Tennis Club Riccione: gruppo agonistica

Una “grande famiglia” che continua a crescere a vista d’occhio, sul piano tecnico, delle strutture e dell’offerta, mossa dalla passione per la racchetta, con o senza le corde. E’ quella del Tennis Club Riccione, che ha richiamato quasi 180 persone di tutte le età alla cena sociale andata in scena nella serata di sabato 14 dicembre nelle sale panoramiche dell’Hotel Lungomare (con vista mozzafiato sul mare in una notte di luna piena).

Proprio dall’adesione al tradizionale momento conviviale di chiusura dell’anno, che ha visto come graditi ospiti gli assessori Lea Ermeti (Lavori Pubblici e Ambiente) e Stefano Caldari (Sport, Turismo, Cultura, Eventi), ha preso le mosse il presidente Moreno Pecci. Si tratta di una serata importante e vedere così tante persone è un segnale significativo, di fiducia, per noi, significa insomma che qualcosa di buono riusciamo a farlo… Il 2019 che si sta per chiudere è un anno storico per il nostro circolo, che ci ha visto raggiungere nel triennio gli obiettivi prefissi. Dare vita a una scuola tennis forte e importante: possiamo contare su uno staff davvero qualificato e competente e ora i nostri atleti hanno come un timbro, un marchio di fabbrica, che li rende riconoscibili in qualsiasi contesto si rechino a giocare. E su queste basi occorre proseguire per puntare a traguardi ancor più ambiziosi. Il secondo punto è quello strutturale, che nel corso dell’anno ci ha visto risolvere diverse problematiche e la prossima realizzazione del campo in veloce è da considerarsi come la ciliegina sulla torta. E un autentico salto di qualità lo abbiamo compiuto con il Padel Club negli spazi all’interno del circolo. Grazie all’impegno di quattro persone, Gianluca Berardi, Luigi Capodagli, Luca Castellucci e Matteo Bartolini, in appena un anno si è creata una scuola importante, con un movimento di partecipanti considerevole. Credo che tutte queste cose insieme si verifichino raramente in una realtà come il Tennis Club Riccione, ecco perché ho usato l’aggettivo storico. Non sarà quindi facile crescere ancora, ma ci proveremo, potendo contare su una solidità di bilancio, grazie pure alle famiglie dei giovani tesserati per il nostro sodalizio“.

Un emozionante video, preparato da Emanuela Donati (responsabile della preparazione atletica), sui valori che caratterizzano lo stare insieme e il fare sport di questo circolo, una vera famiglia, con l’invito ai ragazzi a non smettere mai di crederci, ha preceduto il momento delle premiazioni, un “classico” per le cene sociali, aperto con la consegna di una medaglia a ciascun giovane atleta del gruppo Agonistica, compresi quelli del “progetto Accademia”, seguiti dal maestro Giovanni Marra, ovvero Alessandro Pecci, Alessandro Marcantoni, Massimiliano Botticelli, Enrico Lanza Cariccio e Alberto Morolli. Si tratta di: Cecilia Mami, Cristal Aratari, Giada Bacchini, Francesca Sparnacci, Emma Migani, Aurora Rinaldi, Schiano, Pietro Tombari, Alberto Mami, Dario Zamagna, Nicolò Marconi, James Aratari, Federico Strocchi, Raffaele Strocchi, Edoardo Vanni, Nicola Pari, Francesco Serafini, Giovanni Mami, Jacopo Antonelli, Thomas Del Bianco, Leonardo Sapucci, Tommaso Bonarota, Asia Foli, Sara Gregoroni, Letizia Migani, Maya Ceccarini, Agnese Arduini, Alessandra Sparnacci, Giorgia Cancellieri. 

Riconoscimento anche per le atlete in rosa: Emanuela Marchetti, Arise D’Erasmo, Cristina Cesarini, Marina Tenti, Annalisa Schiavo, Lorenza Prioli, Daniela Tombeni, Antonella Debernardini, Roberta Fabbri, Tiziana Ermini, Cristina Salami, Arianna Torri, Katia Serafini e Claudia Bellucci.

Tennis Club Riccione: premiazione giovani Agonistica

Cena sociale Tennis Club Riccione: premiazione giovani Agonistica

Il premio speciale a tre giovanissimi (Pietro Tombari, Cristal Aratari e Federico Bacchini) protagonisti di un risultato storico come il secondo posto assoluto in Italia ottenuto da Rimini nella Coppa delle Province è stato consegnato direttamente da Gilberto Fantini, presidente del Comitato FIT Emilia Romagna. “In questo periodo ricevo inviti per gli appuntamenti conviviali un po’ in tutta la regione, non avendo il dono dell’ubiquità a qualcuno devo dire no, ma non potevo mancare in questo contesto, dove onestamente mi sento più come grande amico che come presidente“, le parole di Fantini. “Da riminese potete immaginare quanto sia orgoglioso che il team giovanile della mia provincia sia in grado di eccellere in ambito nazionale – ha aggiunto il massimo dirigente della Federtennis regionale -. Il merito è dei ragazzi, ma anche di un tecnico straordinario come Federica Cerri“.

Altri riconoscimenti speciali sono andati a Sergio Falcone come “Miglior socio di sempre”, al piccolo Tommaso Fabbri (8 anni), ragazzino del gruppo non agonistico, per il comportamento e l’educazione tenuti in campo e fuori, ai componenti della squadra maschile promossa dalla serie D1 alla C (consegnato dall’assessore Lea Ermeti): Umberto Vannucci, Giovanni Marra, Alessandro Marcantoni, Alessandro Opipari (assente in quanto impegnato alla Scuola Maestri a Formia), Nicholas Spimi e Jacopo Antonelli.

Tennis Club Riccione: premiazione squadra promossa in serie C

Tennis Club Riccione: la premiazione della squadra promossa in serie C maschile

Proprio Antonelli, 2° classificato nel Master nazionale del Trofeo Kinder a Roma e qualificatosi per il Master del circuito Junior Next Gen a Milano, è stato uno dei tre giovani premiati per gli eccellenti risultati ottenuti nel 2019 dall’assessore allo sport Stefano Caldari. “Quando ripenso a quando avete cominciato a gestire il circolo e vedo dove siete arrivati ora, devo dire che avete ottenuto risultati straordinari, frutto di passione, capacità e competenza. Vi ringrazio a nome della città di Riccione“, ha sottolineato Caldari, nel consegnare il riconoscimento pure a Letizia Migani (secondo posto in un torneo Tennis Europe under 16) e ad Alessandro Pecci. La motivazione è stata espressa da Giovanni Marra, il tecnico che lo sta seguendo nel suo percorso di crescita: “Ale ha saputo ottenere risultati che non ci aspettavamo, in particolare è il primo riccionese ad aver conquistato un punto Atp. La mia speranza è che un giorno i punti diventino mille e anche più, augurandogli tutto il bene possibile“. E messo alle strette da papà Moreno nelle vesti di intervistatore, Pecci junior sui suoi obiettivi ha detto: “Continuare a giocare divertendomi, ma con il fermo proposito di dare sempre il massimo e di riuscire a conciliare tennis e studio“.

Non potevano mancare premiazioni anche sul versante Padel Club Riccione, settore che ha contribuito a infondere ulteriore linfa al sodalizio della Perla Verde. Quindi riconoscimenti sono andati ad Antonio Mami, direttore della struttura, a Gianluca Berardi e Davide Giunchi come migliori atleti dell’anno, alla squadra di Serie B arrivata alla Final Four di categoria, a Federico Del Bianco ed Edoardo Berardi protagonisti con il team di serie D, Francesca Lepri, esponente della squadra MSP vice campione nazionale e campione regionale, e infine Fabiana Meconi e Laura Podestà, in campo in serie D e nel campionato MSP.

Gran finale, prima di lasciare spazio alle danze, di nuovo affidato al presidente, che ha voluto congedarsi con i ringraziamenti. “All’Amministrazione Comunale per come ci è stata sempre vicino e all’intero staff tecnico della Scuola Tennis, una delle più prolifiche del territorio, guidata dal direttore tecnico Fabrizio Serafini con al suo fianco Federica Cerri, Alessandro Opipari, Giovanni Marra, Umberto Vannucci, Gioia Barbieri, Alessandro Marcantoni e i preparatori atletici Emanuela Donati e Manlio Molinari. Staff che nell’occasione ha ricevuto la nuova divisa ufficiale (“e se non la indossano voi ragazzi siete autorizzati a redarguirli…“) dalle mani di Moreno Pecci, il quale ha voluto che l’ultimo grande applauso venisse tributato ai suoi compagni di avventura, chiamando accanto a sé tutti i membri del consiglio direttivo: Filippo Laghi, Sandro Marconi, Rossella Pecci, Massimo Vannoni, Giuseppe Terenzi, Italo Battarra e Matteo Bartolini.

Una squadra pronta ad affrontare nuove sfide e impegni, a cominciare dal torneo nazionale Open maschile di Natale, il 1° memorial “Piero Serafini” (3.000 euro di montepremi) in programma dal 19 al 31 dicembre sui campi di via Forlimpopoli.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *