Nicole Nobile sul campo

La settimana scorsa, durante una diretta Facebook dell’Accademia Pura Vida, le ha inviato un caloroso saluto speciale Flaminia Daina, con cui ha conquistato la medaglia d’oro agli ultimi ANOC World Beach Games di Doha, nell’ottobre scorso. Già, perché la cervese Nicole Nobile, una delle migliori specialiste del circuito internazionale del beach tennis, si trova a dover trascorrere la sua quarantena, da oltre due mesi e mezzo, sull’isola Reunion, nell’Oceano Indiano, a migliaia di chilometri di distanza da casa. Per carità, non il peggiore dei posti, considerando che si tratta di un’affascinante regione d’oltremare della Francia con circa 850mila abitanti, autentica cattedrale di questa disciplina sportiva, ma pur sempre lontana dalla Romagna e quindi dalla famiglia. 

A marzo avrei dovuto disputare due tornei alla Reunion e per non rischiare, soprattutto con i voli, ho scelto assieme al mio fidanzato e collega Theo Irigaray di partire il 4 marzo e arrivare a destinazione in anticipo – ha raccontato Nicole in un’intervista con Luca Alberto Montanari per ‘Settesere’ – ma i tornei per l’emergenza coronavirus sono stati annullati dalla ITF e noi non siamo più riusciti a trovare un volo per tornare a casa. Per fortuna sull’isola abitano i genitori di Theo e quindi siamo rimasti da loro durante tutta questa quarantena. Diciamo che sono stata molto fortunata, perché il posto è meraviglioso, ci sono sempre 30 gradi, a casa abbiamo il giardino, la piscina e anche un campetto da beach tennis“.

Nicole Nobile premiata dal sindaco di Cervia, Massimo Medri

Nicole Nobile premiata dal sindaco di Cervia, Massimo Medri

Essendo un territorio sotto controllo francese sull’isola è in vigore un lockdown con parecchie restrizioni. “Le misure restrittive sono simili alle nostre in Italia, ma i casi di contagio sono bassissimi e non ci sono stati morti. Non possiamo uscire di casa, se non per fare la spesa con le mascherine, ma si vive benissimo. Noi la paura la avvertiamo attraverso i social, i video, internet, perché qua la situazione è molto tranquilla. Tornare a casa entro maggio credo sia impossibile, a questo punto puntiamo a giugno“.

Con la sospensione del circuito internazionale, almeno sino a tutto luglio, è sicuramente un momento difficile anche per un’atleta professionista come Nicole, 25 anni il prossimo 11 settembre, attualmente numero 5 del ranking mondiale e che per il suo trionfo in Qatar è stata anche premiata dal sindaco di Cervia, Massimo Medri. “Mi sono laureata in Ingegneria Edile a Ravenna, poi da quest’anno mi sono iscritta alla magistrale in Restauro, ma oggi la mia vita è soprattutto il beach tennis. Mi auguro di poter tornare in campo ad Aruba tra ottobre e novembre“, l’auspicio di Nicole, che ha iniziato a praticare questo sport nel 2011 provenendo dalla ginnastica artistica.

Beach Tennis: Nicole Nobile e Veronica Casadei campionesse italiane indoor 2020

Nicole Nobile e Veronica Casadei campionesse italiane indoor 2020

Proprio la Nobile in coppia con la riminese Veronica Casadei si è laureata campionessa italiana indoor a Forlì in febbraio, in una delle ultime competizioni andate in scena prima dello stop per l’emergenza sanitaria, confermandosi dunque giocatrice di primissima fascia. “Quanto guadagna una top player? L’anno scorso è stata una delle mie migliori stagioni: calcolando le entrate di tornei e sponsor e le uscite, comprese spese e voli, sono rientrata di circa 10mila euro… Indimenticabile è stata l’esperienza alla prima edizione dei World Beach Games di Doha. Sono felice e onorata di avere rappresentato l’Italia in quella che per me è stata la competizione più importante dell’anno. L’emozione di vincere una medaglia d’oro alla fine di una lunghissima stagione e l’aver messo tutta me stessa fino all’ultimo punto mi ha fatto capire quanto questo sport mi trasmetta. Il sogno della mia vita è diventato realtà – ha concluso la cervese – con la felicità è di vedere riconosciuti tutti i miei  sforzi”.

Nicole Nobile

Nicole Nobile

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *