 14/12, in un’ora e 36 minuti di gioco, sulla coppia formata dall’ucraino Marat Deviatiarov e dal giapponese Takuto Niki, numero uno del tabellone. Nel super tie-break decisivo ai 10 (in doppio si gioca al posto del terzo set) Bertuccioli e Picchione hanno annullato agli avversari anche due match point. Per il pesarese e l’aquilano (in singolare era stato sconfitto all’esordio proprio da Deviatiarov), entrambi classe 1998, è il primo trofeo nel circuito professionistico.

La trasferta israeliana dei due giocatori della San Marino Tennis Academy prosegue con un altro torneo Futures ITF da 15.000 dollari di montepremi, sempre sul cemento di Kiryat Shmona.

Federico Bertuccioli (San Marino Tennis Academy)

Gli allievi della San Marino Tennis Academy protagonisti sino in fondo nel torneo Itf Men’s Future israeliano di Kiryat Shmona (15.000 dollari, cemento).
Andrea Picchione e Federico Bertuccioli hanno infatti raggiunto la finale in doppio: dopo i successi per 6-3 6-3 al primo turno sugli israeliani Elbaz-Zemel e per 7-5 6-2 nei quarti sugli altri padroni di casa Sarouk-Simon, i due giocatori seguiti da coach Giorgio Galimberti n semifinale si sono aggiudicati per 6-4 6-4 il derby tricolore con Alessandro Bega e Francesco Vilardo, seconda testa di serie. 

Andrea Picchione, allievo di Giorgio Galimberti

Andrea Picchione, allievo di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy

Nel match che assegna il titolo l’aquilano e il pesarese, entrambi classe 1998, sfidano la coppia formata dall’ucraino Marat Deviatiarov e dal giapponese Takuto Niki, numero uno del tabellone.

Per quanto riguarda il singolare nel torneo israeliano, Andrea Picchione era stato sconfitto all’esordio per 6-2 7-5 proprio da Deviatiarov, mentre si era fermato nelle qualificazioni Federico Bertuccioli, cedendo per 1-6 7-6(2) 10/2 all’australiano James Ibrahim.

Il Centrale del Centro Tennis Cassa di Risparmio a San Marino

Si gioca il tabellone finale nella Coppa Titano di 3°. 1° turno: Alessandro Bernardi (4.1)-Matteo Vaccari (3.5) 6-4, 6-7 (4), 6-2, Davide Petrini (3.5)-Tommaso Picciafuochi (4.1) 6-3, 6-1, Davide Brunetti (3.5)-Loris Pasini (4.1) 7-5, 7-6 (2). 2° turno: Andrea Bonivento (3.3)-Alexander Tebaldi (3.3) 7-6 (6), 6-3, Mario Michele Benaglia (4.1)-Rudi Della Bartola (3.5) 6-3, 6-2, Bruno Rossi (3.4)-Marco Balzani (3.4) 6-1, 6-3, Marco Manzaroli (3.4)-Fulvio Cesari (3.4) 6-1, 6-0, Giacomo Baffoni (4.4)-Paolo Gori (3.4) 4-6, 7-6 (6), 6-1.

Schlieren. Julian Ocleppo (Ct Massa) è il n.6 del seeding nel torneo Itf Men’s Future svizzero di Schlieren (25.000 dollari, terra) dove all’esordio trova il ceko Petr Nouza. Doppio, 1° turno: Grigelis-Ocleppo (Ltu-Ita, n.1) contro Hartmeier-Huber (Sui, wild-card).

Kiryat Shmona. Andrea Picchione, allievo della San Marino Tennis Academy, al via nel torneo Itf Men’s Future israeliano di Kiryat Shmona (15.000 dollari, hard) dove affronta l’ucraino Marat Deviatiarov. Doppio, 1° turno: Bertuccioli-Picchione b. Elbaz-Zemel (Isr) 6-3, 6-3. Quarti contro Sarouk-Simon (Isr).

College Park. Lorenzo Rottoli supera il 1° turno nel torneo Itf Junior Tour Under 18 statunitense di College Park (Grade 1, hard), il “Prince George’s County International”. Il portacolori del Ct Massa, testa di serie n.16, ha battuto al 1° turno l’americano Ozan Colak (qualificato) per 7-5, 6-3. Ora 2° turno contro l’altro statunitense Bruno Kuzuhara. Doppio, 1° turno: Maestrelli-Rottoli (n.7) contro Allen-Braswell.

Si è concluso il 3° torneo di 3° categoria del Tc Castelbolognese. Nel maschile vittoria del 4.1 Mattia Barbarino (Ct Casatorre) sul 3.1 Massimo Albertazzi (n.1) per 6-4, 4-6, 6-4. Nel femminile si è imposta la 3.2 Gemma Sgariglia (Ct Casalboni), testa di serie n.2, in finale sulla 3.5 Martina D’Ascola (Ct Cacciari) per 6-1, 6-3.

Open Ct Rimini. Giovanni Farolfi (Ct Cervia) e Paolo Passerini sono i vincitori del torneo Veterani del Ct Rimini. Nella finale Over 45 Farolfi (2.6, n.1) ha battuto Flavio Millari (2.7, n.2) per 6-2, 6-3. Nell’Over 55 successo di Passerini (2.7, n.1) in finale sul 3.2 Riccardo Falcone (n.2) per 6-3, 6-2. Intanto prosegue il torneo Open maschile. Tabellone finale, 1° turno: Lorenzo Bonori (2.8)-Enrico Lanza Cariccio (3.1) 6-0, 1-0 e ritiro, Massimiliano Zamagni (2.8)-Simone Piraccini (3.2) 6-3, 2-6, 6-1. 2° turno: Simone Trovato (2.8)-Andrea Leurini (3.1) 6-3, 6-3, Andrea Travaglini (3.1)-Matteo Mussoni (2.8) 6-1, 6-1, Jacopo Bilardo (2.7)-Luca Bartoli (2.8) 6-2, 7-5, Luca Bigagli (2.8)-Andrea Vai (2.7) 6-4, 6-1, Nicolas Spimi (2.8)-Filippo Iotti (2.8) 6-2, 1-6, 6-3, Samuel Zannoni (2.8)-Luca Tincani (2.7) 6-3, 6-3, Riccardo Bonzi (2.7)-Mattia Ricci (2.8) 6-3, 6-4, Fabio Gradara (3.1)-Tommaso Iotti (2.8) 7-5, 6-2.

San Marino Junior Cup: la premiazione di Enrico Baldisserri e Nicola Filippi
L’imolese Enrico Baldisserri firma la ‘San Marino Junior Cup’, torneo Tennis Europe Under 16 organizzato dalla Federazione Sammarinese Tennis sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo.
Nel derby romagnolo di finale Baldisserri (numero 8 del seeding) ha battuto al fotofinish per 6-1 1-6 7-6 (3) il forlivese Nicola Filippi (testa di serie n.5), portacolori del Forum. Filippi, in coppia con Francesco Testori Tesfagabri (n.1), aveva vinto sabato il doppio battendo in finale Ceradelli-Ricci (n.2) per 6-0 7-5.
 
Letizia Migani con la maestra Federica Cerri

Letizia Migani con la maestra Federica Cerri

Nella finale femminile under 16 la riccionese Letizia Migani (n.6 del tabellone) ha ceduto alla russa Polina Skopintseva, seconda favorita del seeding, per 3-6 6-0 6-2. Comunque notevole il cammino della portacolori del Tennis Club Riccione, allieva della maestra Federica Cerri.

Nel femminile Under 14, dopo tre ore e mezzo di gioco, la russa Kseniia Saenko ha avuto la meglio su Teresa Cinquino annullando sei match point all’avversaria (5-7 6-2 7-6 il risultato). Nel torneo maschile, invece, Lorenzo Sciahbasi si è aggiudicato il titolo vincendo 6-3 il primo set e ritiro del suo avversario Edoardo Santoni nel secondo.

San Marino Junior Cup: finalisti under 14 maschile

San Marino Junior Cup: i finalisti under 14 maschile

San Marino Junior Cup: le finaliste under 14

San Marino Junior Cup: le finaliste under 14

 
Calato il sipario sulla San Marino Junior Cup Under 14 e Under 16, il Centro Tennis di Fonte dell’Ovo si appresta a vivere un’altra ricca settimana di sfide dal 26 al 31 agosto, date del torneo Under 12, sempre firmato Tennis Europe. 
Il sammarinese Lorenzo Tamagnini

Giornata dedicata al secondo turno di ottavi di finale dei singolari e ai quarti di finale dei tornei di doppio, quella di giovedì 8 agosto, alla San Marino Junior Cup, torneo giovanile del circuito Tennis Europe, riservato alle categorie Under 14 e Under 16, in svolgimento fino a domenica sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo.
Nei singolari pronostici rispettati, con le teste di serie ancora in gara che avanzano nei quarti di finale, in programma venerdì. 
Nel torneo di doppio femminile Under 14, dopo la bella vittoria d’esordio, Ludovica Ceccoli e Giulia Galvani si sono dovute arrendere 6-1 6-2 alla coppia testa di serie numero 3, le atlete della Repubblica Ceca Lukesova e Simonovska. Semaforo rosso anche per l’allieva della Scuola Federale Tennis di San Marino Sveva Azzura Pansica, in doppio con Kseniia Saenko: le due, che ieri avevano vinto una grande partita contro Amelia Regini e Arina Shumova (7-5 7-6), hanno dato del filo da torcere alla coppia prima testa di serie, formata dalle russe Domova e Skopintseva, che si sono imposte per 6-4 6-3. 

Simone De Luigi

Il sammarinese Simone De Luigi

Niente da fare nel doppio maschile Under 16 per i titani Simone De Luigi e Lorenzo Tamagnini, sconfitti 6-0 6-2 da Nicola Filippi e Francesco Testori Tesfagabri, prima testa di serie, nel match che valeva l’accesso alle semifinali.

Risultati romagnoli e sammarinesi al 2° turno

Under 16: Mattia Ricci (n.1)-Jacopo Sergio Casella 6-2 6-0, Enrico Lanza Cariccio-Tommaso Bonazzi 6-4 6-2, Ivan La Cava (n.4)-Noah Quendoz 6-0 6-0. Doppio, quarti: Ceradelli-Ricci b. Di Pierro-Lanza Cariccio 6-0 6-1, Filippi-Testori (n.1) b. De Luigi-Tamagnini 6-0 6-2, Lavoratori-Porcu b. Bravetti-La Cava 7-6 (6) 2-1 ritiro, Baldisserri-Bilardo (n.3) b. Bonazzi-Facchini 7-5 6-3.

Under 16 femminile: Sofia Marchetti-Veronica Sirci (n.5) 7-6 (3) 6-3.
Doppio, quarti: Di Muzio-Gottardi b. Lombardini-Marchetti 7-5 6-4, Migani-Sirci (n.3) b. Vivaldi-Zapelli 6-3 6-2.

Under 14 maschile, quarti doppio: Santoni-Sciahbasi b. Caporali-Chieffo 7-5 6-4, Gazeu-Papalamis (Fra, n.2) b. Paci-Rombaldoni 6-3 6-1.

Under 14 femminile: Carla Ferrer Salat (Esp, n.3)-Clara Sansoni 6-4 6-1.
Doppio, quarti: Domova-Skopintseva (Rus, n.1) b. Pansica-Saenko (Ita-Rus) 6-4 6-3, Laaksonen-Ferrer Salat (Fin-Esp) b. Bacchilega-Sansoni 7-6 (5) 4-6 10/6, Lukesova-Simonovska (Cze, n.3) b. Ceccoli-Galvani 6-1 6-2.

Ivan La Cava

Prosegue a pieno ritmo l’edizione 2019 della ‘San Marino Junior Cup’, torneo internazionale Tennis Europe Under 14 e 16 in svolgimento fino a domenica 11 sui campi di Fonte dell’Ovo, con protagonisti anche alcuni nuovi allievi di Giorgio Galimberti sul Titano.

E’ il caso, in particolare, di Ivan La Cava, che nel tabellone under 16 maschile (categoria 3), dove è quarta testa di serie, è approdato nei quarti di finale: dopo l’affermazione d’esordio per 6-3 3-6 6-4 su Emilio Tagliaferri, il giovane della San Marino Tennis Academy ha rifilato un doppio “bagel” a Noah Quendoz e venerdì si giocherà un posto in semifinale con l’imolese Enrico Baldisserri, numero 8 del seeding.

Passando alla competizione under 14 (categoria 2), stop al secondo turno per Sevan Bottari, in gara con una wild card, che dopo aver piegato in rimonta (3-6 6-3 6-3) il russo Ilya Savelev ha ceduto per 5-7 6-4 6-3 ad Edoardo Santoni, sesta testa di serie (aveva eliminato al primo turno Davide Brunetti), e per Davide Liberati, che dopo aver fatto suo con il punteggio di 6-1 5-7 6-4 il “derby” della San Marino Tennis Academy con Leonardo Rombaldoni ha trovato semaforo rosso con lo statunitense Walker Allen (6-2 6-0), quinto favorito del tabellone.

In contemporanea altri due allievi di Giorgio Galimberti sono impegnati nel torneo Itf Men’s Future rumeno di Targu Mures (15.000 dollari, terra). Andrea Picchione (n.4), dopo aver superato le qualificazioni, nel primo turno del tabellone principale ha ceduto con il punteggio di 67(6) 63 62 al rumeno Vasile Antonescu. Anche in doppio la coppia formata dallo stesso Picchione e da Federico Bertuccioli  si è fermata all’esordio piegata per 62 67(5) 10-5 dai rumeni Vladislav Melnic e Bogdan Pavel.

Il Centrale del Centro Tennis Cassa di Risparmio a San Marino

Proseguono a pieno ritmo gli incontri della ‘San Marino Junior Cup’, torneo giovanile del circuito Tennis Europe, riservato alle categorie Under 14 e Under 16, in svolgimento fino a domenica sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo.
Dopo due giornate dedicate ai primi due turni dei tabelloni singolari, hanno preso il via anche i tabelloni di doppio. In quello femminile Under 14 buona la partenza delle sammarinesi Ludovica Ceccoli e Giulia Galvani, che si sono imposte con lo score di 7-5 7-6 su Matilde Manfredi e Guia Solari. 
Vittoria, nel doppio maschile Under 16, anche per Lorenzo Tamagnini e Simone De Luigi, che dopo aver perso 3-6 il primo set, si sono imposti per ritiro degli avversari nel secondo set, sul risultato di 4-3 per i due titani. 
Per quanto riguarda i singolari, da segnalare, nel tabellone Under 14 maschile, le sconfitte delle prime due teste di serie: il francese Valent Faure, prima scelta del seeding, ha ceduto 6-4 6-1 al ceko Votech Vales, mentre l’austriaco Pinter si è arreso 7-6 6-3 al romagnolo Christian Capacci. 

Risultati 2° turno (romagnoli e sammarinesi)
Under 16: Francesco Testori Tesfagabri-Matteo Bezzi 6-4 4-6 6-2, Nicola Filippi (n.5)-Marco Cinotti 6-0 6-2, Enrico Baldisserri (n.8)-Giacomo Crisostomo 6-3 6-1.
Doppio, 1° turno: De Luigi-Tamagnini b. Boco-Quendoz 3-6 4-3 ritiro, Bravetti-La Cava b. Estrela-Gontar (Por-Pol) 6-2 6-1, Baldisserri-Bilardo (n.3) b. Crisostomo-Enrico Lanza Cariccio 6-3 7-5. Avanzano Di Pierro-Edoardo Lanza Cariccio.

Letizia Migani con la maestra Federica Cerri

Letizia Migani con la maestra Federica Cerri

 
Under 16 femminile: Irina Michela Furtuna-Marta Lombardini 6-2 3-6 6-2, Letizia Migani (n.6)-Agnese Zapelli 6-3 6-2. Nel doppio ok Lombardini-Marchetti.
 
Under 14 maschile, 2° turno: Christian Capacci-Piet Luis Pinter (Aut, n.2) 7-6 (6) 6-3. Nel doppio avanzano Caporali-Chieffo.
Under 14 femminile, 2° turno: Ksenia Saenko (Rus, n.7)-Aurora De Vita 6-0 6-0, Inga Zege (Rus)-Sofia Romualdi 6-2 6-3.
Doppio Under 14 femminile, 1° turno: Pansica-Saenko (Ita-Rus) b. Regini-Shumova 7-5 7-6 (8), Ceccoli-Galvani b. Manfredi-Solari 7-5 7-6 (2), Bacchilega-Sansoni b, Nazarova-Zege (Rus) 7-6 (6) 6-1.
Ivan La Cava

E’ un agosto “caldo” in tutti i sensi per gli allievi della San Marino Tennis Academy, impegnati su più fronti.

Sta entrando nel vivo infatti l’edizione 2019 della ‘San Marino Junior Cup’, torneo internazionale Tennis Europe Under 14 e 16 in svolgimento fino a domenica 11 sui campi di Fonte dell’Ovo, dove si stanno mettendo in evidenza anche alcuni giovani che sono andati ad infoltire la pattuglia di agonisti seguita da Giorgio Galimberti, che fa base sul Titano. In particolare nel tabellone under 16 maschile (categoria 3) ha esordito in maniera positiva Ivan La Cava, accreditato della quarta testa di serie, che ha superato per 6-3 3-6 6-4 Emilio Tagliaferri, mentre il forlivese Diego Bravetti ha ceduto 7-6 (4) 6-1 ad Enrico Baldisserri, numero 8 del seeding.

Tra gli under 14 (categoria 2), invece, affermazione al primo turno per Sevan Bottari, in gara con una wild card, che ha piegato in rimonta (3-6 6-3 6-3) il russo Ilya Savelev e ora affronta Edoardo Santoni, sesta testa di serie (ha sconfitto 6-0 6-1 Davide Brunetti), e per Davide Liberati, che ha fatto suo con il punteggio di 6-1 5-7 6-4 il “derby” della San Marino Tennis Academy con Leonardo Rombaldoni e ora sfida lo statunitense Walker Allen, quinto favorito del seeding.

In ambito femminile stop al primo turno nell’under 16 per Erika Di Muzio, terza forza del tabellone, superata 7-5 6-4 da Marta Lombardini.

ITF TARGU MURES: PICCHIONE SI QUALIFICA, BERTUCCIOLI NO – In contemporanea altri due allievi di Giorgio Galimberti sono impegnati nel torneo Itf Men’s Future rumeno di Targu Mures (15.000 dollari, terra):

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Andrea Picchione (n.4) ha superato le qualificazioni travolgendo 6-1 6-0 nel turno decisivo la wild card locale Radu Florin Macovei, mentre Federico Bertuccioli (n.13) nel match che valeva l’accesso al tabellone principale è stato fermato per 6-3 6-4 dall’altro rumeno Stefan Palosi, seconda testa di serie delle “quali”.

Doppio, 1° turno: Bertuccioli-Picchione contro Melnic-Pavel (Rou).

Letizia Migani con la maestra Federica Cerri

Sono iniziati, dopo due giornate dedicate alle qualificazioni, i tabelloni principali della seconda edizione della San Marino Junior Cup, torneo under 14 e under 16 del circuito Tennis Europe in scena fino a domenica sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo. 
La prima giornata ha visto in campo i giovani tennisti di casa. Semaforo rosso per Ludovica Ceccoli e Giulia Galvani, sconfitte con un doppio 6-0 la prima e 6-2 6-0 la seconda dalle portacolori della Repubblica Ceca Simonovska e Lukesova (sesta testa di serie). 

Marta Lombardini

Marta Lombardini, portacolori del Cicconetti Rimini

In campo maschile Simone De Luigi è stato fermato dall’italiano Marco Cinotti, tesserato per il Ct Massa Lombarda, con il risultato di 6-2 6-0. 
Atteso in campo martedì Lorenzo Tamagnini, che chiuderà il gruppo dei sammarinesi impegnati nel torneo. 

I risultati dei romagnoli e sammarinesi al 1° turno. Under 16: Marco Cinotti-Simone De Luigi 6-2, 6-0, Nicola Filippi (n.5)-Alessandro Zapelli 6-3, 6-2, Matteo Ceradelli (n.7)-Gianmaria Migliardi 6-1, 6-1, Enrico Baldisserri (n.8)-Diego Bravetti 7-6 (4), 6-1, Francesco Testori Tesfagabri-Jacopo Bilardo 7-6 (5), 3-6, 7-5, Ivan La Cava (n.4)-Emilio Tagliaferri 6-3, 3-6, 6-4.
 
Under 16 Femminile, 1° turno: Marta Lombardini-Erika Di Muzio (n.3) 7-5, 6-4, Letizia Migani (n.6)-Sara Milanese 6-2, 6-0.
 
Under 14 maschile, 1° turno: Wojtech Vales (Cze)-Leone Spadoni 6-1, 6-1, Edoardo Santoni (n.6)-Davide Brunetti 6-0, 6-1, Davide Liberati-Leonardo Rombaldoni 6-1, 5-7, 6-4, Sevan Bottari-Ilya Savelev (Rus) 3-6, 6-3, 6-3, Piet Luis Pinter (Aut, n.2)-Filippo Caporali 7-5, 7-5.
 
Under 14 femminile, 1° turno: Aurora De Vita-Arina Shumova 6-2, 3-6, 6-0, Anais Fernandez Laaksonen (Fin, n.1)-Sveva Azzurra Pansica 6-4, 6-1, Nicole Lukesova (Cze, n.6)-Giulia Galvani 6-3, 6-2, Tereza Simonovska (Cze)-Ludovica Ceccoli 6-0, 6-0.
Lorenzo Rottoli, giovane portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda
Il sammarinese Marco De Rossi e Lorenzo Rottoli, giovane portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda, si qualificano per il tabellone principale del torneo Itf Men’s Future di Appiano (25.000 dollari, terra). Stop al turno decisivo, invece, per il riminese Manuel Mazza, fermato dal brasiliano Wilson Leite, testa di serie numero uno delle “quali”.

Marco De Rossi

Il sammarinese Marco De Rossi

1° turno: Lorenzo Rottoli-Georg Winkler (n.7) 6-3 6-2, Marco De Rossi (n.8)-Massimo Brambati 6-0 6-2, Manuel Mazza-Gianluca Acquaroli (n.14) 6-3 6-4.
Turno qualificazione: Lorenzo Rottoli-Horst Rieder (n.13) 3-6 6-4 10/5, Marco De Rossi-Andrea Borroni (n.10) 6-2 7-6 (6), Wilson Leite (Bra, n.1)-Manuel Mazza 7-6(1) 6-3. 
 
TABARKA: STOP NELLE “QUALI” PER BRONZETTI – Alberto Bronzetti (Tennis Viserba) battuto 6-4 6-2 dal russo Vladislav Ivanov nel 1° turno delle qualificazioni del torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra).
Federico Gaio

Federico Gaio è uscito di scena al secondo turno dello “Svijani Open”, torneo challenger ATP dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sui campi in terra rossa di Liberec, nella Repubblica Ceca. Il 27enne di Faenza, numero 175 della classifica mondiale e sesta testa di serie, in quello che era per lui il match d’esordio si è fatto sorprendere dal 38enne ceco Jaroslav Pospisil, senza ranking Atp, proveniente dalle qualificazioni, cedendo con il punteggio di 46 63 75, dopo due ore e 17 minuti di gioco. 

Alberto Bronzetti

Alberto Bronzetti in azione con il suo rovescio a due mani

ITF AGADIR: SEMAFORO ROSSO PER BRONZETTI – Niente da fare per Alberto Bronzetti nel primo turno del tabellone principale del torneo Itf Men’s Future marocchino di Agadir (15.000 dollari, terra). Il riminese portacolori del Tennis Viserba, promosso dalle qualificazioni con i successi per 61 61 su Pietro Mugelli e sul polacco Bartosz Wojnar per 61 75,  è stato sconfitto 62 61 dal brasiliano Jordan Correia, primo favorito del seeding.

Alberto Bronzetti

Alberto Bronzetti (n.12) prima travolge 6-1 6-1 Pietro Mugelli, poi elimina il polacco Bartosz Wojnar (n.7) per 6-1 7-5 e si qualifica per il main draw del torneo Itf Men’s Future marocchino di Agadir (15.000 dollari, terra).
Il riminese portacolori del Tennis Viserba è stato subito sorteggiato con il brasiliano Jordan Correia, primo favorito del tabellone.

MAZZA A UN PASSO DAL MAIN DRAW A BOLZANOManuel Mazza è uno dei 10 tennisti italiani ad un passo dalla qualificazione al tabellone principale dello ”Sparkasse – Alperia Trophi”, torneo ITF maschile con un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in terra rossa del Tennis Club Bolzano. Il giovane del Tennis Viserba (n.12) ha battuto 6-2 6-1 lo svizzero Giordan Kunz e nel turno finale se la vede contro il ceko Dominik Recek (n.5). Il sammarinese Marco De Rossi (n.4) ha ceduto invece 6-4 6-3 all’argentino Sebastian Brzezinski. 

Intanto è stato sorteggiato il main draw, che vede in gara 11 azzurri, tra i quali Francesco Forti, seconda testa di serie.

Due romagnoli al via nelle qualificazioni del torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra).
Mattia Barducci (wild card) ha battuto al 1° turno 6-2 6-7 (4) 10/4 Simone Cacciapuoti (n.15), poi la sconfitta per 6-3 7-6 (9) contro l’argentino Nicolas Bianchi (n.2), per il giovane riccionese Alessandro Pecci (wild card) sconfitta all’esordio per 6-4 6-2 contro il giordano Mousa Alkotop (n.7).

Alessandro Pecci

Alessandro Pecci

Mattia Ricci in azione

Mattia Ricci e Federico Bondioli a segno all’esordio nel torneo Tennis Europe Under 14 tedesco di Dueren (prima categoria). Il riminese allievo della Pro Tennis School a Rivazzurra ha battuto 1-6 6-1 7-5 il locale Karl Nagel Heyer, mentre il ravennate ha travolto 6-0 6-3 il danese Christopher Garde (wild card).

Il mancino Federico Bondioli

Il mancino Federico Bondioli

2° turno: Ricci-Vladimir Bazilevskiy (Isr, n.5) e Bondioli-Marc Majdandzic (Ger, n.2).

San Marino Junior Open: il vincitore Marcello Serafini e il finalista Giulio Perego

Si è conclusa sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio la settima edizione del San Marino Junior Open,  Internazionali ITF under 18. A trionfare nelle rispettive finali di singolare sono stati Marcello Serafini e la rumena Vanessa Popa.

Il riccionese, prima testa di serie, ha risolto la pratica regolando con un doppio 6-3 la resistenza del milanese (classe 2003) Giulio Perego, numero 4 del seeding. Più equilibrato il match decisivo del tabellone femminile, con la Popa, seconda testa di serie, che ha battuto dopo quasi tre ore di gioco la riminese Rubina De Ponti: 7-6 6-2 lo score in favore della rumena.

San Marino Junior Open: Rubina De Ponti

San Marino Junior Open: Rubina De Ponti al servizio

Venerdì pomeriggio si erano invece conclusi i tornei di doppio. Nel maschile successo della coppia formata dal talentuoso 14enne argentino Eli e dall’ungherese Deli, vittoriosi in finale sulla coppia Perego-Pieri col punteggio di 6-4 4-6 10/8. Pronostico rispettato tra le ragazze, con affermazione delle favorite Schieroni-Parentini (6-2 7-5 su Ruggeri-Caldera).  

Enrico Dalla Valle in azione a Pontedera

Prosegue il cammino di Enrico Dalla Valle nel “Città di Pontedera – Trofeo Devitalia”, torneo ITF maschile con un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in terra rossa del Tennis Club della cittadina toscana. Il 21enne di Ravenna, in gara con una wild card e quinta testa di serie, reduce dai due titoli back-to-back conquistati a Tabarka, ha infatti raggiunto le semifinali: dopo le affermazioni all’esordio per 76(6) 60 su Lorenzo Bocchi e al secondo turno per 63 62 su Marco Miceli, proveniente dalle qualificazioni, è durato pochi minuti l’impegno nei quarti per il romagnolo, visto che l’argentino Facundo Diaz Acosta è stato costretto al ritiro per infortunio sul punteggio di 2-1 in favore di Dalla Valle.

Sabato in semifinale il ravennate affronterà l’altro argentino Gonzalo Villanueva, mentre sarà derby tricolore tra Giulio Zeppieri, numero due del tabellone, e Andrea Basso, quarta testa di serie.

San Marino Junior Open: Rubina De Ponti

Venerdì dedicato alle semifinali al ‘San Marino Junior Open’, evento ITF under 18 in dirittura d’arrivo sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio nel Parco di Montecchio.

Rubina De Ponti, quarta testa di serie, ha ottenuto l’accesso all’atto conclusivo del torneo eliminando in rimonta, al termine di una bellissima semifinale, Chiara Girelli: 3-6 6-4 6-2 lo score in favore della 16enne riminese, che sabato se la vedrà per il titolo con la rumena Vanessa Popa, seconda scelta del seeding e vincitrice del match che la opponeva a Jennifer Ruggeri col punteggio di 6-3 6-0.

Marcello Serafini

Il riccionese Marcello Serafini

In campo maschile, il primo a staccare il pass per la finalissima è stato Giulio Perego (n.4 del tabellone), vittorioso per 6-3 7-5 sul toscano Leonardo Rossi. In finale troverà il riccionese Marcello Serafini, prima testa di serie, che si è sbarazzato in due set (6-2 6-4) di Luca Castagnola. 

Le finali di singolare sono in programma in contemporanea sabato alle ore 10.

Andrea Picchione, allievo di Giorgio Galimberti

Prosegue con soddisfazione la “lunga estate calda” degli allievi della San Marino Tennis Academy. Andrea Maria Artimedi è stata tra le protagoniste nel tabellone femminile del ‘San Marino Junior Open’, evento internazionale ITF under 18 (grado 5) giunto alla settima edizione sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio. La 16enne giocatrice abruzzese ha infatti raggiunto i quarti di finale eliminando al primo turno con un netto 61 60 Sofia Pizzoni, sesta testa di serie, e al secondo superando con un periodico 62 la francese Rose Alix Vidal, prima di veder fermata la sua corsa da Marta Rubina De Ponti (63 62 lo score).

In doppio Artimedi, in coppia con Cristina Pescucci, è invece uscita di scena all’esordio: 46 75 11-9 da Chiara Girelli e Sofia Pizzoni, numero 4 del seeding. Stessa sorte per Erika Di Muzio, altra under 16 seguita da Giorgio Galimberti, che al fianco di Ginevra Gottardi ha ceduto per 57 62 10-4 alla coppia formata da Virginia Ferrara ed Emma Valletta.

Nel torneo maschile stop al primo turno per il forlivese Diego Bravetti, in gara con una wild card, superato 75 26 64 da Paolo Rosati. Lo stesso Bravetti, con Ivan La Cava, ha raggiunto i quarti in doppio, con il successo per 76(7) 62 sui sammarinesi Tommaso Simoncini e Lorenzo Tamagnini e poi la sconfitta per 64 61 con Giulio Perego e Samuele Pieri, terza testa di serie.

PICCHIONE PROMOSSO DALLE ‘QUALI’ IN TUNISIA – In contemporanea Andrea Picchione era impegnato nel “Magic Tours”, torneo Itf Men’s Future da 15mila dollari di montepremi sui campi in terra rossa di Tabarka, in Tunisia. L’aquilano classe 1998, allievo della San Marino Tennis Academy, ha superato le qualificazioni battendo 60 64 lo statunitense Alex Jones e facendo suo per 61 62 il derby tricolore con Gabriele Bosio, poi nel primo turno del tabellone principale è stato costretto al ritiro sul punteggio di 75 4-2 in favore del serbo Darko Jandric.

Enrico Dalla Valle in azione a Pontedera

Enrico Dalla Valle ha centrato l’ingresso nei quarti di finale del “Città di Pontedera – Trofeo Devitalia”, torneo ITF maschile con un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in terra rossa del Tennis Club della cittadina toscana. Il 21enne di Ravenna, in gara con una wild card e quinta testa di serie, reduce dai due titoli back-to-back conquistati a Tabarka, dopo aver superato all’esordio per 76(6) 60 Lorenzo Bocchi, al secondo turno ha sconfitto per 63 62, in un’ora e 23 minuti, Marco Miceli, proveniente dalle qualificazioni. Dalla Valle si giocherà un posto in semifinale con l’argentino Facundo Diaz Acosta.

Lorenzo Brunetti (Circolo Tennis Cesena)

Lorenzo Brunetti (Circolo Tennis Cesena)

ITF TABARKA: BRUNETTI STOP AL 2° TURNO – Lorenzo Brunetti, ripescato in tabellone come lucky loser, si ferma al secondo turno del torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra). Il giocatore del Circolo Tennis Cesena, dopo aver superato 64 61 la wild card locale Majed Kilani, è stato sconfitto 64 61 dallo statunitense Miles Jones, che lo aveva già battuto nel decisivo turno di qualificazione.

Marcello Serafini

Al Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo gli Internazionali di tennis ITF under 18 “San Marino Junior Open” entrano nella fase conclusiva con i tabelloni di singolare e doppio che si stanno allineando alle semifinali.

In campo maschile il riccionese Marcello Serafini, prima testa di serie, si è qualificato per il penultimo atto superando in due combattutissimi set il francese Rodriguez (7-5 7-5) e se la vedrà venerdì con Luca Castagnola (n.7), che ha fermato la corsa di Samuele Pieri col punteggio di 6-1 6-2. Nella parte bassa, a sfidarsi per un posto in finale saranno Giulio Perego, quarta testa di serie, e il toscano Leonardo Rossi, vittoriosi rispettivamente sugli ungheresi Dulganov (n.6) e Cseresznyes, secondo favorito del seeding.

La riminese Rubina De Ponti

La riminese Rubina De Ponti

Italiane a farla da padrona anche nel torneo femminile, con le semifinali che vedranno, nella parte alta, Chiara Girelli (7-5 6-2 alla Abbagnato) opposta alla riminese Rubina De Ponti (6-3 6-2 ad Andrea Maria Artimedi, allieva di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy), mentre nella parte bassa Jennifer Ruggeri (n.7) si giocherà l’ingresso in finale alla rumena Vanessa Popa, seconda scelta del seeding.

Si va completando anche il quadro delle semifinali di doppio, le cui finali sono in programma nel pomeriggio di venerdì.

Enrico Dalla Valle in azione a Pontedera

Buona la prima per Enrico Dalla Valle nel “Città di Pontedera – Trofeo Devitalia”, torneo ITF maschile con un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in terra rossa del Tennis Club della cittadina toscana. Il 21enne di Ravenna, in gara con una wild card e quinta testa di serie, reduce dai due titoli back-to-back conquistati a Tabarka, all’esordio ha superato 76(6) 60 Lorenzo Bocchi. Al secondo turno Dalla Valle trova dall’altra parte della rete Marco Miceli, proveniente dalle qualificazioni.

CHALLENGER TAMPERE: GAIO ESCE AL 2° TURNO – Esordio da dimenticare invece per Federico Gaio nel “Tampere Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sui campi in terra rossa di Tampere, in Finlandia. Il 27enne faentino, numero 160 Atp e sesta testa di serie, reduce dalla semifinale di San Benedetto, è stato battuto al secondo turno per 63 75 dal brasiliano Guilherme Clezar, numero 304 del ranking mondiale.

Lorenzo Brunetti (Circolo Tennis Cesena)

Lorenzo Brunetti (Circolo Tennis Cesena)

ITF TABARKA: BRUNETTI AL 2° TURNO – Lorenzo Brunetti, ripescato in tabellone come lucky loser, approda al secondo turno del torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra). Il giocatore del Circolo Tennis Cesena ha sconfitto 64 61 la wild card locale Majed Kilani e ora ritrova da avversario lo statunitense Miles Jones, che lo ha fermato nel decisivo turno di qualificazione.

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Si sono allineati ai quarti di finale i tabelloni di singolare del San Marino Junior Open, torneo internazionale under 18 giunto alla fase decisiva sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo.

Il programma di mercoledì 24 è stato aperto dalla bella affermazione dell’abruzzese Andrea Maria Artimedi, che ha regolato in poco meno di un’ora la francese Alix Vidal (6-2 6-2 il punteggio): l’allieva di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy avrà la riminese Rubina De Ponti (n.4 del seeding) come ostacolo verso le semifinali. Avanza anche Anastasia Abbagnato, ottava testa di serie, che ha superato con un netto 6-2 6-0 Virginia Ferrara ed affronterà la sorprendente Chiara Girelli, autrice dell’eliminazione all’esordio della prima favorita del seeding Greta Schieroni.

Diletta Cherubini

Diletta Cherubini

Nella parte bassa, per un posto in semifinale, ci sarà un derby italiano tra Jennifer Ruggeri e la toscana Diletta Cherubini e il match tra la francese Levivier e la rumena Popa, seconda testa di serie. 

In campo maschile, prosegue la marcia del riccionese Marcello Serafini, atteso nei quarti da una delicata prova contro il francese Rodriguez. Puntano alle semifinali Giulio Perego (n.4) e gli ungheresi Cseresznyes e Dulganov, rispettivamente seconda e sesta testa di serie.

Il rovescio di Sara Errani

Sconfitta amara per Sara Errani nel “Palermo Ladies Open”, torneo WTA International da 250mila dollari di montepremi – di nuovo in calendario dopo sei anni di assenza (l’ultima edizione, nel 2013, fu vinta da Roberta Vinci) – in corso sulla terra rossa del Country Time Club del capoluogo siciliano. 

La 32enne di Massa Lombarda, numero 237 del ranking mondiale (in gara con una wild card), vincitrice delle edizioni del 2008 e del 2012 (e finalista nel 2013), è stata battuta per 61 36 64, in un’ora e 50 minuti, dall’ungherese Fanny Stollar, numero 224 Wta. La 20enne di Budapest era stata ripescata in tabellone come lucky loser dopo il forfait di Martina Di Giuseppe, numero 149 (best ranking), special exempt grazie alla prima semifinale Wta in carriera raggiunta a Bucarest, costretta al ritiro da un virus influenzale. Peccato perché la romagnola nel set decisivo è stata avanti 3-1 0-40 sul servizio della magiara, prima di subire un parziale di cinque giochi ad uno da parte della tennista ungherese, pagando ancora una volta a caro prezzo  le difficoltà al servizio, con 10 doppi falli complessivi, l’ultimo dei quali commesso proprio sul match point.

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Dopo due giornate dedicate alle qualificazioni, ha preso il via il tabellone principale del “San Marino Junior Open”, evento ITF Junior Tour (under 18) giunto alla settima edizione sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo. Proseguono a ritmo serrato gli incontri del primo turno di singolare. I primi a staccare il pass per gli ottavi sono stati il riccionese Marcello Serafini (n.1 del seeding maschile) e il toscano Samuele Pieri, vittoriosi in due set rispettivamente sull’argentino Nicolas Eli e il romano Ivan La Cava.

Sul fronte femminile debutto convincente anche per Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy di Giorgio Galimberti, che ha estromesso la sesta testa di serie Sofia Pizzoni con un sonoro 6-1 6-0. Avanzano anche la riminese Rubina De Ponti (n.4 del tabellone), le francesi Jenny Lim e Rose Alix Vidal, la rumena Vanessa Popa (n.2) e la qualificata toscana Alessandra Anghel.

Il sammarinese Tommaso Simoncini

Il sammarinese Tommaso Simoncini

Nulla da fare invece per i due tennisti sammarinesi Lorenzo Tamagnini e Tommaso Simoncini, eliminati in due set rispettivamente da Luca Giordano e Giulio Perego (n.4). 
Mercoledì il programma vedrà disputarsi gli ottavi di finale sia di singolare che di doppio.

Filippo Di Perna

Si giocano i tabelloni finali, sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, nel torneo Itf Under 18 “San Marino Junior Open” (Grade 5, terra).

Nel maschile si qualificano l’imolese Filippo Di Perna (n.1), che ha battuto 6-4 6-1 Saverio Trippetti, e il riminese Filippo Fracassi (2-6 6-1 10/3 al francese Maxime Franco).

Il sammarinese Tommaso Simoncini

Il sammarinese Tommaso Simoncini

3° turno: Riccardo Tomassetti-Nicola Filippi 6-3 6-3.

Nel femminile Caterina Pantoli (Villa Carpena) battuta nel turno finale da Matilde Magrini (n.6) per 6-3 6-4. Partono dal tabellone principale anche i sammarinesi Tommaso Simoncini e Lorenzo Tamagnini.

TROFEO SO.NA.D. A MARINA DI RAVENNA – In corso sui campi del Marina Sport Center il 13° trofeo “So.Na.D”, il tradizionale torneo di terza categoria maschile.
2° turno: Giacomo Fossi (4.3)-Francesco Dal Borgo (4.2) 7-5 6-1, Daniele Mazzotti (4.2)-Robi Gasperoni (4.3) 7-6 (3) 6-4, Alberto Lubrano (4.2)-Gerardo Lamattina (4.4) 6-1 6-2.

3° turno: Gian Matteo Zanzi (4.2)-Vasco Fioravanti (4.3) 6-0 6-1, Enrico Folli (4.1)-Fabio Fabbri (4.2) 6-1 6-3.

Sara Errani incontra i giornalisti a Palermo

Essere a Palermo, per me, ha sempre un sapore speciale, questo per me è un torneo importantissimo, conservo ricordi davvero bellissimi“. Sara Errani aveva giocato nel capoluogo siciliano l’ultima partita prima che il torneo fosse venduto ai malesi, la finale del 2013 persa contro Roberta Vinci. E sempre a Palermo la romagnola aveva festeggiato nel 2008 il primo titolo in carriera. “Sono contentissima di essere tornata qua e che sia tornato il torneo“, ha sottolineato la 32enne di Massa Lombarda, campionessa anche nel 2012. E fu un anno da record: vinse senza cedere un set, lasciando quattro game in finale a Barbora Strycova, perdendone 20 in tutto il torneo, e diventò la prima italiana nella storia ad aggiudicarsi almeno quattro titoli in una sola stagione.

Mi aspetto di ritrovare buone sensazioni – ha aggiunto Sara ringraziando gli organizzatori degli Internazionali di Sicilia per averle concesso una wild card – Come sto? Fisicamente ci sono, forse mi manca solamente un po’ di fiducia. Lavoro su quello, spero di disputare un buon torneo“.

Sara Errani firma autografi a Palermo

Sara Errani firma autografi a Palermo

Errani debutterà contro Martina Di Giuseppe, che ha ottenuto uno special exempt dopo la semifinale di Bucarest, la sua prima nel circuito WTA, che le ha permesso di entrare questa settimana tra le prime 150 del mondo. “Martina sta giocando bene, è in fiducia“, ha detto ancora la Errani, che quest’anno è tornata a vincere un titolo, nell’ITF al circolo Antico Tiro a Volo di Roma in finale su Barbara Haas, a quindici mesi dall’ultimo successo nel WTA 125K di Indian Wells dell’anno scorso. “Sto cercando di ritrovare le sensazioni migliori: cercherò di fare del mio meglio“.

San Marino Junior Open: Caterina Pantoli

Partito sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio il torneo Itf Under 18 “San Marino Junior Open” (Grade 5, terra).
Nelle qualificazioni maschili al 3° e decisivo turno l’imolese Filippo Di Perna, il riminese Filippo Fracassi ed il forlivese Nicola Filippi.
2° turno: Filippo Di Perna (n.1)-Jacopo Bilardo (wild card) 6-3 6-4, Nicola Filippi-Gianmarco Gandolfi (n.2) 6-4 6-3, Filippo Fracassi-Luca Ascari 3-6 6-3 10/6.

Nel femminile avanza Caterina Pantoli (Tennis Villa Carpena) che nel 2° turno ha battuto 6-3 6-3 la francese Madaleine Joffe (n.4).

ITF FEMMINILE SCHIO: MAZZOLA NELLE ‘QUALI’ – Alessandra Mazzola affronta Beatrice Lombardo (n.9) nel 1° turno delle qualificazioni del torneo Itf Women’s Tour di Schio (15.000 dollari, terra).

Memorial Gaio Camporesi: la premiazione di Pierluigi Basile e Michele Mecarelli

Con due finali dall’andamento completamente diverso si è concluso al Tennis Villa Carpena il torneo Tennis Europe Under 12, il memorial “Gaio Camporesi”. La prima a firmare l’importante torneo forlivese è stata un’inarrestabile Mika Buchnik. L’israeliana ha battuto facilmente (6-0 6-0) la romana Fabiola Marino, classe 2008, mostrando una varietà di colpi davvero interessante, mentre la capitolina ha patito forse troppo la rilevanza del match, uno dei più importanti nella sua ancora verdissima carriera, e infatti ha giocato al di sotto delle sue potenzialità e comunque sotto gli standard mostrati per tutta la settimana.

I fratelli Gaddo e Redo Camporesi premiano le finaliste

I fratelli Gaddo e Redo Camporesi premiano le finaliste (foto Fabio Blaco)

Alla Marino è comunque andato il premio Comac alla miglior italiana e il premio Fair-Play del Panathlon, consegnato dal presidente Marilena Rosetti. Al termine le premiazioni effettuate dal presidente del Comitato Regionale Fit, Gilberto Fantini, dal presidente del circolo, Angela Bonoli, dai fratelli Camporesi, Gaddo e Redo, figli del grande Gaio Camporesi, da Fabrizio Missiroli, in rappresentanza di Allianz, e dal direttore del torneo, Ferrante Rocchi.

Nel singolare maschile ha fatto la differenza il talento cristallino di Pierluigi Basile, pugliese di Martina Franca entrato in tabellone con una wild card. Grazie ad un fisico già strutturato e a una tecnica notevole, Basile ha battuto in finale per 3-6 6-1 6-1 Michele Mecarelli, marchigiano del Ct Nice di Jesi, giocatore interessante in prospettiva, tatticamente molto bravo ed intelligente in campo.

La stretta di mano fra Pierluigi Basile e Michele Mecarelli

La stretta di mano fra Pierluigi Basile e Michele Mecarelli (foto Blaco)

Non è stato facile, soprattutto perché dai quarti di finale in poi gli avversari mi hanno costretto ad alzare l’intensità del mio tennis. Anche in finale nel primo set ho un po’ sfarfallato e mi sono trovato a rincorrere, però non ho mai perso la convinzione di potercela fare. E’ stata una settimana bellissima qui a Forlì e spero di poter tornare l’anno prossimo, se come mi è stato detto ci sarà anche il torneo under 14…“, il commento del vincitore del torneo. Un po’ di rammarico invece nelle parole di Mecarelli: “Sono soddisfatto di come ho giocato in tutto il torneo, peccato solo per la rimonta subita nel match conclusivo. Basile è stato bravo ad alzare il livello, io non sono riuscito a contrastarlo e poi nel terzo dal 2-0 in suo favore sono mentalmente uscito dalla partita e non c’è stato più nulla da fare“.

Al termine le premiazioni, alla presenza del vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo, del presidente del circolo, Angela Bonoli e dei figli di Gaio Camporesi, Redo e Gaddo, che hanno ricordato in modo commovente la figura del padre, pioniere dello sport forlivese e non solo. Le finali sono state arbitrate da Roberto Scaioli (la femminile) ed Andrea Bellelli (la maschile).

Si chiude così la prima edizione del torneo internazionale forlivese, ottimamente diretto da Ferrante Rocchi, una manifestazione che ha riscosso un notevole successo, dal punto di vista tecnico e partecipativo. Decisivo il supporto dello staff coordinato dal presidente dell’Asd Villa Carpena, il maestro Alberto Casadei, con Sara Pretolesi, Giovanni Pacchioni, Martina Barducci, Luca Zanzi, Alessandro Casadei Gardini.

Stefania Rubini

Stefania Rubini ha concesso il bis. La 26enne bolognese si è aggiudicata per il secondo anno di fila il trofeo degli “Internazionali di Imola-Trofeo Autosanterno”, torneo ITF femminile dotato di un montepremi di 25mila dollari che si è concluso sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park della città romagnola. In finale l’emiliana, seconda favorita del tabellone, si è aggiudicata per 63 63, in 67 minuti di gioco, il derby tricolore contro Claudia Giovine, proveniente dalle qualificazioni.

Questo per me è un torneo speciale – ha ammesso a caldo Stefania Rubini, al 6° titolo ITF in carriera, il primo in questa stagione ho ormai grande confidenza con questo terreno che mi permette di esprimermi ad ottimi livelli. Questo per me è stato un anno sportivo complicato, molto altalenante, ma questa vittoria riscatta anche qualche delusione patita negli ultimi tempi. Dedico il successo al mio allenatore e a tutto il mio staff, che mi sono sempre vicini e hanno sempre dimostrato di credere in me. Voglio poi ringraziare tutto lo staff degli Internazionali di Imola: vista la mia vita da tennista, ho la fortuna di girare il mondo e partecipare a tanti tornei, ma la cordialità e la capacità organizzativa di queste persone sono uniche”. 

Claudia Giovine

Claudia Giovine (foto Luca Rontini)

Ringrazio ancora una volta il numeroso pubblico giunto qui oggi e il mio staff, senza il quale tutto ciò non sarebbe possibile – sottolinea Massimiliano Narducci, organizzatore del torneo Abbiamo assistito a 5 giorni di grande tennis, coronati da una finale che ha visto protagoniste due super giocatrici come Rubini e Giovine. A Stefania ho scherzosamente detto di non presentarsi più qui, proprio perché credo abbia grandi qualità e merita palcoscenici di altissimo livello. Mi auguro che in futuro ci possa essere un interesse sempre crescente della città verso il nostro torneo, perché abbiamo già ampiamente dimostrato di saper fare le cose in grande”.

PREMIO DADINA A FRANCESCO MOSER – Nel post-gara, come ormai da tradizione, è stato inoltre consegnato il 4° Premio Domenico “Dado” Dadina alla carriera sportiva ad un ospite eccezionale come Francesco Moser, uno dei miti del ciclismo europeo e non solo. Nato a Giovo, in provincia di Trento, nel 1950, Moser è stato professionista dal 1973 al 1988, vincendo (tra gli altri) un Giro d’Italia, due Parigi Roubaix e un campionato su strada e uno su pista. Con 273 vittorie su strada, risulta il ciclista con il maggior numero di successi in carriera, nonché il terzo assoluto a livello mondiale. Ricordiamo che il Premio Dadina, istituito nel 2016 per volontà di Massimiliano Narducci, mira a tenere vivo il ricordo di Domenico Dadina, scomparso prematuramente nel 2015 all’età di 52 anni. Grande appassionato di sport, tennis compreso, Dado era persona conosciuta e amata in città, soprattutto per la sua genuinità e disponibilità. Per diversi anni, lavorò come collaboratore all’ufficio sport del comune di Imola, ma si impegnò anche nell’organizzazione di molteplici eventi sportivi, tra i quali numerosi tornei tennistici nei campi del Tozzona Tennis Park.

ORA LA TAPPA RACE TO MEF CHALLENGER – La conclusione degli Internazionali di Imola 2019 non segna la fine dello spettacolo al Tozzona Tennis Park: infatti fino al 27 luglio i campi della Pedagna ospiteranno la quarta tappa del Race to MEF Challenger, circuito di prima e seconda categoria, riservato a giocatori italiani e stranieri. L’evento mette in palio una wild card per il main draw dell’ATP Challenger 80 di MEF Tennis Events, fissato per la metà di agosto all’Aquila. Domenica 21 luglio si sono disputati i primi due incontri dell’evento, che hanno visto il giovane imolese Enrico Baldisserri trionfare al terzo set (1-6 6-4 6-3) su Marco Antonio Mania, mentre in precedenza, nella sfida d’esordio, Lorenzo Vincenti ha eliminato con un netto 6-4 6-0 Massimiliano Mandrioli.

Enrico Dalla Valle premiato per il successo nel Futures ITF di Tabarka

Una settimana dopo aver conquistato il suo secondo titolo nel circuito professionistico Enrico Dalla Valle ha concesso il bis. Il 21enne ravennate, in gara con una wild card e prima testa di serie, ha infatti di nuovo rispettato il ruolo di favorito imponendosi nel “Magic Tours”, torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra): 36 64 64 il punteggio con cui in finale il romagnolo ha superato l’argentino Sebastian Baez, secondo favorito del tabellone.

EIl ravennate Enrico Dalla Valle vincitore di due Futures ITF a Tabarka

Il ravennate Enrico Dalla Valle vincitore di due Futures ITF a Tabarka

In precedenza sulla strada verso la finale Dalla Valle aveva sconfitto al primo turno l’olandese Colin Van Beem per 64 63, al secondo per 64 61 Andrea Picchione (allievo di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy), passato attraverso le qualificazioni, poi nei quarti il croato Duje Ajdukovic, ottava testa di serie, per 63 61 e in semifinale per 63 62 l’argentino Nicolas Alberto Arreche, numero 5 del seeding.

Si tratta del terzo titolo ITF stagionale e in carriera per Enrico, che aveva rotto il ghiaccio ad Alkmaar il mese scorso.

I campi principali del Villa Carpena

Il torneo Tennis Europe Under 12 al Villa Carpena – Memorial “Gaio Camporesi” manda in scena nel pomeriggio di domenica le finali del singolare femminile e maschile. 
Per chi non può essere fisicamente presente nel club forlivese ma desidera seguire i match clou, è possibile seguire in streaming le partite dei campi 1 e 2 cliccando su questi link e avviando il video!
CAMPO UNO: http://tenniscarpena.idlabs.it/cam1.html
CAMPO DUE: http://tenniscarpena.idlabs.it/cam2.html

Buon divertimento amiche e amici!

Federico Gaio

Federico Gaio si ferma in semifinale alla “San Benedetto Tennis Cup”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro che si conclude domenica sera sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Maggioni di San Benedetto del Tronto.

Il 27enne di Faenza, numero 171 del ranking mondiale e quarto favorito del seeding, nel match che valeva l’ingresso in finale ha ceduto per 64 63, in un’ora e 13 minuti di gioco, all’argentino Renzo Olivo, numero 330 Atp, che si giocherà quindi il titolo con Alessandro Giannessi, numero 163 Atp e terza testa di serie, che ha sconfitto per 67(3) 61 76(8), dopo quasi tre ore di battaglia e un match-point annullato nel tie-break del set decisivo, lo slovacco Andrej Martin, numero 119 Atp e primo favorito del torneo. Si tratta della decima finale challenger in carriera per il 29enne di La Spezia, che ha già conquistato i trofei di Stettino 2016, Banja Luka 2018 e Vicenza lo scorso giugno. 

Sui campi del Maggioni Gaio ha superato al secondo turno per 76(3) 46 61 il brasiliano Pedro Sakamoto (n.378 Atp), poi negli ottavi ha liquidato per 61 64 il dominicano Jose Hernandez-Fernandez (n.273 Atp), 14esima testa di serie, e nei quarti ha regolato per 62 64 nel derby tricolore Roberto Marcora, numero 189 Atp e settima testa di serie.

Claudia Giovine

Saranno Stefania Rubini e Claudia Giovine a contendersi domenica sera il titolo degli “Internazionali di Imola-Trofeo Autosanterno”, torneo ITF femminile dotato di un montepremi di 25mila dollari in dirittura d’arrivo sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park.

Nella parte bassa del tabellone la bolognese, campionessa in carica e seconda testa di serie del torneo, ha sconfitto per 63 60 Verena Meliss, rivelazione del torneo ma in questo caso alle prese con qualche problema fisico, mentre nella seconda semifinale Claudia Giovine, proveniente dalle qualificazioni, ha regolato con un doppio 64 Camilla Rosatello.

Stefania Rubini

Stefania Rubini (foto Luca Rontini)

Intanto la coppia composta da Nina Stadler e Paula Cristina Goncalves liquida senza particolari patemi il duo Rasheda McAdoo-Sandra Samir e si aggiudica la finale del torneo di doppio. Il fatto che nel corso dell’intera manifestazione la coppia svizzero-brasiliana non abbia perso nemmeno un set tende ad impreziosire ulteriormente il successo delle due tenniste, che hanno dimostrato un grande affiatamento e un indubbio talento. Tanti complimenti anche per le sconfitte McAdoo-Samir, capaci di intraprendere un percorso sopra le righe, apprezzato dallo stesso pubblico del Tozzona Tennis Park, che ha accompagnato con un fragoroso applauso l’uscita dal Campo Centrale della coppia.

Massimiliano Narducci (Organizzatore Internazionali di Imola 2019):Voglio fare i miei complimenti alla coppia vincente del doppio, composta da Stadler e Goncalves, che ha disputato un ottimo torneo e stramerita il risultato raggiunto. Quanto al tabellone del singolare, Stefania Rubini si sta dimostrando per l’ennesima volta una grande tennista e si giocherà domani la possibilità di vincere per il secondo anno di fila. Mi spiace comunque per Verena Meliss, soprattutto perché a causa di un problema fisico non ha potuto esprimersi sui suoi livelli abituali”.

Villa Carpena: la premiazione delle coppie Matteo Sciahbasi/Riccardo Surano e Michele Mecarelli/Danny Stella

Arriva il momento della verità, quello delle finali, per il torneo Tennis Europe Under 12 del Tennis Villa Carpena. Le sfide per il titolo nel memorial “Gaio Camporesi” vedranno domenica 21 di fronte dalle 16.30 Mika Buchnik-Fabiola Marino nel femminile e poi Pierluigi Basile-Michele Mecarelli nel maschile.

Nel maschile il primo a tagliare il traguardo della finale è stato Pierluigi Basile (wild card), giocatore di grande talento, che ha messo in fila venerdì sera nell’ultimo quarto di finale il polacco Filip Kosinski per 7-5 6-3 e sabato pomeriggio Matteo Sciahbasi con lo stesso punteggio. Più netto lo score della seconda semifinale, che ha visto Michele Mecarelli liquidare Riccardo Surano per 6-1 6-3.

Memorial Gaio Camporesi: la premiazione dell'israeliana Mika Buchnik e della rumena Maria Teodora Nagy

La premiazione dell’israeliana Mika Buchnik e della rumena Maria Teodora Nagy, vincitrici del doppio femminile

Nel femminile vola in finale l’israeliana Mika Buchnik, già vincitrice del doppio, che si è imposta per 6-4 6-3 sulla francese Daphnee Mpteshi Perricard, la stessa che aveva estromesso nell’ultimo quarto per 6-2 6-2 Ilary Pistola. A seguire ha conquistato il match clou anche la romana Fabiola Marino, molto più a suo agio sulla terra della danese Lucca Ingildsen, arresasi per 6-1 6-2.

Intanto nel doppio maschile finale vinta dal tandem Matteo Sciahbasi-Riccardo Surano su Michele Mecarelli-Danny Stella per 7-6 (4) 4-6 10/7.

Il sammarinese Tommaso Simoncini

Si è conclusa con la vittoria di Cipro l’edizione 2019 della Coppa Davis Gruppo IV zona Europa, organizzata dalla Federazione Sammarinese Tennis sui campi in terra rossa del Centro tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo. Un match avvincente quello che ha visto protagonisti i ciprioti contro l’Irlanda, altra squadra che aveva chiuso al primo posto il proprio girone, deciso solo al terzo set del doppio decisivo, vinto dagli isolani con lo score di 6-2 2-6 7-6. 

La squadra di casa, invece, chiude con un positivo sesto posto. Dopo aver terminato terza nel proprio girone, la formazione sammarinese ha sfidato l’Islanda, che aveva ottenuto egual piazzamento nella pool A. Senza l’infortunato Marco De Rossi, i padroni di casa hanno schierato nel primo singolare Domenico Vicini, che ha lottato per quasi due ore prima di cedere a Daniel Siddal, col punteggio di 6-3 7-6. Nel secondo match, poi, Egil Sigurdsson ha lasciato appena un game a Filippo Tommesani, mentre nel doppio lo stesso Tommesani e Simoncini sono stati superati dal duo Gunnarson-Magnusson per 6-4 6-1.

Filippo Tommesani

Filippo Tommesani, Davisman sammarinese

Nella finalina per il terzo posto il Liechtenstein ha superato 3-0 Malta, mentre negli altri match in programma, per definire le posizioni dalla settima alla decima, l’Armenia si è imposta 3-0 sul Kosovo e l’Albania ha superato 2-1 Andorra. 
Per gli appassionati di tennis ecco subito un altro appuntamento sui campi in terra rossa di Fonte dell’Ovo. Domenica, infatti, prenderanno il via le qualificazioni del torneo ITF Under 18 San Marino Junior Open, che decreteranno lunedì i giocatori e le giocatrici che andranno ad aggiungersi ai tabelloni principali, al via da martedì e in scena fino a sabato. 

Enrico Dalla Valle
Una settimana dopo aver conquistato il suo secondo titolo nel circuito professionistico Enrico Dalla Valle ci riprova. Il 21enne ravennate, in gara con una wild card e prima testa di serie, ha infatti raggiunto di nuovo la finale nel “Magic Tours”, torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra).

Fin qui il romagnolo ha sconfitto al primo turno l’olandese Colin Van Beem per 64 63, al secondo per 64 61 Andrea Picchione (allievo di Giorgio Galimberti alla San Marino Tennis Academy), passato attraverso le qualificazioni, poi nei quarti il croato Duje Ajdukovic, ottava testa di serie, per 63 61 e in semifinale per 63 62 l’argentino Nicolas Alberto Arreche, numero 5 del seeding.

Nel match che assegna il titolo domenica Dalla Valle affronta l’altro albiceleste Sebastian Baez, secondo favorito del tabellone.

La coppia sammarinese Marika Colonna e Alice Grandi

San Marino sarà presente alla prima edizione dei World Beach Games che si terranno a Doha nel mese di ottobre. A centrare l’obiettivo, tutt’altro che semplice, è la coppia femminile di beach tennis composta da Marika Colonna e Alice Grandi che sarà al via del tabellone da 16 coppie che raggruppa i migliori team al mondo. 

Il capitano sammarinese Stefano Pazzini

Il capitano sammarinese Stefano Pazzini

Un risultato davvero notevole se si considera che erano solo 11 i posti disponibili in base alla classifica mondiale. La presenza di San Marino tra Paesi di ben altre dimensioni e potenzialità è un risultato davvero straordinario. 
Unico rammarico l’assenza dal tabellone maschile della coppia formata da Niccolò Bombini e Alvise Galli, tagliati fuori per sole 9 posizioni di ranking. Al duo sammarinese non è stata purtroppo concessa una delle due wild card a disposizione dell’organizzazione. Se ne riparlerà nel caso una delle 16 coppie in tabellone dovesse rinunciare alla partecipazione. 

Federico Gaio in azione

Federico Gaio centra la semifinale alla “San Benedetto Tennis Cup”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Maggioni di San Benedetto del Tronto.

Nei quarti il 27enne di Faenza, numero 171 del ranking mondiale e quarto favorito del seeding, si è imposto per 62 64, in un’ora e nove minuti di gioco, nel derby tricolore contro Roberto Marcora, 29enne di Busto Arsizio numero 189 Atp e settima testa di serie. Gaio troverà in semifinale sabato l’argentino Renzo Olivo, numero 330 Atp.

Approda al penultimo atto anche Alessandro Giannessi: il 29enne di La Spezia, numero 163 Atp e terza testa di serie, si è aggiudicato per 57 63 76(3), dopo oltre due ore e mezza di lotta, il testa a testa tutto italiano con Andrea Arnaboldi, 31enne canturino, numero 222 del ranking mondiale ed ottavo favorito del tabellone. Giannessi affronta ora lo slovacco Andrej Martin, numero 119 Atp e prima testa di serie del torneo.

Verena Meliss

Semifinali tricolore sabato agli “Internazionali di Imola-Trofeo Autosanterno”, torneo ITF femminile dotato di un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park della città romagnola.
Nella parte bassa del tabellone Verena Meliss sfida Stefania Rubini, seconda testa di serie del torneo, mentre nella parte alta Claudia Giovine, proveniente dalle qualificazioni, si gioca un posto in finale con Camilla Rosatello, capace di imporsi con un doppio 64 sulla wild card Corinna Dentoni.

Ad aprire il venerdì di gare la sfida tra Claudia Giovine e la svizzera Nina Stadler: dopo un inizio poco spettacolare ma indubbiamente equilibrato, la tennista italiana sale di tono e riesce a spuntarla in due set, comunque giocati sul filo del rasoio.

Claudia Giovine

Claudia Giovine (foto Luca Rontini)

Nel match successivo, Verena Meliss e Eleni Kordolaimi, parse tra le giocatrici in migliori condizioni nei giorni precedenti, danno vita ad un altro scontro ad altissima intensità e non senza esclusione di colpi, vinto dalla altoatesina in rimonta al terzo set, dopo quasi due ore e mezza di gioco. 

Stefania Rubini

Stefania Rubini

Nel tabellone di doppio finale tra la coppia McAdo-Samir e quella composta da Goncalves e Stadler, che hanno liquidato in meno di un’ora il duo Prati-Bozicevic, guadagnandosi l’accesso per l’ultimo atto di sabato sera.

Massimiliano Narducci (Organizzatore Internazionali di Imola 2019):Sono enormemente soddisfatto di come sta procedendo il torneo, la macchina organizzativa avanza alla perfezione. Quanto al tennis giocato, devo fare i miei complimenti a Claudia Giovine, che sta giocando alla grande e non a caso è la prima semifinalista italiana. Continua a stupirmi anche Verena Meliss, che ha eliminato una rivale del calibro di Eleni Kordolaimi”.

Rafael Capacci

Il torneo Tennis Europe Under 12 del Villa Carpena, il memorial “Gaio Camporesi”, ha definito l’allineamento alle semifinali nei tabelloni di singolare, con l’uscita di scena dell’ultimo romagnolo in corsa. Il forlivese Rafael Capacci, allievo dell’Uta al Ct Zavaglia di Ravenna, ha concluso la sua bella corsa al Carpena perdendo un match piuttosto equilibato contro Michele Mecarelli che si è imposto per 6-2 4-6 6-1. Nel tardo pomeriggio l’ultimo quarto ha visto Pierluigi Basile imporsi per 7-5 6-3 sul polacco Filip Kosinski in un testa a testa tra due giocatori di grande talento e di sicuro avvenire.

Nel femminile approdano alle semifinali l’israeliana Mika Buchnik che, curiosamente, ha battuto 6-3 6-2 nei quarti la sua compagna di doppio, con la quale ha vinto il titolo, la rumena Maria Teodora Nagy, e la francese Daphnee Mpetshi Perricard, che ha liquidato con un periodico 6-2 Ilary Pistola. 

Villa Carpena: la premiazione delle coppie Matteo Sciahbasi/Riccardo Surano e Michele Mecarelli/Danny Stella

La premiazione delle coppie Matteo Sciahbasi/Riccardo Surano e Michele Mecarelli/Danny Stella (foto Blaco)

Intanto nei doppi ci sono già i primi verdetti. Nel femminile – come si diceva – si è imposta giovedì sera la coppia israelo-rumena formata da Mika Buchnik e da Maria Teodora Nagy che nel match-clou hanno sconfitto le due azzurre Sara Macchione e Giuliana Giardina per 6-3 6-1. Molto più equilibrato l’atto conclusivo del doppio maschile, che ha visto il binomio formato da Matteo Sciahbasi e Riccardo Surano prevalere per 7-6(4) 4-6 10/7 su Michele Mecarelli e Danny Stella.

Doppio maschile, semifinali: Sciahbasi-Surano b. Bonnin-Galley (Fra) 6-3 7-5, Mecarelli-Stella b. Basile-Laviola 6-3 6-7 (2) 10/6.

Domenico Vicini, bandiera della squadra di Coppa Davis di San Marino

Dopo il successo di mercoledì sul Kosovo, è arrivata un’altra vittoria per la squadra sammarinese impegnata nel gruppo IV zona Europa di Coppa Davis, in svolgimento fino a sabato 20 luglio sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo. 

La Nazionale del Titano, capitanata da Domenico Vicini, diventato a quasi 48 anni il giocatore più “esperto” ad aver vinto un incontro in Davis, si è imposta per 2-1 su Andorra. La prima vittoria porta proprio la firma del “Leone” Vicini, che ha superato Eric Cervos Noguer (6-3 7-6 lo score). Al suo successo ha fatto eco, nel secondo match, Marco De Rossi che ha vinto abbastanza agevolmente su Ricardo Rodeiro (6-2 6-1). Nel doppio, ininfluente ai fini del risultato finale, i giovani Tommesani e Simoncini sono stati sconfitti in due set (6-1 7-6) da Jauregui e Cervos Noguer. 

Il sammarinese Marco De Rossi

Il sammarinese Marco De Rossi in azione sul Centrale di Fonte dell’Ovo

Un successo, quello su Andorra, che qualifica i titani come terza nel proprio girone e consentirà ai biancazzurri di giocarsi la quinta piazza assoluta nel play-off di sabato. 
Venerdì il team sammarinese osserva la giornata di riposo, per poi tornare in campo sabato per lo spareggio che determinerà la quinta e sesta posizione finale dell’evento. Possibili avversarie dei padroni di casa, in base ai risultati dell’ultima giornata di round robin, sono Islanda, Liechtenstein o Armenia.

Proprio Islanda e Armenia hanno dato vita ad un match molto equilibrato, vinto 2-1 dagli islandesi. Nelle altre sfide in programma Malta ha superato agevolmente il Kosovo (3-0) e Cipro si è imposto con lo stesso risultato sull’Albania. 

La premiazione dell'israeliana Mika Buchnik e della rumena Maria Teodora Nagy a Villa Carpena

Battute finali al Tennis Villa Carpena per il torneo Tennis Europe Under 12, il memorial “Gaio Camporesi”. Si è interrotta nei quarti la corsa di Niccolò Satta: l’allievo dell’Uta al Ct Zavaglia ha fatto un brillante torneo, partito addirittura dalle qualificazioni, ma il suo avversario odierno, Riccardo Surano, si è dimostrato un ostacolo ancora troppo duro.

Venerdì invece è il turno dell’ultimo romagnolo rimasto in gara in singolare, il forlivese Rafael Capacci, altro allievo dell’Uta, che sfida Michele Mecarelli.

Nel femminile semifinali per due giocatrici di grande talento come la danese Lucca Ingildsen e Fabiola Marino. Intanto in serata si è svolta la prima finale, quella del doppio femminile, che ha visto di fronte la coppia azzurra formata da Giuliana Giardina e Giulia Macchione al tandem composto dall’israeliana Mika Buchnik e dalla rumena Maria Teodora Nagy: vittoria per 6-3 6-1 di Buchnik-Nagy in un match sempre controllato dalle due giocatrici straniere.

Memorial Gaio Camporesi: la premiazione dell'israeliana Mika Buchnik e della rumena Maria Teodora Nagy

La premiazione dell’israeliana Mika Buchnik e della rumena Maria Teodora Nagy, vincitrici del doppio femminile

RISULTATI

Maschile, quarti: Matteo Sciahbasi-Federico Pincini 6-1 2-6 7-5, Riccardo Surano-Niccolò Satta 6-1 6-0.

Femminile, quarti: Lucca Ingildsen (Den)-Ludovica Pierro 6-3 6-2, Fabiola Marino-Arina Zhelyaskova (Rus) 6-4 ritiro.

Doppio femminile semifinali: Giardina-Macchione b. Bartoli-Pansica 6-3 7-6 (3), Buchnik-Nagy (Isr-Rou) b. Marzocchi-Musarra 6-2 6-2.

Doppio maschile, semifinale: Mecarelli-Stella b. Basile-Laviola 6-3 6-7 (2) 10/6.

Quarti: Sciahbasi-Surano b. Casucci-Paolini 6-4 6-3, Bonnin-Galley (Fra) b. Gasparo Morticella-Pincini (wild card) 6-4 4-6 10/8. 

Fabio Leonardi con il tecnico Mattia Amadori

Ottimo risultato per Fabio Leonardi nel torneo Tennis Europe Under 12 austriaco di Kufstein. Il talento ravennate allievo di Tennix Aquae a Porto Fuori, seguito in questa trasferta nel trofeo “Sparkasse Bambini Cup” dal tecnico Mattia Amadori, è uscito all’esordio nel tabellone principale, battuto 7-5 6-3 dal montenegrino Jovan Tomovic. Ma Leonardi si è rifatto nel tabellone di consolazione raggiungendo la finale dopo i successi sugli austriaci Costantin Neubauer per 5-3, 4-2 e sull’altro austriaco Lukas Brunner. Finale venerdì mattina contro lo sloveno Paolo Angeli.

Lucia Bronzetti

Lucia Bronzetti saluta al secondo turno gli Internazionali di Imola 2019, torneo ITF con montepremi di 25.000 dollari in corso sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park.

La 20enne di Villa Verucchio, terza testa di serie, cade sotto i colpi dell’esperta Eleni Kordolaimi, già carnefice di Camilla Scala al primo turno, che sfodera una prestazione di grande solidità. La tennista greca, ai quarti di finale, troverà nella giornata di venerdì Verena Meliss, vittoriosa in rimonta su Sara Gambogi al terzo set.

Verena Meliss

Verena Meliss

In un altro derby tutto italiano tra Federica Prati e Angelica Moratelli, a spuntarla è proprio quest’ultima, dopo un inizio tutto ad appannaggio della tennista milanese. Bene anche la svizzera Stadler e Camilla Rosatello, vincenti su Ioana Gaspar e Cavalle-Reimers.

Camilla Rosatello

Camilla Rosatello

La principale sorpresa arriva in serata, quando Deborah Chiesa, prima testa di serie, cade sotto i colpi di Corinna Dentoni, in gara con una wild card. Avanzano invece Stefania Rubini, campionessa in carica e seconda favorita del seeding, e Claudia Giovine, passata attraverso le qualificazioni.

Nel tabellone del doppio, superano il primo turno le coppie Bronzetti-Rosatello e Gambogi- Alexandre Da Rosa, mentre Scala-Spigarelli cedono al più quotato duo Kordolaimi-Ponomar. 

Massimiliano Narducci (organizzatore Internazionali di Imola 2019): Anche oggi abbiamo assistito a grandissimi match, molto equilibrati. Ho visto molto bene Verena Meliss, ma anche la Rosatello e la Kordolaimi, che mi sembra sul pezzo e ha interpretato benissimo la superficie del campo. Voglio fare un plauso a tutti i giudici di linea e a tutti i raccattapalle, che stanno svolgendo un lavoro estremamente professionale”.

RISULTATI

Secondo turno: Camilla Rosatello (Ita) b. Yvonne Cavalle-Reimers [5] (Esp) 6-3 3-6 6-3, Nina Stadler (Sui) b. Ioana Gaspar (Rou) 6-4 6-2, Verena Meliss (Ita) b. Sara Gambogi (Ita) 3-6 6-3 6-0, Angelica Moratelli (Ita) b. Federica Prati (Ita) 3-6 7-5 7-6, Eleni Kordolaimi (Gre) b.  Lucia Bronzetti [3] (Ita) 6-4 6-2, Claudia Giovine (Ita) b. Paula Cristina Goncalves [4] (Bra) 7-5 4-6 7-5, Corinna Dentoni (Ita) b. Deborah Chiesa [1] (Ita) 6-4 6-1,  Stefania Rubini [2] (Ita) b. Amanda Carreras (Gbr) 6-0 6-0.

Deborah Chiesa

Dopo Lucia Bronzetti, terza testa di serie, Camilla Rosatello ed Angelica Moratelli, altre sette tenniste italiane hanno esordito positivamente agli “Internazionali di Imola-Trofeo Autosanterno”, torneo ITF femminile dotato di un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park della città romagnola. Si tratta di Deborah Chiesa, prima testa di serie del tabellone, Stefania Rubini, seconda favorita del seeding, Verena Meliss, della wild card Corinna Dentoni e delle qualificate Federica Prati, Sara Gambogi e Claudia Giovine. 

Corinna Dentoni

Corinna Dentoni

Entra sempre più nel vivo la 16esima edizione degli Internazionali di Imola 2019 (15-21 luglio, ITF Women’s Circuit, montepremi 25.000 $): i campi del Tozzona Tennis Park infatti sono stati teatro degli incontri del primo turno del Main Draw, oltre che del torneo di doppio, sempre in grado di catalizzare l’attenzione di appassionati e curiosi per gli alti indici di spettacolarità e particolarità. Quanto ai risultati della serata di ieri, da segnalare l’uscita di scena dell’imolese Camilla Scala, che poco ha potuto al cospetto della tennista greca Eleni Kordolaimi, vincitrice di entrambi i set con un 6-3 e un più equilibrato 7-6. Bene invece Lucia Bronzetti, romagnola classe ’98, nonché testa di serie numero 3, che ha liquidato con un netto 6-1/ 6-2 la slovena Pislak. Nella giornata di mercoledì 17, tra le tante partite in programma (il maltempo di lunedì ha costretto gli organizzatori ad affoltire il calendario e utilizzare anche il terzo campo del Tozzona Tennis Park), da segnalare l’eliminazione di Rasheeda McAdoo, figlia dell’ex star NBA Bob, al cospetto della spagnola Cavalle Reimers. Nella tarda mattinata, sul Campo Centrale, una battagliera Federica Prati e la potente Claudia Coppola hanno dato vita ad uno scontro serrato, durato quasi tre ore, che vede spuntare la tennista milanese, dimostrando di essere sempre a suo agio in terra imolese.

Sara Gambogi

Sara Gambogi

Pochi problemi per le italiane Meliss e Dentoni, vincitrici rispettivamente sulla Marinkovic e sulla Urzhumova, mentre nel replay della sfida di ieri Sara Gambogi ha ancora una volta avuto nettamente ragione sulla Bozicevic (ripescata al posto della Di Sarra, costretta al forfait). 

Massimiliano Narducci (Organizzatore Internazionali 2019):Un’altra giornata favolosa, siamo riusciti a disputare tantissimi match. In evidenza Lucia Bronzetti ieri sera, ho visto bene anche la Rosatello. Tanto rammarico per l’eliminazione di Camilla Scala, che ha disputato una buona partita, prima di crollare al tie break, al cospetto di un’avversaria di valore”.

Rafael Capacci stringe la mano a Paolo Laviola

Doppietta romagnola nel tabellone maschile del torneo Tennis Europe Under 12 del Villa Carpena. Hanno infatti conquistato i quarti di finale, partendo entrambi dalle qualificazioni, due allievi dell’Uta al Circolo Tennis Zavaglia di Ravenna, il ravennate Niccolò Satta che ha vinto un duro confronto contro Matteo Sabbatini, e il forlivese Rafael Capacci, che ha estromesso più facilmente Laviola.

Talita Giardi

La sammarinese Talita Giardi (foto Fabio Blaco)

Nel femminile invece ottavi fatali per le giocatrici romagnoli, escono di scena la faentina Sofia Regina, battuta dalla talentuosa danese Ingildsen, Chiara Bartoli, la sammarinese Talita Giardi e la padrona di casa Clara Marzocchi.

Chiara Bartoli

Chiara Bartoli del CT Cesena (foto Fabio Blaco)

Anche nella giornata di mercoledì 17 si sono visti, in una bella cornice di pubblico, match di alta qualità, in pratica il futuro del tennis europeo è di scena al Tennis Villa Carpena.

Definito il calendario delle finali (tutti i giorni ad ingresso gratuito). Giovedì alle 18 la finale del doppio femminile, venerdì alle 18 la finale del doppio maschile, sabato le semifinali di maschile e femminile in contemporanea (dalle 17) e domenica la finale femminile alle 16.30, a seguire quella maschile.

RISULTATI

Maschile, 2° turno: Filip Kosinski (Pol)-Edoardo Dionigi (lucky loser) 6-2 6-4, Pierluigi Basile (wild card)-Alberto Schold (qualificato) 6-4 6-4, Federico Pincini-Danny Stella 6-4 6-2, Matteo Sciahbasi-Gabriele Pierro (lucky loser) 6-2 6-3, Rafael Capacci (qualificato)-Paolo Vito Domenico Laviola (wild card) 6-4 6-1, Michele Mecarelli-Riccardo Pasi 6-2 6-3, Niccolò Satta (qualificato)-Matteo Sabbatini (qualificato) 6-3 3-6 6-4, Riccardo Surano-Lenny Galley (Fra) 6-1 6-0.

1° turno: Riccardo Pasi-Yagiz Ozfidan (Tur) 6-1 6-1, Matteo Sciahbasi-Tommaso Filippi (lucky loser) 6-3 6-0.

Femminile, 2° turno: Ludovica Pierro-Talita Giardi (Rsm, wild card) 6-2 6-1, Fabiola Marino-Clara Marzocchi 7-5 6-0, Maria Teodora Nagy (Rou)-Alessia Ciobanu 6-0 6-2, Mika Buchnik (Isr)-Sara Macchione 6-1 6-0, Ilary Pistola (wild card)-Paola Sharon De Luca 6-4 6-3, Daphnee Mpteshi Perricard (Fra)-Chiara Bartoli 6-3 6-4, Lucca Ingildsen (Den)-Sofia Regina (wild card) 6-2 6-1, Arina Zhelyaskova (Rus)-Ines Delaloye (Sui) 6-3 6-0.

Doppio femminile quarti: Bartoli-Pansica b. Becchio-Mpteschi-Perricard (Fra) 6-3, 6-4, Marzocchi-Musarra b. Aletti-Cilbic (Rsm-Mda) 6-3, 6-2, Buchnik-Nagy (Isr-Rou) b. Gentili-Pierro 6-3, 6-7 (3), 10-4. Semifinali anche per Giardina-Macchione.

Doppio maschile, 1° turno: Gasparo Morticella-Pincini b. Kosinski-Urzica (Pol-Rou) 7-5, 4-6, 10-8, Basile-Laviola b. Bonivento-Kaya (Ita-Tur) 6-3, 6-4. Quarti: Sciahbasi-Surano b. Casucci-Paolini 6-4, 6-3, Mecarelli-Stella b. Caporali-Guidi 6-4, 6-1.

La coppia sammarinese Marco De Rossi e Domenico Vicini

Nella terza giornata di Coppa Davis, la seconda effettiva dopo la pioggia di lunedì, è arrivato il primo successo per la squadra sammarinese nell’edizione 2019 del Group IV Europe Zone, in pieno svolgimento sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio.

Una vittoria che porta la firma di Domenico Vicini – a 48 anni il giocatore più anziano ad aver vinto un incontro in Coppa Davis – che ha sostituito Marco De Rossi nel primo singolare, superando in tre set Genc Selita (6-3 4-6 6-3) e poi vittorioso anche nel doppio decisivo in coppia con lo stesso De Rossi (6-1 6-0 per i titani), dopo che Filippo Tommesani aveva ceduto 6-4 6-0 al suo avversario Granit Bajraliu. 
San Marino sale cosi al terzo posto nella classifica del proprio raggruppamento, dietro Irlanda e Malta, e giovedì sarà atteso dalla delicata sfida con Andorra per consolidare il piazzamento in vista del playoff di sabato.
Gli altri incontri della giornata hanno visto l’Irlanda imporsi 3-0 su Andorra, il Liechtenstein superare 2-1 l’Islanda e l’Armenia battere 3-0 l’Albania. 

La riminese Lucia Bronzetti

Esordio positivo per Lucia Bronzetti agli “Internazionali di Imola”, torneo ITF femminile dotato di un montepremi di 25mila dollari in corso sui campi in sintetico del Tozzona Tennis Park. La 20enne di Villa Verucchio, terza testa di serie, ha sconfitto per 61 62, in appena 52 minuti, la slovena Manca Pislak. Al secondo turno la riminese affronterà la greca Eleni Kordolaimi, che ha reso amaro il debutto della “padrona di casa” Camilla Scala, superata per 63 76(2). 

Dopo un esordio bagnato dalla pioggia, che ha reso impraticabili i campi per l’intero lunedì di incontri, nella seconda giornata il sole ha illuminato l’impianto della Pedagna regalando un godibile martedì di tennis, caratterizzato da tante gare equilibrate e dagli importanti contenuti tecnici.

Federica Prati in azione a Imola

Federica Prati in azione sui campi del Tozzona Tennis Park

Già dalla prima mattinata sono andati in scena i match inaugurali della manifestazione, validi per la qualificazione al main draw: nulla da fare per Zantedeschi e Aprea, superate rispettivamente dalle più quotate Husaric e Bozicevic. Stessa sorte per la giovane tennista bolognese Bianca Vitale, eliminata dopo due set comunque agguerriti da Giulia Crescenzi. Rilevante la vittoria in rimonta di Giulia Carbonaro ai danni di Maria Masini, mentre la De Santis cade inaspettatamente al cospetto della rumena Toma.

Tante sorprese nel secondo turno di qualificazioni: nello spettacolare match tra due atlete emergenti del calibro di Sara Gambogi (classe ’99) e Isabella Bozicevic (2001), a portare a casa l’intera posta è la tennista italiana, che liquida la rivale con una prestazione magistrale e accede al tabellone principale. Anastasia Piangerelli elimina in rimonta la prim testa di serie delle qualificazioni, Anita Husaric, mentre la Giovine supera con un doppio 6-4 Giulia Carbonaro.

Massimiliano Narducci (organizzatore Internazionali di Imola 2019):Giornata fantastica sotto il profilo climatico, abbiamo fatto un mezzo miracolo a giocare ben 22 partite, sfruttando anche il terzo campo del Tozzona Tennis Park. Ho visto una grande Claudia Giovine, abilissima a superare due turni del tabellone di qualificazione: sono certo che riuscirà a vestire i panni della mina vagante del main draw”.

I campi del Tozzona Tennis Park a Imola

I campi del Tozzona Tennis Park a Imola

RISULTATI

Primo turno Qualificazioni

Anita Husaric [1] (Bih) b. Aurora Zantedeschi (Ita) 6-2 6-2

Anastasia Piangerelli [9] (Ita) b. Natalie Proese (Ger) 6-2 6-4

Claudia Giovine [2] (Ita) b. Arianna Zucchini (Ita) 6-4 6-3

Giulia Carbonaro (Ita) b. Maria Masini [11] (Ita) 3-6 6-2 10/5

Valerija Urzhumova [3] (Rus) b. Cristina Elena Tiglea (Ita) 6-4 6-2

Giulia Crescenzi [7] (Ita) b. Bianca Vitale (Ita) 6-3 6-3

 Maria Toma (Rou) b. Elena De Santis [4] (Ita) 6-3 6-1

Valentina Losciale (Ita) b. Isabella Tcherkes Zade (Ita) 7-5 3-6 10/4

Isabella Bozicevic [5] (Aus) b. Ginevra Aprea (Ita) 6-0 6-0

Sara Gambogi [10] (Ita) b. Micol Sanna (Ita) 6-1 6-1

Angelica Raggi [6] (Ita) b. Valentina Urelli Rinaldi 6-4 6-3

Federica Prati [8] b. Enola Chiesa (Ita) 6-0 6-3

Secondo turno Qualificazioni

Anastasia Piangerelli [9] (Ita) b. Anita Husaric [1] (Bih) 3-6 6-4 10/5

Claudia Giovine [2] (Ita) b. Giulia Carbonaro (Ita) 6-4 6-4

Valerija Urzhumova [3] (Rus) b. Giulia Crescenzi [7] (Ita) 6-2 6-0

Valentina Losciale [12] (Ita) b. Maria Toma (Rou) 6-3 6-3

Sara Gambogi [10] (Ita) b. Isabella Bozicevic [5] (Aus) 6-1 6-1

Federica Prati [8] (Ita) b. Angelica Raggi [6] (Ita) 6-2 6-1

Il sammarinese Marco De Rossi

Giornata di straordinari per i componenti delle dieci nazionali impegnate nel gruppo IV zona Europa di Coppa Davis, in corso a San Marino. Dopo la pioggia di lunedì è infatti tornato a splendere il sole sui campi del Centro tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, consentendo il regolare svolgimento del programma.

Programma che si è aperto di buon mattino con il completamento del turno che era stato possibile solo iniziare nella giornata di apertura. La squadra sammarinese, capitanata dal “record-man” Domenico Vicini, ha rotto il ghiaccio contro l’Irlanda. Nel primo singolare Filippo Tommesani ha ceduto 6-0 6-2 a Simon Carr, ci ha pensato Marco De Rossi a riportare il match in parità, superando in tre set Peter Bothwell con parziali 7-5 6-3 6-4. Decisivo il doppio, che ha visto i titani Tommesani e Vicini soccombere con Bothwell-Bradley con un periodico 6-0. 

Il poster della Coppa Davis a San Marino

Il poster della Coppa Davis a San Marino (15-20 luglio)

Gli altri match che completavano la prima giornata hanno visto nella Pool A Cipro superare con un rotondo 3-0 l’Islanda e l’Armenia imporsi 2-1 sul Liechtenstein; nella pool B, invece, Malta ha avuto la meglio su Andorra per 2-1. 

Proprio Malta è stata la seconda avversaria del team sammarinese, confronto risoltosi solo al doppio decisivo. Il primo singolare ha visto Tommaso Simoncini cedere per 6-1 6-0 al più esperto Matthew Asciak; tutto piuttosto semplice per Marco De Rossi contro Matthew Cassar Torreggiani, liquidato dal sammarinese per 6-1 6-2. Poi però De Rossi, in coppia con Domenico Vicini, nel match che assegnava la vittoria ha ceduto per 6-1 5-7 6-1 al duo Asciak-Sudzuka, che ha regalato alla compagine isolana il prezioso punto del 2-1.

La terza giornata di gare, mercoledì 17, vedrà i padroni di casa opposti al Kosovo

Sara Errani

Stop al secondo turno delle qualificazioni per Sara Errani nel “BRD Bucharest Open“, torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari in corso sui campi in terra rossa della capitale della Romania.

Dopo aver superato per 16 76(5) 3-3 ritiro la ceca Tereza Martincova, prima testa di serie delle “quali”, la 32enne di Massa Lombarda, numero 241 del ranking mondiale, ha ceduto alla bulgara Isabella Shinikova, numero 232 Wta, con il punteggio di 63 67(4) 63, dopo quasi due ore e un quarto di lotta, in un incontro disputato in due tempi per via della pioggia.

Scattano i match dei tabelloni principali ed arrivano puntuali i primi successi dei giocatori romagnoli nel torneo Tennis Europe Under 12 del Villa Carpena, il memorial “Gaio Camporesi”. In particolare si sono messi in evidenza, in una giornata condizionata dal maltempo, il ravennate Niccolò Satta, allievo dell’Uta al Ct Zavaglia, che dopo essersi qualificato ha battuto nel main draw un avversario tosto come il bielorusso Sharabaika, e Chiara Bartoli (Ct Cesena) che ha estromesso Agnese Gentili.

Escono di scena invece il forlivese Marco Caporali (Carpena) e due allieve della scuola federale sammarinese, Sveva Azzurra Pansica e Silvia Alletti, così come saluta il torneo forlivese Sofia Cilibic, altra allieva dell’Uta.

In serata è sceso in campo un altro allievo del Villa Carpena, Alex Guidi, che se la vede contro Pierluigi Basile. Il livello tecnico del torneo forlivese si conferma notevole, anche lunedì si sono visti incontri di grande qualità a conferma dell’importanza di questa tappa del circuito Tennis Europe. Come quello che ha visto il successo, dopo quattro ore di splendida battaglia, del polacco Kosinski su Adriano Botta.

RISULTATI

Maschile, 1° turno: Edoardo Dionigi (lucky-loser)-Antonio Marigliano (qualificato) 6-4 4-6 6-1, Alberto Schold-Guillaume Bonnin (Fra) 1-6 6-2 6-3, Danny Stella-Riccardo Ferraiuolo 6-3 6-4, Niccolò Satta (qualificato)-Ivan Sharabaika (Blr) 6-2 6-3, Matteo Sabbatini-Marco Caporali 6-2 6-4, Filip Kosinski (Pol)-Adriano Botta 6-7 7-5 7-5.

Femminile, 1° turno: Fabiola Marino-Vittoria Zorzi 7-5 7-6 (3), Maria Teodora Nagy (Rou)-Viola Becchio (wild card) 6-2 6-0, Alessia Ciobanu-Silvia Alletti 6-4 6-1, Mika Buchnik (Isr)-Sveva Azzurra Pansica 6-1 6-3, Sara Macchione-Giulia Sophia Di Concetto 6-3 6-3, Ilary Pistola (wild card)-Eleonora Baroni (lucky loser) 6-1 6-2, Paola Sharon De Luca-Sofia Cilibic (Mda) 4-6 6-0 6-0, Daphnee Mptesch Perricard (Fra)-Giorgia Di Gesu 6-0 6-0, Chiara Bartoli-Agnese Gentili 3-6 6-3 6-1.

Intanto sono iniziati anche i tabelloni di doppio, nel femminile 1° turno: Kuharenko-Zhelyaskova (Blr-Rus) b. Ingildsen-Pistola (Den-Ita) 6-2 6-1.

Il Centrale del Centro Tennis Cassa di Risparmio a San Marino

Vince la pioggia nella prima giornata della Coppa Davis Gruppo IV Europe Zone in scena fino a sabato sui campi del centro tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, a San Marino.

Dopo un primo rinvio al mattino, a causa delle precipitazioni che impedivano l’ingresso in campo delle squadre, una tregua al pomeriggio ha consentito l’avvio dei primi singolari, salvo poi dover interrompere nuovamente tutto per via della pioggia. 
Cancellata, dunque, la prima giornata, che verrà recuperata martedì a partire dalle 9.30 con il completamento dei singolari iniziati oggi, seguiti dai doppi e dagli altri singolari. 
Intorno alle 15, poi, prenderà il via il programma previsto per la giornata. 
Doppio turno, dunque, che vedrà i titani padroni di casa, capitanati da Domenico Vicini, sfidare l’Irlanda al mattino e Malta nel pomeriggio.

La presentazione del torneo Tennis Europe under 12 al Villa Carpena

Ci siamo. Scatta lunedì ufficialmente, con i match del main draw, sui campi di Villa Carpena il torneo Tennis Europe Under 12 dedicato alla figura indimenticabile di quel grande pioniere dello sport forlivese che fu Gaio Camporesi.

Domenica sera la conferenza stampa di presentazione dell’evento, introdotta dal direttore del torneo, Ferrante Rocchi, con interventi di saluto del vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo, del consigliere nazionale Fit, Raimondo Ricci Bitti, che ha portato il saluto della Federazione e si è detto felice che una manifestazione così importante sia ospitata dal Tennis Villa Carpena, del presidente del circolo, Angela Bonoli e di Redo e Gaddo Camporesi, figli del grande Gaio, personaggi di riferimento per il tennis forlivese.

I fratelli Camporesi hanno contribuito in maniera determinante, con la loro passione, nel portare a Forlì questo grande appuntamento.Il colpo d’occhio entrando al Carpena è veramente bello, così come vedere tutti i ragazzi giocare in campi curati a puntino – ha sottolineato Gaddo -, il babbo sarebbe stato veramente contento nel vederli all’opera. Il circolo si presenta veramente bene, io e mio fratello abbiamo avuto l’idea di legare il ricordo di mio padre al tennis giovanile e credo, vedendo questo spettacolo, che l’idea sia stata buona”.

Poi Redo Canporesi: “Sono molto emozionato, sia nel sentir parlare di mio babbo sia per il fatto di parlare in pubblico. Il babbo è mancato due anni fa e la sua scomparsa mi brucia forse ancora di più adesso. Gaio Camporesi ha fatto molto per il tennis, per lo sport forlivese e per il mondo dell’associazionismo, era famoso per la sua memoria eccezionale, per questo è un motivo di orgoglio il fatto che il torneo sia dedicato alla memoria di una persona che di memoria ne aveva tanta”. Poi la presentazione dello staff organizzativo, i maestri Alberto Casadei, Giovanni Pacchioni, Sara Pretolesi, il preparatore atletico ed istruttore Luca Zanzi, Martina Barducci ed il referee Sigismondo Favia.

Il complesso del Tennis Club Villa Carpena a Forlì

Il complesso del Tennis Club Villa Carpena a Forlì

Intanto dalle qualificazioni sono entrati nel tabellone principale Niccolò Satta e Rafael Capacci, entrambi allievi dell’Uta al Ct Zavaglia, vincitori di match molto tirati rispettivamente contro Gabriele Grieco e Tommaso Filippi (il forlivese del Forum è stato poi ripescato come lucky loser), ottime notizie anche per il beniamino di casa Luca Pompei che ha vinto un bel match contro Giacomo Bruzzi (Sporting Club Sassuolo).

Lunedì prima giornata con in campo diversi giocatori romagnoli o comunque di scuola locale come Sofia Cilibic (Ct Zavaglia), Sveva Azzurra Pansica e Silvia Alletti (Ct Cast San Marino), Chiara Bartoli, Marco Caporali ed Alex Guidi del Carpena e Niccolò Satta. Si parte con i primi match programmati alle 9 e gli ultimi in campo dalle 17.30, con un cartellone che prevede ben 16 incontri.

RISULTATI

Maschile, turno di qualificazione: Antonio Marigliano-Edoardo Dionigi 6-3 6-4, Riccardo Ferraiuolo-Gabriele Pierro 7-5 6-2, Niccolò Satta-Gabriele Grieco 6-4 4-6 6-4, Matteo Sabbatini-Luigi Valletta 6-7 (5) 6-4 6-4, Luca Pompei-Giacomo Bruzzi 7-6 (2) 7-5, Alberto Schold-Alessandro Fiocchi (wild card) 6-3 6-2, Giulio Casucci-Giorgio Antonio Carcani 7-5 6-3, Rafael Capacci (wild card)-Tommaso Filippi 3-6 6-4 6-3.

Femminile, turno di qualificazione: Giulia Sophia Di Concetto-Giorgia Buccinotti 6-0 6-2, Ludovica Pulcrano-Amanda Nai (wild card) 6-1 6-1, Vittoria Zorzi-Sara Festa 6-2 6-1, Fabiola Marino-Victoria Trentino Garcia (Bra) 6-2 6-1, Lucca Ingildsen (Den)-Aurora Fabbri 6-3 6-0, Ludovica Pierro-Eleonora Baroni 6-2 6-2, Alessia Ciobanu-Boglarka Pecsi (Hun) 6-2 3-6 6-4.

Marco De Rossi (San Marino)

E’ pronto ad alzarsi il sipario sull’edizione 2019 della Coppa Davis, gruppo IV Europe Zone, al via lunedì 15 luglio sui campi in terra battuta del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, a San Marino.

Domenica sera, nella nuovissima Vip Lounge, si tiene la cena di gala con presentazione delle 10 squadre che prendono parte alla competizione. Competizione che quest’anno si presenta con un format rinnovato: le dieci squadre sono suddivise in due gironi da cinque, con la formula consolidata dei due singolari e un doppio. Sabato 20, nell’ultima e decisiva giornata di gare, si sfideranno le pari classificate di ogni girone (prima contro prima, seconda contro seconda, e cosi via) per determinare la classifica finale delle dieci rappresentative al via.

Il poster della Coppa Davis a San Marino

Il poster della Coppa Davis a San Marino (15-20 luglio)

In tarda mattinata il sorteggio ha decretato la composizione dei due gironi: fanno parte della pool A Liechtenstein, Cipro, Islanda, Armenia e Albania, mentre nella pool B sono inserite Irlanda, Malta, Andorra, Kosovo e la formazione di casa di San Marino, capitanata dal “record-man” Domenico Vicini, che sarà affiancato da Marco De Rossi, Filippo Tommesani e Tommaso Simoncini.

Il team del Titano fa il suo esordio contro l’Irlanda, match in programma sul Centrale a partire dalle 11. Il gruppo B vede sfidarsi anche Malta e Andorra, mentre per la pool A saranno di scena i match Cipro-Islanda e Liechtenstein-Armenia. I titani sfideranno poi Malta nella giornata di martedì, Kosovo nella giornata di mercoledì e Andorra giovedì, per poi riposare venerdì in vista della decisiva giornata di sabato.
L’ingresso all’evento è gratuito. Orari e risultati sono disponibili sul sito fst.sm e sul sito daviscup.com.

Il tecnico Mattia Amadori a Kufstein con Fabio Leonardi e Claudio Celaj

Buona partenza per il ravennate Claudio Celaj nelle qualificazioni del torneo Tennis Europe Under 14 austriaco di Kufstein (seconda categoria, cemento).

Il portacolori del Tennix Aquae di Porto Fuori, seguito in Austria dal tecnico Mattia Amadori, ha battuto direttamente al 2° turno l’austriaco Alexander Wagner per 7-5 0-6 6-2. Ora per lui c’è Alessandro D’Adda.

Claudio Celaj

La grinta di Claudio Celaj

Parte dal tabellone principale Under 12 l’altro giocatore del Tennix Aquae, Fabio Leonardi.

Redo Camporesi (a destra) con Ferrante Rocchi, direttore del Tennis Villa Carpena

Il tennis giovanile internazionale fa tappa da oggi al Villa Carpena per il torneo Tennis Europe Under 12 dedicato alla figura indimenticabile di pioniere dello sport forlivese che fu Gaio Camporesi.

Si parte con le qualificazioni maschili e femminili di questa importante tappa di livello mondiale, seconda categoria nel circuito Tennis Europe. Diversi i romagnoli al via. Nel maschile partono dal main draw Pietro Augusto Bonivento ed il locale Riccardo Pasi, dalle qualificazioni Tommaso Filippi, Luca Pompei e Luigi Valletta. Wild card per il tabellone principale per due giocatori del Carpena, Alex Guidi e Marco Caporali. Nel femminile main draw per Chiara Bartoli, Sveva Azzurra Pansica, Clara Marzocchi, Sofia Cilibic e Silvia Alletti.

Subito a segno nelle qualificazioni Luca Pompei, portacolori proprio del circolo organizzatore, ed il ravennate Niccolò Satta, promessa del Ct Zavaglia dove si allena con la scuola agonistica Uta.

Domenica alle 18.30 nella Club House del circolo ci sarà la presentazione ufficiale del torneo, alla presenza dei dirigenti e tecnici del club forlivese.

Maschile, 1° turno qualificazioni: Antonio Marigliano-Gabriele Galassi 6-2, 6-3, Edoardo Dionigi-Mathys Braun (Sui) 6-0, 6-3, Riccardo Ferraiuolo-Filippo Rossetti 6-3, 6-2, Gabriele Pierro-Alberto Ciarapica 6-2, 6-1, Giulio Casucci-Denis Navolokin (Rus) 6-1, 6-0, Luca Pompei-Matteo Biazzetti 6-4, 6-2, Giorgio Antonio Carcani-Pietro Trippetti 7-5, 6-0, Alessandro Fiocchi-Filippo Lancieri 2-6, 6-3, 6-1, Niccolò Satta-Pietro Ricci 6-1, 6-2, Alberto Schold-Diego Paoloni 6-2, 3-6, 6-4, Gabriele Grieco-Tymofii Karpaliuk (Ukr) 6-4, 6-1.

Femminile, 1° turno: Giulia Sophia Di Concetto-Giorgia Buccinotti 6-0, 6-2, Ludovica Pulcrano-Amanda Nai 6-1, 6-1, Vittoria Zorzi-Sara Festa 6-2, 6-1, Fabiola Marino-Victoria Trentino Garcia (Bra) 6-2, 6-1, Lucca Ingildsen (Den)-Aurora Fabbri 6-3, 6-0, Ludovica Pierro-Eleonora Baroni 6-2, 6-2.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle rispetta il ruolo di numero 1 del tabellone e raggiunge la finale nel torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra).

Il ravennate ha messo in fila l’inglese Jake Hersey (wild card) per 61 61 nel primo turno, Mattia Bellucci nel secondo (62 60 lo score), nei quarti l’argentino Ivan Guido Justo, settima testa di serie, sconfitto 62 61, e in semifinale ha superato 75 76 (1) l’altro argentino Nicolas Alberto Arreche, quarta testa di serie.

Dalla Valle domenica nella sfida che vale il titolo trova dall’altra parte della rete ancora un argentino, Manuel Lopez Pena, secondo favorito del seeding.

Francesco Forti, 20enne di Cesenatico

Francesco Forti esce di scena nei quarti di finale del XXXVI “Memorial Eugenio Fontana”, torneo ITF maschile da 25mila dollari di montepremi in corso sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo (Modena). Il 20enne di Cesenatico, ottava testa di serie, dopo il 64 60 rifilato al debutto a Stefano Baldoni e il sofferto successo al secondo turno sull’argentino Gonzalo Villanueva (75 26 75 il punteggio, dopo oltre due ore e tre quarti di lotta), ga ceduto per 63 64 allo svedese Christian Lindell nel match che valeva l’ingresso in semifinale.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle (foto Greta Bartomeoli)

DALLA VALLE IN “SEMI” A TABARKA – Enrico Dalla Valle (numero 1 del seeding) prosegue a passo spedito nel torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra). Dopo il 61 61 all’inglese Jake Hersey (wild card) nel 1° turno e il 62 60 a Mattia Bellucci nel secondo, nei quarti Dalla Valle si è sbarazzato per 62 61 dell’argentino Ivan Guido Justo, settima testa di serie.

Il romagnolo si gioca l’ingresso in finale con l’altro argentino Nicolas Alberto Arreche (n.4).
La grinta di Francesco Forti

Francesco Forti è l’unico tennista italiano ad aver raggiunto i quarti di finale nel XXXVI “Memorial Eugenio Fontana”, torneo ITF maschile da 25mila dollari di montepremi in corso sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo (Modena). Il 20enne di Cesenatico, ottava testa di serie, dopo il 64 60 rifilato al debutto a Stefano Baldoni, al secondo turno ha faticato per domare l’argentino Gonzalo Villanueva: 75 26 75 il punteggio, dopo oltre due ore e tre quarti di lotta, in favore del romagnolo, che si giocherà un posto in semifinale con il vincente del match fra l’olandese Jelle Sels, primo favorito del torneo, e lo svedese Christian Lindell.

Semaforo rosso al secondo turno invece per il ravennate Alessandro Dragoni, in gara con una wild card (è tesserato proprio per il circolo modenese), sconfitto 61 75 dal peruviano Juan Pablo Varillas, seconda testa di serie.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle (foto Greta Bartomeoli)

DALLA VALLE NEI QUARTI A TABARKA – Enrico Dalla Valle (numero 1 del seeding) avanza a passo spedito nel torneo Itf Men’s Future tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra). Dopo il 61 61 all’inglese Jake Hersey (wild card) nel 1° turno, il ravennate si è ripetuto liquidando per 62 60 Mattia Bellucci. Nei quarti Dalla Valle affronta l’argentino Ivan Guido Justo, settima testa di serie.

Filippo Di Perna

Partono con il piede giusto Filippo Di Perna e Andrea Maria Artimedi nella “Alex Metreveli Cup 2019”, torneo Itf Junior Tour a Telavi (Grade 5, terra), in Georgia.

Il giovane imolese si è qualificato per il tabellone principale (tre turni di qualificazione, in quello decisivo ha battuto 6-0 6-2 Lorenzo Bielli) poi ha esordito in modo positivo nel main draw imponendosi in rimonta con il punteggio di 1-6 6-1 6-4 ul turco Gokalp Ayar.

Il forlivese Diego Bravetti (San Marino Tennis Academy)

Il forlivese Diego Bravetti (San Marino Tennis Academy)

Anche il forlivese Diego Bravetti ha superato le qualificazioni centrando l’accesso al main draw. L’allievo di Giorgio Galimberti ha messo in fila l’israeliano Oryan Zohar per 7-6 (2) 6-3, il bielorusso Uladzimir Fiatskovich (n.7) per 6-1 6-1 e nel turno decisivo il kazako Zhanger Almashev, prima testa di serie delle “quali” (wild card), con il punteggio di 6-2 1-6 10/7. La corsa di Bravetti si è però fermata al primo turno del tabellone principale di fronte al turco Togan Tokac, quinta testa di serie, che si è imposto per 6-3 6-2.

Doppio, 1° turno: Leviatov-Moravia (Isr) b. Bravetti-De Marinis (Ita) 6-1 6-4.

Nel femminile supera il 1° turno del main-draw Andrea Maria Artimedi: l’allieva della San Marino Tennis Academy, 16 anni compiuti il 31 maggio, ha sconfitto con un doppio 6-1 la russa Iuliia Trifonova e al secondo turno affronterà la francese Elena Mercioiu.

Si è fermata nel turno di qualificazione invece Erika Di Muzio, che si è ritirata sul punteggio di 6-2 3-1 in favore della tedesca Martina Markov dopo aver sconfitto 6-3 6-1 al primo turno la georgiana Nana Metreveli.

Doppio, 1° turno: Avetisyan-Fedorova (Arm-Rus, 4) b. Artimedi-Teoman (Ita-Tur) 5-7 7-6 (2) 10/3.

PATTUGLIA ROMAGNOLA A SASSUOLO – Tanti romagnoli al via nel tabellone principale del torneo Tennis Europe Under 14 di Sassuolo.
Maschile, 1° turno: Mattia Ricci (n.1)-Andrea Giulianelli (qualificato), Filippo Caporali-Filippo Callerio (n.7), Federico Bondioli (n.3)-Leonardo Iemmi (qualificato), Lorenzo Beraldo (wild card)-Matteo Salvi (qualificato). Femminile, 1° turno: Anita Picchi-Sara Baccaglini (wild card) 6-4 6-4.
Maschile, turno di qualificazione: Matteo Salvi (n.15)-Jacopo Antonelli (n.8) 6-4 6-0.
Femminile, turno di qualificazione: Ksenia Eremenko (Rus, n.4)-Asia Bacchilega 7-6 (7) 6-0.

UNDER AL CACCIARI–  Partito il torneo giovanile del Ct Cacciari Imola. Nell’Under 12 femminile n.1 Beatrice Lotti, nell’Under 12 maschile n.1 Mattia Degli Esposti, nell’Under 14 guida la fila Raymi Paci.

Sara Errani

Semaforo rosso per Sara Errani nello “Swedish Open”, torneo WTA k125 (l’equivalente dei challenger maschili più ricchi) dotato di un montepremi di 125mila dollari in corso sui campi in terra rossa di Bastad, in Svezia.

La 32enne giocatrice di Massa Lombarda, numero 256 del ranking mondiale, la settimana scorsa semifinalista nel 25mila dollari francese di Denain, è stata sconfitta al primo turno per 60 63, in meno di un’ora di gioco, dalla russa Natalia Vikhlyantseva, numero 105 Wta e sesta favorita del seeding.

Enrico Dalla Valle

Esordio amaro per Enrico Dalla Valle nel “Guzzini Challenger”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sui campi in cemento del Circolo Francesco Guzzini di Recanati. Il 21enne tennista di Ravenna, numero 445 della classifica mondiale, fresco vincitore del 15mila dollari olandese di Alkmaar e in gara con una wild card, nel primo turno ha ceduto con il punteggio di 26 75 62 nel derby tricolore con il milanese Alessandro Bega, numero 361 Atp.

Samuele Ramazzotti

Samuele Ramazzotti (foto Greta Bartomeoli)

Bella vittoria invece per Samuele Ramazzotti (senza ranking Atp), portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda, che dopo aver passato le qualificazioni nel match di apertura del programma ha sconfitto per 75 76(3) il norvegese Viktor Durasovic (n.358 Atp): prossimo avversario per il 20enne di Jesi sarà il tedesco Mats Moraing (n.206 Atp), 15esima testa di serie. 

In doppio al 1° turno ci sarà il match fra le coppie Maggioli-Ramazzotti (wild card) e Dalla Valle-Fonio (wild card).


ITF LASNE: DE ROSSI SUPERA LE “QUALI”
– Il sammarinese Marco De Rossi (n.6 del seeding) si qualifica per il tabellone principale nel torneo Itf Men’s Future belga di Lasne (25.000 dollari, terra) grazie al successo per 62 16 10-7 sul tedesco Adrian Oetzbach (n.13).

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Prosegue il momento positivo di Andrea Picchione. L’allievo della San Marino Tennis Academy, classe 1998, dopo aver superato le qualificazioni in giugno nei tornei Itf Men’s Future israeliani di Akko e Netanya (15.000 dollari, cemento), si è ripetuto anche nel “Memorial Francesco Molino”, torneo Itf maschile da 25mila dollari di montepremi in svolgimento sui campi in terra rossa del Country Club di Cuneo.

Nel doppio turno disputato lunedì il giovane aquilano ha sconfitto prima Filippo Giovannini per 76(1) 60 e poi ha superato in rimonta, con il punteggio di 26 64 10-6, Gregorio Lulli nel match che valeva l’ingresso nel tabellone principale. Picchione nel primo turno del main draw dovrà vedersela con l’israeliano Ben Patael, quinta testa di serie.

Si è invece fermato al primo turno delle qualificazioni Federico Bertuccioli, altro giocatore che fa base sul Titano, sconfitto 63 62 da Pasquale De Giorgio.

Andrea Maria Artimedi e Giorgia Di Muzio in un'immagine d'archivio

Andrea Maria Artimedi e Giorgia Di Muzio in un’immagine d’archivio

Buone notizie per gli allievi di Giorgio Galimberti arrivano anche dal torneo Itf Junior Tour georgiano di Telavi (Grade 5, terra). Andrea Maria Artimedi ha esordito in modo positivo nel tabellone principale battendo per 64 62 la russa Sofia Mikhailova, mentre ha superato le qualificazioni Erika Di Muzio raggiungendo nel main draw la sorella Giorgia. L’allieva della San Marino Tennis Academy ha messo in fila la russa Varvara Popova per 60 36 10/4, la georgiana Dalida Qadaria (n.3 del seeding) per 46 63 10/8 e la russa Kristina Mihailova (n.7) per 63 57 11/9. In tabellone affronterà al primo turno la lettone Marija Semenistaja, mentre Giorgia Di Muzio è stata sorteggiata contro la russa Alexandra Lesnikova, proveniente dalle qualificazioni.

Enrico Dallae Valle alza il trofeo conquistato ad Alkmaar
Era la prima testa di serie e ha tenuto fede sino in fondo a questo ruolo, aggiudicandosi il trofeo. Enrico Dalla Valle trionfa nel torneo Itf Men’s Future olandese di Alkmaar (15.000 dollari, terra) senza lasciare per strada alcun set agli avversari.
Il 21enne di Ravenna, numero 447 della classifica Atp, sui campi olandesi ha sconfitto al primo turno il padrone di casa Amadatus Admiraal, proveniente dalle qualificazioni, per 64 60, al secondo ha regolato per 64 62 il brasiliano Joao Lucas Reis Da Silva, poi nei quarti ha fatto suo il derby tricolore con Andrea Bolla per 62 60, in semifinale ha battuto 62 63 il tulipano Jesper De Jong e in finale ha completato il suo percorso netto superando 76(4) 64 l’altro olandese Niels Lootsma, numero 6 del seeding.

Enrico Dalla Valle

Il ravennate Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle alza il trofeo conquistato ad Alkmaar

Enrico Dalla Valle alza il trofeo conquistato ad Alkmaar

Per Dalla Valle si tratta del primo titolo individuale nel circuito professionistico (sei i trofei conquistati dal romagnolo in doppio), il miglior viatico in termini di fiducia in vista del “Guzzini Challenger” (46.600 euro), challenger Atp al via lunedì sui campi in cemento del Circolo Francesco Guzzini di Recanati. Il romagnolo, in tabellone con una wild card, affronterà al primo turno il milanese Alessandro Bega.
Il diritto di Federico Gaio

Semaforo rosso al primo turno per Federico Gaio nelle qualificazioni del torneo di Wimbledon, terza prova stagionale dello Slam. Sui prati di Roehampton, a Londra, il 27enne faentino, che grazie alla finale nel challenger di Parma è risalito al numero 175 della classifica mondiale guadagnando 25 posizioni, ha ceduto 62 75 al tedesco Mats Moraing.

NAPOLITANO, CARUSO, MAGER E ARNABOLDI IN CORSA – Dei 13 italiani al via – numero record – sono approdati al secondo turno Stefano Napolitano, Salvatore Caruso (numero 18 del seeding), Gianluca Mager (22esima testa di serie) e Andrea Arnaboldi.

Subito fuori invece, oltre a Gaio, pure Roberto Marcora, Luca Vanni, Simone Bolelli, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Travaglia (quinta testa di serie), Lorenzo Giustino (n.32 del seeding) e Jannik Sinner. Il più giovane della pattuglia tricolore, in particolare, è andato vicinissimo a esordire in uno Slam in maniera positiva. Il 17enne altoatesino di San Candido ha ceduto per 2-6 7-5 12-10 contro l’australiano Alex Bolt dopo due ore e 36 minuti. Sinner era in vantaggio di un set e di un break e ha sprecato nel set decisivo diverse palle break contro un avversario molto ostico su questa superficie.

NEL MAIN DRAW GIA’ 7 AZZURRI – Gli incontri del tabellone principale cominceranno lunedì 1° luglio sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club. Nel main draw maschile sono 7 gli azzurri presenti: Fabio Fognini, Matteo Berrettini, Marco Cecchinato, Andreas Seppi, Lorenzo Sonego, Thomas Fabbiano e Paolo Lorenzi.

QUALIFICAZIONI LIVE SU SUPERTENNIS – I match delle qualificazioni sono trasmessi in diretta e in esclusiva da SuperTennis, che sbarca a Wimbledon. Questa la programmazione:
martedì 25 giugno – LIVE alle ore 12.00, alle ore 13.30, alle ore 15.00 e alle ore 19.00
mercoledì 26 giugno – LIVE alle ore 12.00, alle ore 13.30, alle ore 15.00 e alle ore 19.00
giovedì 27 giugno – LIVE alle ore 12.00, alle ore 13.30, alle ore 15.00 e alle ore 19.00

Lucia Bronzetti
Stop nei quarti di finale per Lucia Bronzetti nel torneo Itf Women’s Tour di Padova (25.000 dollari, terra) in corso sui campi della Canottieri Padova.
La giocatrice di Villa Verucchio, dopo le due maratone vincenti ai danni di Angelica Moratelli per 6-3 3-6 7-6 (5) e della croata Tena Lukas (numero 5 del seeding) per 4-6 7-5 6-1, ha ceduto per 6-4 6-3 nel derby tricolore con Tatiana Pieri (wild card).
Doppio, 1° turno: Bronzetti-Cappelletti b. Sekulic-Trevisan (Ger-Ita) 6-4, 6-3, poi nel 2° turno la sconfitta per 6-3 6-0 con Caregaro-Rosatello, seconda testa di serie.
La riminese Lucia Bronzetti
Lucia Bronzetti in bella evidenza nel torneo Itf Women’s Tour di Padova (25.000 dollari, terra), dove approda ai quarti battendo una dopo l’altra prima Angelica Moratelli per 6-3 3-6 7-6 (5) e poi la croata Tena Lukas (numero 5 del seeding) per 4-6 7-5 6-1. Doppio compreso, la giocatrice di Villa Verucchio è stata in campo quasi sette ore e mezzo in 24 ore.
Lucia Bronzetti, di Villa Verucchio (Rimini)

Lucia Bronzetti, 20 anni, di Villa Verucchio (Rimini)

Venerdì la Bronzetti si gioca un posto in semifinale nel derby tricolore con Tatiana Pieri (wild card).

Doppio, 1° turno: Bronzetti-Cappelletti b. Sekulic-Trevisan (Ger-Ita) 6-4, 6-3, poi nel 2° turno la sconfitta per 6-3 6-0 con Caregaro-Rosatello, seconda testa di serie.

ERRANI E GRYMALSKA SUBITO FUORI A STARE SPLAVYSara Errani e Anastasia Grymalska escono all’esordio nel torneo da 60mila dollari sulla terra rossa di Stare Splavy, in Repubblica Ceca. La 32enne di Massa Lombarda, recente vincitrice dell’ITF del Tiro a Volo di Roma e numero 257 Wta, è stata sconfitta con un doppio 63 alla qualificata polacca Maja Chwalinska (n. 323 Wta), mentre la 28enne seguita come coach da Patricio Remondegui (UTA) lotta ma cede in tre set ( 62 46 63) alla slovacca Kristina Kucova, n. 154 Wta e testa di serie numero 4.

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Ha lottato per oltre tre ore, annullando qualcosa come sette match point, ma non è bastato ad Andrea Picchione per approdare al secondo turno del torneo Itf Men’s Future israeliano in svolgimento a Netanya (15.000 dollari, cemento).

L’allievo della San Marino Tennis Academy, classe 1998, dopo aver superato le qualificazioni (come già la settimana precedente ad Akko, nel primo torneo della trasferta israeliana) grazie alle affermazioni su due giocatori locali, prima Adam Levi per 6-3 6-3 poi nel turno decisivo per l’ingresso nel main draw, Nir Vodavoz, battuto con un periodico 6-4, all’esordio nel tabellone principale ha ceduto al termine di un confronto sul filo dell’equilbrio allo statunitense Noah Schachter, anch’egli proveniente dalle qualificazioni: 75 67(2) 76(3) il punteggio in favore dell’americano, dopo tre ore e 7 minuti di gioco.

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Andrea Picchione (San Marino Tennis Academy)

Il giovane aquilano allievo di Giorgio Galimberti può recriminare per un set point mancato nella prima frazione sul 5-4 30-40 (con l’avversario al servizio), poi però nel secondo parziale è stato bravo a salvare tre palle match sul 6-5 per lo statunitense, vincendo il tie-break e portando la sfida al terzo, dove dopo aver condotto per 4-2 Picchione è stato ripreso da Schachter, che sul 5-4 in suo favore si è visto cancellare altri 4 match point, prima di riuscire a spuntarla al “gioco decisivo” per sette punti a tre.

L’allievo della San Marino Tennis Academy era in gara a Netanya anche nel doppio: Picchione e l’inglese Oswald sono stati sconfitti 61 62 al primo turno dalla coppia Jones-Orlov (Gbr-Ukr), prima testa di serie del torneo.

Andrea Picchione, allievo di Giorgio Galimberti

Buon risultato per Andrea Picchione, che è riuscito a qualificarsi per il tabellone principale del torneo Itf Men’s Future israeliano in svolgimento a Netanya (15.000 dollari, cemento).

L’allievo della San Marino Tennis Academy, classe 1998, ha sconfitto nelle qualificazioni, dove era il numero 6 del seeding, due giocatori locali, prima Adam Levi per 6-3 6-3, poi nel turno finale, decisivo per l’ingresso nel main draw, Nir Vodavoz, battuto con un periodico 6-4. Per l’esordio nel tabellone principale Picchione affronterà mercoledì lo statunitense Noah Schachter, anch’egli proveniente dalle qualificazioni

E’ un momento positivo per il giovane aquilano allievo di Giorgio Galimberti, che si era qualificato anche la scorsa settimana per il tabellone principale del primo torneo della trasferta israeliana, ad Akko, prima di perdere contro il giapponese Kento Yamada.

Picchione a Netanya era in gara anche nel doppio in coppia con l’inglese Oswald. Il sorteggio li ha abbinati al primo turno al duo Jones-Orlov (Gbr-Ukr), prima testa di serie del torneo, che si sono imposti per 62 61.

Federico Gaio

Si è fermato in semifinale il cammino di Federico Gaio  nell'”Open Sopra-Steria de Lyon”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sulla terra rossa di Lione, in Francia. Il 27enne faentino, numero 210 del ranking mondiale, nel match che valeva l’accesso in finale (disputato indoor a causa della pioggia) ha ceduto con il punteggio di 60 36 63, in un’ora e 47 minuti di gioco, al francese Corentin Moutet, numero 102 Atp e terzo favorito del tabellone. Il Next Gen di Neully sur Seine si giocherà il titolo domenica con lo svedese Elias Ymer, numero 140 del ranking mondiale e quarta testa di serie del torneo, che si è sbarazzato con un periodico 61 dell’indiano Sumit Nagal, numero 272 Atp.

Finale amara nel doppio per la coppia italiana formata da Simone Bolelli e Andrea Pellegrino, superata per 64 76(2) dall’austriaco Philipp Oswald e lo slovacco Filip Polasek, binomio accreditato della seconda testa di serie.

Il romagnolo, tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda, è uno dei 14 tennisti azzurri presenti nell’entry-list delle qualificazioni del torneo di Wimbledon – terzo Slam stagionale in programma sui campi in erba dell’All England Club di Church Road dall’1° al 14 luglio – che scattano lunedì 24 giugno a Roehampton.

Federico Gaio

Federico Gaio firma autografi

In campo maschile gli italiani iscritti sono Paolo Lorenzi (numero 99 Atp e al momento il primo fuori dal main draw), Stefano Travaglia, Gianluca Mager, Salvatore Caruso, Lorenzo Giustino, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Roberto Marcora, Simone Bolelli, Federico Gaio, Andrea Arnaboldi, Jannik Sinner e Luca Vanni.
Nelle “quali” femminili sono invece iscritte quattro italiane: Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Martina Di Giuseppe e Jasmine Paolini. 

Erika Di Muzio, allieva della San Marino Tennis Academy

Piazzamento nei quarti di finale in doppio per Erika Di Muzio nel 55° Torneo dell’Avvenire, vero e proprio campionato del mondo under 16 su terra battuta, andato in scena a Milano, sui campi del Tennis Club Ambrosiano.

L’allieva della San Marino Tennis Academy (in singolare eliminata all’esordio dalla bielorussa Daria Khomutsianskaya, ottava favorita del seeding) faceva coppia con Georgia Pedone, insieme alla quale lo scorso anno ha conquistato lo scudetto tricolore under 14 in questa specialità: le due azzurrine hanno messo in fila le croate Marjana Majetic e Klara Vukicevic per 7-5 7-6 (6) e al secondo turno le spagnole Lidia Gonzalez e Lucia Llinares Domingo per 6-3 7-5, cedendo poi di misura, con il punteggio di 2-6 6-2 11/9 alle paraguaiane Leyla Fiorella Britez Risso e Paulina Franco Martinessi, che poi hanno proseguito la loro corsa conquistando il titolo.

DUE SECONDI TURNI PER LA ARTIMEDI – All’Avvenire era presente anche un’ altra allieva di Giorgio Galimberti, Andrea Maria Artimedi, che ha raggiunto il secondo turno sia in singolare che in doppio. La 16enne abruzzese (è nata il 31 maggio 2003), accreditata della 14esima testa di serie, nel torneo individuale dopo il successo d’esordio per 6-2 6-3 su Alice Paonessa (lucky loser) è stata sconfitta per 6-4 6-2 dalla ceca Amelie Smejkalova, in gara con una wild card.

In doppio Artimedi e Sofia Pizzoni hanno regolato con un periodico 6-4 le australiane Chloe Isabella Tsang e Stefani Webb, cedendo poi per 7-5 6-3 a Virginia Ferrara ed Emma Rizzetto.

SEMIFINALE PER LA FERRARESE MARTINELLI – E’ doveroso ricordare che la migliore azzurra nel torneo femminile è stata la ferrarese Giulia Martinelli, capace di raggiungere la semifinale, dove è stata fermata dalla croata Lucia Cilic Bagaric, prima testa di serie.

BALDISSERRI AI QUARTI NEL DOPPIO MASCHILE – Nel doppio maschile quarti di finale per Enrico Baldisserri: l’imolese e Federico Scotuzzi hanno superato per 6-3 5-7 10/6 il bulgaro Dinev e il polacco Pieczonka, poi 6-4 3-6 10/8 gli spagnoli Guerrero Alvarez e Manzanera Pertusa, cedendo poi 6-4 6-3 ai cechi Barton e Nicod.

Stop al primo turno per il forlivese Jacopo Bilardo (Circolo Tennis Massa Lombarda) e il modenese Luca Parenti, allievo di Alessandro Arginelli, sconfitti 6-3 6-2 dall’argentino Pini e dal colombiano Vargas Gutierrez.

I sei ragazzi italiani e Kei Nishikori

Una settimana straordinaria per il tennis giovanile italiano in Florida, che solo per un soffio non è diventata perfetta: il romano Giorgio Gatto ha perso infatti solo in finale nell’ultimo atto del Discovery Open, il circuito under 12, 14 e 16 creato dal leggendario coach Nick Bollettieri per reclutare talenti in giro per il mondo. Sui campi della IMG Academy di Bradenton, il 13enne dell’ADP Casal Palocco Roma ha ceduto 6-1 6-1 contro il giapponese Kaito Hanada, dopo averlo però battuto nella fase a gironi. Non è riuscita la replica, complice anche la stanchezza accumulata in una semifinale combattuta contro l’altro giapponese Ryuta Katayama, conclusa 7-5 6-2. Gatto era peraltro arrivato in finale senza neanche cedere un set nelle quattro partite precedenti, ma il sole cocente della Florida ha messo a dura prova lui e tutti i partecipanti.

Giorgio Gatto con Bollettieri, Nishikori e Arias

Giorgio Gatto premiato da Nick Bollettieri, Kei Nishikori e Jimmy Arias

SUL PODIO LA TOSCANA SOFIA FARSETTI – Insieme a lui, sorride anche Sofia Farsetti, che conquista un ottimo terzo posto dopo la vittoria per 6-3 6-1 nella finalina contro l’americana Paige Gilbert. Bravissima la 16enne di Arezzo a recuperare, sia mentalmente che fisicamente, dopo una tiratissima semifinale persa il giorno prima solo 15-13 al super tie break del terzo set, e recuperata da 6-3 5-1 con la californiana Alexis Golin. E anche Sofia aveva agilmente superato il round robin senza cedere un set. Applausi per Gatto e Farsetti, quindi, ma anche per gli altri quattro azzurrini che hanno lottato fino all’ultimo contro coetanei da tutto il mondo: Maria Vittoria Trignani, Jacopo Bosio, Giovanni Giordini e Irene Mariotti, usciti nei gironi, si portano comunque a casa un’esperienza unica, una settimana con i coach della IMG Academy, sui campi dove quotidianamente si allenano campioni come Nishikori, Shapovalov, Kecmanovic e Sharapova e dove sono cresciuti dieci numeri 1 del mondo.

BONFANTI: “ESPERIENZA STRAORDINARIA PER I SEI ITALIANI” – “Allenarsi e disputare un torneo alla IMG Academy, seguiti dai migliori coach del mondo, con strutture uniche e metodi rivoluzionari, rappresenta un’occasione straordinaria per i nostri giovani tennisti – dichiara Fiorella Bonfanti, IMG Ambassador per l’Italia e organizzatrice dei tornei di qualificazione – Il circuito Discovery Open permette ai ragazzi di confrontarsi con avversari da tutto il mondo, in un ambiente internazionale e molto competitivo, che favorisce così la crescita tennistica e personale. Questi sei ragazzi, al di là dei risultati, torneranno in Italia arricchiti da un’esperienza inimitabile”.

I sei ragazzi italiani in Florida con Nick Bollettieri

I sei ragazzi italiani in Florida con Nick Bollettieri

BOLLETTIERI AI RAGAZZI: “LOTTATE PER I VOSTRI SOGNI” – Nel corso della settimana, anche Nick Bollettieri in persona ha visionato uno a uno gli azzurrini, per poi partecipare alle premiazioni insieme al campione giapponese Kei Nishikori e a Jimmy Arias: “Nulla è impossibile per voi, se avete un sogno lottate fino all’ultimo per realizzarlo. E se pensate di essere dei campioni, dimostratelo, senza abbattervi per le sconfitte” ha detto Nick ai ragazzi.

Si conclude così un’avventura irripetibile, con i sei giovani italiani entusiasti della loro esperienza. Con 55 campi da tennis, palestre, piscine, piste di atletica e campi da golf, basket, calcio, baseball e football americano, la IMG Academy di Bradenton è infatti il tempio del tennis e dello sport. Ma non solo, perché oltre alle attività agonistiche, offre anche periodi di studio nella scuola all’interno del campus, dai corsi estivi d’inglese agli anni di liceo.

Federico Gaio

Prosegue il cammino di Federico Gaio nell'”Open Sopra-Steria de Lyon”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sulla terra rossa di Lione, in Francia. Il 27enne faentino, numero 210 del ranking mondiale, si è qualificato per le semifinali superando per 61 26 61 il francese Manuel Guinard, numero 385 Atp, in gara con una wild card, e sabato si giocherà l’ingresso in finale con un altro tennista d’Oltralpe, Corentin Moutet, numero 102 Atp e terzo favorito del tabellone.
Nell’altra semifinale si affronteranno invece l’indiano Sumit Nagal, numero 272 del ranking mondiale, e lo svedese Elias Ymer, numero 140 Atp e quarta testa di serie del torneo.

Il romagnolo, tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda, è uno dei 14 tennisti azzurri presenti nell’entry-list delle qualificazioni del torneo di Wimbledon – terzo Slam stagionale in programma sui campi in erba dell’All England Club di Church Road dall’1° al 14 luglio – che scattano lunedì 24 giugno a Roehampton.

Federico Gaio

Federico Gaio firma autografi

In campo maschile gli italiani iscritti sono Paolo Lorenzi (numero 99 Atp e al momento il primo fuori dal main draw), Stefano Travaglia, Gianluca Mager, Salvatore Caruso, Lorenzo Giustino, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Roberto Marcora, Simone Bolelli, Federico Gaio, Andrea Arnaboldi, Jannik Sinner e Luca Vanni.
Nelle “quali” femminili sono invece iscritte quattro italiane: Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Martina Di Giuseppe e Jasmine Paolini. 

Federico Gaio

Bel risultato di Federico Gaio, che ha centrato l’ingresso nei quarti di finale dell'”Open Sopra-Steria de Lyon”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sulla terra rossa di Lione, in Francia. Il 27enne faentino, numero 210 del ranking mondiale, ha eliminato infatti per 64 62, in un’ora e 27 minuti di gioco, lo spagnolo Pablo Andujar, numero 86 Atp e secondo favorito del tabellone.

Gaio venerdì si giocherà un posto in semifinale con la wild card francese Manuel Guinard, numero 385 Atp.

Il romagnolo, tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda, è uno dei 14 tennisti azzurri presenti nell’entry-list delle qualificazioni del torneo di Wimbledon – terzo Slam stagionale in programma sui campi in erba dell’All England Club di Church Road dall’1° al 14 luglio – che scattano lunedì 24 giugno a Roehampton.

Federico Gaio

Federico Gaio firma autografi

In campo maschile gli italiani iscritti sono Paolo Lorenzi (numero 99 Atp e al momento il primo fuori dal main draw), Stefano Travaglia, Gianluca Mager, Salvatore Caruso, Lorenzo Giustino, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Roberto Marcora, Simone Bolelli, Federico Gaio, Andrea Arnaboldi, Jannik Sinner e Luca Vanni.
Nelle “quali” femminili sono invece iscritte quattro italiane: Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Martina Di Giuseppe e Jasmine Paolini. 

Federico Gaio

Federico Gaio ha centrato l’ingresso negli ottavi di finale dell'”Open Sopra-Steria de Lyon”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sulla terra rossa di Lione, in Francia.

Il 27enne faentino, numero 210 del ranking mondiale, al secondo turno ha sconfitto con un doppio 64 il colombiano Daniel Elahi Galan, numero 186 della classifica mondiale e 15esima testa di serie. Gaio giovedì sfiderà per un posto nei quarti lo spagnolo Pablo Andujar, numero 86 della classifica mondiale e secondo favorito del tabellone.

Il romagnolo, tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda, è uno dei 14 tennisti azzurri presenti nell’entry-list delle qualificazioni del torneo di Wimbledon – terzo Slam stagionale in programma sui campi in erba dell’All England Club di Church Road dall’1° al 14 luglio – che scattano lunedì 24 giugno a Roehampton.
In campo maschile gli italiani iscritti sono Paolo Lorenzi (numero 99 Atp e al momento il primo fuori dal main draw), Stefano Travaglia, Gianluca Mager, Salvatore Caruso, Lorenzo Giustino, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Roberto Marcora, Simone Bolelli, Federico Gaio, Andrea Arnaboldi, Jannik Sinner e Luca Vanni.
Nelle “quali” femminili sono invece iscritte quattro italiane: Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Martina Di Giuseppe e Jasmine Paolini. 

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Si ferma al secondo turno il cammino di Andrea Maria Artimedi in singolare nel 55° Torneo dell’Avvenire, vero e proprio campionato del mondo under 16 su terra battuta in svolgimento a Milano, sui campi del Tennis Club Ambrosiano. L’allieva della San Marino Tennis Academy, 16 anni compiuti da pochi giorni (è nata il 31 maggio 2003), accreditata della 14esima testa di serie, dopo il successo d’esordio per 6-2 6-3 su Alice Paonessa (lucky loser) ha ceduto per 6-4 6-2 alla ceca Amelie Smejkalova, in gara con una wild card.

Al primo turno era uscita di scena l’altra allieva di Giorgio Galimberti, Erika Di Muzio, sconfitta per 7-6 (3) 6-1 dalla bielorussa Daria Khomutsianskaya, ottava favorita del seeding.

Le due giocatrici abruzzesi che fanno base sul Titano sono in corsa al secondo turno nel doppio: Artimedi e Sofia Pizzoni, dopo aver superato con un periodico 6-4 le australiane Chloe Isabella Tsang e Stefani Webb, si giocano un posto nei quarti con Virginia Ferrara ed Emma Rizzetto, mentre Di Muzio e Georgia Pedone, dopo l’affermazione per 7-5 7-6 (6) sulle croate Marjana Majetic e Klara Vukicevic, affrontano le spagnole Lidia Gonzalez e Lucia Llinares Domingo.

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

Semaforo rosso anche per le altre promesse romagnole in gara all’Avvenire: la riccionese Letizia Migani (wild card) poco ha potuto contro l’ucraina Kateryna Lazarenko, quinta testa di serie (6-0 6-4 lo score), mentre la ravennate Emma Valletta è stata sconfitta 6-3 6-1 dalla paraguaiana Leyla Fiorella Britez Risso, numero 15 del seeding.

Doppio, 1° turno: Bubalo/Svetac (Cro, 5) b. Martinelli/Valletta 3-6 6-4 13/11, Jevtovic/Valente (Ita) b. Migani/Penne (Ita/Sui) 6-2 7-5.

In campo maschile il forlivese Jacopo Bilardo (tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda) ha ceduto per 6-4 6-0 al greco Evangelos Kypriotis, tredicesima testa di serie, così come l’imolese Enrico Baldisserri (wild card) è stato eliminato con un periodico 6-4 dal peruviano Gonzalo Bueno, numero 16 del seeding.

Enrico Baldisserri

Enrico Baldisserri

Baldisserri rimane in corsa in doppio: l’imolese e Federico Scotuzzi hanno superato per 6-3 5-7 10/6 il bulgaro Dinev e il polacco Pieczonka e si giocano l’ingresso nei quarti con gli spagnoli Guerrero Alvarez e Manzanera Pertusa.

Stop al primo turno per Bilardo e il modenese Luca Parenti, allievo di Alessandro Arginelli, sconfitti 6-3 6-2 dall’argentino Pini e dal colombiano Vargas Gutierrez.

Federico Gaio

Esordio positivo per Federico Gaio nell'”Open Sopra-Steria de Lyon”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sui campi in terra rossa di Lione, in Francia.

Il 27enne faentino, numero 210 del ranking mondiale, ha superato per 63 75 il croato Borna Gojo, numero 311 Atp, proveniente dalle qualificazioni, e al secondo turno sfiderà il colombiano Daniel Elahi Galan, numero 186 della classifica mondiale e 15esima testa di serie.

Gaio è uno dei 14 tennisti azzurri presenti nell’entry-list delle qualificazioni del torneo di Wimbledon – terzo Slam stagionale in programma sui campi in erba dell’All England Club di Church Road dall’1° al 14 luglio – che scattano lunedì 24 giugno a Roehampton.
In campo maschile gli italiani iscritti sono Paolo Lorenzi (numero 99 Atp e al momento il primo fuori dal main draw), Stefano Travaglia, Gianluca Mager, Salvatore Caruso, Lorenzo Giustino, Filippo Baldi, Alessandro Giannessi, Stefano Napolitano, Roberto Marcora, Simone Bolelli, Federico Gaio, Andrea Arnaboldi, Jannik Sinner e Luca Vanni.
Nelle “quali” femminili sono invece iscritte quattro italiane: Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Martina Di Giuseppe e Jasmine Paolini. 

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

E’ partita con il piede giusto Andrea Maria Artimedi nel tabellone principale del 55° Torneo dell’Avvenire, vero e proprio campionato del mondo under 16 su terra battuta in corso a Milano, sui campi del Tennis Club Ambrosiano.

L’allieva della San Marino Tennis Academy, 16 anni compiuti da pochi giorni (è nata il 31 maggio 2003), accreditata della 14esima testa di serie, al primo turno si è imposta brillantemente per 6-2 6-3 su Alice Paonessa (lucky loser) ed ora affronta la ceca Amelie Smejkalova, in gara con una wild card.

Esce di scena all’esordio, invece, l’altra allieva di Giorgio Galimberti, Erika Di Muzio, fermata dalla bielorussa Daria Khomutsianskaya, ottava favorita del seeding, con il punteggio di 7-6 (3) 6-1.

Le due giocatrici abruzzesi che fanno base sul Titano sono entrambe in corsa al secondo turno nel doppio: Artimedi e Sofia Pizzoni hanno debuttato regolando con un periodico 6-4 le australiane Chloe Isabella Tsang e Stefani Webb, mentre Di Muzio e Georgia Pedone hanno sconfitto 7-5 7-6 (6) le croate Marjana Majetic e Klara Vukicevic.

Semaforo rosso invece nelle prove individuali per le altre promesse romagnole in gara all’Avvenire: la riccionese Letizia Migani (wild card) poco ha potuto contro l’ucraina Kateryna Lazarenko, quinta testa di serie (6-0 6-4 lo score), mentre la ravennate Emma Valletta è stata sconfitta 6-3 6-1 dalla paraguaiana Leyla Fiorella Britez Risso, numero 15 del seeding.

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

In campo maschile il forlivese Jacopo Bilardo (tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda) ha ceduto per 6-4 6-0 al greco Evangelos Kypriotis, tredicesima testa di serie, così come l’imolese Enrico Baldisserri (wild card) è stato eliminato con un periodico 6-4 dal peruviano Gonzalo Bueno, numero 16 del seeding.

Il forlivese Jacopo Bilardo (Circolo Tennis Massa Lombarda)

Il forlivese Jacopo Bilardo (Circolo Tennis Massa Lombarda)

Positivo invece il debutto del modenese Luca Parenti, allievo di Alessandro Arginelli e reduce dalla finale a Foligno, che disputa il doppio proprio in coppia con Bilardo, mentre Baldisserri è in gara al fianco di Federico Scotuzzi.

Le coppie iridate 2018: Antomi Ramos Viera/Mikael Alessi e Federica Bacchetta/Giulia Gasparri

L’attesa è finita. Sono partiti a Terracina i Mondiali ITF di beach tennis 2019, edizione numero 11 che terrà banco sino a domenica 16 giugno sulla spiaggia della località laziale dopo che per sei anni era stata Cervia il teatro della rassegna iridata: 25 nazioni partecipanti, 1.000 atleti in gara e qualcosa come 1.500 partite in programma.

ROMAGNOLI ATTESI PROTAGONISTI – Il ranking ITF di beach tennis è da sempre un affare molto italiano (verrebbe da dire romagnolo…) e il trend continua a essere questo: attualmente ci sono sette azzurri e altrettante azzurre nella Top 10 internazionale. A Terracina le coppie italiane non possono dunque che collocarsi nelle primissime posizioni della griglia di partenza dei due tornei, il doppio maschile e il doppio femminile (categoria pro/ITF), che rappresentano gli allori principali di questi Mondiali.

Tommaso Giovannini e Nikita Burmakin in azione

Tommaso Giovannini e Nikita Burmakin in azione

In campo maschile guidano il seeding il duo russo-italiano Nikita Burmakin e Tommaso Giovannini (da Lugo di Romagna) e i tandem azzurri formati da Alessandro Calbucci con Michele Cappelletti – altri due romagnoli che non nascondono le loro ambizioni – e Doriano Beccaccioli con Davide Benussi: i primi hanno trionfato a Rio de Janeiro all’inizio di maggio, i secondi a Castiglione della Pescaia nel primo fine settimana di giugno, mentre i terzi sono i campioni italiani indoor 2019.

Alessandro Calbucci e Michele Cappelletti

I romagnoli Alessandro Calbucci e Michele Cappelletti

Sul fronte femminile comandano i tandem italiani Sofia Cimatti con Giulia Gasparri e Flaminia Daina con Nicole Nobile: le prime (romagnolissime…) hanno prevalso nella finale degli ‘Assoluti’ indoor 2019, ma le seconde si sono vendicate nella finale di Rio. Molto equilibrio, insomma, con un’altra decina di coppie pronte a vestire il ruolo di outsider di lusso.

Decisamente azzurro anche l’albo d’oro mondiale, dove le coppie italiane hanno monopolizzato il gradino più alto del podio. L’unico titolo non italiano è stato quello di doppio femminile (pro), vinto nel 2016 dalle brasiliane Cortez/Miller. I campioni in carica sono il riminese Mikael Alessi con lo spagnolo Antomi Ramos Viera e Federica Bacchetta con Giulia Gasparri. Mentre Bacchetta e Viera non sono presenti a Terracina, Alessi è in gara con Luca Carli e formano la quarta coppia favorita dal seeding. 

 

LA FORMULA E 5 SISTEMI DI PUNTEGGIO – Il regolamento prevede 5 match format (sistemi di punteggio). Tre set con tie-break sul 6-6 per doppio maschile e doppio femminile pro. Due set con tie-break più eventuale tie-break a 10 punti per il doppio misto pro e per i doppi maschili, femminili e misti under 18 e under 16. Tre set brevi con tie-break sul 4-4 per i doppi maschili e femminili under 12 e under 14 e per il doppio misto under 14. Un solo set con tie-break sul 9-9 per i doppi maschili e femminili over e non classificati ITF. Due tie-break al 10 più eventuale super tie-break al 15 per tutti i singolari pro e under. 

SONO 27 I TITOLI IN PALIO – I Mondiali hanno un montepremi di 25.000 dollari, così suddiviso: 22.000 dollari per il doppio maschile più il doppio femminile (categoria pro) e 3.000 dollari per il doppio misto (categoria pro). 27 i titoli complessivi in palio – il triplo rispetto a quelli del 2018 – suddivisi in 4 macro-categorie: pro, juniors, seniors e non classificati ITF.

Sofia Cimatti e Giulia Gasparri

Le romagnole Sofia Cimatti e Giulia Gasparri

I 5 titoli pro: maschile (singolare e doppio), femminile (singolare e doppio) e doppio misto.
I 17 titoli juniors: under 18, under 16 e under 14 (singolare e doppio maschile, singolare e doppio femminile, doppio misto) e under 12 (doppio maschile e doppio femminile).
I 3 titoli seniors: doppio femminile over 35, doppio maschile over 40 e doppio maschile over 50.
I 2 titoli non classificati ITF: doppio maschile e doppio femminile.

Folta e qualificata la pattuglia dei giocatori locali nel tabellone principale del Torneo dell’Avvenire, vero e proprio “Mondiale” under 16 al via a Milano.

Il forlivese Jacopo Bilardo (tesserato per il Circolo Tennis Massa Lombarda) e l’imolese Enrico Baldisserri (wild card) nel maschile, la ravennate Emma Valletta, la riccionese Letizia Migani (wild card) e due allieve della San Marino Tennis Academy, Andrea Maria Artimedi ed Erika Di Muzio, sono al via nel main draw del 55° Torneo dell’Avvenire al Tc Ambrosiano Milano.

Enrico Baldisserri

Così al 1° turno: Erika Di Muzio-Daria Khomutsianskaya (Blr, n.8), Emma Valletta-Leyla Fiorella Britez Risso (Par, n.15), Letizia Migani-Kateryna Lazarenko (Ukr, n.5), Andrea Maria Artimedi (n.14)-Alice Paonessa (lucky-loser), Jacopo Bilardo-Evangelos Kypriotis (Gre, n.13), Enrico Baldisserri-Gonzalo Bueno (Per, n.16).

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

Letizia Migani, promessa del Tennis Club Riccione

Intanto esce al 2° turno delle qualificazioni l ravennate Enrico Lanza Cariccio, battuto 6-2 6-2 da Matteo Mosca.

Federico Gaio

Ha lottato per tre set, ma non è riuscito a sovvertire il pronostico. Federico Gaio è uscito di scena nei quarti di finale del “Moneta Czech Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sui campi in terra battuta di Prostejov, nella Repubblica Ceca. Il 26enne di Faenza, numero 202 Atp, ha ceduto con il punteggio di 63 16 64, dopo due ore e 5 minuti di gioco, al Next Gen norvegese Casper Ruud, numero 63 Atp e primo favorito del seeding, reduce dal Roland Garros, dove era stato stoppato al terzo turno da Roger Federer dopo aver fermato al secondo l’azzurro Matteo Berrettini.

In precedenza il romagnolo, esentato dal primo turno in quanto decima testa di serie, si era sbarazzato per 60 64 del ceco Pavel Nejedly, numero 495 Atp, proveniente dalle qualificazioni, poi negli ottavi aveva sconfitto per 60 64 lo slovacco Jozef Kovalik, numero 132 Atp e quinto favorito del tabellone.

Enrico Dalla Valle

Nel challenger di Prostejov era in gara anche Enrico Dalla Valle, 21enne di Ravenna, numero 441 Atp, che ha ceduto al primo turno per 76(5) 62 al salvadoregno Marcelo Arevalo, numero 307 del ranking mondiale. 

Un percorso lungo un anno che culminerà da domenica con l’inizio delle finali mondiali del Tennis Discovery Open, il circuito under 12, 14 e 16 ideato dal leggendario coach Nick Bollettieri per cercare e reclutare talenti della racchetta in tutto il mondo. E quest’anno saranno sei gli azzurrini impegnati nell’ultimo atto del prestigioso torneo, vincitori o finalisti delle tappe italiane del Discovery Open Qualifying che si sono aggiudicati un pass per la celebre IMG Academy di Bradenton, in Florida.

Dal 9 al 15 giugno centinaia di giovani tennisti da tutto il mondo si sfideranno sugli stessi campi dove quotidianamente si allenano campioni come Maria Sharapova, Victoria Azarenka, Kei Nishikori, Miomir Kecmanovic, e dove sono cresciuti dieci numeri 1 al mondo tra cui Andre Agassi, Pete Sampras e Serena Williams. Un’esperienza indimenticabile, un privilegio che per l’Italia spetterà a chi si è distinto nei tornei di qualificazione di Roma e Arezzo, ovvero:

Giorgio Gatto (14 anni) – ADP Palocco Roma (vincitore Discovery New Penta)

Maria Vittoria Trignani (16 anni) – ASD Circolo Tennis Mosciano (finalista Discovery New Penta)

Jacopo Bosio (15 anni) – Tc Crema (vincitore Discovery Giussano)

Giovanni Giordini (12 anni) – Tc Arezzo (finalista Discovery Arezzo)

Irene Mariotti (14 anni) – Tc Arezzo (finalista Discovery Arezzo)

Sofia Farsetti (16 anni) – Tc Arezzo (vincitrice Discovery Arezzo)

I ragazzi e le ragazze raggiungeranno l’Academy venerdì per due giorni di allenamento, poi scenderanno in campo per il primo turno, accompagnati in Florida da Fiorella Bonfanti, IMG Ambassador per l’Italia. ”Partecipare alle finali del Discovery Open rappresenta un’opportunità irripetibile per giocare e allenarsi con coetanei da tutto il mondo, scoprendo così un ambiente internazionale e strutture uniche al mondo”, sottolinea proprio Fiorella Bonfanti, che ha organizzato le tappe di qualificazione in Italia e che ogni anno porta in Florida decine di giovani italiani desiderosi di crescere nel tennis e nelle altre discipline che si possono praticare in IMG. 

Federico Gaio

Federico Gaio ha centrato l’ingresso nei quarti di finale del “Moneta Czech Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro in corso sui campi in terra battuta di Prostejov, nella Repubblica Ceca.

Esentato dal primo turno in quanto decima testa di serie, il 26enne di Faenza, numero 202 Atp, si è sbarazzato per 60 64 del ceco Pavel Nejedly, numero 495 Atp, proveniente dalle qualificazioni, poi negli ottavi ha sconfitto per 60 64 lo slovacco Jozef Kovalik, numero 132 Atp e quinto favorito del tabellone.

Federico Gaio firma autografi

Prossimo avversario per il romagnolo sarà il norvegese Casper Ruud, numero 63 Atp e prima testa di serie, reduce dal Roland Garros, dove il Next Gen ha ceduto al terzo turno a Roger Federer dopo aver fermato al 2° turno l’azzurro Matteo Berrettini.

Nel challenger di Prostejov era in gara anche Enrico Dalla Valle, 21enne di Ravenna, numero 441 Atp, che ha ceduto al primo turno per 76(5) 62 al salvadoregno Marcelo Arevalo, numero 307 del ranking mondiale. 

Dopo il Tennix Aquae ecco la Pro Tennis School. Fioriscono le iniziative tecniche di qualità in Romagna, realizzate da giovani maestri che cercano di realizzare progetti tecnici ambiziosi. Tra pochi giorni partirà al Gt Rivazzurra l’avventura della Pro Tennis School. Dal 10 giugno il Club riminese vedrà al lavoro uno staff tecnico di notevole qualità, formato dalle maestre Laura Marconi, Francesca Guardigli e Chiara Mendo, il preparatore atletico Andrea Boga, il responsabile della prevenzione e test atletici Enrico Mendo ed ancora una scuola avviamento tennis con i tecnici Chiara Rinaldi, Francesca Guardigli e Laura Marconi. Nel ruolo di sparring ci sarà un giocatore in ascesa come Alessandro Canini, ed inoltre ci sarà la collaborazione di Isotta Mancini. Questo staff si avvarrà della collaborazione di altre figure di primo piano, come il mental coach Elena Uberti ed il  nutrizionista Paolo Di Giambattista. Si lavorerà su tre campi e due superfici, play.it e terra rossa, e su un gruppo che già in partenza conta su 50 allievi, di cui 30 agonisti. “Sarà una scuola a 360 gradi, partiamo dalla Sat, ma ci piace puntare sul livello alto, a partire dagli Under 10 fino a giocatori alle soglie del professionismo” dice la maestra Laura Marconi. Fanno parte della scuola giovani convocati ai raduni Fit regionali e nazionali, con le punte che si chiamano Mattia Ricci e Giulia Dal Pozzo che fanno parte del Team Italia, già convocati nei centri federali di Tirrenia e Formia. “Abbiamo ragazzi e ragazze che fanno tornei Open, da 2.5 a 2.3, come Emma Ferrini, Cecilia Mazza e Chiara Mendo, oltre a Chiara Rinaldi ed un buon gruppo di Under giovani, diversi Under 10, e promettenti come Chiara Dal Pozzo, Diana Rolli, Luca Butti, Alessandro Pesaresi, Emanuele Ascani, Michele Diversi e Tommaso Buldrini” sottolinea Francesca Guardigli. A questo si aggiunge un agguerrito gruppo di Under 14 e 16 come Matilde Buldrini, Vittoria Saetti, Federica Succi ed Arina Shumova. “Il nostro obiettivo – aggiunge Francesca Guardigli – è dare un valore ai ragazzi che fanno già ora del semiprofessionismo, offrendo qualità di insegnamento ed accompagnamento nei tornei”. Notevole il supporto fornito dal Gt Rivazzurra guidato dal presidente Aldo Bertozzi, “Un Circolo che ci permette di svolgere attività di alto livello, dove è in programma la realizzazione di nuove strutture per i giocatori e spazi per i frequentatori”. Conclude Laura Marconi.

Sono due i tennisti romagnoli al via nel tabellone principale del “Moneta Czech Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 92.040 euro che si disputa sui campi in terra battuta di Prostejov, nella Repubblica Ceca. Enrico Dalla Valle, numero 441 Atp, debutta già domenica affrontando il salvadoregno Marcelo Arevalo, numero 307 del ranking mondiale, mentre il reggiano Marco Bortolotti, numero 522 Atp (nel main draw come alternate), esordirà contro il tedesco Benjamin Hassan, numero 349 della classifica mondiale, reduce dalla semifinale nel challenger di Vicenza.

Federico Gaio, 26 anni

Entrerà in gara direttamente al secondo turno invece Federico Gaio, numero 202 Atp e decima testa di serie: il 26enne di Faenza se la vedrà con il vincente del match fra la wild card locale Marek Jaloviec (senza ranking) e un tennista proveniente dalle qualificazioni.

Dopo Noah Perfetti anche Michele Vianello, Mattia Barducci ed Alessandro Canini conquistano le semifinali nel torneo nazionale Open maschile del Circolo Tennis Cervia, il trofeo “Sva Dakar Jaguar”, dotato di 1000 euro di montepremi.

Nei quarti la spuntano dunque il ravennate Michele Vianello (2.5, n.8), per il forfait di Francesco Giorgetti (2.4, n.1), il cesenate Mattia Barducci (n.5), che supera in tre duri set Alessio Bulletti, ed il bellariese Alessandro Canini (n.7) che vince il derby contro il riminese Alberto Morolli, portacolori proprio del Ct Cervia.
Quarti: Alessandro Canini (2.4)-Alberto Morolli (2.4, n.2) 6-3, 3-6, 6-4, Mattia Barducci (2.4)-Alessio Bulletti (2.5) 1-6, 6-4, 6-3. Il programma prevede per mercoledì 22 le semifinali: alle 18 Michele Vianello-Mattia Barducci, alle 19.30 Noah Perfetti-Alessandro Canini.

DALLA VALLE ESCE AL CHALLENGER DI GERUSALEMME – Intanto esce subito di scena Enrico Dalla Valle nel “Jerusalem Volvo Open”, challenger (54.160 dollari, cemento) in corso a Gerusalemme, in Israele. Dopo essersi qualificato a spese dell’olandese Sem Verbeek (4-6 6-1 6-4) il romagnolo ha ceduto 6-3 6-2 al cinese Zhizhen Zhang. E’ invece al 2° turno Julian Ocleppo (Ct Massa Lombarda) grazie alla vittoria sulla wild-card di casa Yshai Oliel per 7-6 (4) 6-2. Prossimo ostacolo l’australiano John-Patrick Smith (n.2).
Doppio, 1° turno: King-Ocleppo b. Myneni-Oliveira (Isr-Por) 6-0 6-3. Quarti contro Cerretani-Martinez (Usa-Ven, n.1).

Federico Gaio

Mastica amaro Federico Gaio agli “Internazionali di tennis d’Abruzzo-Goldbet Tennis Cup”, torneo challenger ATP da 46.600 euro di montepremi in corso sulla terra rossa del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club.

Il 27enne giocatore di Faenza (numero 211 del ranking mondiale), dopo le affermazioni per 76(6) 46 60 all’esordio sul francese Enzo Couacaud (n. 233 Atp), al secondo turno per 61 75 sul siciliano Salvatore Caruso (numero 148 Atp), quarta testa di serie, e negli ottavi per 76(4) 06 61 sul dominicano Josè Hernandez Fernandez (numero 280 della classifica Atp), si è fermato nei quarti di finale cedendo con il punteggio di di 67(4) 64 76(7), dopo quasi tre ore di lotta e un paio di interruzioni per pioggia, nel derby del Circolo Tennis Massa Lombarda con Stefano Travaglia (numero 154 Atp), quinto favorito del tabellone.

Stefano Travaglia (foto Marta Magni)

Il romagnolo può recriminare per due match point non sfruttati sul 6 a 4 del tie-break decisivo (il secondo annullato dal marchigiano con l’11esimo ace della sua partita).

Travaglia sabato troverà dall’altra parte della rete lo slovacco Norbert Gombos, numero 222 della classifica mondiale, che si è sbarazzato per 64 61 del bosniaco Tomislav Brkic, numero 297 Atp.

Nella parte alta del tabellone si giocheranno un posto in finale, invece, il tedesco Oscar Otte, numero 146 della classifica mondiale e terza testa di serie, che con un doppio 64 ha regolato il connazionale Rudolf Moelleker, numero 168 Atp e settimo favorito del tabellone, e l’altro tedesco Maximilian Marterer, numero 102 del ranking mondiale e prima testa di serie, che ha sconfitto 64 64 lo svedese Mikael Ymer, numero 176 Atp e ottava forza del seeding.

 

 

Federico Gaio

Prosegue il cammino di Federico Gaio negli “Internazionali di tennis d’Abruzzo-Goldbet Tennis Cup”, torneo challenger ATP da 46.600 euro di montepremi in corso sulla terra rossa del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club.

Il 27enne giocatore di Faenza (numero 211 del ranking mondiale), dopo aver piegato per 76(6) 46 60 all’esordio il francese Enzo Couacaud (n. 233 Atp) e aver eliminato al secondo turno per 61 75 il siciliano Salvatore Caruso (numero 148 Atp), quarta testa di serie, ha staccato il pass per i quarti di finale imponendosi per 76(4) 06 61 sul dominicano Josè Hernandez Fernandez (numero 280 della classifica Atp).

Gaio venerdì si gioca un posto in semifinale nel derby del Circolo Tennis Massa Lombarda con Stefano Travaglia (numero 154 Atp), quinto favorito del tabellone, che negli ottavi ha avuto via libera per il ritiro del 17enne Giulio Zeppieri (n. 623 Atp), in gara con una wild card, a causa di un problema al braccio sul 62 2-0. 

 

 

Buone notizie per Federico Gaio, che è approdato negli ottavi di finale degli “Internazionali di tennis d’Abruzzo-Goldbet Tennis Cup”, torneo challenger ATP da 46.600 euro di montepremi in corso sulla terra rossa del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club.

Il 27enne giocatore di Faenza (numero 211 del ranking mondiale), dopo aver piegato per 76(6) 46 60 all’esordio il francese Enzo Couacaud (n. 233 Atp), al secondo turno ha eliminato con il punteggio di 61 75 il siciliano Salvatore Caruso (numero 148 Atp), quarta testa di serie: ora per il giocatore romagnolo la sfida che vale un posto nei quarti con il dominicano Josè Hernandez Fernandez (numero 280 della classifica Atp).

Stop al secondo turno invece per Julian Ocleppo (n. 452 Atp), in tabellone con una wild card, che ha ceduto per 64 36 64 al tedesco Rudolf Moelleker (n. 168 Atp), settima testa di serie.

 

ITF JUNIOR TOUR: ROTTOLI IN LUCE IN SLOVACCHIA – Lorenzo Rottoli è al 3° turno del torneo Itf Junior Tour slovacco di Piestany (Grade 2, terra), la 41esima “Slovakia Cup”. Il giovane portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda ha battuto al 2° turno il ceko Dalibor Svrcina (n.2 del tabellone) ed ora sfida l’ungherese Peter Fajta (n.13).
Doppio, 1° turno: Marino-Rottoli battono 6-2 6-4 gli slovacchi Dao-Pesko (wild-card). 2° turno contro gli ungheresi Fajta-Velcz (n.8).

Erika Di Muzio, allieva della San Marino Tennis Academy

Brillano i giocatori della San Marino Tennis Academy nel torneo Tennis Europe Under 16 maltese di Paola (terza categoria, cemento).

Nel tabellone femminile recita un ruolo da grande protagonista Erika Di Muzio, che ha raggiunto la finale mettendo in fila l’inglese Iris Plane per 6-2 6-0, la polacca Zuzanna Bednarz (terza testa di serie) per 6-2 6-4, nei quarti la russa Daria Domova (wild card, numero 7 del seeding) per 6-4 6-1 e in semifinale pure l’ucraina Kateryna Lazarenko (wild card, prima favorita del torneo), piegata in rimonta con il punteggio di 4-6 6-4 6-4.
Sabato nel match che assegna il titolo la 14enne allieva di Giorgio Galimberti (la giovane abruzzese è nata il 1° ottobre 2004) sfiderà l’ungherese Luca Udvardy, seconda testa di serie.

La stessa Di Muzio, in coppia con Veronica Sirci, ha vinto il doppio grazie ai successi in semifinale contro le ucraine Kostyuk-Nikitash (n.2) per 6-2 6-1 e in finale per 6-4 6-3 sulle polacche Bednarz-Wroblewska (n.4).

Erika Di Muzio e Diego Bravetti

Sempre nel torneo maltese, in campo maschile quarti di finale in singolare e vittoria in doppio per il forlivese Diego Bravetti. Il romagnolo nella gara individuale ha battuto l’austriaco Benjamin O’Brien (n.11) al 2° turno per 6-1 6-1 e il maltese Alex Degabriele (n.6) per 6-4 7-5, prima di cedere 6-0 6-1 all’altro azzurrino Peter Buldorini, numero 1 del tabellone. In doppio la coppia Bravetti-Buldorini (n.4) ha regolato in semifinale Covato-Seifert (Ita-Ger, n.2) per 6-2 6-7 (6) 10/8 e nell’atto conclusivo ha superato per 7-5 7-6 (7) gli austriaci Motazed-O’Brien (n.3).

Brillano i giocatori della San Marino Tennis Academy nel torneo Tennis Europe Under 16 maltese di Paola (terza categoria, cemento).

Nel femminile applausi per Erika Di Muzio che ha messo in fila l’inglese Iris Plane per 6-2, 6-0, la polacca Zuzanna Bednarz (n.3) per 6-2, 6-4 e la russa Daria Domova (wild-card, n.7) per 6-4, 6-1. Ora per l’allieva di Giorgio Galimberti semifinale contro l’ucraina Kateryna Lazarenko (n.1, wild-card). La stessa Di Muzio, in coppia con Veronica Sirci, ha vinto il doppio grazie ai successi in semifinale contro le ucraine Kostyuk-Nikitash (n.2) per 6-2, 6-1 ed in finale sulle polacche Bednarz-Wroblewska (n.4).

Nel maschile quarti di finale e vittoria in doppio per il forlivese Diego Bravetti. Il romagnolo in singolare ha battuto l’austriaco Benjamin O’Brien (n.11) al 2° turno per 6-1, 6-1 ed il maltese Alex Degabriele (n.6) per 6-4, 7-5, prima di cedere 6-0, 6-1 al n.1 del seeding, Peter Buldorini. In doppio la coppia Bravetti-Buldorini (n.4) ha regolato in semifinale Covato-Seifert (Ita-Ger, n.2) per 6-2, 6-7 (6), 10-8 ed in finale gli austriaci Motazed-O’Brien (n.3).

Federico Gaio è approdato al terzo turno (ottavi) del “Tunis Open 2019”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 54.160 dollari in corso sui campi in terra rossa della capitale della Tunisia.

Il 27enne faentino, numero 214 del ranking mondiale, dopo aver superato in rimonta all’esordio, per 26 62 75, il francese Benjamin Bonzi, numero 290 Atp, al secondo turno si è aggiudicato con il punteggio di 62 36 64 il derby tricolore (e del Circolo Tennis Massa Lombarda) contro Stefano Travaglia, 27enne di Ascoli Piceno numero 154 Atp ed ottavo favorito del tabellone.

Prossimo ostacolo per Gaio il vincente della sfida tra lo spagnolo Daniel Gimeno-Traver (n. 202 Atp), dodicesima testa di serie, e il croato Viktor Galovic (n. 199 Atp), in programma mercoledì.

Sara Errani esce di scena nei quarti di finale del “Claro Open Colsanitas”, torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari in corso sulla terra rossa di Bogotà.

Nella tarda serata italiana di venerdì la 31enne romagnola, numero 243 del ranking mondiale, ripescata in tabellone come lucky loser (al turno decisivo delle qualificazioni aveva ceduto a Jasmine Paolini), è stata sconfitta 61 75, in un’ora e 17 minuti di gioco, dall’australiana Astra Sharma, 23 anni, numero 138 Atp, approdata per la prima volta tra le migliori otto del circuito maggiore.
Per Sara erano i quarti numero 79 in carriera (raggiunti quattro volte a Bogotà, dove però non è mai riuscita ad andare oltre): l’azzurra non arrivava così avanti in un torneo Wta da Rabat, a maggio del 2018.

SARA PRATICAMENTE SENZA SERVIZIO – Nel primo testa a testa tra le due giocatrici, dopo aver mancato una palla break nel gioco di apertura, è stata l’azzurra a cedere per prima la battuta nel quarto game (due doppi falli commessi, anche servendo la seconda dal basso), ritrovandosi sotto 3-1. Sharma ha annullato quattro chance di contro break, facendo leva sulla potenza del suo servizio e del diritto, e sullo slancio ha strappato di nuovo la battuta alla romagnola (appena il 38% di prime palle in campo), incamerando la prima frazione dopo appena 28 minuti. L’insicurezza al servizio di Errani è proseguita anche nel secondo set, con la giocatrice di Massa Lombarda a servire dal basso anche la prima e brekkata nel terzo game (1-2). Però Sara ha reagito, con un immediato contro-break e poi il sorpasso, trovandosi per la prima volta avanti nel punteggio (3-2 e poi 4-3). Sul 4-4 l’azzurra ha ceduto di nuovo il servizio, ma con tenacia ha restituito il break alla 23enne nata a Singapore, agganciata sul 5-5. La giocatrice aussie è comunque rimasta lucida, centrando il break del 6-5 e poi riuscendo a chiudere, così da cogliere la prima semifinale in carriera nel circuito maggiore.

La fortuna le ha offerto una piccola chance (ripescata in tabellone come lucky loser) e Sara Errani è stata brava a coglierla. La 31enne di Massa Lombarda, numero 243 del ranking mondiale, che al turno decisivo delle qualificazioni aveva ceduto nel derby tricolore con Jasmine Paolini, ha infatti raggiunto i quarti di finale del “Claro Open Colsanitas”, torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari in corso sulla terra rossa di Bogotà.

Dopo l’affermazione in rimonta, per 46 62 63, al primo turno sulla rumena Irina Bara, passata attraverso le qualificazioni, la tennista romagnola al secondo ha liquidato per 62 61, in 65 minuti di partita a senso unico, l’olandese Bibiane Schoofs, numero 162 Wta, proveniente dalle qualificazioni.
Sara, che non raggiungeva i quarti in un torneo Wta da Rabat (maggio 2018), si giocherà l’ingresso nelle semifinali con l’australiana Astra Sharma, 23 anni, numero 138 Atp, approdata per la prima volta tra le migliori otto del circuito maggiore: tra le due non ci sono precedenti.

E’ ancora presto per dire se l’Errani sia tornata ai suoi livelli dopo sei mesi di stop ma intanto questo è un primo segnale importante sulla sua competitività e determinazione a risalire la china.

FED CUP: ERRANI E GIORGI TRA LE CONVOCATE PER LA RUSSIA – Intanto il capitano azzurro Tathiana Garbin ha comunicato i nomi delle giocatrici convocate per la sfida tra Russia e Italia in programma 20 e 21 aprile a Mosca, incontro valido come spareggio per la permanenza nel World Group II. Si tratta di Camila Giorgi, Sara Errani, Martina Trevisan e Jasmine Paolini.

Il riminese Mattia Ricci si ferma agli ottavi nel torneo Tennis Europe Under 14 portoghese di Maia (Grade 1, terra). L’allievo della maestra Laura Marconi è stato sconfitto 6-2 7-6 (1) dall’inglese Luca Pow, seconda testa di serie.

Doppio, 2° turno: Ceradelli-Ricci b. Lagutin-Melero Kretzer (Rus-Esp) 1-6 7-6 (5) 10/6. Quarti contro i bulgari Dzhenev-Radulov (n.7).

BAGNACAVALLO: VALLICELLI, STAGNI E MONTESI IN FINALE – Sempre a livello giovanile è alle battute finali il torneo del Circolo Tennis Bagnacavallo, tappa del circuito regionale.

RISULTATI

Under 12 femminile, 1° turno: Sofia Cilibic-Letizia Ferroni 6-2 6-2.

Under 12 maschile, 2° turno: Matias Bina-Luca Cammarata 6-1 6-0.

Under 14 femminile, quarti: Serena Socaciu-Marina Nesi 7-6 4-6 10/8.
Semifinale: Elettra Montesi-Sofia Regina (n.2) 6-4 6-2.

Under 14 maschile, 1° turno: Alberto Bezzi-Matteo Casamenti 6-3 6-0.

Under 10 maschile, semifinale: Alessandro Vallicelli-Domenico Di Stefano 6-4 6-2.

Under 10 femminile, semifinale: Agnese Stagni-Sofia Baldani 6-2 6-1.

Sara Errani si ferma al turno finale delle qualificazioni del “Claro Open Colsanitas”, torneo Wta International colombiano di Bogotà (250.000 dollari, terra).

Dopo aver superato per 64 36 63 la statunitense Danielle Lao, seconda testa di serie delle “quali”, la 31enne di Massa Lombarda, numero 209 del ranking mondiale, ha ceduto con il punteggio di 62 36 63, in un’ora e 33 minuti di gioco, nel derby tricolore con Jasmine Paolini, numero 181 Wta e nona testa di serie delle “quali”, che ha così staccato il pass per il tabellone principale.

 

Camilla Scala ha completato la sua settimana perfetta, con un percorso netto in Tunisia. La giocatrice imolese, numero 4 del seeding, ha infatti messo la sua firma sul torneo Itf Women’s Tour di Tabarka, il “Magic Tours” (15.000 dollari, terra).

Dopo i successi per 6-1 6-0 sull’olandese Dewi Dijlkman (qualificata), per 6-2 6-3 sulla ceca Gabriela Horackova, nei quarti per 6-0 6-2 sulla bulgara Ani Vangelova e in semifinale per 6-3 6-4 sulla francese Alice Rame, quinta testa di serie, la giocatrice del Tennis Club Faenza nella sfida per il titolo ha concesso appena tre game (6-2 6-1) alla statunitense Sarah Lee, centrando il suo quarto titolo ITF a due anni di distanza da quello vinto ad Hammmet nel 2017. 

Nel doppio Scala-Sposetti erano state sconfitte 6-0 6-1 in semifinale da Fita Boluda-Rame (Esp-Fra, n.1) dopo le affermazioni su Gadient-Talbi (Sui-Blr, n.4) per 6-4 5-7 10/5 e poi su Gemovic-Sanz Llaneza Fernandez (Srb-Esp) per 7-5 4-6 10/7. 


 

Camilla Scala

Camilla Scala raggiunge la finale in Tunisia. La giocatrice imolese, numero 4 del seeding, è all’ultimo atto nel torneo Itf Women’s Tour di Tabarka, il “Magic Tours” (15.000 dollari, terra).

Dopo i successi per 6-1 6-0 sull’olandese Dewi Dijlkman (qualificata), per 6-2 6-3 sulla ceca Gabriela Horackova e nei quarti per 6-0 6-2 sulla bulgara Ani Vangelova, in semifinale la giocatrice del Tennis Club Faenza ha sconfitto 6-3 6-4 la francese Alice Rame, quinta testa di serie. Domenica la sfida per il titolo contro la statunitense Sarah Lee.

Nel doppio Scala-Sposetti sconfitte 6-0 6-1 in semifinale da Fita Boluda-Rame (Esp-Fra, n.1) dopo le affermazioni su Gadient-Talbi (Sui-Blr, n.4) per 6-4 5-7 10/5 e poi su Gemovic-Sanz Llaneza Fernandez (Srb-Esp) per 7-5 4-6 10/7. 


 

Camilla Scala

Camilla Scala si esalta in Tunisia. La giocatrice imolese, numero 4 del seeding, è in semifinale nel torneo Itf Women’s Tour di Tabarka, il “Magic Tours” (15.000 dollari, terra).

Dopo i successi per 6-1 6-0 sull’olandese Dewi Dijlkman (qualificata) e per 6-2 6-3 sulla ceca Gabriela Horackova, la giocatrice del Tennis Club Faenza nei quarti ha travolto per 6-0 6-2 la bulgara Ani Vangelova. Sabato in semifinale la sfida contro la francese Alice Rame, quinta testa di serie.

Nel doppio Scala-Sposetti sconfitte 6-0 6-1 in semifinale da Fita Boluda-Rame (Esp-Fra, n.1) dopo le affermazioni su Gadient-Talbi (Sui-Blr, n.4) per 6-4 5-7 10/5 e poi su Gemovic-Sanz Llaneza Fernandez (Srb-Esp) per 7-5 4-6 10/7. 


 

Camilla Scala

Camilla Scala (numero 4 del seeding) grande protagonista in Tunisia. L’imolese, dopo il successo d’esordio per 6-1 6-0 sull’olandese Dewi Dijlkman (qualificata), ha battuto 6-2 6-3 la ceka Gabriela Horackova nel secondo turno del torneo Itf Women’s Tour di Tabarka, il “Magic Tours” (15.000 dollari, terra).

Venerdì per la giocatrice del Tennis Club Faenza i quarti contro la bulgara Ani Vangelova.

Nel doppio Scala-Sposetti sono in semifinale dopo i successi su Gadient-Talbi (Sui-Blr, n.4) per 6-4 5-7 10/5 e poi su Gemovic-Sanz Llaneza Fernandez (Srb-Esp) per 7-5 4-6 10/7. Prossime avversarie Fita Boluda-Rame (Esp-Fra, n.1).


 

L’imolese Enrico Baldisserri nei quarti del torneo Tennis Europe Under 16 (Grade 3, terra) di Fiume, in Croazia, il “Kvarner Open”. Il romagnolo (n.13 del seeding) ha battuto 6-3 7-5 lo sloveno Bor Artnak, seconda testa di serie, e si gioca un posto in semifinale contro il croato Ivan Sodan (n.12).
Doppio, 2° turno: Bill-Vukadin (Cro, n.3) b. Bonazzi-Filippi 6-3 6-2.


 

La ravennate Emma Valletta in semifinale in doppio nel torneo Itf Tour Under 18 maltese di Corradino (Grade 5, hard outdoor), il “San Michel Juniors”. In coppia con Laura Mair sfida le inglesi Davies-Smith (n.7).

Marcello Serafini impegnato nel 2° turno del torneo Itf Junior Tour Under 18 tunisino di Hammamet (Grade 4, terra) contro il tunisino Habib Stambouli.
Doppio, 1° turno: Chauvin-Lapalu (Fra) b. Serafini-Trione (n.2) 6-3, 2-6, 10-4.

Camilla Scala

Bella doppietta di Camilla Scala (numero 4 del seeding) in Tunisia. L’imolese ha sconfitto seccamente 6-1 6-0 l’olandese Dewi Dijlkman (qualificata) nel 1° turno del torneo Itf Women’s Tour di Tabarka, il “Magic Tours” (15.000 dollari, terra) e si gioca un posto nei quarti contro la ceca Gabriela Horackova.

Nel doppio Scala-Sposetti sono in semifinale dopo i successi su Gadient-Talbi (Sui-Blr, n.4) per 6-4 5-7 10/5 e poi su Gemovic-Sanz Llaneza Fernandez (Srb-Esp) per 7-5 4-6 10/7. Prossime avversarie Fita Boluda-Rame (Esp-Fra, n.1).


 

BRONZETTI FUORI A SANTA MARGHERITA DI PULA – Lucia Bronzetti, in gara con una wild card, saluta al 1° turno il torneo Itf Women’s Tour di Santa Margherita di Pula (25.000 dollari, terra) battuta 2-6 6-2 6-4 dalla tedesca Lisa Matviyenko, giocatrice proveniente dalle qualificazioni.

Federico Gaio esce di scena al secondo turno nel “Ferrero Challenger Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sulla terra rossa di Alicante, in Spagna.

Il 27enne tennista di Faenza, numero 213 del ranking mondiale, dopo il successo iniziale nel derby tricolore con Raul Brancaccio, numero 373 Atp, è stato sconfitto 62 62 dallo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 172 del ranking e 16esima testa di serie, che lo aveva eliminato al 2° turno anche la settimana scorsa a Marbella, in quel caso in tre set.

 

LUCIA BRONZETTI A SANTA MARGHERITA DI PULA- Lucia Bronzetti è in tabellone con una wild card nel 25mila dollari di Santa Margherita di Pula, in Sardegna (terra battuta). Sui campi del Forte Village la 21enne di Villa Verucchio, numero 502 del ranking mondiale, affronta al primo turno la tedesca Lisa Matviyenko, numero 526 Wta, proveniente dalle qualificazioni.

I giovani rampanti del tennis romagnolo in grande evidenza nei tornei internazionali e nazionali.

Per la ravennate Emma Valletta ottimo esordio nel tabellone principale del torneo Itf Tour Under 18 maltese di Corradino (Grade 5, hard outdoor), il “San Michel Juniors”. La romagnola ha travolto 6-0 6-3 al 1° turno la greca Lydia Vlachou ed ora trova la francese Emma Aucagne (n.6).
Doppio, 1° turno: Mair-Valletta battono 7-6 (4), 6-3 le ucraine Syrova-Zholdakova, 2° turno contro Alioussef-Bojica (Rus-Rou, n.4).

 

SERAFINI AD HAMMAMET – Marcello Serafini al via nel torneo Itf Junior Tour Under 18 tunisino di Hammamet (Grade 4, terra). Il riccionese affronta all’esordio il rumeno Dragos Petre Popeanga (n.6).

PECCI SFIORA IL MAIN DRAW A VRSAR – Alessandro Pecci si ferma al 3° e decisivo turno delle qualificazioni nel torneo Itf Junior Tour croato di Vrsar (Grade 1, terra), il 35° “Perin Memorial”. Il riccionese è stato battuto 7-6 (5) 7-6 (3) dal serbo Nikola Kijac (n.9).

Alessandro Pecci (Circolo Tennis Cervia)

Nel 1° turno del main-draw Lorenzo Rottoli (Ct Massa) sfida il canadese Taha Baadi (n.5).

LE RICCIONESI A TARRAGONA – Maya Ceccarini si ferma al 2° turno delle qualificazioni nel torneo Itf Junior Tour Under 18 spagnolo di Tarragona (Grade 5, terra). La riccionese ha battuto al 1° turno 6-1 6-3 la rumena Iarina Diana Dogojie, poi la sconfitta per 6-3 2-6 10/7 contro l’inglese Cheri Darley.
1° turno: Silvia Martinez Jimenez-Letizia Migani 6-1, 6-4.

CHIARA DAL POZZO SUPER A JESI – Chiara Dal Pozzo sale sul gradino più alto nel tabellone Under 10 del torneo Junior Next Gen del Circolo Nice di Jesi (macroarea Centro-Sud). La promettente giocatrice del Tennis Club Valmarecchia ha battuto in finale per 6-1 6-1 Alessandra La Noce. Va ricordato che la sorella maggiore, Giulia, si era fermata solo in finale nell’Under 16, battuta 7-6 6-2 da Elettra Gradassi (n.1).

Sara Errani saluta subito il “Volvo Car Open”, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 823.000 dollari in corso sulla terra verde di Charleston, in South Carolina (Stati Uniti). La 31enne di Massa Lombarda, numero 209 del ranking mondiale, al primo turno è stata travolta per 6-0 6-1, in appena 56 minuti di partita, dalla portoricana Monica Puig, numero 63 Wta, che si è imposta per la quarta volta in altrettante sfide. Da sottolineare che la romagnola ha dovuto incassare dieci giochi di fila prima di riuscire a vincerne uno contro la 25enne di San Juan, che invece ha salvato tutte e sei le palle-break concesse (due nel sesto gioco del primo set e quattro nel sesto gioco della seconda frazione).

In doppio la coppia Errani-Trevisan affronta al primo turno le russe Khromacheva-Kudermetova.

 

Federico Gaio, 26 anni

GAIO AVANZA AD ALICANTE VINCENDO IL DERBY – Esordio vincente invece per Federico Gaio al “Ferrero Challenger Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in corso sulla terra rossa di Alicante, in Spagna. Il 26enne tennista di Faenza, numero 213 del ranking mondiale, ha fatto suo con un doppio 6-3 il derby tricolore con Raul Brancaccio, numero 373 Atp, e al secondo turno ritroverà lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 172 del ranking e 16esima testa di serie, che lo aveva eliminato al 2° turno la settimana scorsa a Marbella.

Ottimo esordio per l’imolese Enrico Baldisserri nel torneo Tennis Europe Under 16 (Grade 3, terra) di Fiume, in Croazia, il “Kvarner Open”.

Il giovane romagnolo, testa di serie numero 13, ha travolto al 1° turno il belga Jack Loge per 6-0 6-1 e ora trova dall’altra parte della rete il croato Karlo Klaic.

Ottima prova nelle qualificazioni per il forlivese Nicola Filippi che ha battuto 6-0 6-1 lo sloveno Maj Miklavec e per 6-0 6-4 Giovanni Boco (numero 7 del seeding), prima di cedere 2-6 6-4 6-4 all’austriaco Aleksandr Tomas, decima testa di serie delle “quali”.
Doppio, 1° turno: Bonazzi-Filippi contro i serbi Markovic-Misic.

 

Alessandro Pecci al 3° turno delle qualificazioni nel torneo Itf Junior Tour Under 18 croato di Vrsar, il 35° “Perin Memorial” (terra, Grade 1).
Il talento riccionese, portacolori del Ct Cervia, ha battuto al 1° turno il croato Fran Mitrovic per 6-3 6-3 ed al 2° lo sloveno Tin Krstulovic (n.5 del seeding) per 6-4 6-3. Al 3° turno contro il serbo Nikola Kijac (n.9).

Così gli altri romagnoli, 1° turno: Filippo Di Perna-Stepan Mruzek (Cze) 6-3 6-3, Vladan Tadin (Bih)-Noah Perfetti 6-4 6-4. 2° turno: Vanja Dobrnjac (Srb, n.13)-Di Perna 6-4 6-4. Già in tabellone Lorenzo Rottoli (Ct Massa Lombarda).

 

Sempre nel circuito Itf Junior Marcello Serafini al via nel torneo Itf Junior Tour Under 18 tunisino di Hammamet (Grade 4, terra). 

Maya Ceccarini (Tennis Club Riccione)

Dalla Tunisia alla Spagna, dove Maya Ceccarini è al 2° turno delle qualificazioni nel torneo Itf Junior Tour Under 18 di Tarragona (Grade 5, terra). La riccionese ha battuto al 1° turno 6-1 6-3 la rumena Iarina Diana Dogojie ed ora affronta l’inglese Cheri Darley.

1° turno: Silvia Martinez Jimenez-Letizia Migani 6-1 6-4.

La ravennate Emma Valletta al via nel tabellone principale del torneo Itf Junior Tour Under 18 maltese di Corradino (Grade 5, hard outdoor), il “San Michel Juniors”. La romagnola affronta al 1° turno la greca Lydia Vlachou.

Si ferma al secondo turno Lucia Bronzetti, in gara con una wild card, nel tabellone principale del torneo Itf Women’s Tour di Santa Margherita di Pula (25.000 dollari, terra).

La 20enne di Villa Verucchio, dopo aver sconfitto all’esordio con un periodico 6-4 l’ucraina Katerina Zavatska, testa di serie numero 5, ha ceduto con il punteggio di 4-6 7-5 6-2 nel derby con l’emiliana Stefania Rubini.

Doppio, 1° turno: Bronzetti-Chiesa sconfitte 6-4 6-4 da Bilardo-Stefanini (wild-card).

SCALA SI FERMA AL 2° TURNO A TABARKA – Anche Camilla Scala (n.5 del seeding) si ferma negli ottavi dopo una durissima battaglia nel torneo Itf Women’s Tour tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra), il “Magic Tours”, contro la francese Alice Rame che si è imposta per 4-6 7-6 (5) 7-5 dopo 2 ore e 46 minuti di gioco.

Doppio, 1° turno: Scala-Spigarelli (n.2) b. Helmi-Makatsaria (Den-Geo) 6-4 6-3. Quarti contro Sanz Llaneza Fernandez-Vangelova (Esp-Bul). 

Il promettente ravennate Fabio Leonardi protagonista assoluto nel torneo Tennis Europe Under 12 croato di Vrsar, il 35° memorial “Slavoj Greblo” (Grade 1, terra). Il romagnolo, entrato in tabellone con una wild-card, ha battuto 6-4 6-2 all’esordio lo sloveno Gasper Matijasic e quindi al secondo turno ha travolto per 6-2 6-2 il monegasco Gian Carlo Perris.

Prossimo ostacolo per l’allievo di Mattia Amadori sarà il rumeno Tudor Batin. 

Federico Gaio si ferma al secondo turno nel challenger Atp spagnolo di Marbella, il “Casino Admiral Trophy” (46.600 euro, terra) che apre la stagione sul rosso.

Il 26enne giocatore di Faenza, numero 217 del ranking mondiale, dopo il successo d’esordio per 62 36 63 sul veterano spagnolo Tommy Robredo, numero 226 Atp, ha ceduto con il punteggio di 63 46 63 all’altro iberico Alejandro Davidovich Fokina, numero 181 Atp e 15esima testa di serie.

 

JUNIOR TOUR: ROTTOLI FUORI A MOHAMMEDIA – Lorenzo Rottoli (Ct Massa Lombarda, n.5) esce subito di scena nel torneo Itf Junior Tour Under 18 marocchino di Mohammedia (Grade 3, terra), la Raquette D’Or, dove all’esordio è stato battuto 6-1 6-4 dall’ungherese Peter Fajta.

Doppio, 1° turno: Djouder-Verdier (Fra) b. Rottoli-Ovcharenko (Ita-Ukr) 6-2 3-6 10/7.

Camilla Scala

Camilla Scala (numero 5 del tabellone) travolge 6-1 6-0 la brasiliana Karolayne Alexandre Da Rosa nel 1° turno del torneo Itf Women’s Tour tunisino di Tabarka (15.000 dollari, terra), il “Magic Tours”. Per la giocatrice imolese, tesserata per il Tennis Club Faenza, ottavi contro la francese Alice Rame.

Doppio, 1° turno: Scala-Spigarelli (n.2) contro Helmi-Makatsaria (Den-Geo).

 

SI FERMA DI PERNA NELL’OPEN DI CASELLE – Sempre in tema di tennis imolese va segnalato che il 2.5 Filippo Di Perna è stato sconfitto 6-4 7-6 dal 2.4 Nicolò Giordano nel 3° turno del tabellone di seconda categoria nel torneo nazionale Open del Ct Caselle (Torino).  Buona prova del giovane romagnolo, tenuto conto che non era in perfette condizioni fisiche.

Parte con il piede giusto Federico Gaio nel challenger Atp spagnolo di Marbella, il “Casino Admiral Trophy” (46.600 euro, terra) che apre la stagione sul rosso. Il 26enne giocatore di Faenza, numero 217 del ranking mondiale, è approdato al secondo turno imponendosi per 62 36 63 sul veterano spagnolo Tommy Robredo, numero 226 Atp.

 

Prossimo ostacolo per il portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda sarà un altro spagnolo, il 19enne Alejandro Davidovich Fokina, numero 181 Atp e 15esima testa di serie. 

Ancora buone notizie per il beach tennis sammarinese, che ha visto nei giorni scorsi Alice Grandi, Marika Colonna, Nicolò Bombini e Alvise Galli impegnati nel torneo ITF con montepremi di 3000 dollari a Kelibia, in Tunisia. 
In particolare la coppia Grandi-Colonna si è fatta largo nel tabellone femminile, fino ad arrivare in finale, vinta dalle titane per 6-1 6-2 sulle portoghesi Cunha-Alexandrino. 

La coppa Colonna-Grandi in azione

 

Si sono fermati in semifinale, invece, Nicolò Bombini e Alvise Galli nel tabellone maschile. A sbarrare la strada della finale ai due sammarinesi è stata la coppia ispano-portoghese Lopez Rubio-Pedro Maio.

Nicolò Bombini e Alvise Galli

Sconfitta in semifinale anche per un altro titano presente al torneo, William Forcellini, che in coppia con l’italiano Bolletta è stato fermato dal duo italo-greco Scudellari-Dimopoulos. 

Daniel Bagnolini, sesta testa di serie, si ferma in finale nel torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5), battuto 7-6 (5) 6-0 dal francese Valentin Lapalu, secondo favorito del seeding.

 

Dopo il successo per 7-6 (9) 6-3 nei quarti sul transalpino Damien Salvestre (numero 4 del tabellone) e sabato in semifinale per 2-6 7-6 (5) 6-2 sull’ungherese Dominik Buzonics (n.5), è dunque arrivata la sconfitta contro il transalpino che giocava davanti al suo pubblico.

Colpaccio di Daniel Bagnolini (n.6) che conquista la finale nel torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5). Dopo il successo nei quarti per 7-6 (9) 6-3 sul transalpino Damien Salvestre (n.4 del seeding), il romagnolo in semifinale, in un match “epico”, si è imposto in rimonta per 2-6 7-6 (5) 6-2 sull’ungherese Dominik Buzonics, quinta testa di serie. Domenica Bagnolini si gioca il titolo contro il francese Valentin Lapalu, secondo favorito del tabellone.

 

Intanto, sempre per il Circuito Itf Junior Tour Under 18, va segnalata la bella doppietta di Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy, nelle qualificazioni del torneo lettone di Adazi (Grade 5, cemento indoor). L’allieva di Giorgio Galimberti, testa di serie numero 5, ha battuto prima la lettone Jekaterina Sagejeva per 6-0 6-3, poi la bielorussa Katia Tuliakova per 4-6 6-3 6-2. Nel match contro la russa Tatiana Barkova (n.1) si gioca un posto per il main draw.

Va segnalato infine che dal 15 aprile si giocherà la 44esima edizione del torneo del Circolo del Tennis Firenze (Grade 2, terra). Nelle qualificazioni del torneo maschile sarà impegnato Lorenzo Rottoli (Ct Massa Lombarda).

Semifinale amara per Enrico Dalla Valle nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento), il “Soho Square”. Il ravennate, che ha compiuto 21 anni proprio giovedì 21 marzo, terza testa di serie, dopo aver superato 6-3 7-5 all’esordio Davide Tortora (Junior Ranking), aver travolto per 6-1 6-1 al secondo turno il tedesco Kai Lemstra (qualificato) e aver superato nei quarti 6-4 6-3 il serbo Marko Miladonovic, numero 7 del seeding, è stato fermato dal polacco Kacper Zuk, proveniente dalle qualificazioni: 7-6 (6) 6-3 lo score con cui ha ceduto Dalla Valle, che può recriminare per essere stato avanti 5-2 nel 1° set.

 

 

Enrico Dalla Valle centra l’ingresso in semifinale nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento), il “Soho Square”. Il ravennate, che ha compiuto 21 anni proprio giovedì 21 marzo, terza testa di serie, dopo aver superato 6-3 7-5 all’esordio Davide Tortora (Junior Ranking) e aver travolto per 6-1 6-1 al secondo turno il tedesco Kai Lemstra (qualificato), nei quarti ha superato 6-4 6-3 il serbo Marko Miladonovic, numero 7 del seeding: sabato affronta, per un posto in finale, il polacco Kacper Zuk (qualificato).

Al primo turno era uscito di scena Francesco Forti, 19enne di Cesenatico, numero 4 del seeding, piegato con il punteggio di 3-6 7-6 (5) 6-2 dallo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez.

 

 

Ora è arrivata anche l’ufficialità. Saranno due i grandi eventi estivi alla Tozzona Tennis Park. Dunque Massimiliano Narducci­ raddopp­ia, oltre al torneo Itf Women’s Tour femminile, da quest’anno ci sarà anche il torneo nazionale Open maschile per due settimane di grande tennis nel Club imolese.

Annunciate le date ufficial­i della 16esima edizione degli Internazionali d­i Imola di tennis che­ torneranno ad animar­e i campi del Tozzona­ dal 15 a­l 21 luglio. L’appuntamento con il pi­ù importante evento tennistico al femminil­e dell’Emilia-Romagna­, già trampolino di l­ancio di molte atlete­ protagoniste del ran­king mondiale, confer­ma il proprio appeal, attraverso il montepremi da 25.000­ dollari. La novità 2019­ è la presenza del Ra­ce to Challenger 2019­ – torneo Maschile, t­argato Mef Tennis Eve­nts, in scena nello s­tesso centro tennisti­co di via Punta dal 2­0 al 27 luglio.

Il g­iorno che smetteró di­ sognare non sentiret­e più parlare di me, ­ne saprete dove sarò – commenta il dirett­ore del Tozzona Tenni­s Park ed ex davisman az­zurro Massimiliano Na­rducci – Nella mia vi­ta ho sempre sognato ­di raggiungere grandi­ risultati. Ho sognat­o di giocare in Coppa­ Davis, di­ diventare un top 100­, di avere­ una scuola tennis ef­ficiente e tanti altri. Ho sog­nato di portare a Imo­la il grande tennis femminile ed ora sto s­ognando di portare qu­ello maschile. Ebbene­ sì, quel sogno sta p­er avverarsi”.

Dal 15 ­al 21 Luglio ci saran­no gli Internazionali­ di Imola e dal 20 al­ 27 luglio il Race to­ Mef Challenger. Si ­tratta di un circuito­ di 1° e 2° categoria­, riservato a tennist­i italiani e stranier­i, composto da un cal­endario di quattro to­rnei. Il vincitore di­ ciascuna “race” conqu­isterà una wild-card ­nel main draw dell’Atp Challenger 80 di Mef Tennis Events immed­iatamente successivo ­al torneo.

Enrico Dalla Valle conquista di forza i quarti nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento), il “Soho Square”. Il ravennate, che compie 20 anni proprio giovedì 21 marzo, terza testa di serie, dopo aver superato 6-3 7-5 all’esordio Davide Tortora (Junior Ranking) ha travolto per 6-1 6-1 il tedesco Kai Lemstra (qualificato). Dalla Valle si giocherà un posto in semifinale contro il serbo Marko Miladonovic, numero 7 del seeding.

Al primo turno era uscito di scena Francesco Forti, 19enne di Cesenatico, numero 4 del seeding, piegato con il punteggio di 3-6 7-6 (5) 6-2 dallo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez.

 

Federico Bondioli vola nei quarti del torneo Tennis Europe Under 14 turco di Antalya (terra). Il mancino ravennate, tesserato per lo Sporting Club Sassuolo, numero 9 del seeding, ha sconfitto 6-1 6-4 il locale Bora Cankaya e trova ora dall’altra parte della rete il rumeno David Alexandru Gheorghe, terza testa di serie.

 

Daniel Bagnolini (numero 6 del tabellone) scende in campo nei quarti del torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5), grazie al successo negli ottavi per 6-3 6-2 sul transalpino Vincent Thiel. Il romagnolo se la vede contro il transalpino Damien Salvestre, quarta forza del torneo.

Esordio a due facce per i giocatori romagnoli in gara nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento), il “Soho Square”: passa infatti Enrico Dalla Valle, esce invece Francesco Forti. 

Il ravennate, che compie 20 anni proprio giovedì 21 marzo, terza testa di serie, ha superato 6-3 7-5 Davide Tortora (Junior Ranking) e si gioca un posto nei quarti con il tedesco Kai Lemstra (qualificato), mentre il 19enne di Cesenatico, numero 4 del seeding, ha ceduto con il punteggio di 3-6 7-6 (5) 6-2 allo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez.

ANTALYA: OCLEPPO MANCA 8 MATCH POINT – Esodio amaro per Julian Ocleppo nel torneo Itf Men’s Future turco di Antalya (15.000 dollari, terra), il trofeo “Ahmet Erguden Cup”. Il giovane portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda ha ceduto con il punteggio di 2-6 7-6(6) 6-2 al colombiano Cristian Rodriguez, secondo favorito del seeding, dopo aver mancato 8 match point nel secondo set (due sul 5-3, tre sul 6-5 e altri tre consecutivi nel tie-break, dove il piemontese conduceva 6 a 3).

 

Daniel Bagnolini (n.6) conquista di forza i quarti nel torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5) grazie al successo per 6-3 6-2 sul transalpino Vincent Thiel. Prossima sfida, con in palio un posto in semifinale, contro il vincente del derby francese tra Damien Salvestre (n.4) e Sascha Gueymard Wayenburg.
Doppio, 1° turno: Bagnolini-Masjuan Ginel (Ita-Esp) battuti 6-3, 6-1 dai francesi Andrianaly-Thiel.

Dalla Francia alla Turchia: Federico Bondioli approda al 3° turno del torneo Tennis Europe Under 14 di Antalya (terra). Il mancino ravennate, testa di serie numero 9, ha battuto 6-1 6-2 il belga Micah Dahlmann e troverà dall’altra parte della rete il locale Bora Cankaya.
Doppio, 2° turno: Bondioli-Gheorge (Ita-Rou, n.2) sconfitti 3-6 6-3 10-6 dai kazaki Batyutenko-Yerdilda. 

 

Daniel Bagnolini (n.6) travolge 6-0 6-0 il locale Pablo Trochu nel 1° turno del torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5). Ottavi contro il vincente tra il francese Vincent Thiel ed il canadese Pierre Djaroueh. Doppio, 1° turno: Bagnolini-Masjuan Ginel (Ita-Esp) contro i francesi Andrianaly-Thiel.

Sempre in tema di tennis giovanile internazionale va segnalato l’ottimo esordio di Federico Bondioli nel torneo Tennis Europe Under 14 turco di Antalya (terra). Il mancino ravennate, testa di serie numero 9, ha battuto al 1° turno il rumeno Andrei Rares Golescu (qualificato) per 6-2 6-1 ed ora sfida il belga Micah Dahlmann. Doppio, 1° turno: Bondioli-Gheorge (Ita-Rou, n.2) b. Gutjahr-Sipahioglu (Aut-Tur) 6-0 6-0. Ottavi contro i kazaki Batyutenko-Yerdilda.

Daniel Bagnolini (numero 6 del seeding) affronta il locale Pablo Trochu nel 1° turno del torneo Itf Junior Tour francese di Colomiers, il “Primavera International” (terra indoor, Grade 5).

Sempre in tema di circuito Itf Junior va segnalato che Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy, si ferma al 3° e decisivo turno delle qualificazioni nel torneo di Adazi, in Lettonia (Grade 5, hard indoor). L’allieva di Giorgio Galimberti (testa di serie n.6 delle “quali”) ha battuto al 1° turno la lituana Uma Bakaityte per 4-6 6-1 6-1, al 2° la bielorussa Alisa Yakimakho per 6-1 6-3, poi ha ceduto 6-0 6-3 alla russa Taliana Barkova (n.1) nel match che valeva un posto nel main draw. 

Massimiliano Narducci, presidente del Tozzona Tennis Park

Adesso c’è anche l’ufficialità: ci saranno due settimane consecutive di grande tennis internazionale a Imola, a metà luglio, sui campi del Tozzona Tennis Park. Agli Internazionali femminili, torneo del circuito ITF World Tour dotato di un montepremi di 25mila dollari, in calendario dal 13 al 21 luglio (unico appuntamento del circuito professionistico internazionale in Romagna ad aver conservato il suo posto nel calendario), si aggiunge dunque la settimana successiva uno dei tornei Race to MEF Challenger, vale a dire un torneo Open con partecipazione straniera che mette in palio per il vincitore un’ambita wild card per l’ATP Challenger che si svolgerà dal 19 al 25 agosto (ancora da definire il circolo italiano che lo ospiterà).

SCATTA A FRANCAVILLA LA RACE TO MEF CHALLENGER – A confermare la notizia è stata la stessa Mef Tennis Events, che ha pubblicato il calendario dei tornei Race to MEF Challenger, una delle novità di questa stagione legata agli appuntamenti del circuito challenger ATP nella Penisola. Si parte infatti con il torneo in programma dal 10 al 19 aprile al Circolo Tennis Francavilla al Mare, sede da ormai tre anni degli Internazionali di Tennis d’Abruzzo. In questo caso il torneo Race si posiziona nella settimana antecedente al Challenger ATP, diventando a tutti gli effetti un torneo di qualificazione. La wild card in palio sarà spendibile la settimana successiva, nel torneo simbolo degli astri nascenti – come ricordano gli organizzatori – che ha visto giocatori come Stefanos Tsitsipas, Felix Auger-Aliassime e Casper Ruud scalare la classifica pochi mesi dopo il loro arrivo sui campi abruzzesi. 

Race to Mef Challenger, novità della stagione 2019

CHALLENGER ATP A PARMA DAL 17 AL 23 GIUGNO – Il secondo torneo si svolgerà nel circolo Sporting Club San Severo, in Puglia, dal 2 al 9 giugno e la wild card in palio sarà valida per la prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, ATP Challenger in programma dal 17 al 23 giugno al Tennis Club President, settimana molto ambita dai professionisti della racchetta, che ha visto negli anni più recenti protagonisti anche giocatori come Paolo Lorenzi, Marco Cecchinato e Federico Delbonis.

AL TOZZONA TENNIS DAL 20 LUGLIO WILD CARD PER UN CHALLENGER IN PALIOIl Tennis Club Terni, in Umbria, sarà la location della terza settimana Race to MEF Challenger, dal 29 giugno al 6 luglio, con “vista” sugli Internazionali di Tennis “Città di Perugia” programmato poi la settimana seguente. E poi, in piena estate, ecco l’appuntamento da non perdere per gli appassionati romagnoli, al Tozzona Tennis Park, noto per gli Internazionali di Imola femminili ITF (montepremi 25.000 dollari): lo stesso staff organizzativo guidato da Massimiliano Narducci, dopo 15 anni di tennis in rosa, porta in riva al Santerno il torneo Race to MEF Challenger che seguirà la data dell’ITF femminile. Quindi dal 20 al 27 luglio ci si sarà battaglia per una wild card che aprirà le porte dell’ATP Challenger che si svolgerà dal 19 al 25 agosto.

NARDUCCI: “DUE SETTIMANE DI GRANDE TENNIS A IMOLA” – Quindi, quanto auspicato da Massimliano Narducci, deus ex machina del club imolese, durante una serata di ringraziamento verso sponsor e istituzioni andata in scena a metà dicembre nell’elegante cornice dell’Hotel Donatello di Imola, ha trovato conferma nei fatti. 

Massimiliano Narducci racconta ambizioni e progetti (foto Luca Rontini)

Abbiamo il desiderio di crescere ancora dal punto di vista organizzativoaveva rivelato l’ex davisman azzurro, presidente del Tozzona Tennis Park e direttore del torneo ITF femminileanche perché in sede di valutazione dal supervisor ITF ogni anno otteniamo il massimo dei voti, segno che pur non essendo degli organizzatori di eventi di professione questa cosa ci è riuscita bene. Quindi, oltre a confermare il 25.000 dollari femminile, personalmente vorrei aggiungere anche un torneo maschile, anche perché nello staff abbiamo tante donne e me lo chiedono con una certa insistenza… A parte le battute, nel percorso di consolidamento puntiamo ad allestire la settimana dopo il femminile un torneo Open maschile con partecipazione straniera, con in palio una wild card per il tabellone principale di un challenger Atp in Italia. In sostanza, una sorta di pre-qualificazioni. Se riusciamo a mettere in piedi anche il torneo maschile, con un impegno di oltre due settimane consecutive, si possono aprire anche scenari importanti. Personalmente non mi pongo limiti, ma preferisco tenere i piedi per terra. Sono comunque convinto che Imola sia una città in grado di poter ospitare anche la Coppa Davis”.

Parole che hanno trovato seguito nei fatti e che quindi porteranno le attenzioni degli appassionati di tutta la Penisola per due intere settimane su Imola e nella fattispecie sul Tozzona Tennis Park.

 

ECCO I TORNEI RACE TO MEF CHALLENGER

Il calendario:

  • 10-19 aprile RACE Francavilla al Mare (CH) [WC ATP Challenger Francavilla al Mare]

22-28 aprile ATP Challenger Internazionali di Tennis d’Abruzzo

  • 2-9 giugno RACE San Severo (FG) [WC ATP Challenger Parma]

17-23 giugno ATP Challenger Internazionali di Tennis Emilia Romagna

  • 29 giugno – 6 luglio 2019 RACE Terni (TR) [WC ATP Challenger Perugia]

8-14 luglio ATP Challenger Internazionali di Tennis “Città di Perugia”

  • 20-27 luglio RACE Imola (BO) [WC ATP Challenger – Location TBC]

19-25 agosto ATP Challenger Internazionali di Tennis (Location TBC)

Per iscriversi ai tornei Race to MEF Challenger è necessario compilare il form online collegandosi al sito http://www.meftennisevents.it/race-to-mef-challenger/

Per informazioni: 327 0798143 | race@meftennisevents.com

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy, è al 3° e decisivo turno delle qualificazioni nel torneo Itf Junior Tour lettone di Adazi (Grade 5, hard indoor).

L’allieva di Giorgio Galimberti (numero 6 del seeding) ha battuto al 1° turno la lituana Uma Bakaityte per 4-6 6-1 6-1 e al 2° ha sconfitto la bielorussa Alisa Yakimakho per 6-1 6-3. Ora contro la russa Taliana Barkova (prima testa di serie) la sfida che vale un posto nel main draw.

Fuori al 1° turno Erika Di Muzio, eliminata (6-4 6-4) dalla bielorussa Lizaveta Artsiomenka.

Lucia Bronzetti si ferma in semifinale nel torneo Itf Women’s Tour russo di Kazan (25.000 dollari, cemento indoor), la “Kremlin Cup 2019”. La 20enne di Villa Verucchio, partita dalle qualificazioni, dopo aver messo in fila tre padrone di casa, ovvero Valentina Ivakhnenko, sesta testa di serie (61 76), Anastasia Gasanova (61 62) ed Ekaterina Makarova (61 63) raggiungendo la sua prima semifinale in 25mila, nel match che valeva l’ingresso in finale ha ceduto per 75 63 alla polacca Urszula Radwanska, sorella minore dell’ex top ten Agnieszka.

SHARM: DALLA VALLE-FORTI VINCONO IL DOPPIO – Enrico Dalla Valle e Francesco Forti fanno centro in doppio nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento).

Enrico Dalla Valle e Francesco Forti premiati a Sharm

Il ravennate, che compirà 21 anni fra meno di una settimana, e il 19enne di Cesenatico, accreditati della seconda testa di serie, hanno completato il loro percorso netto imponendosi in finale con il punteggio di 46 61 10-7 sul tedesco Daniel Altmaier e lo svizzero Adrien Bodmer.
Dalla Valle (n.3 del seeding) e Forti (quarta testa di serie) saranno i protagonisti anche della prossima tappa del torneo di Sharm che scatta lunedì.

Lucia Bronzetti sempre più protagonista nel torneo Itf Women’s Tour russo di Kazan (25.000 dollari, cemento indoor), la “Kremlin Cup 2019”. La 20enne di Villa Verucchio, partita dalle qualificazioni, ha infatti raggiunto la sua prima semifinale in un torneo di questo valore mettendo in fila sin qui tre giocatrici russe: dopo aver eliminato al 1° turno per 61 76(5) Valentina Ivakhnenko, sesta testa di serie, e al secondo per 61 62 Anastasia Gasanova, la Bronzetti ha lasciato appena quattro game ad Ekaterina Makarova. 

Lucia Bronzetti con il coach Francesco Piccari

Prossima avversaria, nel match che vale un posto in finale, sarà la polacca Urszula Radwanska, sorella minore dell’ex top ten Agnieszka.

SHARM: DALLA VALLE-FORTI IN FINALE IN DOPPIO – Enrico Dalla Valle esce di scena nei quarti di finale del torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento). Dopo aver travolto 64 61 all’esordio l’austriaco Bjorn Manfred Nareyka (wild card) e poi al secondo turno aver sconfitto 63 64 il ceco Petr Hajek, il ravennate (numero 3 del seeding) che compirà 21 anni fra una settimana ha ceduto allo slovacco Lukas Klein, settima testa di serie, con il punteggio di 63 76 (0). 

Enrico Dalla Valle

Nel doppio bella finale per la coppia romagnola formata da Dalla Valle e Francesco Forti (seconda testa di serie), che hanno battuto 6-3 6-1 i ceki Hajek-Pospisil. Finale sabato contro Altmaier-Bodmer (Ger-Sui).

Prosegue il brillante cammino di Lucia Bronzetti nel torneo Itf Women’s Tour russo di Kazan (25.000 dollari, cemento indoor), la “Kremlin Cup 2019”.

Dopo aver superato le qualificazioni e aver eliminato al 1° turno del tabellone principale per 61 76(5) la russa Valentina Ivakhnenko, sesta testa di serie, la 20enne di Villa Verucchio si è ripetuta ai danni dell’altra russa Anastasia Gasanova, travolta per 61 62, così da guadagnare i quarti, da autentica protagonista. Prossima avversaria  un’altra “padrona di casa”, la russa Ekaterina Makarova.

DALLA VALLE NEI QUARTI A SHARM, SI FERMA FORTI – Enrico Dalla Valle avanza nel torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento). Dopo aver travolto 64 61 all’esordio l’austriaco Bjorn Manfred Nareyka (wild card), il ravennate (numero 3 del seeding) che compirà 21 anni fra una settimana supera 63 64 il ceco Petr Hajek e conquista i quarti dove affronta lo slovacco Lukas Klein, settima testa di serie.
Semaforo rosso al secondo turno invece per Francesco Forti, quinta testa di serie: dopo la sofferta vittoria per 6-1 5-7 7-6(0) sull’indiano Aryan Goveas, il 19enne di Cesenatico è stato sconfitto 76(5) 63 dall’austriaco Jonas Trinker (wild card).  

Enrico Dalla Valle e Francesco Forti premiati a Sharm

Nel doppio i due romagnoli (seconda testa di serie) centrano l’ingresso in semifinale piegando 64 36 10-6 l’ucraino Vladyslav Manafov e il tedesco Kai Wehnelt.

Sara Errani si ferma al secondo turno nell’“Abierto Zapopan 2019″, torneo Wta 125k dotato di un montepremi di 125.000 dollari in corso sui campi in cemento di Guadalajara, in Messico. La 31enne tennista di Massa Lombarda, attualmente numero 234 del ranking mondiale, dopo il successo d’esordio per 63 76(6) sulla rumena Irina Camelia Begu, numero 70 Wta e quarta testa di serie, ha ceduto per 61 64, in un’ora e mezza esatta di partita, alla messicana Renata Zarazua, numero 257 Wta, in gara con una wild card.

In doppio la romagnola e la georgiana Oksana Kalashnikova sono uscite di scena al primo turno, venendo superate con il punteggio di 76(8) 26 10-5 dalle serbe Olga Daniolovic e Nataljia Kostic.

Lucia Bronzetti, dopo essersi qualificata, supera anche il 1° turno nel tabellone principale del torneo Itf Women’s Tour russo di Kazan (25.000 dollari, cemento indoor), la “Kremlin Cup 2019”. La 20enne di Villa Verucchio ha esordito nel main draw battendo 61 76(5) la russa Valentina Ivakhnenko, sesta testa di serie. Prossima avversaria sarà l’altra russa Anastasia Gasanova.

DALLA VALLE E FORTI AVANZANO A SHARM EL SHEIKH – Enrico Dalla Valle e Francesco Forti avanti a braccetto nel tabellone principale del torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento). Il ravennate (numero 3 del seeding) ha travolto 6-4 6 -1 l’austriaco Bjorn Manfred Nareyka (wild card), mentre per il cesenaticense (quinta testa di serie) vittoria più sofferta per 6-1 5-7 7-6 (0) sull’indiano Aryan Goveas.  

Enrico Dalla Valle (foto FIT/Costantini)

Ottavi: Dalla Valle contro il vincente tra il tedesco Robert Strombachs e il ceko Petr Hajek, Forti contro l’austriaco Jonas Trinker (wild card).

Nel doppio, 1° turno: Forti-Dalla Valle b. Donski-Tamm (Bul-Est) 6-3, 6-3. Quarti contro Manafov-Wehnelt (Ukr-Ger).

Parte con il piede giusto Sara Errani nell’“Abierto Zapopan 2019″, torneo Wta 125k dotato di un montepremi di 125.000 dollari in corso sui campi in cemento di Guadalajara, in Messico. La 31enne tennista di Massa Lombarda, attualmente numero 234 del ranking mondiale, ha eliminato per 63 76(6), in poco più di un’ora e mezza di partita, la rumena Irina Camelia Begu, numero 70 Wta e quarta testa di serie.

Prossima avversaria per la romagnola sarà la messicana Renata Zarazua, numero 257 Wta, in gara con una wild card: tra le due non ci sono precedenti.

Lucia Bronzetti si qualifica per il tabellone principale nel torneo Itf Women’s Tour russo di Kazan (25.000 dollari, cemento indoor), la “Kremlin Cup 2019”, grazie al successo per 7-5 6-1 sulla locale Alina Charaeva (wild card). Per la 20enne di Villa Verucchio esordio nel main draw contro la russa Valentina Ivakhnenko, sesta testa di serie.
Doppio, 1° turno: Bronzetti-Rubini sconfitte 6-1 6-2 da Heisen-Poznikhirenko (Ger-Ukr).

DALLA VALLE E FORTI IN GARA A SHARM EL SHEIKH – Enrico Dalla Valle e Francesco Forti al via nel tabellone principale del torneo Itf Men’s Future egiziano di Sharm El Sheikh (15.000 dollari, cemento). Il ravennate, numero 3 del seeding, se la vede con l’austriaco Bjorn Manfred Nareyka (wild card), mentre per il cesenaticense (numero 5 del tabellone) c’è l’indiano Aryan Goveas.
Nel doppio, 1° turno: Forti-Dalla Valle b. Donski-Tamm (Bul-Est) 6-3 6-3. Quarti contro Manafov-Wehnelt (Ukr-Ger).

Marcello Serafini

Marcello Serafini subito a segno nel torneo Itf Junior Tour Under 18 svedese di Kramfors (Grade 4, hard indoor). Il riccionese ha battuto 5-7 7-5 6-2 il norvegese Felix Nordby ed ora affronta l’altro azzurro Mattia Bernardi (n.7 del seeding).
Doppio, 1° turno: Serafini-Ruggeri (n.2) contro i greci Thanos-Triantafyllou.

Nel femminile la ravennate Emma Valletta è stata battuta all’esordio 6-2 6-2 dalla svedese Tilde Stromquist (n.8 del tabellone). Doppio, 1° turno: Valente-Valletta contro le svedesi Bernhold-Johansson.

Sempre nel circuito Itf Junior Tour va segnalato che Daniel Bagnolini parte direttamente al 2° turno, contro il vincente tra il locale Facundo Yunis e lo svizzero Nello Rottaris, nel torneo Itf  tedesco di Amburgo “Yonex” (Grade 4, hard indoor).

Marcello Serafini si ferma solo in finale in doppio nel torneo Itf Junior Tour svedese di Kramfors (Grade 4, hard indoor), l’High Coast World Ranking Tournament. In coppia con Samuel Vincent Ruggeri (n.1), il riccionese ha ceduto nel match-clou agli altri azzurri Gramaticopolo-Malgaroli (n.4) per 6-3 7-6 (7).

Il riccionese Marcello Serafini (Tc Sinalunga)

Da segnalare che Marcello Serafini sarà impegnato, da lunedì, anche nel prossimo torneo svedese di Kramfors (Grade 4). Il romagnolo giocherà nel main draw, così come nel femminile la ravennate Emma Valletta.

Da lunedì, sempre nel circuito Itf Junior Tour, Daniel Bagnolini giocherà nel tabellone principale del torneo tedesco di Amburgo (Grade 4, cemento indoor).

Sempre a livello giovanile va detto che diversi giocatori romagnoli sono impegnati questi giorni nella tappa Kinder in programma al Circolo Tennis Pesaro, il Tennis Trophy. Nelle varie categorie le finali del torneo marchigiano sono previste domenica 17 marzo.

Il Centrale del Centro Tennis Cassa di Risparmio a San Marino

La Coppa Davis tornerà a San Marino. La Federazione Sammarinese Tennis ha infatti comunicato di aver ricevuto da parte dell’International Tennis Federation, che ha valutato positivamente la proposta presentata dalla federazione guidata dal presidente Christian Forcellini con il sostegno del Governo e del Comitato Olimpico, l’incarico per organizzare sul Titano le gare della Davis Cup by BNP Parisbas Europe Group IV. 
Un grande onore per la Federazione Sammarinese Tennis e per il Governo poter riportare la Coppa Davis sul Titano per la quarta volta e tenere a battesimo il rinnovato format del torneo, che da quest’anno presenta numerose novità“, si legge in una nota.  

Christian Forcellini, presidente della Federazione Sammarinese Tennis

Dieci le squadre che, dal 15 al 21 luglio, saranno impegnate sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Fonte dell’Ovo, divise in due gironi da 5. Oltre ai padroni di casa saranno al via le rappresentative nazionali di Liechtenstein, Irlanda, Cipro, Malta, Islanda, Andorra, Armenia, Albania e Kosovo.
Gli incontri, al via il lunedì, animeranno l’impianto sammarinese per sei giorni, con un indotto sicuramente positivo per tutta la Repubblica di San Marino. 
Si preannunciano mesi di duro lavoro per la FST, che oltre ad organizzare la Coppa Davis ha confermato il San Marino Junior Open, torneo ITF Under 18 in programma dal 22 al 27 luglio, e le due settimane della San Marino Junior Cup, evento del circuito Tennis Europe Under 12 cat. 1 (dal 26 agosto al 1 settembre)  e Under 14 e 16, in programma dal 5 all’11 agosto. 

A questo punto slitta molto probabilmente al prossimo anno l’idea di riportare in calendario il Challenger Atp.

Semaforo rosso per Federico Gaio negli ottavi di finale del “Cachantun Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 54.160 dollari che si disputa sui campi in terra rossa di Santiago del Cile. Il 27enne faentino, numero 223 del ranking mondiale e 14esima testa di serie, dopo l’affermazione in rimonta, con il punteggio di 36 63 63, sull’argentino Gonzalo Villanueva, numero 565 Atp, proveniente dalle qualificazioni, nella notte italiana ha ceduto con un doppio 63 allo spagnolo Pablo Andujar, numero 93 Atp e prima testa di serie, in gara con una wild card.

Alessandro Giannessi si è invece qualificato per i quarti di finale: il 28enne di La Spezia, numero 169 del ranking mondiale e sesto favorito del tabellone, ha battuto in rimonta per 46 64 61 l’argentino Facundo Arguello, numero 195 Atp e nona testa di serie. Prossimo ostacolo per lui il brasiliano tra Thomaz Bellucci, numero 232 Atp e 15esima testa di serie: tra i due non ci sono precedenti.

Fuori negli ottavi Gian Marco Moroni: il 21enne romano, numero 228 del ranking mondiale e tredicesima testa di serie, è stato sconfitto per 76(4) 62 dal boliviano Hugo Dellien, numero 87 Atp e seconda testa di serie.

Federico Gaio ha esordito in maniera positiva, direttamente al secondo turno, nel “Cachantun Open”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 54.160 dollari che si disputa sui campi in terra rossa di Santiago del Cile. Il 27enne faentino, numero 223 del ranking mondiale e 14esima testa di serie, ha superato in rimonta, con il punteggio di 36 63 63 l’argentino Gonzalo Villanueva, numero 565 Atp, proveniente dalle qualificazioni.

Prossimo ostacolo per il tennista romagnolo, portacolori del Circolo Tennis Massa Lombarda, sarà negli ottavi lo spagnolo Pablo Andujar, numero 93 Atp e prima testa di serie, in gara con una wild card, che ha sconfitto al primo turno il brasiliano Thiago Seyboth Wild, numero 391 Atp.
Nello stesso torneo avanzano Gian Marco Moroni, numero 228 del ranking mondiale e tredicesima testa di serie, che si è imposto per 63 67(9) 63, dopo quasi tre ore di lotta, sull’ecuadoregno Emilio Gomez, numero 312 Atp, non sfruttando 4 match-point nel secondo set (tre nel decimo gioco ed uno nel tie-break) ed un altro ancora nell’ottavo game del terzo set, che negli ottavi sfiderà il boliviano Hugo Dellien, numero 87 Atp e seconda testa di serie, e Alessandro Giannessi, 28enne di La Spezia, numero 169 del ranking mondiale e sesto favorito del tabellone, che si gioca un posto nei quarti con l’argentino Facundo Arguello, numero 195 Atp e nona testa di serie..

Nulla da fare, invece, per Matteo Donati, numero 208 del ranking mondiale ed 11esima testa di serie, battuto per 63 64 dal cinese di Taipei Tung-Lin Wu, numero 363 Atp,

Sara Errani si è fermata nel turno decisivo delle qualificazioni (tabellone a 48 posti) del “BNP Paribas Open”, primo torneo Wta Premier Mandatory stagionale (combined con un Atp Masters 1000 maschile) dotato di un montepremi di 9.035.428 dollari e in corso sul cemento di Indian Wells, in California. La 31enne romagnola, numero 234 del ranking mondiale, dopo la sofferta affermazione per 63 67(3) 64 sulla britannica Heather Watson, numero 113 Wta, nel match che valeva l’ingresso nel tabellone principale ha ceduto per 62 76(4), in un’ora e 49 minuti, alla svizzera Stefanie Voegele, numero 109 Wta e terza testa di serie delle “quali”.
Nel terzo confronto diretto fra le due (Errani si era aggiudicata in due set entrambe le sfide precedenti, ma le due non si affrontavano da quasi otto anni) Sara ha perso i suoi primi due turni di servizio ed è stata costretta ad inseguire l’avversaria, che ha incamerato la prima frazione e di slancio si è portata avanti 2-0 nella seconda. La romagnola ha saputo reagire, recuperando il break e poi portandosi in vantaggio 5-3. Sul 5-4 l’azzurra è arrivata a due punti dal set, prima di subire il ritorno della Voegele, con controsorpasso sul 6-5. A decidere era allora il tie-break, in equilibrio fino al 3 a 3 e dove a fare la differenza sono stati i due ace messi a segno dall’elvetica (6 quelli totali) e il doppio fallo – terzo nell’incontro – con cui l’Errani ha regalato il match point alla rivale, pronta a chiudere il discorso per 7 punti a 4.

Per quanto riguarda il main draw – dove dopo il forfait di Camila Giorgi non ci sono azzurre – sono al via 32 delle prime 35 giocatrici del ranking (e tutte le prime 28): oltre alla marchigiana, n. 30 Wta, sono assenti Maria Sharapova, n. 29 Wta, e Sofia Kenin, n. 33 Wta. Le 32 teste di serie entreranno in gara direttamente al secondo turno.
A guidare il seeding è la numero uno del mondo, nonché campionessa in carica, Naomi Osaka. Tra le “past champion” figurano Simona Halep, numero due del ranking e del seeding, vincitrice nel 2015, Caroline Wozniacki, numero 13 del ranking e del seeding, a segno nel 2011, Serena Williams, numero 10 del ranking e del seeding, che ha firmato l’albo d’oro nel 1999 e nel 2001 (l’anno dei fischi durante la premiazione), e la bielorussa Victoria Azarenka, numero 48 Wta, che si è imposta nel 2012 e nel 2016 (proprio la 29enne di Minsk potrebbe essere l’avversaria d’esordio per Serena).

Esordio sofferto ma vincente per Sara Errani nelle qualificazioni (tabellone a 48 posti) del “BNP Paribas Open”, primo torneo Wta Premier Mandatory stagionale (combined con un Atp Masters 1000 maschile) dotato di un montepremi di 9.035.428 dollari, in corso sul cemento di Indian Wells, in California.

Nella notte italiana la 31enne di Massa Lombarda, numero 234 del ranking mondiale, si è imposta per 63 67(3) 64, dopo oltre due ore e mezza di battaglia, sulla britannica Heather Watson, numero 113 Wta. Sara si è un po’ complicata la vita nel secondo set quando, avanti 5-2, ha fallito un match-point nell’ottavo gioco e tre nel decimo prima di perdere il parziale al tie-break per 7 punti a 3. Nella frazione decisiva la romagnola si è anche ritrovata indietro 4-2 prima di aggiudicarsi gli ultimi quattro giochi, strappando addirittura a zero la battuta alla britannica nel decimo game.

Nel turno decisivo per l’ingresso in tabellone principale la romagnola sfida la svizzera Stefanie Voegele, numero 109 Wta e terza testa di serie delle “quali”. La Errani si è aggiudicata in due set entrambe le sfide precedenti, ma le due non si affrontano da quasi otto anni.

Per quanto riguarda il main draw – dove dopo il forfait di Camila Giorgi non ci sono azzurre in attesa della conclusione delle qualificazioni – sono al via 32 delle prime 35 giocatrici del ranking (e tutte le prime 28): oltre alla marchigiana, n. 30 Wta, sono assenti Maria Sharapova, n. 29 Wta, e Sofia Kenin, n. 33 Wta. Le 32 teste di serie entreranno in gara direttamente al secondo turno.
A guidare il seeding è la numero uno del mondo, nonché campionessa in carica, Naomi Osaka. Tra le “past champion” figurano Simona Halep, numero due del ranking e del seeding, vincitrice nel 2015, Caroline Wozniacki, numero 13 del ranking e del seeding, a segno nel 2011, Serena Williams, numero 10 del ranking e del seeding, che ha firmato l’albo d’oro nel 1999 e nel 2001 (l’anno dei fischi durante la premiazione), e la bielorussa Victoria Azarenka, numero 48 Wta, che si è imposta nel 2012 e nel 2016 (proprio la 29enne di Minsk potrebbe essere l’avversaria d’esordio per Serena).

Marcello Serafini in campo nel torneo Itf Junior Tour svedese di Kramfors (Grade 4, hard indoor), l’High Coast World Ranking Tournament: per il riccionese debutto contro il locale Erik Eliasson. Nel femminile la ravennate Emma Valletta è stata battuta all’esordio 6-0 6-1 dalla svedese Klara Milicevic, prima favorita del seeding. 

Emma Valletta, giovane promessa di interesse nazionale

Sempre nel circuito Itf Junior Under 18 il faentino Noah Perfetti è entrato con una wild card nelle qualificazioni del prestigioso Mediterranée Avenir, il torneo di Grade 1 che va in scena sulla terra marocchina di Casablanca. Il romagnolo al 1° turno ha battuto il locale Mohamed Abdellaoui Maane per 7-5 6-0, prima di cedere 6-4 6-1 allo spagnolo Pablo Alemany (n.3).

Intanto Giulia Dal Pozzo, dopo essersi brillantemente qualificata per il tabellone principale del torneo Tennis Europe Under 14 francese di Sainte Genevieve de Bois, il “Tim Essonne” (prima categoria), è stata battuta al 1° turno per 6-4 6-1 dalla locale Sarah Tiantsoa Rakotomanga Rajaonah.

Giulia Dal Pozzo

Doppio, 1° turno: Dal Pozzo-Trevisan contro Alix Vidal-Lew Yan Foon (Fra).

Si ferma solo all’ultimo ostacolo, in finale, la corsa di Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy, nel “Focus tennis academy Open 2019”, torneo Tennis Europe Under 16 (terza categoria) andato in scena sui campi in sintetico indoor di Rotterdam.

La 15enne abruzzese (è nata il 31 maggio del 2003), numero 3 del seeding, seguita in Olanda da coach Giorgio Galimberti, ha esordito sbarazzandosi per 6-1 6-0 della belga Florence Fedeli, al secondo turno ha sconfitto 6-3 6-1 la tedesca Samra Hamidovic, nei quarti ha travolto 6-1 6-1 la belga Louise Lefevre (qualificata) e sabato in semifinale ha saputo imporsi in rimonta, con il punteggio di 6-7(4) 6-0 7-6(7), sulla russa Kristina Kuksina, prima favorita del tabellone, annullando anche quattro match-point. 

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Nella sfida che assegnava il titolo la Artimedi ha ceduto 6-4 7-6 (3) alla belga Amelie Van Impe, che ha giocato un match di grande qualità, mentre all’allieva di Galimberti non è bastato il miglior incontro disputato in questa trasferta olandese per completare fino in fondo il suo percorso netto.

Giulia Dal Pozzo si qualifica per il tabellone principale del torneo Tennis Europe Under 14 francese di Sainte Genevieve de Bois, il “Tim Essonne” (prima categoria).

La portacolori del Tennis Club Valmarecchia (n.3 del seeding delle “quali”) ha battuto al 2° turno la francese Milana Chandellier (wild card) per 6-2 6-1 e nel turno finale l’altra francese Nina Skoric (n.9) per 6-0 6-1.

Il torneo francese è uno dei più importanti della categoria in Europa e vede protagonisti i migliori prospetti del Vecchio Continente.

Camilla Scala (Tennis Club Faenza)

Finale amara per Camilla Scala nel torneo Itf Women’s Tour turco di Antalya (15.000 dollari, terra), la “GD Cup”.

Dopo l’affermazione nei quarti per 0-6 7-6 (3) ritiro sulla rumena Nicoleta Catalina Dascalu, numero 4 del seeding, e il successo in semifinale (6-2 6-3) nel derby tricolore con la fiorentina Gaia Sanesi, prima favorita del tabellone e sua compagna di doppio in questo tour in Turchia (la settimana scorsa hanno conquistato il titolo), la tennista imolese, portacolori del Tennis Club Faenza, nel match che assegnava il titolo ha ceduto per 6-3 6-2, in un’ora e 21 minuti di gioco, alla russa Victoria Kan, testa di serie numero 8, che ha così centrato la doppietta vincente back-to-back.

Scala era reduce da un 2018 un po’ sottotono, a causa di alcuni problemi fisici che ne avevano condizionato il rendimento. Ora per Camilla le cose sembrano rimettersi sulla strada giusta. «Non c’è un motivo particolare legato a questi buoni risultati: sono i primi riscontri positivi che sta dando la preparazione invernale – dichiara l’imolese – Sono molto tranquilla, sto cercando di riportare in partita il lavoro fatto, senza pensare troppo al risultato, ma solo a migliorarmi. I primi tornei sono andati bene, ma spero sia solo l’inizio di una lunga stagione».

Andrea Maria Artimedi (San Marino Tennis Academy)

Grande risultato per Andrea Maria Artimedi, allieva della San Marino Tennis Academy, che raggiunge la finale nel Tennis Europe Under 16 olandese di Rotterdam (3° categoria), il “Focus Academy Open 2019”.

La numero 3 del seeding, seguita in Olanda da coach Giorgio Galimberti, ha battuto in rimonta con il punteggio di 6-7 (4) 6-0 7-6 (7), salvando quattro match-point, la russa Kristina Kuksina, prima favorita del tabellone, al termine di un match drammatico. Domeni a finale contro la belga Amelie Van Impe.

Giorgio Galimberti racconta l’impresa della sua promettente allieva: “Andrea ha battuto un’ottima giocatrice russa facendo una gran partita, a parte il secondo set nel quale il match è filato via a causa dei tanti errori della sua avversaria. Per il resto è stata lotta vera e propria, giocata punto si punto, le due giocatrici sono rimaste sempre attaccate nel punteggio. Una bella vittoria, meritata da parte di Andrea che si dedica quotidianamente al lavoro con grande dedizione. Nonostante un primo torneo di questa trasferta, a Zoetermeer, non giocato al meglio – continua Galimberti dall’Olanda – ha avuto la forza di far vedere il suo miglior tennis a Rotterdam. Sono molto soddisfatto perché la partita si era messa un po’ male, da 3-1 avanti nel 3°, sotto 4-5, lì ha salvato i primi due match-point e altri due nel tie-break”.

Una Camilla Scala in grandi condizioni di forma vola in finale nel torneo Itf Women’s Tour turco di Antalya (15.000 dollari, terra), la “GD Cup”.

Dopo l’affermazione nei quarti per 0-6 7-6 (3) ritiro sulla rumena Nicoleta Catalina Dascalu, numero 4 del seeding,  la tennista imolese, portacolori del Tennis Club Faenza ha vinto nettamente (6-2 6-3) il derby tricolore con la fiorentina Gaia Sanesi, prima favorita del tabellone e compagna di doppio proprio della Scala in questo tour in Turchia (la settimana scorsa hanno conquistato il titolo). 

Camilla Scala e Gaia Sanesi

Domenica nella sfida che assegna il titolo la romagnola affronta la russa Victoria Kan, testa di serie numero 8.

Camilla Scala

Prosegue il cammino di Camilla Scala nel torneo Itf Women’s Tour turco di Antalya (15.000 dollari, terra), la “GD Cup”. La tennista imolese, portacolori del Tennis Club Faenza, ha centrato l’ingresso in semifinale superando per 0-6 7-6 (3) ritiro la rumena Nicoleta Catalina Dascalu, numero 4 del seeding.

Sabato sarà derby per un posto in finale con la fiorentina Gaia Sanesi, prima favorita del tabellone e compagna di doppio proprio della Scala in questo tour in Turchia (la settimana scorsa hanno conquistato il titolo). 

Lucia Bronzetti (foto FIT/Costantini)

STOP NEI QUARTI PER LUCIA BRONZETTI A MONASTIR – La verucchiese Lucia Bronzetti, terza testa di serie, si ferma nei quarti di finale nel torneo Itf Women’s Tour femminile tunisino di Monastir (15.000 dollari, cemento), il “Magic Tours”. La 20enne riminese ha ceduto per 6-2 6-4 alla francese Loudmilla Bencheikh, numero 5 del seeding.