Fabio Fognini

Un’altra tegola, sotto forma di stop forzato, per Fabio Fognini in questo 2020 sicuramente avaro di soddisfazioni. Il 33enne di Arma di Taggia, da poco rientrato nel circuito dopo il doppio intervento alle caviglie effettuato a fine maggio a Ravenna, alla clinica Domus Nova, è infatti risultato positivo al secondo tampone cui è stato sottoposto dal momento del suo arrivo al Forte Village, dove avrebbe dovuto prendere parte al torneo Atp 250 “Sardegna Open” in svolgimento nel resort di Santa Margherita di Pula, ed è stato posto in isolamento come previsto dai protocolli anti-Covid del torneo e della ATP. Il posto in tabellone dell’azzurro, numero 16 del ranking mondiale e prima testa di serie, è stato preso da un lucky loser, il serbo Danilo Petrovic (fra l’altro promosso ai quarti battendo al 2° turno lo spagnolo Roberto Carballes Baena).

Come spiega il sito della Federazione Italiana Tennis, tutte le persone con cui Fognini si è trovato a contatto diretto sono state poste in isolamento fiduciario e sottoposte a nuovi tamponi, come da protocollo sanitario. La direzione sanitaria del Forte Village e della ASL Locale sono incaricate delle procedure previste in casi del genere.
Proprio in vista degli impegni di fine stagione, a cominciare dal torneo in terra sarda, per cercare di ritrovare automatismi e giuste sensazioni, venute a mancare dopo il lungo stop, il tennista ligure aveva scelto la settimana scorsa per prepararsi con il suo staff la quiete e le strutture al top del Tennis Villa Carpena, dove ha fatto base da lunedì a venerdì. Durante le giornate forlivesi Fognini ha diviso il campo con i giovani dell’agonistica locale – uno dei fiori all’occhiello del Villa Carpena, che ha conquistato in settembre lo scudetto under 14 a squadre, impresa per cui verrà anche premiato dal Comune di Forlì – ma anche con altri giocatori romagnoli, come nel caso del ravennate Michele Vianello. Il tutto sotto lo sguardo vigile di Corrado Barazzutti.

Fabio Fognini in allenamento sui campi di Villa Carpena

Pubblicato da Net-Gen – sito web di notizie di tennis: Romagna e non solo su Lunedì 5 ottobre 2020

Fabio, capace lo scorso anno di conquistare il torneo Masters 1000 di Montecarlo, nelle giornate trascorse in Romagna ha potuto toccare con mano l’affetto degli appassionati, sia dei giovani tennisti che non hanno perso occasione per selfie, foto e autografi, che degli aficionados di ogni età, se è vero che ogni sua sessione d’allenamento è stata seguita da numerosi amanti di questo sport, accorsi da varie località, per la gioia del direttore tecnico del circolo Alberto Casadei e dei dirigenti del Tennis Villa Carpena, sempre più al centro dell’attenzione sia per i risultati delle sue formazioni che per l’ambito organizzativo-logistico. 

 

Posso garantirvi che se è stato contagiato Fabio con tutte le attenzioni che ha (sempre mascherina, sempre igienizzato), sto virus di m…. possono prenderlo tutti“, il commento su Twitter del padre Fulvio Fognini.

I sintomi sono molto lievi – ha spiegato l’azzurro, che durante il lockdown si era espresso in favore della sospensione dello sport -: un po’ di tosse e febbre, mal di testa… ma purtroppo è arrivata questa brutta notizia. Sono già in isolamento e sono convinto che mi rimetterò molto presto. Vi abbraccio tutti“.

Fabio Fognini con i giovani agonisti del Villa Carpena

Fabio Fognini con i giovani agonisti del Villa Carpena

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *